A due settimane dalla sua prima shot titolata, in questa puntata di NXT Velveteen Dream dovrà affrontare un Lars Sullivan desideroso di vendetta per non esser stato scelto come primo sfidante.

Sigla e si parte immediatamente con una sfida nella sempre calda divisione di coppia.

Match 1: Heavy Machinery vs Forgotten Sons (2,5 / 5)

Contesa decisamente interessante tra un tag team oramai consolidato come quello composto da Dozovic e Knight e la coppia, con il sempre inquietante Jaxson Ryker ad accompagnare, composta da Steve Cutler e Wesley Blake invece alla ricerca del primo successo di peso. Partenza a favore dei Sons che bloccano Knight all’angolo e lo colpiscono ripetutamente al braccio ma Tucker si libera e con l’amico Otis si rimette in carreggiata a suon di bodyslam. Dozovic mette a segno anche il suo Worm ma non si accorge di un blind tag degli avversari ed è lui a finire nelle grinfie degli avversari che anche nel suo caso lo attaccano al braccio sinistro e cercano di tenerlo il più lontano possibile dalle possibilità di ricevere un cambio. Blake chiude l’avversario in una triangle choke che mette in grande difficoltà Otis che deve usare tutta la sua energia per non cedere e trasformare l’azione da difensiva a offensiva con una powerbomb prima di potere dare il cambio a Knight che, più riposato,riesce a mettere in grande difficoltà gli avversari chiudendo Cutler in un angolo con una splash e poi colpendolo con una senton dal paletto per un conto di 2. I Forgotten Sons cercano di reagire e ottengono anche loro un conteggio lungo dopo una bella combo backbreaker+ flying elbow e poi ci riprovano dopo aver messo a segno un superplex seguito da una frog splash, ma qui è fondamentale Dozovic nell’interrompere lo schienamento e salvare il compare dalla sconfitta. Match che diventa molto caotico con i Machinery che non riescono a mettere a segno la Compactor e che devono ancora evitare gli attacchi degli avversari ma Knight riesce da fuori ring a far volare Cutler su Ryker per evitare qualunque tipo di interferenza e Otis che sul ring sorprende Black con una Pop Up Powerslam che vale la vittoria.

Vincitori: Heavy Machinery

Rivediamo quanto successo settimana scorsa tra Aleister Black e Candice LeRae e la moglie di Gargano viene fermata prima di entrare nel PC e la signora dice di non aver voglia di parlare col marito ma vorrebbe delle risposte da Nikki Cross e, dato che non le ha ottenute con le buone, chiederà a Regal di avere un match sul ring. Sentiremo comunque più tardi la versione di Gargano su quanto accaduto con Aleister Black.

Cathy intervista Shayna Baszler che ormai si fa accompagnare ovunque dalle altre due Horsewoman ex MMA. La campionessa non vuole più sentire parlare di Kairi Sane come sua sfidante al titolo, dato che l’ha battuta e ora è la prima 2 volte campionessa femminile di NXT. Arriva però il GM Regal a rivelarle che Kairi ha esercitato la sua opzione di rematch e il match si terrà a War Games e ,data la storia tra le due, ha deciso che la battaglia finale tra le due si terrà in un Two out of Three Falls match.

Match 2: Dakota Kai vs Taynara Conti (2 / 5)

Bella partenza lanciata di Dakota che cerca con la sua grande velocità di non farsi intrappolare dalle prese da judoka dell’avversaria brasiliana, ma per una volta è poi lei dall’altra parte di una serie di violenti calci da parte di Taynara che riesce a imporre il suo ritmo alla contesa. Conti sembra parecchio migliorata e soprattutto sembra aver trovato un suo modo di lottare, alternando le prese tecniche a questi calci improvvisi molto violenti che le servono ad aumentare l’efficacia delle sue prese statiche. La neozelandese riesce a liberarsi in maniera acrobatica da una presa al paletto e riesce a far partire i suoi attacchi di gamba come da capitana da Team Kick quale lei è e riesce a chiudere il match con la sua Backstabber in rovesciata.

Vincitrice: Dakota Kai

Restando nella divisione femminile, Cathy intervista Mia Yim che ovviamente è entusiasta di esser arrivata nel nuovo roster ma a romperle le uova nel paniere arriva Bianca Belair che ovviamente si mette a bullarsi della sua striscia di imbattibilità e che non ha avuto una shot al titolo. Mia dice che questo non è un suo problema, ma di certo non ha ancora affrontato una tosta come lei. Bianca is not impressed e se ne va ciancicando la sua gomma.

