Salve a tutti voi appassionati di WWE Monday Night Raw. #StayAttila #StayHappy #StayContent perché nella puntata numero 1287 si festeggeranno i 25 anni dalla puntata numero 1 dello show punta della Federazione di Stamford. Io sono Attila e vi trascriverò Live per l’occasione cosa è successo al Manhattan Center e al Barclays Center entrambi situati nello stato di New York. Infatti stile in Wrestlemania 2 avremo due location, tra cui proprio dove nacque lo Show al numero 311 West 34th Street in Midtown Manhattan. Ci saranno tanti ritorni tra cui Undertaker, Stone Cold, la DX, Torrie Wilson, Lita, Y2J e tanti altri. La WWE ha poi già annunciato che The Miz il magnifico darà l’assalto al titolo Intercontinentale detenuto da Roman Reigns e che John Cena e tutti gli atleti di WWE Smackdown Live! si uniranno alle stelle di Raw per l’evento. In più c’è da chiedersi come risponderanno Kane e Brock Lesnar agli eventi subiti per mano di Braun Strowman. E poi anche nella pre-view ufficiale la WWE ha ribadito che sarà fatta la storia, gettando benzina sul fuoco al rumors scoppiato oggi per cui dovremmo assistere ad una Sorpresa di quelle che tolgono il fiato, tornerà CM Punk? Cena vs Undertaker a Wrestlemania? Stone Cold stabilirà il record di birre bevute? L’annuncio che Wrestlemania 35 si svolgerà sulla Luna? Non ci resta che trovare le nostre risposte visionando la puntata. PS: Sarebbe anche l’ultima puntata di Raw prima di WWE Royal Rumble che darà il via alla Road to Wrestlemania 34.

Nel Pre-show panel con Reene Young con ospiti Peter Rosenborg e un pienotto David Otunga per discutere su cosa potrà accadare in queste serata, non tralasciando vari viaggi nel tempo per rivivere momenti salienti di questi 25 anni. Dal Manhattan Center tra l’altro avremo la coppia storica di commento della Ruthless Aggression Era ossia Jim Ross e Jerry “the King” Lawler. Dai Backstage e dagli esterni dei palazzetti le interviste di Charly Caruso e Sam Roberts.

WELCOME TO MONDAY NIGHT RAAAW!

Veniamo accolti sia nella bolgia del Manhattan Center con Jim Ross e Jerry Lawler che dal Barclays Center con Micheal Cole, Corey Graves e Booker T al tavolo di commento per l’occasione vicino al ring. Shane e Stephanie McMahon sono già sul ring. La Commissioner dello Show ci da il benvenuto mentre Shane ringrazia ogni singola superstar che abbia calcato il ring di Raw in questi lunghi 25 anni, ognuno di loro ha contribuito al successo di WWE Monday Night Raw. Ovviamente i ringraziamenti vanno anche al pubblico che ha supportato ed è rimasto sempre fedele allo show Rosso negli anni. Video di tributo per i 25 anni di WWE Monday Night Raw. Tornati sul ring troviamo ancora i figli di colui che ha creato tutto, la persona a cui va il merito di ciò che è oggi Raw, presentato da Stephanie; NO CHANCE IN HELL! quando sul ring c’è il Charmain della WWE mr. Vincent Kennedy McMahon! Abbraccio in famiglia molto commovente, sono onesto. Tributo dovuto del pubblico a Vince (Thank You Vince). Stanotte sorrisi per tutti dice Vince che così vorrebbe congedarsi ma Stephanie la ferma, dice che hanno una sorpresa per lui, in effetti Shane porge al padre la placca decorativa per i 25 anni di Raw. Vince che all’inizio sembra anche emozionato, inizia un pò a prendersela, giocando anche col pubblico. Dice lui “dopo tutti questi anni merita una placca così piccola? come gli attributi del pubblico di Brooklyn?” Cori As***le come se piovesse. Shane e Stephanie un pò imbarazzati tentano di farlo ragionare, ma lui niente se la prende col pubblico, sembra proprio uno di quei vecchi colpiti da demenza senile. VETRI ROTTI A BROOKLYN! STONE COLD STEVE AUSTIN è qui! Shane mentre entra il rattlesnake prova a dire al padre hai visto cosa hai combinato e ora? Vince non si perde d’animo “guardiamoci negli occhi Stone, so che sei cambiato non siamo più giovani, non mi colpirai stavolta. Abbiamo fatto grandi cose insieme, in fondo ci vogliamo bene diciamoci la verità”. Shane ascolta il padre ma è più preoccupato di quando aspetta in sala d’attesa dal dentista. Vince tenta ancora di far ragionare Stone buttando in mezzo suo figlio “E’ lui il principale ora”. Steve Austin rimane ad ascoltare e fa per alzare la mano a Shane visto che è stato dichiarato il principale sul ring. STUNNER! STUNNER! Shane è il primo che viene Stunnerizzato al centro del ring. Sembra ora tutto pronto per un brindisi con tra lui e Vince, visto che il Chairman gli porge una birra con tanto di brindisi. Ovviamente nel brindisi il Texano fa di tutto per sporcare la giacca a Vince, ma non fa niente e un abbraccio fra amici suggella la ritrovata coesione. Vince sembra finalmente andarsene via ma un ultimo brindisi ci vuole dai. Dito Medio in faccia di Steve Austin a Mr. McMahon e via di STUNNER! Ora si che si può davvero brindare. Non prima di aver omaggiato il pubblico con un’altra STUNNER! sul commissioner di WWE Smackdown Live!. Eccezionale l’avvio dello show a mio avviso.

