Money in the Bank va agli archivi, ed è ovviamente tempo della review di ZW. KingHunter è ancora una volta vittima di una bruttissima frattura al polpastrello destro ed a sostituirlo vi sono i “veterani” Danilo e Giovanni, reduci da una sbronza ad Ichnusa. Buona lettura!

R-Truth sconfigge King Barrett in 5’ e 41

GiovY2JPitz: come previsto! Incontro privo di qualsiasi interesse che per quanto mi riguarda era anche molto scontato. Pochi minuti per pochissime manovre e poco interesse della folla, che solo per l'eccitazione di essere ad un evento WWE urlava qualcosa preparandosi al vero spettacolo. Match combattuto anche bene, anzi, normale, ma se anche avessero combattuto male, allora addio. King Barrett è il King of the Ring più ridicolo di sempre, per come lo bookano, R-Truth vince per dare linfa alla sua nuova "bellissima" gimmick: quella dello stupido fuori luogo. Voto: 5

Danilo: la prossima volta che leggo qualcuno inneggiare a “quanto sarebbe bello se il King of The Ring fosse un evento a parte, si potrebbero creare nuove star!” potrei avere delle convulsioni. Barrett avrà fatto qualcosa di male, non c’è altra spiegazione: non solo gira vestito da peripatetico, non solo è nel pre show ma jobba anche al jobber più “navigato” della federazione, senza motivo alcuno. Per il secondo special event di fila, sottolineiamolo. Dobbiamo proprio parlare del match? Voto: 5 –, It’s good to be the King!

 

Sheamus sconfigge Randy Orton, Dolph Ziggler, Kane, Kofi Kingston, Neville e Roman Reigns in un Money in the Bank Ladder Match e diventa il nuovo Mr Money in the Bank in 20’ e 50”

GiovY2JPitz: avevo distrattamente sentito parlare di un attacco di Bray Wyatt ai danni di Roman Reigns da qualche parte, ma francamente non ci avevo fatto troppo caso. E' stata una sorpresa senza ombra di dubbio, adesso vediamo come la spiegheranno e vediamo soprattutto, che faida possa uscirne. Sinceramente non ho nessuna voglia di vedere una nuova faida con Bray Wyatt, a meno che non gli cambino la gimmick o non turni face. Sempre uguale. Il Money in the Bank se lo porta a casa Sheamus, l'unico, a parte Kane ma per altri motivi, che poteva insidiare la vittoria di Raigns. E lo ha fatto. Incontro sufficiente, niente di che per essere un Money in the Bank, allungato nel tentativo di mettere in piedi qualcosa di buono che però non è arrivato. Nemmeno Kofi e Neville hanno fatto più del dovuto, qualche volo ok, ma niente che non si veda anche senza una scala. Altra pecca, in questo Money in the Bank in diversi frangenti i lottatori hanno dovuto rallentare ed aspettare un avversario che lo fermasse durante la scalata alla valigetta. Un match sufficiente insomma, per 7 prestazioni sufficienti. Voto: 6

Danilo: ladder match usato come opener per distanziarsi il più possibile dall’altro LM della serata. Gli atleti coinvolti hanno dato vita ad un incontro abbastanza piatto nella sua semplicità, con qualche spot simpatico (le powerbomb di Roman prima su Kofi e poi su Neville, la finisher di Ziggler dalla scala e poco altro) ma tutto sommato gestito in modo abbastanza “safe” da tutti e 7 gli atleti coinvolti: niente azioni suicide o particolarmente spettacolari, nemmeno da Neville. Wyatt interferisce per motivi oscuri che, probabilmente, evolveranno nel diventare al più criptici, rovinando la festa al favorito (nonché vincitore “logico” dell’incontro) e dando vita ad una faida…che non mi va di vedere. Roman ha sconfitto in modo pulito Bray appena 6 giorni prima dopo aver disputato altri due match nella stessa serata: perché mai dovrei pensare che adesso l’oscuro signore del midcarding possa costituire una minaccia per il Super Samoano? Breve considerazione sul vincitore: il performer non mi è mai dispiaciuto, ma necessita di qualche faida di spessore e qualche spot che metta in mostra più di una luminescenza alla Sig Burns-Alieno durante l’entrata, pena un incasso fallito.Voto: 6.5 , Vi porto pace e amore.

 

Nikki Bella sconfigge Paige e conserva il Divas Title in 11’ e 18”

GiovY2JPitz: per la prima volta ho visto Nikki Bella come una lottatrice e non come una Diva che cerca di diventare tale. Rimango sulle mie per quanto rimanga la politica di backstage e i suoi miglioramenti, che a mio modo di vedere se ci sono stati, solo adesso gli ha mostrati sul serio. Se mette in fila altri 2 match cosi, allora significa che non è stato un caso. Questa volta però, senza ombra di dubbio, bisogna dirle brava. Come bisogna dire brava a Paige. Avevo dei dubbi sulla contesa e sull'alchimia, invece l'incontro è stato ben costruito, raccontato e venduto. Nessun errore notevole, se non un incertezza poco prima di uno schienamento di Paige ai danni della campionessa. Non vado più del 6 per il finale, che però probabilmente, è un chiaro tributo a Dusty Rhodes, col face che vince ma viene fregato dall'heel. Peccato che Nikki sarebbe dovuta essere squalificata. Comunque, che si continui cosi. Voto: 6

