Bentornati amici di ZonaWrestling, eccoci ancora insieme per un nuovo report di NWA Powerrr. Le immagini ci giungono sempre dagli GPB Studios di Atlanta per un episodio in cui scopriremo tutti i risvolti della presenza di Aldis a Free Enterprise e vedremo Tim Storm affrontare Tim Lattimer . Alla tastiera per voi, come sempre, c’è Nino De Maio.

L’episodio si apre con Sean Mooney che ci conferma di avere aggiornamenti sulla situazione Scurll-Aldis, prima di lasciare spazio alla sigla. L’episodio si apre con James Storm ed Eli Drake al tavolo di commento (microfonato solo il secondo) per osservare il match tra i Dawsons (accompagnati da Pope) e i Bouncers (accompagnati da Eddie Kingston).

Tag Team Match: The Dawsons vs The Bouncers 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

I due ROH partono subito aggressivi ed è soltanto una scorrettezza di Dane Dawson, che colpisce l’avversario pur non essendo l’uomo legale a cambiare l’inerzia del match. I Dawson restano in controllo fino al tag di Bruiser a Milonas, che stende entrambi gli avversari. L’arbitro, però, viene distratto da Pope ed Eddie Kingston che sembrano pronti a venire alle mani a bordo ring e così i Dawsons ne approfittano per lavorare insieme e connettere una double powerbomb, che però frutta soltanto un conto di due. A quel punto i Bouncers chiudono velocemente il match con la loro black out.

Winners: The Bouncers via pinfall

A fine match James Storm riempe di birra la Crockett Cup e poi invita i Bouncers a bere prima di farlo lui stesso.

Ci viene mostrato il promo di Nick Aldis andato in scena domenica nello show della Ring of Honor, prima del match che lo ha visto tra i protagonisti. Al ritorno in studio invece abbiamo Tom Lattimer e Kamille al microfono di Joe Galli. Lattimer si dice pronto a prendere a calci quella vecchia scorreggia di Tim Storm. Galli gli chiede se una vittoria potrebbe fruttargli una title shot al titolo di Aldis, ma Lattimer non cade nella provocazione e risponde che lui e Isaacs copriranno sempre le spalle ad Aldis. Non risparmia poi una frecciata a Drake e Storm, dicendo che non sono nemmeno un vero team e che lui e Isaacs si riprenderanno i titoli di coppia. Infine, Galli gli chiede un commento sul main event di serata che vedrà i Rock and Roll Express affrontare Nick Aldis e Royce Isaacs. Per il membro dei WildCards i suoi due compagni di stable distruggeranno i Rock and Roll Express, così come lui distruggerà Tim Storm. Galli prova a chiedere un commento anche a Kamille, ma la ragazza come al solito non risponde.

Single Match: Tom Lattimer vs Tim Storm 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Incontro che parte con Lattimer che attacca alle spalle Storm, che però reagisce immediatamente. I due si rispondo colpo su colpo nella parte iniziale e proprio quando Storm sembra passare al comando delle operazioni (Lattimer ci rimette anche un dente) il membro dei Wild Cards riesce a connettere una spear. Nel finale c’è un tentativo di reazione di Tim Storm, che però si fa prendere dalla frenesie e finisce con lo scontrarsi con il paletto, permettendo a Lattimer di vincere il match dopo averlo steso con una ddt.

Winner: Tom Lattimer via pinfall

A fine match arriva anche il finto mama Storm che urla contro il povero Tim.

Ci viene mostrato il finale del match della scorsa settimana tra Aaron Stevens e Trevor Murdoch, terminato con un pareggio. Al microfono di Marquez abbiamo Trevor Murdoch che dice che Stevens non fa altro che scappare e chiede un rematch, perché quel titolo merita una campione che lotti. Murdoch dice che lui fa il suo lavoro e che è stato allenato da Harley Race, che si vergognerebbe di vedere Aaron Stevens e Question Mark. Proprio quest’ultimo si presenta in studio, che comincia a cantare (si fa per dire) l’inno mongroviano e sfida Trevor Murdoch a un match con un semplice “You – me – karate”.

Abbiamo di nuovo Sean Mooney che ci aggiorna sulla situazione di Aldis e Scurll, mostrandoci il filmato di Free Enterprise. La controfferta di Scurll è che in caso di sconfitta staccherà personalmente un assegno di mezzo milione di dollari direttamente per Aldis, che ha accettato l’offerta. Ci viene annunciato anche il debutto di Circle Squared, che avverrà la prossima settimana (sarà proprio Mooney a presentare), mentre Powerrr si prenderà una settimana di pausa.