Tornati dalla pubblicità siamo pronti per il primo match della serata, un 8-tag team match tutto al femminile.

Match 1: 8-women Tag Team match Sasha Banks, Asuka, Mickie James e Bayley vs Nia Jax, Sonya Deville, Alicia Fox e Mandy Rose(with Paige) (2 / 5)

Match che ha un pre, visto che durante l’ultima entrata quella di Asuka inizia un litigio fra le 8 contendenti. Le due che iniziano l’incontro sono proprio Asuka e Sonya Deville. Al ritorno dalla pubblicità troviamo sempre in vantaggio il team delle face, finché non entra Nia Jax che inizia un pò a strapazzare la Banks, tanto per cominciare. Anche Alicia Fox si rende attiva nella contesa provando lo schienamento su Sasha. Per ora match abbastanza soporifero a dire la verità, il team delle cattive tiene il match in pugno con prese e colpi a potenza media che però non producono chissà quale reazione del pubblico, a parte un pochino quando Paige gioca col loro dall’apron. Si ritorna in pubblicità, ma al rientro troviamo sempre la stessa musica, ma dal nulla si scatena una rissa fra tutte le partecipanti. Alicia prova a colpire Sasha all’angolo che riesce a divincolarsi, Bank Statement in modalità On e il team Face che porta a casa la vittoria con il tap out della Fox. Un match a dire la verità bruttino, con un finale di quelli che bho.

Winner: Sasha Banks, Asuka, Mickie James e Bayley

ASUKA, ASUKA! La giapponese le colpisce tutte amiche e non, spedendole fuori dalla terza corda. E’ lei a prendersi la parola finale. E’ lei che da un chiaro segnale di cosa ha in mente per Domenica sera a WWE Royal Rumble, per il Women’s Royal Rumble Match.

Nell’ufficio Kurt Angle lo troviamo insieme al solito arbitro confidenziale, il quale confida che farà di tutto perché non ci siano problemi proprio stasera fra i tre mostri Lesnar, Kane e Strowman. Ma bussano alla porta è Jonathan Coachman. A loro si aggiungono altri due tipo che onestamente non conosco (Sorry). Ribussa la porta, chi è? E’ lui o non e’ lui? Certo che è lui, IT’S TAG TEAM TIME Teddy Long! Tra tutti questi pazzi finalmente una persona seria arriva in ufficio; The Boogeyman porta un pò di vermi in omaggio a the Coach e niente finisce tutto così, un segmento di quelli nostalgia come piacciono a noi. Penso che quell’arbitro in una vita parallela sia stato un confessore, per come ascolta attentamente Kurt ogni volta.

Dopo l’ennesima pubblicità stavolta ci troviamo al  311 West 34th Street in Midtown Manhattan con Jim Ross e Jerry “The King” Lawler nel posto in sui si svolse la primissima puntata di WWE Monday Night Raw. Viene mandato in onda un video di tributo al Deadman, from Death Valley, The Undertaker. 

