Altra settimana e nuova puntata di NXT! Come sempre entriamo alla Full Sail University ed è Samoa Joe ad aprire le danze presentandosi sul ring in abili civili. Microfono alla mano il samoano dice che a volte quando si perde si aprono delle riflessioni e si vede in cosa ci si è trasformati e ora, da uomo che capisce quando sbaglia e esagera ma anche in grado di capire i suoi errori, e può serenamente ammetter di esser stato una disgazia durante la sua run con il titolo, facendo di tutto per conquistare e mantenere la cintura ma tutto ciò che voleva era esser il volto del brand più caldo della WWE, portando lo standard del roster a livelli mai raggiunti prima. Come uomo, chiede quindi a Nakamura di venir sul ring perchè vuole dar lui delle spiegazioni viso a viso e, dopo una discreta violino,partono gli assoli di violino e il campione NXT appare e raggiunge, cintura in spalla, il quadrato. Joe continua col suo discorso e dice di aver detto tante cose prima del loro match in Brooklyn solo per aumentare l’hype, forse anche in maniera inutile ma sincera e la loro è stata una guerra. L’unica cosa che però vuole correggere è che non fosse uno sfidante meritato e ora si corregge e pensa sia anche un campione meritevole e, proprio visto per il merito, chiede al campione di concedergli il rematch che gli spetta di contratto appena sarà medicalmente abilitato. Nakamura pensa un pò alla parola rematch, probabilmente cercando una rima, o al pranzo di ieri, ma poi accetta la proposta di Joe. Il samoano semba soddisfatto e fa per andarsene dal ring ma poi ritorna per aver una stretta di mano che sancisca l’accordo tra i due, e Shinsuke concede la stretta lasciando andare il samoano nel backstage. Shinsuke resta un pò tra ring e bordoring a far spettacolo e salutare i fan ma, una volta arrivato sullo stage, Joe rientra di corsa e lo attacca a sorpresa in un vero e proprio pestaggio lungo tutto il palazzo, con tanto di devastante STJoe sui gradoni aperti che lasciano il campione steso a terra apparentemente privo di sensi. Il samoano se ne va soddisfatto dei danni inflitti mentre Nakamura viene immobilizzato al collo e portato via con la barella, sotto gli occhi di un Regal veramente preoccupato per le condizioni del suo campione e addirittura Graves che si allontana dalla zona commento per verificar le condizioni del giapponese, che esce trasportato dai paramedici tra i cori di supporto dei fan.

Tom e Corey in maniera molto triste riprendono le trasmissioni e ci portan con le immagini nel backstage dove un inviperito Regal cerca Joe per delle spiegazioni, ma questi se ne va di gran carriera su un auto nera e probabilmente facendo anche delle indicazioni con le dita al GM.

Match 1: Liv Morgan vs Rachel Fazio (1,5 / 5)

L’ambiente e soprattutto il commento sono ancora scossi per quanto accaduto poco fa e questo si trascina per tutto questo match, seguito con relativo interesse e calore dai presenti. Liv è ancora molto scolastica ed elementare nel suo conturre il match e si vede ancora una certa legnosità nel legare le varie fasi del match e le singole mosse, ma è brava ad ottenere una bella submission hold che le dà una rapida vittoria contro la jobber di turno.

Vincitrice: Liv Morgan

Post match, la biondina prende il microfono e dice che ha fatto ceder l’avversaria, senza volerla offender, e ha sentito che la divisione femminile è stata svuotata e nessuna è rimasta al livello di Asuka ma lei si pone qui pronta a combattere e sa che per molti questo suona come una condanna a morte ma vuole provare ad andare per la cintura . Il pubblico, e anche il sottoscritto, pensa che sia una pessima idea ma Liv si dice pronta alla battaglia.

Stasera, debutto sul ring di Roode alla Full Sail, il suo avversario nel main event sarà No Way Jose.

Altro video promo per SAnitY, e il mistero rimane fitto( si, non fate spoiler voialtri, v ho visti!)

