Welcome Everybody! TLC 2018 si è svolto appena 24 ore fa, la WWE sembra finalmente abbia iniziato a premere acceleratore in vista del cartello Start per la Road to Wrestlemania 35! Soprattutto per Monday Night Raw ci sono parecchie novità per cui vale la pena seguirne gli sviluppi. Col ritorno di Vince “Er Piacione” McMahon alla tastiera torno anch’io, #StayAttila!

Siamo al Golden 1 Center di Sacramento in California. Micheal Cole ci da il Benvenuto a tutti noi insieme a Reene Young.

Si inizia subito forte con ‘Er Piacione’ Mr. McMahon che arriva al centro del ring. Tra l’altro noto come in casa WWE sia già Natale, visto che lo Stage è conciato per le feste. Vince prende il microfono è da vecchio Lupo di mare qual è inizia subito ad interagire col pubblico, che lo rispondono a mò di fischi e ‘What?’ Vince continua dicendo che ognuno di noi si sta chiedendo cosa stia succedendo a Monday Night Raw, un programma attivo da 25 anni che è sempre stato a passo con i tempi. Ed è tempo che Raw cambi per mettersi a passo con i tempi. Ma non può farlo da solo e quindi ci presenta la Cocca di Papà Stephanie McMahon (E si le figlie sono sempre le Cocche di Papà).

Fischi per Stephanie come da copione, dopodiché sul ring arriva anche il Genero di Vince, Triple H. Hunter viene accolto molto bene dal pubblico. Allora i vertici di Raw sono nel ring, ma Vince dice che manca ancora un’altra persona all’appello. Si tratta di suo figlio Shane. Se il commissioner di Smackdown Live! è qui, vuol dire che questi cambiamenti riguarderanno tutta la WWE.

Stephanie parte col botto dicendo che ammettono di aver fatto un po’ pena nell’utlimo periodo per il prodotto offerto (Really?), non hanno ascoltato il pubblico che è il fruitore di tutto ciò (Really??). E’ tutta colpa dei ‘Middle’ Manager che hanno soffocato le Superstar trasmettendo le loro lamentele (Really???). Ma tutto ciò finirà stanotte ci annuncia Stephanie. Prende parola Triple H, che dice che da questa sera le Superstar e il Pubblico avranno il potere di decidere cosa voler far andare in scena. Continua dicendo che vedremo nuove facce, nuovi match, nuove storie. Perché da questo momento i Fan sono l’Authority. Shane ribadisce tutto ciò varrà anche per Smackdown, perché loro 4 hanno la responsabilità di assicurare al pubblico la migliore esperienza possibile. Vince chiosa dicendo che solo dando ai fan quello che vogliano la WWE sarà; Prima, Ora e Per Sempre. (OK,da qualche parte ci sarà la fregatura però, sicuro).

Parte la musica di Vince e i 4 si stringono attorno, ma ecco che negli anni 90’ od inizio 2000 con tutta la Family sul ring ci saremmo beccato Stone Cold che veniva a Stunnerizzare tutti, noi invece siamo sfigati e ci becchiamo Baron Corbin. Er Paletta non curante dei fischi e di come Stephanie gliel’abbia fatto notare, chiede al conciliabolo di poter conferir parol con loro, visto le ingiustizie subite da lui a TLC. Per i fischi non è un problema, visto che si trovano a Sacramento dice. Ad Er Paletta andrebbe ricordato che quando i McMahon hanno questo atteggiamento i licenziamenti fioccano. Corbin comunque continua e cerca di far capire ai padroni della WWE il fatto che lui gli sia stata fregata a TLC la possibilità di rimanere come General Manager in modo permanente di Monday Night Raw. Nessuno più di lui vuole un nuovo inizio, per questo vuole rimanere GM.

Alla fine della fiera, dopo varie riunioni seduta stante sul ring dei 4, Triple H comunica a Baron che c’è ancora un modo se vuole rimanere come General Manager di Raw, dovrà vincere il suo match che comincerà ora. Il suo avversario sarà KURT ANGLE!