Torniamo al Manhattan Center, rintocchi di campana (luci che non vanno via però),la morte sta arrivando, il becchino sta arrivando, annunciato da Howard Finkel; The Undertaker! Il becchino che con i capelli lunghi sembra ringiovanito di almeno 4-5 anni prende la parola. Proprio io ero qui 25 anni fa ci dice. Per 25 anni tutte le persone che hanno provato a scontrarsi col lato oscuro (Darth Vader sei tu?) sono sotto terra ora, tipo Stone Cold e Mick Foley. Anche il mio stesso sangue Kane è caduto contro di me. Ora a tutti quelli che hanno combattuto contro di me che sono sotto terra vi dico; You rest in Peace! (Riposate in pace).

Tornati dalla pubblicità troviamo Heath Slater e Rhyno che perdono a poker in una bisca clandestina organizzata nei sottoscala dagli A.P.A. Ma qualcuno bussa alla porta, sul tavolo arriva una mazzetta da migliaia di dollari; The Million Dollar Men ornamentato dalla sua Dollar Belt Ted Di Biase si siede al tavolo, fate il vostro gioco signori. Intanto sullo stafe del Barclays Center tutti i General Manager della storia di Raw vengono omaggiati iniziando da People Power! John Laurinatis. Williar Regal, Eric Bischoff e come ospite speciale anche il General Manager di Smackdown YES! YES! YES! Daniel Bryan arrivano sullo stage. La musica di Wagner da il ritmo agli YES! visto che Daniel Bryan tira ancora più di un carro di buoi. Ma AWESOME! The miz e il suo miztourage interrompono tutto. Sguardi assassini fra i mai vecchi amici Miz e Bryan. 

L’entrata di The Miz precede di poco quella del Big Dog Roman Reigns. Il titolo Intercontinentale sarà messo in palio nel prossimo match a cui assisteremo.

Match 2: Intercontinental Championship Match Roman Reigns (C) vs The Miz (with Bo Dallas e Curtis Axel) (3 / 5)

La contesa vede inizialmente, come prevedibile, un controllo totale da parte di Roman sia sul ring che fuori verso gli scagnozzi dell’A-Lister che provano comunque a distrarre il vincitore della Royal Rumble del 2015. Il Samoano rimane in totale controllo del match nonostante Miz sia riuscito a farlo carambolare sui gradoni di acciaio all’esterno del ring. Il magnifico d’astuzia tenta anche un Roll-Up tenendo i piedi sulla seconda corda dopo che Reigns è andato a vuoto con una spear, 1-2-Kick Out. YES! Kick di The Miz che non vanno a buon fine, il campione para l’ultimo Kick che doveva colpirlo in testa ma tramuta il tutto in una Powerbomb con tentativo di Schienamento. 1-2-Kick Out. Il Big Dog fa quindi piazza pulita degli scagnozzi di Miz, che lo colpisce alle spalle e prova lo Skull Crushing Finale, ma nada Reigns si libera. SUPERMAN PUNCH! Boom a segno. 1-2-Kick Out, Miz si salva in corner. Roman sembra frustato e viene distratto da Bo Dallas e Curtis Axel. L’arbitro non transige più le loro azioni e li manda giustamente sotto la doccia!(cit.). Roll Up di Reigns su Miz 1-2-Kick Out. Reigns fa piazza pulita degli scagnozzi che erano ancora li a protestare. Mike Mizanin da dietro Skull Crushing Finale a segno, è finita, 1-2-NO! Kick Out di Reigns. Miz ci riprova ma subisce il ritorno del campione, che però sbaglia la misura della Spear, sbatte sul palo. Miz a strada libera per mettere i Titoli di Coda al match; 1-2-3!!!!! THE MIZ! THE MIZ. Incredibile, proprio lui! Abbiamo un nuovo Campione Intercontinentale. “I came to Play” risuona nell’arena per festeggiare il vincitore della cintura, con una vittoria che volendo può definirsi pulita.

Winner and new WWE Intercontinental Champion: The Miz

Come durante tutta la puntata, tornando dalla pubblicità assistiamo a fermi immagini o video che ripercorrono e omaggiano i momenti migliori di questi 25 anni. Nel sottoscala invece troviamo gli amici del Poker che oramai hanno aperto le loro porte ad altri giocatori come gli Uso’s e Jeff Hardy, tra una birra e una Bluff si continua a giocare in un tavolo No Limits.