Match 2: Drew Gulak vs Hideo Itami (2,5 / 5)

Terza sfida in fila per Hideo Itami contro uno dei partecipanti del CWC, mentre al commento ci dicon che Nakamura sente tutti gli altri, ma daran ulteriori aggiornamenti durante la puntata.

Prese di posizionne per iniziare e poi i due si scambian due ceffoni che lasciano il mitologico arbitro Danilo Anfibio basito, ma è poi Itami a scatenarsi di violenza con una serie di calzi e ginocchiate davvero potenti e di cattiveria. Gulak non sta a guardare e risponde con la stessa moneta e una bella powerslam contro le corde, e altri attacchi sempre sfruttando le corde, prima di passare a una sottomissione alla gamba sinistra e alle braccia del giapponese, per chiuder la fase offensiva con un high angle suplex che gli vale due. I colpi subiti svegliano Itami, che abbatte l’avversario con una serie di high kick notevoli, per poi passare alla sua combo striking, il dropkick al paletto e chiudere con la ormai sdoganata GTS vincente.

Vincitore: Hideo Itami

Match 3: The Authors of Pain vs 2 of the most unfortunate people on Earth (1,5 / 5)

Il nome dei jobber è stato gentilmente donato da Corey Graves e il match non è altro che il più classico dei supersquash da manuale. Akam e Razam fanno a pezzi i due malcapitati sotto lo sguardo come sempre compiaciuto di Paul Ellering e chiudon velocemente la contesa abbattendo con una doppia powerbomb il primo jobber e schienando il secondo con la loro combo

Vincitori: The Authors of Pain

Nel backstage Tye Dillinger viene intervistato e sa di aver avuto una pessima stagione estiva, ma ultimamente ha fatto dei progressi vincendo un paio di match e ciò gli permette di rimanere come sempre il vero Perfect Ten.

Match 4: No Way Jose vs Bobby Roode (2,8 / 5)

Molto carico il nostro ballerino in bianco pronto a far rimangiare le critiche delle scorse settimane di Roode che ovviamente invece si presenta nella maniera più GLORIOUSSSSSS possibile, senza ovviamente il montacarichi visto a Brooklyn ma con tutto il pubblico a cantare in coro e la luce degli illuminati a coprirlo e una velocità di rotazione sullo stage che lo fa assomigliare a uno dei prodotti che venivano messi in palio a Ok! Il prezzo è giusto, e come sempre il capire o no questa citazione fa capir quanto siate vecchi oppure no. Molto gigione Roode ad inizio match ma questo atteggiamento sembra irritar molto Jose che però deve subire gli attacchi precisi e potenti del più esperto avvesario, prima di reagire e metterci a sua volta forza e precisione. Match quindi molto equilibrato e Jose si prende un vantaggio spedendo l’avversario fuori ring con un braccio teso e colpendolo anche con un double axe handle all’esterno. Il caraibico sembra aver azzeccato la strategia per il match e mette in seria difficoltà Roode, che deve sfoderare una gran spinebuster per invertire il flusso della sfida e passare all’attacco,mirando in particolare gola e collo dell’avversario e usando scorrettamente le corde per tutto il tempo concesso dall’arbitro. Un bel delayed suplex di Roode porta a una reazione d’orgoglio di Jose, che ottiene un due, ma subisce un altro suplex di Roode sempre per un conteggio corto e poi il glorioussssss rallenta il match con una headlock a terra. I due continuano a colpirsi in maniera molto dura a centro ring e Jose riesce a metter a segno la sua combination di chop e pugni e poi con una bella airplane spin + TKO va vicinissimo alla vittoria ma Roode esce appena in tempo dal conteggio. Jose cerca allora di chiuder la contesa con il suo colpo stile baseball, ma Roode lo respinge con una neckbreaker e poi mette a segno una impressionante Implant DDT che gli vale la vittoria.

Vincitore: Bobby Roode

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6,5
Qualità promo
6
Evoluzione storyline
7,25
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.