Bentornati amici di ZonaWrestling, eccoci ancora insieme per un nuovo report di NWA Powerrr. Le immagini ci giungono sempre dagli GPB Studios di Atlanta per l’ultimo episodio prima del PPV Hard Times. Quest’oggi ci attende un main event che potrebbe fare la storia con Ricky Morton che sfiderà il campione Nick Aldis per il titolo del mondo. Alla tastiera per voi, come sempre, c’è Nino De Maio.

Dopo il consueto recap e la sigla troviamo ad accoglierci come sempre Joe Galli e Stu Bennett, che ci presentano l’episodio prima di cedere la linea a Dave Marquez che è in compagnia di Robert Gibson. Gibson si dice il fan numero uno del suo compagno di tag Ricky Morton e non vede l’ora di poterlo aiutare a sfruttare la sua chance titolata.

Single Match: Thunder Rosa vs Tasha Steelz 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5) 

Ma è subito tempo di passare all’azione con Tasha Steelz e Thunder Rosa che si affronteranno nel primo match di questo episodio. Si tratta di un rematch di Into The Fire, che si apre con il solito saggio di tutte le qualità da heel di Thunder Rosa. Il pubblico è particolarmente coinvolto nel match e il tifo sembra equamente diviso tra le due atlete, mentre Thunder Rosa continua a dominare sul quadrato mirando soprattutto al collo dell’avversaria, colpendola con una tripla neckbreaker. Tasha Steelz prova una reazione, ma al momento di lanciarsi viene colpita da un dropkick volante di Thunder Rosa, che fa seguire una driver che le vale il pin vincente.

Winner: Thunder Rosa via pinfall

Al termine del match Marquez chiede a Thunder Rosa quali siano i piani di Melina per il match titolato che l’attende stasera. Thunder Rosa però non rivela molto dicendo a Marquez che dovrebbe chiederlo a Melina, perché è lei l’unica a saperlo.

In un promo registrato Nick Aldis ci ricorda che Marty Scurll sarà presente ai prossimi tapings di Powerrr e annuncia la sua presenza a Free Enterprise e invita anche tutti i fan della NWA a presentarsi vestendo i colori della NWA. Il britannico però precisa che quello che davvero gli interessa è sfidare Marty Scurll sul ring.

Al ritorno in studio Joe Galli accoglie in studio Royce Isaacs e Mae Valentine. Isaacs esalta gli Strictly Business, ma Galli lo interrompe, precisando che mentre la sua stable sta andando bene lui si trova attualmente in una lunga striscia di sconfitte. Il membro dei Wild Cards dice di non essere preoccupato e sembra rifuggire la domanda, quando Galli incalza dicendo che il comune denominatore delle sue ultime sconfitte è stata la presenza di Mae Valentine a bordo ring. Nel rispondere Isaacs rivela di non essere stato ancora a letto con Mae Valentine. A quel punto Mae Valentine prende il microfono dicendo che non c’è nulla di sbagliato nell’essere caste e far aspettare il proprio uomo e che Isaacs sarà sempre un vincente ai suoi occhi, prima di abbandonare lo studio insieme al suo fidanzato.

TV Title Tournament Match: Trevor Murdoch vs Tom Lattimer 2 out of 5 stars (2 / 5)

Il secondo match di stasera vedrà Trevor Murdoch affrontare Tom Lattimer per l’ultimo match di qualificazione alla fase finale del torneo per il TV Title. Al suono della campanella è subito Lattimer a partire forte e a dominare Murdoch per larghi tratti del match. Il membro dei Wild Cards prova anche a chiudere il match con una pop-up powerbomb, ma Murdoch si libera al conto di due. Nel finale Lattimer va a vuoto con una clothesline al paletto e Murdoch ne approfitta per connettere il roll-up vincente aggrappandosi al costume, dopo non essere riuscito a mettere a segno nemmeno una mossa per tutto il match.