Torniamo di nuovo alla scorsa settimana e al debutto di Matt Riddle. Il re dei Bros se la ride nel backstage con Keith Lee quando i due vengono interrotti da Kassius Ohno che ovviamente lo chiama il giocattolino nuovo di Regal, e lui ama i giocattolini nuovi perché c’è più gusto nel romperli. Il veterano se ne va lasciando i due interdetti per qualche secondo ma poi si rimettono a parlare di quanto bene potranno fare a NXT ora che tutti e due ce l’hanno fatta.

Un bel video ci ricorda quanto sia brutale il War Games e come si è arrivata alla formazione dei due team che si affronteranno tra due settimane.

Arriviamo al video inviato da Johnny Gargano per spiegare le sue recenti azioni. Mr. Wrestling dice che il suo percorso era quello di vincere il titolo NXT battendo Ciampa e Aleister Black si è messo di mezzo e doverlo abbattere è stato un danno collaterale, nulla di personale ma solo business.Gargano continua dicendo che Black se ne va in giro come se fosse il padrone della NXT Arena e se mette a segno una Black Mass su qualcuno nessuno dice nulla mentre invece nel suo caso ha commesso una piccola cosa cattiva e tutti sono impazziti e a volte si deve ricorrere a qualche colpo basso ed è quello che ha fatto lui. Sa perfettamente che Black vuole prenderlo a calci e magari se lo merita anche ma è tutto tranne che spaventato e sta accettando il lato oscuro in cui la sua mente sta ora vivendo. La passeggiata di Gargano termina proprio sul luogo dell’aggressione a Aleister e promette a Black che a War Games lo lascerà di nuovo a terra senza sensi.

Settimana prossima: Mia Yim vs Bianca Belair; inoltre abbiamo il GM Regal che ci rivela che nella prossima puntata uno degli Undisputed Era sfiderà uno del team Avversario composto da War Raiders, Ricochet e Pete Dunne e il vincitore regalerà il vantaggio negli ingressi nel War Games.

Match 3: Velveteen Dream vs Lars Sullivan (2,5 / 5)

Dream arriva conciato come il figlio segreto del capitano di Love Boat e credo che come immagine sia più che sufficiente. Sullivan parte bene evitando di concedere troppo all’avversario e usando al massimo la sua imponete massa ma Dream non demorde e lo fa finire fuori ring e gli vola addosso riempiedolo di pugni e facendolo sbattere ripetutamente contro i gradoni d’acciaio.Sullivan non sembra però subire troppi danni e contrattacca lanciando Dream contro l’apron con grande violenza e prendendo il comando delle operazioni una volta rientrati sul ring usando come sempre al meglio la sua forza bruta per danneggiare il più possibile l’avversario,bloccando anche i tentativi di risposta di Dream e ottenendo un conteggio di due dopo un violento lariat da fermo. Dream sembra in balia dell’avversario e finisce stordito fuori ring a causa di una irish whip violenta di Lars che gli fa persino rischiare la sconfitta per count out e deve usare tutte le sue forze per non cedere a una mossa di sottomissione al nervo della bestemmia ma finalmente riesce a liberarsi e a contrattaccare con una serie di pugni, un doppio big boot e un dropkick in corsa che gli dà l’inerzia per mettere a segno un missile dropkick dal paletto per un conto di 2. Dream cerca di caricarsi l’avversario sulle spalle ma ovviamente fallisce e lascia il fianco scoperto a Sullivan che lo atterra con una violenta powerslam e va a un pelo della vittoria; Lars cerca il volo dalla corda ma viene bloccato da Dream che cerca il superplex ma viene respinto con perdite ma riesce almeno a schivare la flying headbutt. Velveteen riesce con un grande sforzo a mettere a segno la DVD e va sul paletto per la sua gomitata; a bordo ring appare però Ciampa e Dream decide di volare su di lui e colpirlo con una double axehandle. Questo sforzo gli è però fatale perché una volta salito sul ring Sullivan lo abbranca nella Freak Accident e ottiene il pin vincente.

Vincitore: Lars Sullivan

Ciampa se la ride sulla rampa, per quanto colpito e lascia andare via Sullivan prima di salire sul ring e attaccare il suo futuro sfidante al titolo. Tommaso va col più classico dei pestaggi pre match titolato e vorrebbe anche il danno massimo con la powerbomb sulla cintura stesa sul ring, ma Dream si divincola, lo colpisce con un Superkick e poi è lui a eseguire una Twisting DDT che fa sbattere la capoccia del campione sul suo amato titolo. Dream vorrebbe colpire anche con la sua gomitata dal paletto ma viene bloccato e fatto allontanare dal gruppo arbitrale al gran completo, ma si riesce a divincolare e a metter a segno la sua finisher sul campione, posando poi con la cintura fra le mani sperando di diventare tra due settimane il nuovo campione NXT.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6
Qualità promo
7
Evoluzione storylines
6,5
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.