Sul ring invece troviamo Christian e il suo Peep Show con ospiti i WWE Raw Tag Team Champions. BURNING DOWN! Seth Rollins e Jason Jordan arrivano sul ring. Christian chiede ai due cosa pensano della serata. Incomprensioni fra chi dei due deve iniziare a parlare. Inizia Jason, o meglio vorrebbe iniziare visto che come apre la bocca viene subissato di fischi, ma che è Higuain a Napoli? Comunque quel poco che riesce a dire e che è felicissimo di essere campione in una puntata piene di leggende e ringrazia suo padre Kurt Angle (giusto il General Manager di Raw) per l’opportunità che gli ha dato. Jordan poi se la inizia a prendere col pubblico finché una sirena non interrompe il suo applauso ironico. Gli sfidanti di Domenica hanno qualcosa da dire ai campioni. We are the Bar! Jason sai molte leggende che sono qui non vedono l’ora che noi ci riprendiamo i nostri titoli di coppia, perché vedi se non fosse per tuo padre tu non avresti mai avuto queste opportunità. Jason You Suck (fai schifo) cantato in coro al ritmo dell’Intro di Kurt. Ovviamente scoppia la rissa tra i 4 che viene vinta da Seth Rollins, visto che Jordan è stato messo al tappeto in poco tempo. Segmento che si chiude con Cesaro e Sheamus che tornano divertiti nel backstage e Rollins che implora Jason di usare la testa.

Da Charly Caruso troviamo la Bellissima Dea del Wrestling; Alexa Bliss la WWE Raw Women’s Champion. Le viene chiesto se ha paura di chi possa vincere la Rumble femminile e poi affrontarla a Wrestlemania. Ma Charly secondo te posso mai preoccuparmi di queste cose? Le risponde la Bliss. Vedi io non sono solo la campionessa io sono la Dea di…WOOOO! Arriva Charlotte seguita dal padre Ric Flair, the Nature Family. La campionessa di Smackdown dice ad Alexa che lei è campionessa solo perché the Queen si trova a Smackdown. WOOOOOOO! WOOOOOOOO! WOOOOOOO! 

Nel sottoscala della Notte del Poker si sono aggiunti anche Natalya e il Titus Wolrd Wild con Dana Brooke intenta a proporre probabilità di vittoria nelle mani. In realtà penso che al tavolo siano seduti almeno in 15.

Al Manhattan Center invece arriva il divoratore di Mondi Bray Wyatt. Mi sa che il prossimo match sarà DELETE! Matt Hardy raggiunge il ring per la resa dei conti con Wyatt.

Match 3: Bray Wyatt vs Woken Matt Hardy (1 / 5)

Contesa che sembra un pò sterile all’inizio. Forse anche l’ambiente di un arena piccola che da l’idea di una contesa da circuito indipendente. Hardy prova uno schienamento, ma Bray si salva. DELETE! DELETE! DELETE!  Matt è già pronto la Twist of Fate, ma Wyatt gli fa prendere un colpo al collo sulle corde. Sister Abigail, 1-2-3. Bray Wyatt vince così. Vedremo come proseguirà la storia.

Winner: Bray Wyatt

Sullo stage sfilata di Donne che hanno fatto la storia di Raw; Bella Twins, Kelly Kelly, Michelle McCool, Maria Kannellis ed infine la 7 volte Women’s Champion e WWE Hall of Famer Trish Stratus.

Il Drifter chitarra sulle spalle cammina nel backstage, quando incontra appena arrivato dal Giappone Y2J Chris Jericho(RAW IS JERICHO!). il Best in the World è munito anche lui di chitarra, vuole dedicare un pezzo ad Elias. “You’re a Stupid Idiot. You just…you just…YOU JUST MADE IN THE LIST!” da sotto rispunta la tanto amata cartellina. Ed Elias si avvia sul ring un pò adirato per essere stato inserito nella lista random. Lo troviamo così nel ring tornati dalla pubblicità. Ha per noi una domanda, chi vuole camminare con Elias? Ovviamente il pubblico di New York sembra un pò ostile verso di lui (ingrati!) e lui non perde occasione per stuzzicarli. Gli “Stupid Idiot” dal pubblico si sprecano a questo punto, con Elias che ancora non ha iniziato a cantare. Poi dedica la canzone a qualcuno nel pubblico che immagino sia famoso. HBK è il primo oggetto di discussione nel pezzo del cantante da tutti noi amato. Che ci spiega cantando poi di come Chris Jericho faccia schifo. MY TIME IS NOW! Il 16 volte campione del mondo John Cena entra in scena. (JOHN CENA SUUUCK! che si sprecano come al solito ormai). John ovviamente fa gli auguri a Raw (se non lo fai lui che è il volto della WWE) e poi scambia due battute col pubblico. Elias risale sul ring dicendo a John di stare zitto, ha rovinato il suo momento. “Il tuo momento?” dice John “Di cosa parli?” e si toglie la maglietta. Il Drifter se la prende con lui e alla città di New York e fa per andarsene. Ma Cena lo blocca, Protobomb e Attitude Adjustment pronti in seguenza. Ma invece no, Elias esce dalla presa colpo basso ai genitali di John per poi finirlo a colpi di chitarra. Il Drifter va via dalla scena tutto commosso quasi incredulo di esserne uscito vincitore dallo scontro.