Winner: Trevor Murdoch via pinfall

Dopo gli highlights della rivalità tra Melina e la campionessa Allysin Kay, le due fanno il loro ingresso in studio preparandosi a parlare al microfono di Joe Galli come richiesto da Melina. L’ex WWE prende la parola e dice di non voler più fraintendimenti quindi invita la campionessa a tacere e ascoltare quello che ha da dire usando dei modi non proprio oxfordiani. Melina dice che darà a Allysin Kay quello che vuole, cioè un match, ma non sarà lei la sfidante al titolo, ma Thunder Rosa. Mentre Allysin Kay è pronta a salire sul ring per sfidare Thunder Rosa, Melina le dice che questo match non sarà stasera, ma a Hard Times, mentre stasera dovrà sfidare la sua ex migliore amica Marti Belle in un match senza squalifiche. Allysin Kay accetta la sfida e ricorda a Melina che non potrà scappare per sempre da lei, salutandola con un provocatorio bacio sul naso.

No Disqualification Match: Allysin Kay vs Marti Belle 3 out of 5 stars (3 / 5)

Marti Belle controlla le fasi inziali del match e quando la campionessa prova a reagire, la heel porta la battaglia fuori dal ring e approfitta della stipulazione colpendo la sua avversaria con una sedia. Marti Belle poi prova anche a strangolare Allysin Kay mettendole la testa nella sedia. Il momentum del match cambia però quando Marti Belle prova a colpire Allysin Kay con una ginocchiata, ma la campionessa si sposta facendo impattare il ginocchio della sua avversaria contro la sedia. Le due battagliano tra il pubblico e in questa fase è la face ad avere il controllo dell’incontro. Il match si conclude quando le atlete tornano sul quadrato e la campionessa ha in mano la sedia: Marti Belle la implora di risparmiarla in quanto amica e Allysin Kay posa la sedia, ma quando Marti Belle prova ad avventarsi su di essa, la campionessa non si fa sorprendere e mette un piede sulla sedia prima di chiudere il match con la sua Ak47 sulla sedia stessa.

Winner: Allysin Kay via pinfall

Dopo un lungo recap della rivalità tra Ricky Morton e Nick Aldis, troviamo in studio Pope e Eddie Kingston. I due sono qui per parlare della sconfitta di Eddie Kingston e Homicide della scorsa settimana. Pope precisa che non è stato lui a perdere la scorsa settimana e il suo compito è solo mettere le persone nelle condizioni giuste per avere successo. Pope si dice ancora in cerca dei suoi four horsemen e conferma che quando li avrà trovati porterà una ventata di cambiamento NWA. Eddie Kingston dice a Marquez di non mettere in dubbio le qualità sue e di Homicide, prima di ammettere che non avrebbero dovuto lottare quel match e Pope li ha convinti, forse spingendoli un po’ troppo, ma lui è un uomo grande e grosso e non vuole incolpare nessuno. Kingston dice che la settimana scorsa non hanno perso, ma hanno imparato. Kingston poi rivela che non prenderà il posto di Homicide nel last chance gauntlet perché non farebbe una cosa del genere a un fratello.

Al ritorno in studio al fianco di Stu Bennett al tavolo di commento non troviamo Joe Galli, ma Kyle Davies. I due cedono immediatamente la linea a David Marquez che è in compagnia di Aaron Stevens. Il National Champion annuncia un seminario di autodifesa promossa dalle associazioni mongroviane di karate e dalla NWA. Stevens annuncia ovviamente la presenza di Question Mark, accolto con grande entusiasmo dal pubblico. Prima della dimostrazione Stevens chiede al pubblico di rivolgersi verso la Mongrovia e fare un inchino. Dopo essersi esibito in un kata del karate mongroviano, Question Mark continua la sua dimostrazione con l’ausilio dei suoi studenti sul ring. La dimostrazione va per le lunghe, con Question Mark che mostra come difendersi in una serie di situazioni sempre annunciate da Stevens, che spiega che la Mongrovia non ha un programma nucleare perché ha il karate mongroviano. Per chiudere la dimostrazione Question Mark spaccherà in due un pezzo di legno di quercia mongroviana (dieci volte più resistente di qualsiasi altra quercia) soltanto con la sua mano, ma prima che ciò avvenga Stevens rivela di essere pronto per raggiungere il quarto dan e di volerci provare lui. Mentre Stevens temporeggia (più di quanto faccia Mae Valentine con Royce Isaacs) uno dei due studenti sul ring lo colpisce alle spalle e si toglie la maschera rivelandosi essere Ricky Starks, che si dirige al microfono di Marquez e dice che lui non dimentica mai.

