Prima vera puntata di NXT post Takeover e vedremo come si andranno a ribilanciare gli equilibri all’interno del roster dopo l’ultimo live event in quel di Philadelphia.

Con mia sorpresa siamo di nuovo ad Atlanta e continua l’esilio dalla nostra storia NXT Arena e stasera sentiremo la reazione di Johnny Gargano alla sconfitta nel main event di Takeover e partiamo subito fortissimo.

Match 1: NXT Tag Team Championship: Undisputed Era vs Sanity

Adam Cole accompagna Kyle O’Reilly e Bobby Fish sul ring in vista della difesa titolata ma appena saliti sul ring vengono tutti e tre attaccati alle spalle dai Sanity al gran completo e scatta il super rissone dentro e fuori dal ring fino a che arriva la solita pletora di arbitri che prova senza successo a riportare la calma e limitare i danni.. I campioni di coppia in qualche modo riesco a riportarsi sullo stage ma arriva il GM Regal che ne ha piene le tasche di tutto sto casino e decide che stasera avremo un 3 vs 3 Tornado Rules, ovvero lo stesso delirio ma con un arbitro ufficiale.

Vincitore: No Contest

Match 2: Heavy Machinery vs Tino Sabbatelli & Riddick Moss (2 / 5)

Rematch dello scontro di qualche settimana fa che vide a sorpresa vincenti i due spocchiosi ex giocatori NFL. Nuovi costumi arancio per Dozovic e Knight che partono come sempre con tanto ritmo e energia ma Moss si difende bene e riesce a portare Knight al suo angolo dove fa lavorare Tino, che viene accolto come un vegano alla sagra della porchetta di Ariccia dal pubblico di Atlanta.

Tucker Knight rimane in difesa mentre i suoi due avversari non sono stasera sulla stessa lunghezza d’onda e si danno il tag in maniera forzata e alla prima occasione riesce a dar il cambio a Otis Dozovic che da vero caterpillar spazza tutto ciò che ha davanti, compresa la sua variazione del Worm che vale un conto di due. Tino prova il pin con l’uso delle corde ma viene pescato in fallo dall’arbitro e questo lascia lo spazio agli Heavy per poter metter a segno la loro powerslam accompagnata , la Compactor, e prendersi la vittoria di rivincita.

Vincitori: Heavy Machinery

I vincitori se ne vanno soddisfatti per la rivincita mentre è evidente l’aria di maretta nell’altro team dove Riddick Moss si rifiuta di aiutare Tino Sabbatelli e se ne va da solo molto contrariato.

Dopo tutto questo dramma è il momento delle dichiarazioni serie ed è Mr. Wrestling Johnny Gargano a prendersi la scena e prendersi una meritata standing ovation alla quale virtualmente mi unisco anche io e credo anche gran parte di voi che state leggendo. Dopo diversi minuti di cori a suo favore ma poi Johnny prende la parola e dice che si sentiva di poter vincere a Philadelphia ma purtroppo non ha vinto e la cosa gli dispiace ma uscire e sentire tutta questo calore da parte del pubblico gli fa capire di aver vinto il rispetto del pubblico e vale forse più di un titolo, perchè i tifosi lo hanno accettato nel momento forse più basso della sua carriera e gli han fatto capire che a prescindare da tutto e tutti. Non dimenticherà mai ciò che è accaduto a Philadelphia, in particolare il colpo di stampella alla schiena e se fino ad ora se ne è stato zitto su questa faccenda ora è il momento di parlare e Gargano chiama a gran voce Tommaso Ciampa dicendo che andrà a cercarlo ovunque per affrontarlo uno contro uno. Al posto di Ciampa arriva bello elegante il campione NXT Andrade Cien Almas accompagnato come sempre da Zelina Vega. Ovviamente parla Zelina che dice che Gargano non si è meritato o guadagnato nulla, non dovrebbe neanche esser qui fuori a parlare ma lasciare spazio alla celebrazione del campione NXT e che i piagnistei vadano in chiesa(cit. Difficilissima sto giro!), e l’unica cosa che ha provato è di esser un perdente e Ciampa non è una motivazione per la terza sconfitta contro il suo protetto. Il pubblico chiama Candace e Gargano dice che a Philly ha anche molto apprezzato sua moglie che ha preso la Vega a calci nel sedere fino al backstage. Ed ecco arriva Candice Larae che si schiera a fianco del marito e i due scacciano i messicani fuori dal ring per la gioia del pubblico ma prima di andare via Zelina dice che è stufa di vedere quei due e si chiede cosa deve fare per mandarli via. Gargano coglie la palla al balzo e chiede una nuova shot per il titolo e la Vega specifica che se dovesse perdere ancora una volta Gargano dovrebbe lasciare NXT per sempre e Johnny è pronto a giocarsi tutto pur di andare a vincere la cintura, nonostante la moglie non sia troppo convinta della scelta del suo compagno.

