Bentornati amici di Zona Wrestling al nuovo report di NXT! Jasper è alla tastiera per raccontarvi la puntata di questa notte, l’ultima prima del nuovo corso sul canale USA Network, che allungherà di un’ora la durata del programma. La puntata si apre con l’arrivo di Rhea Ripley scortata a bordo di un SUV. Carica e determinata per il suo match contro Shayna Baszler, l’australiana si avvia verso l’ingresso della Full Sail Arena (se posso, un’ entrata in Harley Davidson piuttosto che su una Chevrolet sarebbe stata notevole).

Volume a palla per la sigla degli Slipknot, seguita dalla grafica che ci mostra Johnny Gargano pronto a svelare quale sarà il suo futuro in WWE, se ancora a NXT oppure, Dio ce ne risparmi, nel main roster. Si parte con l’ingresso dell’ “Archer of Infamy” Damian Priest, che affronterà il giovane talento cinese Boa.

1) Single match: Damian Priest vs Boa 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5)
Il gigante portoricano parte aggressivo intrappolando all’angolo Boa, che dopo essere stato atterrato con una Shoulder Block, invita Priest a giocarsela in velocità. La risposta è una nuova scarica di botte all’angolo e una Falcon Arrow. Il cinese abbozza una reazione con una serie di calci , ma l’azione è bloccata sul nascere dal devastante Discuss Lariat di Priest, che abbatte le difese di Boa e gli spiana la strada verso la vittoria, dopo la combo Spinning Roundhouse Kick-Reckoning. Continua la striscia positiva di Damian Priest, che negli ultimi mesi ha raccolto diverse vittorie contro avversari buon livello.
Winner: Damian Priest via pinfall

Una clip ci mostra ciò che è accaduto settimana scorsa, quando Roderick Strong ha attirato l’attenzione di Velveteen Dream, dando fuoco a quel tanto caro divano che se potesse parlare… Con una risposta in stile hollywoodiano, Dream dice a a Strong di non mentire a se stesso, perché fra sette giorni il titolo nord americano rimarrà attorno alla sua vita.

Ma è arrivato il momento annunciato a inizio puntata, Johnny Gargano fa il suo ingresso nell’arena e il pubblico impazzisce, 90 minuti di applausi e JOHNNY WRESTLING!!! L’ex campione di NXT riesce a prendere la parola e dice di aver sentito tutte le voci che si interrogano su quale sarà il suo futuro e i fan lo pregano in coro di non andarsene. Johnny dice di amare questo posto, perché lui e tutte le altre superstar sono riuscite a dar vita allo show migliore del mondo. Proprio mentre stava per annunciare la sua decisione, viene però interrotto da Shane Thorne (no, non Tommaso Ciampa o Adam Cole, ma Shane Thorne). L’australiano dice a Johnny che sarà tutto migliore una volta che se ne sarà andato, e gli chiede di piantare baracca e burattini e levarsi di torno. L’All Heart fa per andarsene, ma ricorda a Thorne che lui è NXT e che non se ne andrà da nessuna parte. Superkick sul muso del tatuato e nuovo bagno di folla per Johnny, che con il dito disegna nell’aria “NXT 4 Life”, ricordando un certo Bret Hart.

Momento auto celebrativo per i Forgotten Sons, che con un video aperto dalla definizione da vocabolario della parola “Selvaggio”, ci ricordano quanto fanno brutto. Tornati nell’arena, è il momento del match fra Pete Dunne e Angel Garza.

2) Single match: Pete Dunne vs Angel Garza 3 out of 5 stars (3 / 5)
L’incontro si apre con Pete Dunne che mette subito in chiaro le cose, prendendo di mira prima la caviglia e poi le dita di Angel Garza, che però riesce ad uscire in bello stile. Dopo una serie di schivate in corsa, Dunne viene scaraventato fuori dal ring e il belloccio messicano può strapparsi i pantaloni in perfetto stile Centocelle Nightmare, ma l’inglese è svelto a tornare sul ring e gli restituisce il favore facendolo caracollare verso la rampa d’ingresso. Garza evita l’attacco in tuffo di Dunne e lo posiziona in verticale sull’apron, per poi colpirlo con un Superkick mentre è ancora gambe all’aria. Di nuovo sul quadrato e di nuovo Garza ad attaccare con chop e calci all’angolo, ma il Bruiserweight è rapido a reagire con altre chop e uno Step Up Enziguri seguito da un German Suplex. Dopo un Double Stomp sulle mani e un altro calcio alla testa di Garza, l’ex campione di NXT UK trova solo un conteggio di due e prova a sorprendere l’avversario con una prematura Bitter End, che viene prontamente evitata. Il messicano risponde con un Dropkick e prova anche lui a caricare la sua finisher, finendo però vittima di una Sit-out Powerbomb. Garza rimane comunque sul pezzo e dopo aver tentato un Roll-Up, blocca Dunne all’angolo e lo colpisce con un altro Dropkick, stavolta alla gamba, per un nuovo 2 count. L’atleta di terza generazione di luchadores gode di un buon momento e risponde ai colpi dell’avversario, ma poi preferisce pavoneggiarsi con il pubblico prima di eseguire un Moonsault dalla seconda corda. Dunne lo evita e lo intrappola in una Triangle, puntando alle dita. Make a Wish e Garza deve cedere per il dolore.
Winner: Pete Dunne via submission

