Dopo Takeover in Connecticut, NXT resta in trasferta in quel del Maryland per la nuova puntata, su cui spicca un submission match e due sfide di coppia.

Entriamo dopo la sigla nel palazzo dello sport di Bel Air, ma non quella di Carlton Banks, e partiamo con la prima sfida di coppia della serata.

Match 1: Io Shirai & Candice LeRae vs Marina Shafir & Jessamyn Duke 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Ottima l’accoglienza per le due face mentre le due heel, con una delle theme song più moscie di sempre, sono accompagnate sul ring dalla campionessa Shayna Baszler che fa loro da balia restando sulla rampa di accesso. Candice parte subito forte su Marina ottenendo un paio di schienamenti di due e costringendo l’avversaria fuori ring. Shafir riesce a usare una distrazione della compagna per far cadere LaRae dal paletto e dare il cambio a Duke che mantiene il controllo a suon di calci e lavorando in coppia tiene bloccata l’avversaria all’angolo e ottenendo un paio di conteggi corti. Candice con un enziguri si libera da Duke e dà finalmente il cambio a Io che fa sfoggio di tutte le sua abilità tecniche ma decide di mandar un messaggio a Baszler infliggendo lo stomp al gomito tipico della campionessa a Jessamyn. Shayna deci di trascinare Duke fuori ring per evitare danni ma Shirai le si lancia addosso dal paletto verso fuori, e lo stesso fa Candice sulle altre due. Il match diventa una vera e propria rissa in giro per l’area con le Horsewomen che cercano di far valere la superiorità numerica ma alla fine Shirai e Baszler continuando a legnarsi spariscono nel backstage mentre le altre vengono divise dalla sicurezza e dagli arbitri.

Vincitore: No Contest

Rivediamo il meglio del match titolato tra Dream e Breeze di Takeover e poi passiamo a un video registrato da Velveteen che si dice pronto a continuare la sua experience da campione aspettando nuovi contendenti.

Video promo per Demian Priest, che debutterà già la prossima settimana.

Match 2 – Submission Match: KUSHIDA vs Drew Gulak 3 out of 5 stars (3 / 5)

Come già nel match di due settimane fa, i due lottatori danno un esempio di come le fasi di mat wrestling, fatto di prese, ribaltamenti, leve e tentativi di sottomissioni possano esser divertenti e appassionanti anche per un pubblico non sempre avvezzo a questa tipologia di incontri. Drew decide di passare allo striking ma viene mandato fuori ring dal giapponese con una doppia gomitata e poi cerca di lavorare al braccio sinistro dell’avversario. Drew cambia strategia con un paio di powerslam e poi una Gory Special con molto angolo che trasforma in una Boston Crab in maniera molto creativa. Il giapponese cerca la reazione con una serie di attacchi veloci e spettacolari fatti con grande fluidità dentro e fuori dal quadrato e dopo una gran DDT cerca la cross armbreaker ma Drew trova la corda col piedi salvandosi per questa volta. I due si scambiano ankle lock come caramelle, con Gulak che ha la meglio e piegando la gamba mette un sacco di pressione a KUSHIDA che deve spendere molte energie per raggiungere le corde. Gli sfidanti si scambiano gran calci sull’apron e una hurracanrana di KUSHIDA fa cadere piuttosto malamente i lottatori all’interno delle corde; gran scambio di forearm e dropkick chiudo dalle doppia gomitata di rimbalzo di KUSHIDA che riesce in maniera dinamica a bloccare a terra l’avversario e ad applicare la Hoverboard Lock e Drew non può fare altro che cedere.

Vincitore: KUSHIDA

Gulak sembra avere qualcosa da ridire sul finale del match ma poi stringe la mano all’avversario che lo ha sconfitto.

Al Performance Center, il duo noia composto da Aliyah e Vanessa Bourne discutono sul fatto che Mia Yim sia la prossima a poter avere una shot al titolo femminile muovendo critiche sul suo look, sul suo inglese scritto e parlato con tanto di libri consigliati.

Tra due settimane avremo la resa dei conti definitiva tra Shayna Baszler e Io Shirai e per evitare interferenze la sfida sarà all’interno della gabbia d’acciaio.

Già che ci siamo, vediamo la vittoria di Mansoor a Super Showdown nella Battle Royale a 50, ed ecco perchè aveva avuto un minipush anche qui a NXT.

Settimana prossima si torna alla Full Sail ed avremo la festa in onore del nuovo campione NXT Adam Cole.

Match 3: Undisputed Era vs Oney Lorcan & Danny Burch 3 out of 5 stars (3 / 5)

Bobby Fish ha un nuovo problema al braccio, per cui è Roderick Strong a lottare con Kyle O’Reilly. La partenza è proprio favorevole a Kyle che con la sua esperienza di striker mette in difficoltà Oney, che risponde a suon di chop; i due non si risparmiano con le legnate fin dai primi minuti e presto anche i compagni si uniscono nella festa della chop con i due pelati che hanno la meglio e possono continuare ad attaccare su O’Reilly e ottenere un conteggio di due dopo una bella manovra combinata. Gli UE riescono a interrompere la sequenza negativa e Strong rifila una compilation di chop e backbreaker a Lorcan, facendosi poi aiutare a O’Reilly nel continuare a colpire la schiena di Oney con cambi frequenti e ritmo incalzante,evitando in tutti i modi di far rientrare in azione Burch. Lorcan cerca di reagire con i suoi uppercut e si apre lo spazio con la blockbuster per far rientrare Danny che si scatena su Strong con la solita decisione e grande tecnica, prendendo anche a testate O’Reilly e ottenendo un due dopo una powerbomb a cui fa seguire una crossface interrotta solo dall’interferenza di Strong. O’Reilly omaggia Nigel con una rebound lariat e fa entrare Strong che stende Danny con una backbreaker violentissima interrotta solo dall’arrivo di Lorcan che fa franare Roderick sullo schienamento. I quattro al centro del ring si scatenano in una sequenza di striking tutti contro tutti a cui alla fine restano a terra. Arriva dal backstage a sorpresa Jaxson Ryker dei Forgotten Sons che prima stende con una chokeslam un addetto della sicurezza; gli Undisputed Era si distraggono chiedendosi il motivo filologico dell’apparizione di Ryker e Burch ne approfitta lanciando Strong fuori ring e catturando O’Reilly in un pin a sorpresa che vale la vittoria al suo duo.

Vincitori: Oney Lorcan & Danny Burch

Strong e O’Reilly infamano dal ring Ryker che si allontana senza proferire verbo o motivazione per il suo arrivo che è costato ai due la vittoria.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7
Qualità promo
6
Evoluzione storylines
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.