E dopo le due settimane di riassunti, rieccoci alla NXT Arena per la prima puntata del 2016 e al tavolo di commento abbiamo Corey Graves e Tom Philipps che, dopo averci annunciato che stasera avremo i risultati del sondaggio sui migliori atleti di NXT nel 2015, lasciano spazio al ritrovato GM William Regal che entra tra i soliti applausi del pubblico.

Dopo aver ringraziato il pubblico per il supporto nell’anno passato, Regal annuncia che stasera avremo una battle royal femminile che regalerà alla vincitrice una occasione per andare a sfidare Bayley per la cintura. Detto ciò, lascia spazio a un altro rientrante alla NXT Arena, ovvero Sami Zayn che vien accolto dal solito boato della folla.

Il canadese sale sul ring accompagnato da applausi e cori in suo favore e si dice ovviamente contento che il pubblico non si sia dimenticato di lui ma comunque si ripresenta per quei pochi che non lo conoscessero e si chiama come leader della band, e la band è il pubblico ovviamente. Oltre a ciò, si dichiara uno dei responsabili dell’esplosione di NXT e dei successi raggiunti negli ultimi 12 mesi ed è entuasiasta di esser tornato alla casa base di Orlando. Oltre a queste quisquillie, Sami è qui per annunciare che vuole diventare il primo 2 volte campione del roster di NXT e il pubblico sembra d’accordo con questo proposito , ma a rovinare la festa arriva un non felicissimo Samoa Joe che sale sul ring e, per quanto sia felice di riveder Sami sul ring e apprezzi il suo desiderio di rivincita, crede che non abbia alcun diritto di aver una title shot perchè l’ultima volta che è successo che andasse per il titolo è dovuto uscire Joe a salvargli la pelle, e quanto successo a Londra è stato un incidente e il campione è sopravvissuto a malapena al match e, se Sami non vuole reinfortunarsi alla spalla,sarebbe il caso di lasciare il ring.

Non invitato, arriva con la solita calma anche Baron Corbin che si ferma però a metà rampa e si dice d’accordo con Joe sul fatto che Zayn non abbia diritto alla shot, ma neppure Joe ce l’ha e l’unico vincente a Londra è stato lui e quindi è suo diritto, in quanto sano e forte, avere una occasione essendo il re senza corona di NXT. Zayn resta in silenzio ed è il samoano a rispondergli, ricordando a Baron che a Brooklyn l’ha fatto cedere e quindi non ha diritto di parola in questa discussione e ricorda a Zayn che questo è il suo ring. Joe se ne va e Sami gli dice che non si muoverà dal ring perchè è il suo habitat; Corbin però lo attacca da dietro e lo mette al tappeto. Zayn però è lesto a reagire e a scacciarlo dal ring con un big boot; Joe fa per rientrare ma poi abortisce il pensiero di un attacco a sua volta, rimandando la resa dei conti a un futuro prossimo.

Bayley è nel backstage con Rich ed è felice di aver battuto Nia Jax e ha dovuto tirar fuori risorse inaspettate per poter mantenere la sua cintura di campionessa. Riguardo alla Battle Royal di stasera, Bayley si dice felice della scelta del GM e vedrà se la vincitrice si meriterà un suo abbraccio alla fine.

Stasera, Ascension di ritorno per sfidare i campioni di coppia Dash & Dawson.

Andiamo a scoprire i vincitori dei premi di fine anno 2015 scelti dal pubblico tramite il sito ufficiale WWE : miglior tag team Enzo & Colin, miglior donna Bayley, miglior uomo e miglior atleta Finn Balor, miglior match Sasha vs Bayley di Brooklyn. Originali il premio, una campanella del bordo ring placcato oro.

Match 1: Tommaso Ciampa vs Danny Burch (2 / 5)

Contento di riveder sia Ciampa che Burch, il più sottovalutato dei jobbers. Tommaso inizia il match in maniera tecnica ma Burch sembra più in palla e più aggressivo del solito, pestando come un fabbro Ciampa che di solito è l’aggressore e non l’aggredito. Tommaso non si tira indietro e mette in mostra il suo arsenale, ma Danny non si tira indietro e con un colpo alla nuca va anche vicino al 3 vincente. La contesa resta molto tosta e fisica fino alla fine ed è Ciampa ad aver la meglio quando, a sorpresa, ribalta un tentativo di roll up del’avversario in una armbar perfettamente applicata.

Vincitore: Tommaso Ciampa

Enzo e Big Cass son nel backstage e dicon di aver imparato la lezione su Dash e Dawson nella loro sconfitta a Londra, ovvero che i loro avversari son degli smidollati e dei codardi e non vedono l’ora di avere una seconda chance di strappare loro le cinture e di chiuder il discorso una volta per tutte.

Primo giro di presentazioni delle ragazze nella battle royal: Billie Kay con nuovo look dark decisamente approvato, Deonna Purrazzo con simil scudetto Ferrari sul tetto e che si presenta come “quella mandata KO da Asuka” diventando ancora di più la mia favorita e Emma, che si lamenta di dover dimostrare ancora una volta il suo valore.

Nel suo ufficio, Regal dice di aver osservato il segmento iniziale e decide di fissare un match a 3 per il primo sfidante tra Zayn, Corbin e Joe che si terrà tra due settimane.