Intervista registrata a Shayna Baszler che dice che in un mese è diventata la donna più temuta di NXT e chi sale sul ring con lei ha solo tre scelte ovvero cedere, svenire o venir rotta, che in inglese è tap, nap o snap e suona più figo. Uno dei reporter chiede cosa c’è nel suo futuro e Shayna dice che non ci sarà un rematch perché Ember Moon ha paura di lei, a Takeover ha solo avuto fortuna e ha pagato ciò con l’infortunio alla spalla e non è una vera campionessa.

Settimana prossima: Pete Dunne difenderà il titolo UK contro Roderick Strong. E a proposito di inglesi, sentiamo Tyler Bate che si congratula con Roderick per la vittoria di settimana scorsa e terrà d’occhio la battaglia di settimana scorsa. Bate poi dice di esser contento di aver vinto il premio di match dell’anno e si dice pronto a rivincerlo anche quest’anno, specie se potrà sfidare lottatori del calibro di Aleister Black,Johnny Gargano, Velveteen Dream o Andrade Almas o chiunque di livello NXT abbia da proporre.

Match 3: Bianca Belair vs Good old white Jobber (1,5 / 5)

Squash ma senza colpo di coda per Bianca che usa delle mie mosse preferite di sempre ovvero l’argentine backbreaker e poi chiude subito con l’alley-hoop powerbomb.

Vincitrice: Bianca Belair

Video dedicato a Kairi Sane con tanto di apparizione alla Rumble.

Settimana prossima: Aleister Black in azione e con un tweet Ember Moon accetta la sfida di Shayna Baszler e mette in palio il suo titolo di campionessa NXT.

Match 4: Tornado Tag Team Match: Undisputed Era vs Sanity (3,5 / 5)

I match come i Tornado Tag Team sono molto belli da vedere ma parecchio incasinati da commentare, quindi vi chiedo già scusa se mi perderò pezzi qui e là ma star dietro a 6 scalmanati che si meneranno per tutta l’arena si prospetta impresa ardua. Difatti si parte subito con una scazzottata da bar con le varie coppie in giro per il ring, con Cole eYoung sul ring e gri altri a menarsi a bordo ring usando anche il tavolo di commento. I Sanity sembrano più a loro agio e decidono di alzare la posta tirando fuori una sedia, usata subito da Wolfe su O’Reilly, e un tavolo su cui Young cerca di far schiantare Cole ma viene fermato e lanciato cotrno i gradoni. Kyle si prende la sua rivincita su Alexandre Wolfe colpendolo con la doppia ginocchiata in corsa dall’apron, ma il suo compare Fish non se la passa molto meglio essendo rimasto solo sul ring con Dain ma in qualche modo abbatte il bestione e mette a segno un gran moonsault per un conto di 2.La battaglia si sposta anche negli spogliatoi e n tutto il backstage mentre Bobby recupera una kendo stick per copire ancora Dain che blocca il colpo e costringe l’avversario a scappare fin sullo stage ma li il bestione di Belfast lo acchiappa e lo lancia contro tutti gli altri lottatori che si stavano scontrando proprio nelle vicinanze dell’entrata. Killian continua a dominare anche nelle fasi successive sul ring contro Adam Cole che di esperienza e un gran enziguri abbatte il bestione ma non si accorge di Wolfe che lo abbranca in una sit out powerbomb che vale un conto di 2. Fish e O’Reilly riescono a recuperare un po’ di energie e ad attaccare in simbiosi Wolfe al paletto con una serie di attacchi in coppia ma il loro schienamento viene bloccato dalla Senton di Dain che non contento mette a segno proprio su Bobby Fish una Michinoku Driver con cui va a un soffio dalla vittoria, interrotto solo da un gran superkick di Cole, steso poi a sua volta da una gomitata volante di Young che lascia tutti a sei a terra. Tutti gli atleti tirano fuori il meglio del loro arsenale per far valere il proprio valore e Dain cerca la senton sul tavolo ma Cole si sposta in tempo e Killian si schianta rompendo il tavolo.Gli Undisputed hanno ora il vantaggio numerico e cercano di sfruttarlo attaccando Wolfe rimasto solo sul ring ma O’Reilly colpisce Fish per sbaglio grazie a un movimento all’ultimo del tedesco ma poi deve subire la Total Elimination ma arriva dal nulla Young che salva il compagno armato di kendo stick ma finisce a terra dopo un super kick di Cole. Adam cerca di chiudere con la sua neckbreaker modificata su Eric Young ma il leader dei Sanity esce dallo schienamento; nel frattempo Dain torna sul ring, attira su di sè gli avversari per poi abbatterli uno alla volta, mandando O’Reilly e Cole fuori ring e poi catturando Fish nella sua Ulster Plantation che vale il conto di 3 vincente per il suo team.

Vincitori: Sanity

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7
Qualità promo
7,5
Evoluzione storylines
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.