Danilo: potrei vedere Paige travestita da cotoletta tutto il giorno, e non avrei di che lamentarmi. A questo aggiungiamo che le due ragazze hanno cercato, in parte riuscendoci, di dare “pepe” alla contesa ed otteniamo un match godibile considerato il minutaggio abbastanza lungo per un incontro/divas/pausa fisiologica come troppi se ne vedono. Nikki bella effettua addirittura uno springboard roundhouse kick in modo decente, tanti falsi finali e…un galattico buco logico alla fine. Twin Magic, Brie tenta di schienare Paige ma la stessa con un reverse pinna la gemella piatta. L’arbitro vede TUTTA la sequenza e, una volta accortosi che Brie non è Nikki, fa continuare il match. Come diamine è possibile che non vi sia stata squalifica? Questo tremendo buco logico ha rovinato 10 minuti di decenza, rendendo la sufficienza un miraggio distante. Voto: 5.5, Gemelli Filippini.

 

Big Show sconfigge Ryback via DQ – Ryback conserva la cintura IC in 5’ e 28”

GiovY2JPitz: il match in se, a mio modo di vedere è stato sufficiente, perché durato poco, perché Big Show e Ryback hanno fatto il giusto per riempire solo 5 minuti e il modo di bookare l'incontro non è stato affatto male. nessuna pausa di un minuto e qualche power move ad effetto. Purtroppo il mezzo punto in meno lo porta l'overbooking. Francamente se proprio volevano fare un Triple Threat Match potevano farlo direttamente a Money in the Bank, un finale per squalifica può starci in incontri più tirati, più interessanti, meglio costruiti. Diciamo che l'inserimento di The Miz ci sta, ma lo avrei fatto in tempi e maniere diverse. Voto: 5.5

Danilo: Gianni Morandi è oramai idolo indiscusso della rete. Eppure ha trovato il tempo di viaggiare sino a Columbus per premiare il “Banane e Lamponi” match of the Night: aspettiamoci un bel post su fb. Questo incontro ha detto tutto ciò che poteva dire nel suo build up, con la Shellshock su Big Show, ed è stato un intermezzo da Main Event. Lo show infrasettimanale ovviamente, non la parte alta della card. Miz si inserisce in questa faida a tre, causando la squalifica di Ryback ed amputando un match già monco geneticamente. Ah, a proposito: quando Ryback ha applicato quella specie di armbar, a Ronda Rousey è venuto il ciclo. Voto: 4. Un abbraccio fortissimo.

 

John Cena sconfigge Kevin Owens in 19’ e 15”

GiovY2JPitz: per chi aveva dubbi sulle qualità in ring di John Cena, ecco la risposta. Il giusto avversario, la giusta libertà, e tira fuori un grandissimo match, superando, insieme ad Owens, il loro Match combattuto a Payback. Match dell'anno a mani basse. Con una psicologia perfetta, una costruzione esemplare e un ritmo direi ottimo, hanno raccontato una storia fantastica su quel ring. Ogni come back, ogni attacco, ogni reversal sono arrivate al momento giusto, anzi giustissimo. Kevin Owens si spinge al limite e porta con se John Cena, perfettamente in grado di seguirlo. Il risultato, francamente, era l'unica cosa alla quale stavo pensando, soprattutto dopo la Canadian Destroyer, è vero c'è stata un'incertezza nell'esecuzione, ma sticazzi, l'hanno anche recuperata alla grande: bravi, bravissimi, campioni. L'overbooking di fine match ci può stare, John Cena fa sempre la figura del signore mentre Kevin Owens fa la figura di quello che è: un bastardo di heel senza scrupoli. Inoltre, il campione NXT è protetto molto di più in questa maniera, uno a uno ma Owens si tiene quel piccolo vantaggio. Voto: 8.5

Danilo: cos’è che rende un buon match un ottimo match? Un insieme di fattori: pathos, starpower, storytelling, ritmo crescente, psicologia, cosmetica nell’esecuzione. Bene, questo match ha avuto praticamente tutto e cade come una rinfrescante secchiata d’acqua nella sabbia: Cena è un worker che, se affiancato ad un compagno di danza in grado di mascherare le sue debolezze, riesce sempre e comunque a scrivere pagine meravigliose di wrestling. Sunset flip powerbomb e Springboard Stunner parzialmente botchate? I due, come scritto anche dal mio socio, si sono salvati benissimo ed il match è stato condito di falsi finali, mosse spettacolari come lo springboard moonsalult di KO e tanta, tanta psicologia. Cena che se la prende con l’arbitro all’ennesimo conto di due, avendo un manierismo così antitetico al suo personaggio è la ciliegina sulla torta: Super John non può perdere, non gli è consentito. Ed il risultato è quello giusto: Cena vince il secondo incontro, da il rispetto facile del vincitore ad Owens…che lo livella, in pieno stile KO. I due si sono superati rispetto a due settimane fa, e la loro alchimia apre tranquillamente ad un terzo match a stipulazione speciale valido per il Titolo US. Voto: 8+, match of the year so far