Anche i New Day sono scesi nel Sottoscala della Notte del Poker sponsorizzato da Acolytes Protection Agency e si sono seduti al tavolo. JBL che avrà una buona mano va in All-In ma Slater vede e ha la mano vincente. Ma tutti credono che Heath abbia barato, in effetti sembra vero. Così si inizia a discutere su chi bari davvero. JBL prende parola dicendo che questo non è una bisca clandestina (ah no? Sorry) ma è WWE Monday Night Raw le cose si risolvano sul ring. Così vanno via lui e Rhyno insieme a Titus e company. Ora me ne sono accorto che il sottoscala ha come ingresso una porta senza parete attorno. La mano viene vinta da Ted Di Biase, i soldi vanno dove stanno i soldi c’è poco da fare per gli altri, se si nasce Gastone non si muore Paperino. Million Dollar Man vince tutto. Mentre conta le Chips vinte subisce lo sguardo schifato di Ron Simmons in piedi di fianco a lui, con sigaro in bocca che sin dal Pre-Show è spento e lui giustamente non si spiega perché non esce fumo. DAMN!

Dopo una comparsata di Mark Henry e The Goodfather nel backstage, arriviamo al match di coppia deciso durante la puntata speciale della Notte del Poker nel sottoscala del Barclays Center.

Match 3: Rhyno e Heath Slater vs Titus O’Neil e Apollo Crews (with Dana Brooke) s.v.

Match che parte in maniera molto lenta che sa tanto di riempitivo. Si torna dalla pubblciità dove tutti e 4 combattono nel ring e l’arbitro chiama la squalifica.

Winner: No Contest

I Dudley Boyz arrivano sul ring pronti a fronteggiare da soli i 4. Fuori dal ring le due coppie si guardano stranite con Slater intendere convincere gli altri che quelli sono due vecchi noi siamo in 4, gli facciamo il mazzo sicuro. Ma gli altri tre dicono ok inizia ad andarci tu, lo gettano nel ring in avan scoperta. Ovviamente per il tead 3D Heath viene usato per i loro giochi col tavolo. Good Night Slater.

AJ Styles campione WWE il capocantiere che ha costruito Smackdown è nella zona interviste dove c’è Mean Gene Okerlund che avrà l’onore di fargli delle domande in vista dell’Handicap Match di Domenica valido per il Campionato WWE. “Sai Gean non ho paura dello Yep Movement,  se sono in due i tre o quanti vogliono e nemmeno di cosa faranno Daniel Bryan o Shane McMahon. Io sono il Fenomenale AJ Styles e alla Royal Rumble manterrò il titolo WWE!”. Piano semplice e facile da ricordare, mi piace!(cit.)