Abbiamo poi un promo registrato di Nikita Koloff che parla del suo rapporto con la religione e invita le chiese a contattarlo, prima di tornare all’azione sul ring con Ricky Starks che dovrà difendere il suo titolo dall’assalto di Matt Cross.

TV Title Championship Match: Matt Cross vs Ricky Starks 3 out of 5 stars (3 / 5)

Ricordiamo che in caso di sette difese consecutive, Starks avrà una chance al titolo massimo e che il match avrà come sempre una durata di 6:05. I due lottatori iniziano scambiandosi una serie di prese al tappeto, rendendo il match molto più lento di quanto ci si potrebbe aspettare dai due uomini sul ring. Nella fase centrale dell’incontro, come prevedibile, il ritmo si alza notevolmente con i due che danno buona mostra del loro repertorio, con Cross che ottiene anche un paio di near fall. A 30 secondi dalla fine il campione connette una tornado ddt, ma Cross si libera al 2. I due si rialzano e Cross connette con una cutter e si mette a esultare con il pubblico e ad andare verso il paletto facendo scadere il tempo invece di cercare il pin vincente, permettendo così a Starks di portarsi a meno cinque difese (a quanto pare valgono anche i pareggi) dal match per il titolo massimo.

Winner: Draw

Al termine del match arriva Zicky Dice che dice a Starks di essere riuscito a portare a termine l’impresa, cosa che invece lui fa ogni volta.

Ci vengono mostrate le immagini della prima difesa titolata di Thunder Rosa, avvenuta nello scorso episodio contro Allysin Kay. Al ritorno in studio abbiamo Marti Belle che dice che tutto quanto aveva detto Melina si è avverato ed è solo grazie a lei che Allysin Kay ha perso tutto. Marti Belle dice che Melina ha visto quello che c’è in lei, mentre ad Allysin Kay non interessava niente di lei, come di nessun’altro, perché presa solo da se stessa. Arriva poi in studio l’ex campionessa, che puntualizza subito quanto detto da Belle, dicendo che lei ama la gente, prima di passare a Melina e dire alla sua ex amica che le sta facendo il lavaggio del cervello. La dimostrazione è il fatto che oggi sarà Melina ad affrontare Tasha Steelz, perché le interessa ottenere un match titolato in prima persona. Alla fine Allysin Kay dice a Marti Belle che, pur non potendola costringere a essere sua amica, per lei ci sarà sempre.

Single Match: Melina vs Tasha Steelz 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5)

Passiamo dunque subito all’incontro tra Melina e Tasha Steelz. Match inutilmente e lungo e quasi sempre comandato da una Melina non al top della forma. Timida reazione di Tasha Steelz con un neckbreaker, ma Melina reagisce e chiude subito il match prima con qualcosa che ricorda vagamente un suplex e poi con il suo consueto primal scream.

Winner: Melina via pinfall

A fine match Melina dice di essere LA leggenda vivente e di non dover dimostrare niente a nessuno e sancisce da sola un match contro Thunder Rosa per il titolo nel prossimo episodio.

Prima del main event vediamo accomodarsi tra il pubblico Mae Valentine e Sal Rinauro, che mi sa che zitto zitto…

Tag Team Match: Nick Aldis e Royce Isaacs vs Rock and Roll Express 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Nelle fasi iniziali il match è in totale controllo degli ex campioni di coppia, che isolano Isaacs e si prendono anche il lusso di provocare Aldis in un paio di occasioni. Anche quando il Nation Treasure entra nel ring, però, la situazione non cambia e così arriva il nuovo tag in favore di Isaacs. I due membri degli Strictly Business cambiano l’inerzia del match portando Morton fuori ring, con Aldis che lo colpisce a sorpresa. Morton subisce un po’ prima di dare il tag a Gibson che sembra essere in controllo del match, ma alla fine si fa sorprendere da Isaacs, che lo schiena poggiando i piedi sulle corde.

Winners: Nick Aldis e Royce Isaacs via pinfall

Sulle immagini di Mae Valentine che corre ad abbracciare il membro dei Wild Cards parte “I’m Broken”, ovvero il nostro segnale per i saluti. L’appuntamento è, a questo punto tra due settimane, sempre su queste pagine, per un nuovo report di NWA Powerrr.

powered by Typeform
PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
6
Nino De Maio
Nato nel 1991, appassionato di wrestling dal 2003, newsboarder dal 2017. Esteta del wrestling e dello sport in generale. I miei lottatori preferiti sono Eddie Guerrero, AJ Styles, Kurt Angle e CM Punk. Burn it down!