Le immagini ci portano a lunedì scorso, e ci mostrano gli Street Profits immersi nel verde di Central Park a New York, carichissimi per la loro prima volta al Madison Square Garden, ma avrebbero preferito esserci con i titoli di coppia. Montez Ford non si perde d’animo e ricorda al suo compare che la settimana prossima NXT sarà in diretta su USA Network e non c’è migliore occasione per riprendersi le cinture tag team.
Torniamo alla Full Sail Arena per il prossimo match, che vedrà contrapposti Raul Mendoza e un Cameron Grimes che dopo la cocente eliminazione in finale del BreakOut Tournament si presenta con un look che ricorda un po’ Zucchero Fornaciari dei tempi d’oro.

3) Single match: Raul Mendoza vs Cameron Grimes 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)
Il match parte con rapidi scambi a terra e vari tentativi di schienamento. Mendoza è reattivo e riesce a evitare gli attacchi di Grimes, ma durante un tentativo di Springboard viene intercettato da un Dropkick che lo fa volare fuori dal ring. Il capellone recupera e riporta l’azione sul ring, dove cerca di mantenere la contesa al tappeto, terreno a lui più congeniale. Mendoza riesce a riprendere velocità e colpire con calci in tutte le salse, seguiti da una Shooting Star Press in corsa che gli vale un conto di 2. Il messicano è sugli scudi e rifila altre pagaiate a Grimes, che riesce a evitare il tentativo di Phoenix Splash e stende Raul con la Leaping Double Stomp. 1,2,3 vincente per il Technical Savage, che ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo.
Winner: Cameron Grimes via pinfall

Le telecamere si spostano nell’ufficio di William Regal, nel quale fa irruzione un’ infastidita Candice LaRae, che chiede spiegazioni al General Manager sul perchè Io Shirai sia stata inserita nel Triple Threat Match di settimana prossima con Bianca Belair e Mia Yim per stabilire la prima sfidante al titolo di Shayna Baszler. Regal ci pensa un po’ e accetta senza troppi patemi di inserire anche Candice nel match. Già che ci siamo ci butta dentro anche Rhea Ripley e la bionda si calma, dicendo che non le importa chi ci sarà nel match finché avrà l’occasione di mettere le mani su Io Shirai.

Stando in tema Women Division, una clip annuncia l’imminente ritorno di Dakota Kai e la grafica che segue ci ricorda la card della prossima puntata, con lo Street Fight Match fra Matt Riddle e Killian Dain. Ma ora è tempo del main event fra due signore con cui ci si farebbe volentieri una bevuta, ma che sarebbe meglio non far arrabbiare.

4) Single match: Rhea Ripley vs Shayna Baszler 2 out of 5 stars (2 / 5)
Il titolo femminile di NXT non è in palio, ma le due sono agguerritissime e iniziano il match con diverse prove di forza. La campionessa tenta subito la Kirifuda Klutch ma la Ripley riesce a uscirne con una potente Bodyslam. L’australiana chiude l’avversaria all’angolo, la colpisce a suon di Forearm e mette a segno anche un bel Dropkick, seguito da un tentativo di Big Boot fallito, che lascia Rhea appesa alla terza corda. Shayna ne approfitta e dopo un tentativo di schienamento interrotto sull’uno, porta la contesa a terra, chiudendo per poco tempo la nemica con una Chin Lock, spezzata con grande forza da un Back Body Drop. La Regina di Picche prova di nuovo la sua sottomissione speciale, sedendosi addirittura in cima al paletto, ma la Ripley è una brutta bestia e riesce a liberarsi da una posizione davvero difficile, facendo cadere Shayna fuori dal ring per poi schiantarla sui gradoni d’acciaio con una Electric Chair Facebuster. Tornate sul ring, a rovinare la festa ci pensano le due tirapiedi della campionessa che tentano un improbabile assalto. Rhea colpisce Marina Shafir con un Big Boot, ma questo consente a Shayna di atterrarla con un Jumping Knee. Intanto, Jessamyn Duke passa una sedia alla sua mentore che fallisce però l’attacco, rimediando una sediata dalla Ripley. L’arbitro chiama la squalifica e le tre ragazze provenienti dalle arti marziali miste se ne vanno con la coda fra le gambe, nonostante Rhea Ripley le inviti a farsi avanti.
Winner: Shayna Baszler via DQ

La puntata non è finita, c’è ancora tempo per l’annuncio di Adam Cole, che insieme ai suoi scagnozzi dice che la profezia sta per compiersi. Basterà aspettare la prossima settimana per vedere la Undisputed Era aggiungere il pezzo mancante alla sua collezione di ori, quando Roderick Strong diventerà il nuovo campione nord americano e a quel punto nessuno potrà fermarli. Non è una minaccia, non è una promessa, è UNDISPUTED.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5.5
Evoluzione delle storyline
6
Qualità dei promo
6.5
Jasper
Il lungo tempo passato sul divano lo passo ascoltando musica, guardando wrestling,ogni tanto film e serie tv. Quando lavoro ho la fortuna di dedicarmi alla passione per il vino e la cucina. Cresciuto nel mito di Macho Man e successivamente Edge, aspiro ad una vita alla Ric Flair.