Al Manhattan Center la situazione si sta Degenerando. Are You Ready? I say, Are You Ready? BREAK IT DOWN! La D-Generation X sta arrivando. Triple H e Shawn Micheals entrano nel tripudio dei presenti alla piccola arena nel cuore di Manhattan. “Oh mio! Oh mio dio” dice Shawn “Per quanto questo è stato una delle mie entrate preferite, non ho più la possibilità di fare questa cose come quando ero giovane” afferma un pò a corto di fiato. HHH gli chiede se fa sul serio, lui afferma di si. HBK gli dice non è che perché sei il capo di tutto mo uno non si può stancare, alla fine tu oramai dici solo cose del tipo “Potete vedere tutto a soli 9 dollari e 99cent sul WWE Network“. Triple H invece ringrazia il pubblico per questi 25 anni di WWE Monday Night Raw. Nomina anche Chyna. Il Triplo ricorda quando la DX comandava su Raw e quando andarono fuori l’arena di WCW Monday Nitro col carrarmato. Quindi ci chiede “Siete pronti? Allora, ho detto siete pronti? Perchè noi qui non siamo soli” e infatti arrivano anche i New Age Outlaws. “New York City. Signore e Signori potete ammirare qui i 6 volte Campioni del Mondo di coppia, Billy Gun e Road Dog, New Age Outlaws!”. Ma manca la quinta essenza della stable X-Pac. Ora si che la formazione della DX è al completo ma X-Pac non è d’accordo, manca qualcuno allora anche Razor Ramon arriva a farci compagnia. Uno dei due partecipanti al primo Ladder match della storia e col suo fedele stuzzicadenti in bocca. Mentre i vecchi si divertono con le loro frasi tipiche arriva il Balor Club a rovinare la festa. Il pubblico pare apprezzare e chiama il “Too Sweet” . Triple H alza il braccio per primo col segno simbolo del Balor Club (o del Bullet Club?) e tutti lo accettano senza molti complessi di sorta. A questo punto i Revival un pò con l’aria di schifo entrano nel ring insieme a Mike Chioda vestito in maniera “Old School”. Ci sarà un match nel ring del Manhattan Center.

Match 4: Tag Team match Karl Anderson e Luke Gallows vs The Revival (1 / 5)

Match con poche pretese che viene vinto facilmente da quelli del Club con la Magic Killer.

Winner: Karl Anderson e Luke Gallows.

A fine match il duo dei Revival viene pestato da ogni presente del gruppo “Too Sweet” con la proprio finisher. L’ultima mossa e la Coupe de Grace di Finn Balor. “WE GOT TWO WORD FOR YA!” “SUCK IT!” (in coro). Sulle note della musica della DX si festeggia.

A Brooklyn invece partono gli You Suck sull’ingresso del General Manager di Monday Night Raw Kurt Angle accompagnato da tante leggende e non solo che hanno fatto grande lo Show. Sul ring dovremmo avere a breve i tre contendenti al titolo Universale. Forse si vorranno scambiare due parole davanti ad una tazza di thè inglese e due biscottini prima del match di Domenica sera immagino. Grazie Brooklyn dice Kurt Angle dicendoci che questa Domenica il Titolo Universale sarà in palio a WWE Royal Rumble. Per questo ci chiede il permesso di presentarci il docile e tranquillo Mostro sopra gli uomini; Braun Strowman. Corey Graves lo annuncia senza timore di portargli jealla come il prossimo campione Universale. Kurt riprende la parola per dare il via libera anche all’ingresso del bravo bambino Kane. Non capisco per quale motivo molti wrestler, tipo i New Day e gli Uso’s si mettano in mezzo per dividere due persone pacate e tranquille come quelle. “LADIES AND GENTLEMAN MY NAME IS PAUL HEYMAN. Permettetemi di presentarvi colui che non avrà problemi a mantenere il suo titolo questa Domenica. Il mio cliente che non vede loro di combattere. Perchè lui è un Fighter. E voi siete pronti per vedere il mio Fighter? Siete pronti a vederlo battere quei due sul ring Domenica prossima a WWE Royal Rumble. Ladies and Gentlamen. My Client, The Beast, BROOOOOOCKKK LEEEEEEESSSSSSSNNNNNNARRR”. Brock si toglie subito la cintura lasciandola al suo avvocato. Mentre sul ring Braun Strowman ha messo in poco tempo fuori gioco Kane. Convengo che tutte le altre personalità si sono messe sull’apron senza la minima intenzione di intervenire nella rissa. Scontro fra i due rimasti in piedi immediato. Rissa senza quartiere per tutto il perimetro del ring, dove viene coinvolto anche il tavolo dei commentatori. Il tavolo viene distrutto da Strowman che connette la sua Running Powerslam su Brock Lesnar. Il campione Universale rimane li a terrà esanime. Mentre noto che questa volta la puntata non si chiuderà, come da tradizione pre-Rumble, col rissone generale ma con Strowman che esulta.

 

 

 

 

 

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5,5
Qualità dei promo
6,5
Evoluzione delle storyline
5,5
FONTEzonawrestling.net
Leafar Attila
La passione per la WWE è alla pari a quella per il Napoli. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. AJ Styles, Kevin Owens, HBK, Eddie Guerrero e CM Punk i Wrestler preferiti. Blindmark di Daniel Bryan, YES! YES! YES!