Siamo ora al last chance gauntlet match che servirà a riampiazzare Zane Dawson che non potrà essere nel torneo per il tv title a causa di un infortunio alla caviglia. Si può essere eliminati per schienamento, sottomissione o dopo essere stati lanciati oltre la terza corda. Saranno due contendenti a iniziare e ogni due minuti arriverà un nuovo lottatore sul ring, anche se non ci saranno state eliminazioni.

Tv Titel Tournament Last Chance Qualifier Gauntlet Match 3 out of 5 stars (3 / 5)

I primi due a salire sul ring sono CW Anderson e Caleb Konley. Dopo due minuti entra sul ring anche Jocephus che però viene immediatamente lanciato oltre la terza corda dagli altri due e quindi eliminato dal match. Passano altri due minuti in cui Anderson e Konley mettono in mostra il suo repertorio ed entra sul ring anche Colt Cabana. L’ex National Champion prende subito il controllo del match, ma non riesce ad eliminare nessuno dei suoi avversari, così i tre vengono raggiunti sul ring anche da Dave Dawson. Il successivo lottatore a salire sul quadrato è Aaron Stevens, che va subito a nascondersi sotto il ring. Mentre sono tutti a terra sul quadrato si presenta in studio Zicky Dice che dice che è imbattuto e che ovviamente non parteciperà a questo match perché è già qualificato ed è un uomo da PPV e se ne va. Ok.

Nel frattempo i due minuti sono passati e sul ring sale anche Sal Rinauro. Tutti gli uomini sul ring si alleano ed eliminano Dave Dawson, mentre il prossimo wrestler a partecipare al match è Ken Anderson, che schiena subito Rinauro. Ken Anderson e Colt Cabana lavorano insieme e l’ex WWE elimina anche Caleb Konley dopo la sua mic check, mentre Cabana elimina CW Anderson con il superman pin. Sul ring rimangono Ken Anderson e Colt Cabana che si stanno scambiando una stretta di mano quando a bordo ring arriva Question Mark. Aaron Stevens infatti è ancora nel match e ne approfitta per colpire alle spalle i due avversari. Un misunderstanding con Question Mark però lo porta all’eliminazione e Anderson e Cabana tornano alla stretta di mano che si stavano scambiando, ma stavolta Anderson ne approfitta per sorprendere Cabana con un roll-up e portare a casa l’incontro.

Winner: Ken Anderson

A match concluso Anderson offre nuovamente una stretta di mano a Cabana che accetta e viene ovviamente tradito da Anderson che prima lo colpisce con una mic check sul ring e poi esegue nuovamente la stessa mossa facendo sbattere il volto di Cabana contro il paletto di sostegno a bordo ring.

Dopo un promo di Hard Times abbiamo in studio Eli Drake e James Storm. I due creano hype intorno al main event tessendo ovviamente le lodi di Ricky Morton, con James Storm in particolare che dice di essere diventato un grande wrestler di coppia proprio grazie a Morton. Dopo aver pregato Dio perché possa dare la forza a Ricky Morton di prendere a calci Nick Aldis, Eli Drake prende la parola e dice che Nick Aldis si lamenta di qualsiasi sciocchezza e lo invita a restare per sempre in America, in modo che lui, James Storm, Mamma Storm e chiunque altro possano dargli una bella dose di mazzate americane per tutto il resto della sua vita.

