Signori la puntata più attesa dell’anno è arrivata…uno contro uno, per la prim volta sul suolo americano, Finn Balor contro Shinsuke Nakamura, non dovrebbe servire altro per introdurre questa puntata di NXT, e ovviamente anche il video di introduzione parla di questa grande sfida.

Entriamo dopo la sigla in una carica di attesa NXT Arena e vediamo l’arrivo di Finn nello spogliatoio, mentre Shinsuke fa un pò di sacco e di boxing,che per esser un esperto di calci non è una idea sciocca. Dopo i saluti del duo al commento, Samoa Joe si palesa sullo stage accolto da un minor numero di applausi rispetto al solito per quella che è la sua prima apparizione nello show dopo lo steel cage che l’ha visto vittorioso proprio sull’irlandese. Il samoano dice che ha diverse cose in agenda di cui discutere. La prima è proprio il main event che si vuole veder da posizione privilegiata anche perchè le implicazioni di questo match sono un insulto diretto a lui perchè pensa che chiunque vincerà tra i due sarà automaticamente il primo sfidante al suo titolo ma ciò è pura fantasia. Molta gente pensa che vincerà Balor, e potrà riprovar ad andare per la cintura, ma lui ha abbattuto il demone e non ne ha più paura, cosi come tanti altri pensano che sarà Nakamura a prevalere e potrebbe andare verso la sua prima cintura ma il re dello strong style si deve inchinare di fronte all’imperatore che ha per primo portato questo stile negli Stati Uniti e se vuole provare a rubargli la cintura finirà con le ossa rotte come tutti gli altri. La realtà è che Joe è il boss qui a NXT, la faccia del brand e se chiunque vuol fare qualcosa da ste parti deve passare attraverso di lui.

Convinto di esser alla TNA, forse ha visto Brother Nero e compagnia cantante, Rhyno arriva sul ring e dice che è pronto a passar sopra al campione per arrivare in cima alla montagna. I due si guardan male, fan battute mentali volgari su Dixie, e poi Joe se ne va dicendo che al momento opportuno gli farà il culo,solo alle sue condizioni.

Settimana prossima: roba nuova, roba fresca, ovvero Bayley vs Nia “paracarro” Jax capitolo 3, inoltre Alphas vs Authors of Pain, per cui cerco ancora dei soprannomi spiritosi, e Joe vs Rhyno.

Altro video di recap sul main event di stasera, quello con i pareri dei vari lottatori e HHH.

Match 1: Finn Balor vs Shinsuke Nakamura (4,3 / 5)

Accoglienza molto calorosa per entrambi i lottatori, forse un filo più calda per Nakamura, la cui theme cantata è ormai un must e vero tormentone estivo e a Finn scappa anche un sorrisetto mentre l’amico fa stretching. Per i due vien utilizzato anche l’introduzione delle grandi occasioni e il tutto come sempre dà un tocco di ulteriore importanza al match.

Prima fase di studio con un pò di chain e prese varie al tappeto a ritmo moderato, Balor leggermente più in controllo con le headlock continuative e Nakamura che esce con passo morbido e Finn che risponde alla provocazione a modo suo. Shinsuke prova ad alzare i colpi ma Finn per un pò mantiere il controllo ma poi alla prima accelerazione, e ottimo scambio di parate fra i due, il giapponese colpisce con l’enziguri sull’apron che gli dà il primo vantaggio serio del match e spostar la battaglia al paletto e le scariche di colpi sull’avversario a terra, che viene steso fuori ring e colpito con una ginocchiata in corsa all’addome e alla base del collo. Nakamura continua a colpire duro l’avversario senza mai scoprirsi, e Balor deve inventarsi dal nulla un low dropkick al ginocchio nemico per prender respiro, ed è astuto ad applicare poi subito una presa alla gamba per indebolire l’arma principale di offesa altrui. Gli attacchi dell’ex campione si fanno sempre più pesanti e decisi e mirati al ginocchio sinistro con grande decisione, non accelerando mai troppo e badando soprattutto al sodo e non allo spettacolo, come con una heel hook benissimo eseguita al centro del ring e Nakamura si deve prodigare in un allungo per arrivare alle corde. Shinsuke prova una reazione con uno spinning heel kick che lascia entrambi al tappeto ma è il giapponese a ripartire con il suo striking devastante fino alla ginocchiata con l’avversario steso all’angolo che gli vale un conto di 2. I due alzano ancora il volume della potenza dei colpi e un enziguri di Finn manda Shisuke dal paletto al terreno e Finn lo raggiunge fuori dopo un dropkick e un calcio dritto sul mento che lo lascia abbattuto.Finn va con il double stomp alla nuca dal paletto, ma non è ancora sufficiente per vincere la battaglia e allora blocca un calcio avversario e va con una forbice al ginocchio dolorossisma per Nakamura che deve strisciare in agonia ancora alle corde per liberarsi dalla presa. Shisuke prova con un pò di disperazione a colpire con un calcio dei suoi e sul rimbalzo si inventa una acrobatica Armbar stile Asuka che diventa una triangle applicata precisamente con l’avversario a centro ring e Finn fa davvero fatica a difendersi e il re ne approfitta con le ginocchiate a terra alla testa e una facebuster. Balor risponde con un calcio in giravolta a sua volta e va con la reverse 1916 ma il giapponese esce all’ultimo secondo dal conteggio e la faccia di Finn è sbalordita come non mai, e diventa incazzoso appena prima della Slingblade ma Nakamura para il dropkick al paletto con un calcio e poi va con la Kinshasa che non ottiene incredibilmente il conteggio di 3, forse proprio grazie al lavoro di indebolimento fatto da Balor in precedenza. Mentre il pubblico inneggia al Fight Forever, il giapponese riprova la sua manovra finale ma Finn la para con un double stomp da fermo al petto e altro conto di 2 lunghissimo. I due son stremati ma Nakamura trova il modo di evitare la 1916 e ripartire di striking, seguito da Balor e i due si scambiano botte giappostyle in mezzo al ring con Finn che ancora mira e colpisce il ginocchio e Shinsuke che lo pesca con una castagna dritta sul mento. Finn sembra averne di più, connettendo con la Slingblade e il dropkick al paletto che apparecchiano per la Coup de Grace che va a vuoto però, sullo slancio Nakamura va lui sulla seconda corda e colpisce con la ginocchiata volante e una seconda Kinshasa che risulta quella decisiva. Il re dello strong Style ha battuto l’icona NXT in un match durissimo!

Vincitore: Shinsuke Nakamura

Il pubblico è tutto in piedi per i due guerrieri che hanno dato tutto in questa battaglia veramente intensa e appassionante e i due tornano ad esser amici, con stretta di mano e abbraccio e inchino di saluto. Finn lascia lo spazio per l’esultanza al vincitore, e se si tratta del suo saluto ad NXT non poteva esser in un match migliore di questo.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
8
Qualità promo
7
Evoluzione storyline
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.