Prima puntata seria dell’anno di NXT e subito due bei match cicciotti a scaldarci in queste fredde giornate e fra l’altro sono due rese dei conti tra gente che bene in questi mesi non si è voluta, come EC3 e Adam Cole tra gli uomini e Bianca Belair e Nikki Cross tra le donzelle.

Sigla e si entra alla Full Sail University e a fare gli onori di casa in questa puntata è Johnny Gargano che viene colto da una accoglienza piuttosto mista, con applausi ma anche freddezza. Mr. Wrestling fa a tutti gli auguri per un buon 2019 e in questo periodo di feste ha avuto modo di riflettere sul suo movimentato 2018 e ha realizzato che il successo a NXT si misura solo con vittorie e titoli e non conta quanto duri lavori o quanto sei disponibile, quindi come proposito per l’anno nuovo si ripromette di diventare finalmente padrone di una cintura da singolo. Parlando poi invece di Tommaso Ciampa e della possibile riunione dei DIY richiesta dal pubblico, Gargano dice di non farsi condizionare da quanto successo nel match nella gabbia contro Black, è stata una circostanza straordinaria che non accadrà mai più e lo considera ancora un sacco di letame con una cintura che spetterebbe a lui. Ma il discorso di Ciampa gli ha fatto pensare che il match contro Ricochet per il titolo Nord Americano sarebbe una bella idea, ma il campione ha risposto in maniera sprezzante ma deve sapere che è pronto a prendersi la cintura abbattendo i suoi voli da supereroe. Ovviamente Ricochet non resta insensibile a cotante accuse e elegamentemente vestito, fatto salvo per le farfalle disegnate sul colletto della camicia, arriva baldanzoso sul ring. Preso il microfono,e incassati i cori del pubblico per lui, Ricochet dice a Gargano che se vuole una shot la deve chiedere, invece che prendersela con la forza e si chiede se la cintura la prenderà in un match regolare o con un assalto alle spalle in un parcheggio, se poi Gargano vuol farsi chiamare mister Takeover deve meritarselo ma in quel di Phoenix fallirà e la cintura resterà nelle sue mani. Sullo stage arriva non richiesto anche Tommaso Ciampa che però viene subito zittito da Gargano che lo invita a levarsi dai piedi senza troppi convenevoli. A aumentare il caos parte anche la theme di Aleister Black che appare sul grande schermo e ricorda a Ciampa che si deve preoccupare del suo vecchio amichetto ma di quello che gli farà nell’Arizona dove si riprenderà la cintura di campione NXT. Le luci dell’arena si spengono e alla riaccensione Black è alle spalle di Ciampa e scatta il proverbiale rissone tra i due che si trascinano nella zona del tavolo di commento e poi svaniscono nel backstage. Sul ring Gargano già che c’è casino rifila un superkick dal nulla sulla faccia di Ricochet che va giù come un melograno maturo dalla pianta e Mr. Wrestling se ne va contento di aver segnato un punto a suo favore in vista della inevitabile resa dei conti con Ricochet.

Con un tweet, il GM Regal annuncia che i War Raiders andranno a caccia dei titoli di coppia contro gli Undisputed Era a Takeover Phoenix.

Match 1: Bianca Belair vs Nikki Cross 3 out of 5 stars (3 / 5)

Nelle altre due occasioni in cui le due si son affrontate siamo sempre andati sul no contest, vediamo se la terza è la volta buona. Un po’ di sano trash talking e sbeffeggiamenti all’inizio poi è Bianca a prendersi il primo vantaggio lanciando Nikki fuori ring,ma la Cross con astuzia la blocca nel ring e ne approfitta per colpire con una scarica di forearm ravvicinati. Nikki cerca subito di volare dal paletto ma viene sollevata di forza di Bianca e fatta cadere in gorilla press e poi deve difendersi da un conto di due. Belair mantiene il controllo del match usando anche una abdominal stretch modificata, e come sapete questo vale meno 1 sul mio personalissimo taccuino delle mosse inutili, ma almeno la usa per metter a segno una backbreaker che ottiene un altro conteggio corto. Belair poi esagera nel tenere troppo il delayed suplex permettendo a Nikki di rovesciarla in una DDT e ottenere a sua volta un conteggio di due. Nikki mette tutta la sua energia folle per lanciarsi nei suoi attacchi fisichi sull’avversaria e cerca la vittoria con una reverse DDT che non le vale il 3 vincente per pochissimo. Belair riesce a reagire evitando la finisher nemica e abbattendo Nikki con una Spera alla Edge che le vale un altro conteggio breve, ma il suo splash viene parato da Cross che mette a segno la sua Fisherman Neckbreaker, ma Bianca riesce a rotolare fino alla rampa d’accesso per evitare il pin. Nikki la segue e le zompa alla schiena ma Belair la fa schiantare rovinosamente sull’acciaio della rampa; le due sono entrambe stese a terra fuori ring e si rischia di nuovo un no contest ma al 9 entrambe risalgono sul quadrato, stremate ma vogliose di un risultato decisivo e fanno in clinch come nella boxe e si scambiano pugni da distanza ravvicinata. Bianca manca poi la carica al paletto e Cross prova il roll up di rapina va non è ancora sufficiente per conquistare la vittoria; le due sono di nuovo al tappeto stremate ma è Belair a riprendersi meglio, caricando l’avversaria sulla terza corda;Cross si difende scacciando l’avversaria ma manca il crossbody dalla terza corda e Bianca può mettere a segno la sua mossa finale, la KOB che sta per Kiss of Belair e ottenere vittoria, conferma della striscia di im-bat-ti-bi-li-tà e mandare un messaggio deciso a Shayna Baszler in vista del match titolato di Takeover Phoenix.