Angle arriva sul ring con una barba che lo rende tranquillamente un Walter Zenga più cazzutto (ohhh che paura che mi fa Corbin. Cit.) Mentre salgono la rampa tutti e 4 Stephanie si gira e annuncia anche che il match avrà uno Special Guest Referee; Heath Slater!  Intanto anche Corey Graves si è aggiunto al tavolo di commento.

MATCH 1: 4-on-1 No Disqualification Handicap match Chad Gable, Bobby Roode, Apollo Crews & Kurt Angle vs Baron Corbin (2 / 5)

Angle sembra non avere più lo smalto di una volta, comunque il match alla fine diventa un qualcosa di simile a ciò che è stato visto a TLC. Infatti quando Baron sembrava in vantaggio arriva Triple H sullo stage per dire che in realtà si era dimenticato di dire che l’incontro doveva essere un Handicap match, quindi arrivano anche Gable, Roode ed Apollo Crews a dar manforte ad Angle. Ovviamente con Slater da arbitro che fa finta di seguire il regolamento, i 4 beniamini del pubblico usano Er Paletta come vogliono. Ma per evitare problemi di “VAR” arriva anche Shane sulla rampa, che si è dimenticato di dirci che il match doveva essere un ‘Disqualification ‘. A questo punto tutto prendono una sedia e picchiano Baron con essa. Dopodichè Kurt Angle chiude i giochi con una Angle Slam, 1-2-3.

Winner: Kurt Angle, Chad Gable, Bobby Roode & Apollo Crews.

Ma visto che poter sfogare su Corbin non ci si sazia mai, ecco che Gable e Roode prendono un tavolo, lo sistemano sul ring e permettono ad Angle di effettuare una Angle Slam su Er Paletta attraverso il tavolo.

Dopo un video celebrativo su un premio ricevuto da John Cena, arriva il nostro prossimo match della serata.

MATCH 2: Finn Balor vs Dolph Ziggler (2,5 / 5)

Questo match nasce da un segmento nella zona interviste di TLC, quando Ziggler ha interrotto Balor ed i due dopo due scaramucce verbali sono venuti alle mani. Finito il momento Federico Buffa andiamo al match. Ovviamente da i due ci si aspetta un match veloce e dinamico, è così succede sul ring. Anche se Ziggler nelle fasi iniziali non si è risparmiato qualche presa tecnica al tappetto.

L’azione poi diventa veloce e Balor si prende un vantaggio dopo un Dropkick, che costringe Ziggler a rifugiarsi fuori dal ring. Dopo la pubblicità Finn vorrebbe colpire Dolph con la Slingblade ma resta quasi vittima di un Roll Up che non porta altro che un conto di 2. Balor allora riesce a connettere la Slingblade che porti poi alla Coupe de Grace, ma niente da fare DDT di Ziggler, 1-2-Kick Out. Si salva Balor.

Balor va ancora a vuoto e resta vittima della Zig Zag, 1-2-Kick Out ancora! Dolph allora dal paletto chiama il Superkick in Shawn Micheals Style, ma arriva Drew McIntyre che vorrebbe colpire Dolph. Ma anche grazie ad un volo sopra la 3° corda di Balor, Dolph riesce a mettere inizialmente fuori gioco Drew. Appena tornati sul ring va a segno la Fame-asser ma sempre a 2 arriva il conteggio dell’arbitro. A questo punto ritorna McIntyre che colpisce Balor.

Winner: Finn Balor for Disqualification

Nel post match McIntyre mette a terra un po’ tutti e se ne va.

Cambio di scena, nel backstage c’è Dean Ricamino Ambrose che si gode la sua cintura e si avvia sul ring insieme agli uomini del Nucleo anti-attacco NBC. Il nuovo campione Intercontinentale arriva poi sul ring.

Ambrose prende un microfono e chiede ai fan di rispettarlo, perché lui aveva previsto ciò che sarebbe accaduto a TLC. Che si sarebbe preso l’Intercontinental Title insomma. Poi continua dicendo che non ha bisogno dei Fan e del loro rispetto, perché lui ha la cintura.(coerenza) Ma Ambrose non è ancora contento, vuole che Rollins salga sul ring, perché non ha finito con lui. Quindi Ricamino punzecchia Rollins per farlo uscire ma nulla, nemmeno una Open Challenge solo per lui fa palesare Seth sul ring. Per questo Ambrose indice una Open Challenge per tutti tranne che per Rollins. Alla fine si presenta Tyler Breeze.