 

Prime Time Players sconfiggono Xavier Wood & Big E diventando nuovi campioni di coppia WWE in 5’ e 48”

GiovY2JPitz:match veloce senza nessun interesse, utilizzato soltanto come cuscinetto fra Owens-Cena e il main event. Trovo assolutamente senza senso il cambio di titolo, e non mi interessa se adesso le cinture le vinceranno Harper e Rowan, se dovete fare un regno di transizione fate cambiare le cinture a Raw, o a Smackdown. Insomma da qualsiasi lato lo guardo non mi piace il risultato e nemmeno l'incontro. Combattuto in fretta e furia con manovre  standard manco fosse un allenamento fra nuovi arrivi al Performance Center. Peccato per il New Day, davvero un buon tag team a dispetto delle previsioni. Voto: 5.5

Danilo: match che a pieno Titolo ruba lo spazio “pausa fisiologica” da tempo affidato alle Divas. I New Day funzionavano alla grande come Campioni, e vedo questa vittoria dei Prime Time Players solo come un brevissimo contentino prima di riconsegnare i Titoli agli heel più divertenti della Compagnia. L’incontro non è stato assolutamente memorabile, e Big E dovrebbe ritirare la sua spear tra le corde prima di ammazzare se stesso, il proprio avversario e tutta la prima fila a bordo ring. Voto: 5 Keep the toilet clean, madarfacar

 

Seth Rollins sconfigge Dean Ambrose in un Ladder Match e conserva il titolo del mondo WWE in 35’ e 40”

GiovY2JPitz: peccato che l'inizio del match l'ho trovato molto lento e i due ci hanno messo un po' troppo a carburare, ma probabilmente perché si sono ritrovati con un sacco di tempo in più e gli hanno chiesto di tirare un po' la corda per arrivare alle tre ore. E' stato senza artigli e un po' soporifero. Per questo secondo me non arriva all'8. Ho preferito il match fra Owens e Cena perché in questo main event, Rollins e Ambrose avevano le scale e la stipulazione che li aiutava a fare bene, e in effetti hanno fatto bene, se non benissimo, non bisogna negarlo, ma dopo dieci minuti dall'inizio. Match incerto fino alla fine, almeno in chiave mark, manovre molto stiff, utilizzo buono, se non buonissimo delle scale, e infine finale scritto e fatto benissimo. Infatti, il modo nel quale Rollins ha strappato la cintura, farà si che Ambrose si lamenti e richieda un rematch, che a mio avviso potrebbe arrivare non appena Brock Lesnar sarà campione o tornerà in vacanza. Voto: 7.5

Danilo: Sarebbe stato un ottimo match da 15 minuti. Dico una blasfemia: l’alchimia tra questi due performer è buona, ma assolutamente lontana dall’essere eccelsa. Sarà che li abbiamo visti in tutte le salse, sarà che Seth non poteva assolutamente perdere, sarà che due ladder match nella stessa serata sanno di overkill ma questo incontro, pur essendo stato assolutamente buono, non ha mai sfiorato minimamente ciò che avrebbe potuto essere. 35 minuti sono tanti, troppi per un match che ha ingranato solo negli ultimi 4, con un devastante bump di Seth sulla scala ed una spettacolare sit down powerbomb su sedie e scala ai danni di Ambrose. A proposito di Dean: dopo questa sconfitta da babyface non ha più assolutamente nulla da dare, e turnarlo sarebbe l’unica cosa in grado di salvarlo da mille faide di transizione di qui all’eternità. Finalmente una vittoria “seria” per Rollins, in vista di un potenziale match a Summerslam contro Brock. Voto: 6.5 Neverending Story

 

PPV

GiovY2JPitz: peccato perché se prendiamo i match singoli, nel lottato, match di coppia a parte, abbiamo visto un PPV più che buono. Alcuni finali però, hanno davvero messo in discussione le cose. Non voglio discutere i risultati, ovvero chi esce con la vittoria e chi no, perché bisogna adesso capire dove la compagnia vorrà andare a parare. Comunque si può essere fiduciosi, perché sbagliare è umano, però l'andazzo sembra positivo, se la WWE continua a dare questa libertà agli atleti e a non bookare match infiniti nel tentativo impossibile di renderli belli, siamo a cavallo. Speriamo si continui cosi: 6.5

Danilo: una perla di eccellenza in uno SE tutto sommato sufficiente nel complesso. MITB passa definitivamente agli archivi, lasciando qualche bella immagine nella mente, un potenziale MOTY ed un po’ di amaro in bocca alla luce della vicinanza con la dipartita di uno dei wrestler più grandi di sempre: 6.5

Danilo
Atarassico, eclettico, nuotatore tendenzialmente pigro, amante dei fagioli con le cipolle, delle serie tv, dei manga e delle botte di Natale. Lavora anche, ma solo nel tempo libero.