Match 2: Dash & Dawson vs The Ascension (2 / 5)

Discreta accoglienza per i campioni mentre, come sempre, sono misteriosamente over alla NXT Arena gli Ascension; per quanto mi stian simpatici, mi sembra una reazione eccessivamente positiva per il duo. Inizio deciso di Viktor che chiude in un angolo il buon Dash e lo riempie di colpi, ma casca nella distrazione di Dawson e finisce nell’angolo nemico dove deve subire gli attacchi del duo titolato che come sempre dimostrano ottima coesione di intenti di squadra.Viktor riesce con una mossa d’astuzia a liberarsi dal giogo nemico e dar il cambio al più fresco Konnor che attacca a tutta forza ma, al momento dello schienamento, Dash distrae l’arbitro evitando il conteggio nemico e, sempre con una furbata, i due campioni si danno un tag cieco che permette loro di eseguire senza grandi difficoltà la Wrecking Machine che vale la vittoria.

Vincitori: Dash & Dawson

William Regal è con la trainer e Nia Jax e la dottoressa non dà alla ex prima sfidante al titolo l’autorizzazione a lottare visti i danni ricevuti alla gola da Bayley a Londra; dietro di lei Quella Là, al secolo Eva Marie, esulta alla Tardelli o alla Grosso ma senza farsi scoprire dalla sua “amica” e riesce nel record di ripetere la frase “it’s ok” 14 volte in 20 secondi.

Altro giro di lottatrici pronte alla battaglia: Carmella, con tanto di giacchetto BadaBing luccicoso, Peyton Royce e il suo fiore bianco in mano e la sempre splendida Alexa Bliss. Ah sia chiaro, le presentazioni valgono come lista per dopo.

Match 3: “The Drifter” Elias Sampson vs Corey Hollis (1 / 5)

L’ingresso di Sampson è decisamente migliorato rispetto a Londra e per lo meno rende il personaggio curioso. Il match è ovviamente uno squash di prima categoria e per fortuna Elias ha cambiato la finisher, abbandonando la gomitata volante con una altrettanto non originale ma per lo meno più guardabile da vedere neckbreaker in velocità.

Vincitore: “The Drifter” Elias Sampson

Nel post match, Elias dice che lui è quello che serve a questo posto.

Andiamo nel backstage,dove viene chiesto al campione Finn Balor un parere sul match a 3 organizzato da William Regal per decretare il suo nuovo sfidante e dice che deve solo aspettare e veder il match, perchè tutti e 3 avrebbero diritto di sfidarlo per la cintura ma a prescinder dall’avversario è certo di mantenere la cintura alla sua vita.

Round 3 per le partecipanti al main event: una rediviva Cameron, che non penso sia mancata a qualcuno in questi mesi, la debuttante Aliyah,già vista nei primi episodi di Breaking Ground, la piccola e tamarra Liv Morgan e ovviamente Asuka e il suo sorriso da serial killer.

Match 4: Battle Royal for the Number One Contender at the NXT Divas Championship (2,5 / 5)

Vediamo solo gli ingressi di Alexa, Emma(che con gli occhiali da Poncharello è overgnocca), Carmella e Quella Là, accolta sempre come Giovanardi a un Gay Pride. Per fortuna mentre si sta spogliando dietro di lei arriva Asuka che si risparmia il supplizio e, giusto per ingraziarsi il sottoscritto, rifila il Roundhouse Kick a Quella Là, che deve rotolare fuori ring tra il tripudio di miccette mio e della NXT Arena. La giapponese viene attaccata da Emma e parte la baraonda tipica di questo match,con le ragazze divise nei vari angoli. Dopo il break finalmente iniziano le eliminazioni ed è Aliyah la prima a uscire dalla battaglia , seguita purtroppo da Deonna Purrazzo, che dovrebbe cambiare in Pallazzo il suo cognome, e chi capisce la citazione è bravo.

Liv Morgan cerca di eliminare Cameron con una Powebomb, ma la ex ballerina si appende alle corde e per Alexa è facile eliminare entrambe in un sol boccone. Emma attacca violentemente Carmella e anche lei rotola fuori ring decisamente danneggiata dai colpi. Alexa cerca di eliminre proprio l’australiana attaccando dal paletto ma la strategia le si rivolta contro ed è lei a toccare il terreno e a esser eliminata. Restan in ring Asuka, Emma, Payton e Billie e proprio queste due si alleano per far fuori Emma in una contesa tutta della terra dei canguri; le due piazzan la rivale sul paletto ma Emma si difende e le scaccia ma da nulla Asuka interviene e con una compilation di calci potenti la manda fuori ring. Billie e Peyton provano allora ad accanirsi sulla giapponese ma dura poco e si affrontano, mentre il pubblico ci fa notare che Quella Là è ancora mal nascosta a bordo ring. Nel frattempo Asuka riesce a metter sull’apron entrambi le avversarie rimaste e a eliminarle contemporaneamente con un Hip Attack e crede di aver vinto ma, come purtroppo prevedibile, Quellà Là le arriva da dietro e la elimina. La rossa si mette pure ad esultare e a far l’air guitar ma si è dimenticata di Carmella che da dietro la prende e la spedisce fuori ring!

Vincitrice e nuova prima sfidante : Carmella

Bayley arriva di gran carriera sul ring ad abbracciare la sua amica e sembra contenta di concedere la chance titolata a una persona che stima..ma poi sappiamo che quando suona la campanella non conta più nulla ma sarà battaglia!

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6
Qualità promo
6,5
Evoluzione storylines
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.