Vincitrice : Bianca Belair

Tornano i video dei Street Profits in cui, con un rap con tanto di BeatBox, Ford e Dawkins si dicono pronti a migliorare il loro già positivo 2018 con un ancora migliore 2019 aprendosi letteralmente e metaforicamente nuove porte nella categoria tag.

Match 2: Fabian Aicher & Marcel Barthel vs SuperJobbers 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5)

Giusto perchè non avevamo abbastanza tag team, i due europei Aichner e Barthel si ritrovano come coppia e credo che il loro nome sia European Union, non sfruttando invece un qualsiasi riferimento all’Asse che avrebbe fatto molto ridere. Ovviamente il match è un super squashone e il modo in cui i due lottano mi fa venire voglia di veder subito una loro sfida con Burch e Orcan dove si menano per 20 minuti a suon di ceffoni. Interessante anche la finisher, una powerbomb+ suplex ben realizzata e bella da vedere.

Vincitori: Fabian Aichner & Marcel Barthel

Cathey Kelley ci aggiorna che Ciampa e Gargano son stati cacciati dalla NXT Arena, poi vede Ricochet che si sta allontanando dal palazzo e gli chiede cosa pensa di quello che è successo e Ricochet è davvero incavolato ed è ora lui a volere il match contro Gargano per vendicarsi del superkick a tradimento.

Rivediamo il finale della scorsa puntata con l’attacco post sconfitta di Kassius Ohno ai danni di Matt Riddle; sentiamo a proposito il parere del migliore amico di Riddle, ovvero Keith Lee, che ritiene l’attacco di Ohno di una scorrettezza unica e lo invita a scontrarsi contro di lui la prossima settimana.

Match 3: EC3 vs Adam Cole 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Scottato dalla sconfitta di qualche settimana fa proprio contro EC3, Adam Cole si porta tutta la gang a bordo ring per cercare di avere i maggiori vantaggi possibili. Scambio di urli e colpi iniziali, poi è EC3 a partire forte con la sua maggiore stazza lanciando Cole fuori ring e tenendo anche a bada le possibili interferenze. Cole prende fiato e con un enziguri a sorpresa stordisce EC3 e per completare l’opera lo manda a sbattere contro i gradoni d’acciaio. Il leader degli Undisputed Era gestisce con la solita intelligenza tattica il match bloccando a terra l’avversario e concentrando i suoi attacchi sulle braccia e sul collo di EC3, bloccandone ogni tentativo di reazione, ma è un po’ troppo pretenzione nel cercare un suplex verso il fuori ring che viene rovesciato da EC3 che da questo prende un po’ di coraggio e iniziativa e ottenendo un conto di 2 dopo un reversed russian leg sweep, seguito da Cole poco dopo un big boot, e di nuovo dopo una backstabber. Adam cicca la Last Shot e EC3 reagisce con la combo suplex+lariat per l’ennesimo conteggio lungo. Cole si riprende con una shoulderbreker a cui fa seguire un presa di sottomissione sempre al braccio sinistro appena colpito ma EC3 lo solleva di forza e lo schianta a terra con una powerbomb. Strong, Fish e O’Reilly cercano di aiutare il loro capo ma EC3 li tiene a bada, ma Cole ha tempo di colpirlo con un superkick che è preludio alla Last Shot che gli vale vittoria e vendetta ottenuta.

Vincitore: Adam Cole

Gli Undisputed Era salgono sul ring per festeggiare la vittoria e partire con il pestaggio di gruppo a EC3 ma arrivano dal backstage i War Raiders che anche essendo 4 contro 2 non sentono la differenza e si difendono alla grande, con Hanson che con una cartwheel evita la Total Elimination e a stendere sia Strong che O’Reilly con degli spinning kick, mentre fuori ring Rowe si prende cura di Fish e Cole. I futuri sfidanti decidono di esagerare e Rowe si carica sia Strong che Fish con una Powerbomb + Bodyslam fatto tutto da solo e poi col compare abbattono O’Reilly con la loro mossa finale, rendendo ancora più chiara la loro voglia di diventare i nuovi campioni di coppia all’ombra del sole dell’Arizona.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6,5
Qualità promo
7
Evoluzione storylines
6,5
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.