MATCH 3: Intercontinental Championship match; Dean Ambrose © vs Tyler Breeze (2 / 5)

Mentre i 4 cavalieri dello Zodiaco con la maschera sono ai 4 lati del ring, i commentatori si chiedono se a questo punto Ambrose si può definire un campione di combattimento. Mentre sul ring Tyler parte forte e mette in difficoltà il campione. Ma la festa dura poco perché Ambrose ferma subito Breeze con delle prese tecniche di sottomissione. Ma Tyler non ci sta, riesce a reagire e anche facendo sbattere Dean sul paletto di sostegno del Ring rischia con un Roll Up di portarsi il titolo a casa, ma è solo conto di 2.

Breeze esegue la Beuty Shot ma non va oltre il conto di 2. Mentre ad Ambrose basta una Dirty Deeds per mantenere il titolo. 1-2-3 e tutti a casa.

Winner and Still Intercontinental Champion: Dean Ambrose

Dopo il match Ambrose continua a punzecchiare Rollins col Microfono. A questo punto risuona Burn It Down! Nell’arena. Rollins è qui! Ma dove? Rollins si era messo la maschera, travestendosi da una guardia del corpo anti-NBC e sorprende il Campione Intercontinentale alle spalle. Rollins riesce a colpire per qualche instante Ambrose, prima che gli altri scagnozzi tornino per difenderlo. Alla fine Seth li atterra tutti ma Dean è riuscito a risalire la rampa ed a tornarsene nel Backstage.

Nel frattempo Shane McMahon è nella zona intervista con Charly Caruso per parlare di questo ‘Fresh Start’ che riguarda la WWE. Shane parla della situazione che riguarderà anche Smackdown, ma arriva Drake Maverick insieme agli Authors of Pain ad interromperlo. Drake fa riferimento alla clausola di Re-Match per avere un match per i titoli contro Chad Gable e Bobby Roode.

Shane dice che questa cosa della clausola è un po’ antiquata, soprattutto ora che Baron Corbin è fuori dalle balls, però darà un’opportunità agli AOP. Infatti insieme al B-Team, ai Revival ed ai Lucha House Party daranno vita ad un Fatal 4 way match tonight, per decretare i primi sfidanti ai Raw Tag Team title, congendando tutti così. Akam e Rezar non sembrano molto felici.

Cambio di scena, sul ring troviamo Bobby Lashley e Lio Rush seduti su uno sgabello illuminati dall’Occhio di Bue con una chitarra, come fa Elias insomma.

Lio chiede a tutti di far silenzio perché Lashley è qui per regalarci la miglior Perfomance che abbiamo mai visto prima. Lio ci mostra sul Titantron una foto di come Lashley abbia spaccato una Chitarra sulla schiena di Elias la settimana prima. Poi Rush dice che prima che Bobby inizia a cantare tutti devono chiudere la bocca e spegnere i cellulari. Lashley si alza, si togle la giacca, la chittare, lo sgabello ed inizia a mostrare i muscoli stile culturista. Offese alla città di Sacramento accompagnano la dimostrazione di Lashley, soprattutto quando ci mostra il lato B. I fischi del pubblico li potete tranquillamente immaginare. Ma all’improvviso Jojo presenta Elias, che compare selvatico alle spalle di Lashley e gli rompe una chitarra sulla nuca. Bello così, senza molte parole.

Cambio di scena, siamo pronti per il Number one contender match ai titoli di coppia.

MATCH 4: #1 Contenders Fatal 4 Way; The Authors of Pain vs The Revival vs The B-Team vs Lucha House Party (2 / 5)

Match molto confusionario ovviamente visto i tanti che fanno parte della contesa. Il Pubblico sembra dalla parte del B-Team. Mentre questa volta i LHP non avranno dalla loro la Regola ad personam, visto che sono Kalisto e Lince Dorado a prendere parte al match, con Gran Metalik sull’apron.