Prima del main event Joe Galli ci rivela a chi saranno assegnati i due open spot rimasti per il torneo del tv title. L’uomo che affronterà Ricky Starks sarà Matt Cross, mentre Zicky Dice dovrà vedersela con Dan Maff della ROH. Proprio dalla ROH arriva il commento di quest’ultimo, intervistato da Quinn McKay, Maff si dice grande fan della NWA e ricorda la storia del NWA TV Title e lancia un avvertimento a tutti coloro che saranno nel torneo.

A Hard Times avremo anche un altro uomo della ROH, il membro dei Villain Enterprises Flip Gordon. In un messaggio registrato Gordon avverte Aldis che non è più lo stesso uomo che ha incontrato due anni fa da quando Marty Scurll l’ha preso sotto la sua ala. Joe Galli ci annuncia che se Aldis dovesse vincere nel match di stasera allora i Rock and Roll Express dovranno difendere i titoli ad Hard Times contro i Wild Cards e contro James Storm ed Eli Drake, mentre qualora dovesse vincere Morton, allora dovrà difendere la Ten Pounds of Gold ad Hard Times (in pratica Morton vinca o perda stasera, dovrà comunque difende un titolo ad Hard Times). Infine, viene annunciato anche il match per il National Title tra Aaron Stevens e Scott Steiner.

Per il main event abbiamo anche Billy Corgan al tavolo di commento con Joe Galli e Stu Bennett. Robert Gibson e gli Strictly Business sono a bordo ring per assistere al match, ma Stu Bennett interrompe il tutto prima del suono della campanella dicendo di essere appena stato informato da Billy Corgan che sarà vietato per tutti i secondi trovarsi a bordo ring e il match non inizierà finché non avranno abbandonato lo studio.

NWA Championship Match: Ricky Morton vs Nick Aldis 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5) 

L’incontro non fa ovviamente della velocità il suo punto di forza con Morton che controlla la prima parte tenendo spesso all’angolo o al tappeto il campione, che in un paio di occasioni si rifugia anche all’esterno del ring. In una di queste occasioni Morton lo insegue, ma il britannico lo colpisce scorrettamente all’occhio per prendere il controllo del match. Anche quando i due tornano sul quadrato l’ex TNA gestisce a lungo la situazione fino a quando Morton non riesce ad anticiparlo prima di un volo dal paletto e lanciarlo dall’altro lato del ring prima di provare a schienarlo con una Hurricanrana che gli vale solo il conto di 2. Il match raggiunge il massimo del pathos quando Morton chiude Aldis nella figure 4 leg lock con il campione che va in difficoltà, ma alla fine riesce a raggiungere le corde. Morton prova a sorprendere l’avversario con un roll-up, ma si fa sorprendere a sua volta quando Aldis ribalta la situazione e chiude il match con il roll-up vincente.

Winner and still NWA Champion: Nick Aldis via pinfall

Prima di chiudere, con una sorta di hackeraggio i Villain Enterprises e Marty Scurll in particolare intercettano il segnale della trasmissione per lanciare un messaggio scritto al campione, dandogli appuntamento a venerdì per Hard Times, mentre l’episodio volge al termine non più sulle note di Into The Fire, ma sulle note della theme song dei Villain Enterprises. Per noi l’appuntamento è alla prossima settimana, sempre su queste pagine, per un nuovo episodio di NWA Powerrr, il primo post Hard Times.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
8
Nino De Maio
Nato nel 1991, appassionato di wrestling dal 2003, newsboarder dal 2017. Esteta del wrestling e dello sport in generale. I miei lottatori preferiti sono Eddie Guerrero, AJ Styles, Kurt Angle e CM Punk. Burn it down!