Il match non viene però svolto con un membro di tutti e 4 i team sul ring assieme, bensì solo due membri dei  4 team. Infatti nella fase iniziale sono i LHP e i Revival a dar vita al match, con il B-Team un po’ defilato e gli AoP per niente impiegati. Comunque Gran Metalik che gira tutto attorno al ring con un festone da fiera è molto fastidioso.

Match che si accende grazie ad un Crossbody di Kalistod al paletto su Bo Dallas. I Lucha sembrano in gran forma, ma occhio agli AoP per niente apparsi sul ring. Bo Dallas però intanto cerca di spingere il B-Team alla vittoria mettendo in difficoltà Dash Wilder, che ha bisogno del ritorno di Scott Dawson per evitare il Pin da 3. Anche gli AoP decidono finalmente di prendere parte al match, con scarsi risultati però.

Mantre tutti gli altri sono fuori a terra, per cortesia di Kalisto, Bo Dallas tenta 3 volte di vincere con dei Roll Up su Dawson. Arriva però Dash Wilder in aiuto del compagno. Shutter Machine su Bo Dallas, 1-2-3!

Winner: The Revival

I Revival sono i nuovi primi sfidanti ai titoli di coppia di Raw, cortesia di Shane McMahon.

Cambio di scena, nella zone interviste Charly Caruso è con Seth Rollins che gli chiede di TLC. Seth dice che la serà prima è stata disastrosa sotto tutti i punti di vista. Rollins ricorda di come la sera prima il pubblico fischiava il suo match è questo non lo far star bene, perché  questa è la sua vita, quello che ama. È andato fuori strada ora è il momento di raddrizzare tutto. Dietro di lui appare Baron Corbin. Er Paletta dice che Ambrose ha ragione su tutto quello che ha detto su Seth. Baron dice che se ora non è più General Manager è tutta colpa di Seth Rollins. Seth per gradire gli da un colpo in faccia e se ne va, lasciando Baron a terra stordito. No caro Baron, oggi è proprio un Lunedì 17.

Cambio di scena, sul ring arriva la Raw Women’s Champion Ronda Rousey. Colei che ha costato la vittoria del titolo di Smackdown a Charlotte Flair e Becky Lynch. Non a caso Ronda se ne Bea di ciò. Si Bea anche di come abbia ridotto Nia Jax a TLC. Il Pubblico però canta cori per Becky Lynch. Ma Ronda è venuta qua oggi per parlarci di come lei sia una vera Campionessa. Una vera campionessa che va oltre tutto, oltre le decisioni arbitrali, oltre la situazione climatica dell’Arena, oltre i limiti. Per questo Ronda vuole indire una nuova tradizione, una Open Challenge, (oramai è consuetudine).

Vediamo che nella Gorilla Position ci sono un sacco di ragazze che vorrebbero sfidare Ronda stanotte. Arriva una poco irritata Stephanie McMahon che dice a tutte di uscire con lei sullo stage. Stephanie dice a Ronda che tutte queste donne vorrebbero sfidarla per il titolo è tutte meriterebbero questa opportunità. Per questo le 8 ragazze presenti si daranno battaglia in un Gauntlet match per decidere chi sfiderà la Rousey per il titolo.

MATCH 5: Gauntlet match; Alicia Fox vs Bayley vs Natalya vs Dana Brooke vs Mickie Jemas vs Ruby Riott vs Sasha Banks (2,5 / 5)

Ad iniziare su decisione insidacabile di Stephanie sono Alicia Fox e Bayley. La finalista di Mixed Match Challenge riesce a mettere in difficoltà Bayley per qualche minuto. Finchè Bayley non la fa sbattere sul paletto. Bayley sembra però essersi fatta male al ginocchio, la Fox ne vuole approfittare con un Big Boot me è vittima di un Roll Up. 1-2-3! Alicia Fox viene eliminata.

La prossima a prendere parte al match è Dana Brooke. Intanto il buon Micheal Cole ci avvisa che la vincitrice di questo match, sfiderà Ronda Rousey settimana prossima durante la notte della vigilia di Natale. Vi potrete godere questo match mentre state ancora digerendo il Capitone insomma. Intanto il Match Dana Brooke approfitta del dolore al ginocchio di Bayley per metterla in difficoltà, ma ecco che una Belly to Bayley outtanowhere porta il Pin vincente alla Hugger. Dana Brooke è eliminata.

Prossima avversaria di Bayley è la veterana Mickie James. Per Bayley si fa sempre più difficile la possibilità di uscire vincitrice da questo Gauntlet match. Dopo un Elbow volante dalla cima del paletto Bayley credeva di avercela fatta, ma Mickie si salva toccando la corda durante il conteggio arbitrale. DDT di Mickie James invece che elimina Bayley.

Ora tocca ad Ember Moon! Le due si danno molta battaglia, anche se un po’ noiose a dire il vero. Ember Moon alla fine riesce ad avere la meglio con la sua Eclipse patentata. Mickie James viene eliminata.

La prossima in lista è Natalya. Da questo due mi aspetto un qualcosina di interessante almeno. Invece anche loro due nelle prime fasi sono abbastanza lente e noiose. Ember comunque dopo aver colpito un po’ Natalya prova ad andare sul paletto per una nuova Eclipse, invece è Natalya che colpisce Ember con una Clothesline, 1-2-Kick Out! Si salva Ember. Alla fine Natalya fa valere la sua esperienza è porta a casa il Pin vincente con un Roll Up.

E’ il momento di Ruby Riott che si palesa a bordo ring con la Squad al completo. In realtà è solo Ruby Riott che partecipa al Gauntlet match. Quindi immagino che la Boss Sasha Banks sarà l’ultima partecipante. Natalya intanto sul ring, si trova in difficoltà nei confronti della più fresca Ruby Riott. Non a casa la Leader della squadra tafferuglio combatte con quel senso di superiorità. Natalya però ha un ritorno di orgoglio, vuole conquistarsi il match per il titolo che andrà in scena durante la puntata  Speciale di Natale. Ruby Riott va dal paletto, facendo una grandissima figura di M…che permette a Natalya di eliminarla.

Ed ora la finale tra Sasha Banks e Natalya. La vincitrice affronterà Ronda Rousey per il titolo la prossima settimana. Natalya e Sasha Banks stanno ridando un po’ di vivacità al pubblico, con delle belle sequenze di azione. Sasha sembra la favorita, ma Natalya vuole vendere cara la pelle. Addirittura riesce ad imprigionare Sasha Banks nella Sharpshooter la canadese. Sasha sembra in trappola, senza scampo di liberarsi. Ma alla fine con una magia, adando vicino al paletto, Sasha Banks evita il tracollo. Anzi nel ribaltamento dell’azione è Sasha che riesce a mettere in una Leg Press la candese e successivamente dopo un Roll Up nella Bankstatement. Natalya però incredibilmente non cede! Anzi si libera ed esegue un German Suplex su Sasha. La Banks però si riprende e prova a chiudere il match con una doppia ginocchiata dal paletto senza molto successo, non andando oltre il conto di 2.

Il Match si chiude quando Natalya proietta Sasha con una Slam in avanti e la chiude di nuovo nella Sharpshooter, stavolta la Boss non può che cedere.

Winner: Natalya

Natalya quindi si conquista il diritto di sfidare Ronda Rousey per il titolo. Ed è proprio la campionessa che arriva sul ring per complimentarsi con la canadese. Le due si guardono. Ma poi Ronda prende il braccio di Natalya è lo alza al cielo. Prima che la puntata finisca le due si stringono anche la mano, anche se Natalya non sembra molto convinta di tutto ciò. Appuntamento alla prossima settimana per le due. Come anche per noi.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5
Qualità dei promo
6,5
Evoluzione delle storyline
5
Leafar Attila
La passione per la WWE è alla pari a quella per il Napoli. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. AJ Styles, Kevin Owens, HBK, Eddie Guerrero e CM Punk i Wrestler preferiti. Blindmark di Daniel Bryan, YES! YES! YES!