A quarantotto ore da WarGames NXT si prepara all’evento e nel main event mette in palio il vantaggio numerico per il match a squadre nella gabbia che circonda il doppio ring.

Sigla e siamo nella NXT Arena e partiamo subito con l’azione con un interessante match femminile.

Match 1: Bianca Belair vs Mia Yim (2,5 / 5)

Match nato dal battibecco della scorsa settimana e buon banco di prova per le ambizioni di entrambi per candidarsi come future prime sfidanti. Buona partenza per Mia che cerca di tenere il match a ritmo contenuto e accelerare solo quando le conviene con una serie di dropkick ripetuti; Bianca si difende mandando l’avversaria fuori ring per poter riprendere fiato e contrattaccare applicando una dolorosa presa al collo in più riprese. Yim prova a recuperare terreno con buono spirito e le due si scambiano schienamenti a vicenda ma Belair resta in controllo della situazione prendendo sempre di mira la parte alta del corpo dell’avversaria e tentando in più riprese la ricerca del pin vincente. Mia riesce con grande fatica a liberarsi dalla pressione arrivata mandando a vuoto un paio di attacchi di Bianca e ottenendo un due dopo un buon Gutwrench Suplex; Belair risponde con una Spinebuster che non risulta risolutiva. Yim prova il tutto per tutto dopo un Pele Kick ma è troppo stanca per poter metter a segno un pin deciso, e il dolore subito le impedisce di metter a segno la sua Armbreaker e Bianca riesce a rovesciare la mossa nella sua K.O.D.che le vale la vittoria e il mantenimento della sua striscia di imbattibilità.

Vincitrice: Bianca Belair

Cathy è dal team face dei War Games che deve decidere chi sarà il rappresentante che se la vedrà con Kyle O’Reilly per avere il vantaggio numerico durante gli ingressi. Ovviamente si propongono subito Ricochet e Pete Dunne e i due battibeccano ma vengono zittiti da Hanson che si prende la responsabilità del match di stasera.

Rivediamo la caduta nel lato oscuro di Johnny Gargano che lo ha portato ad attaccare Aleister Black e i due si rivedranno a War Games in un match dall’alto carico emozionale.

Cathy intervista Matt Riddle sulla sua esperienza e il ragazzo sembra carico quando arriva di nuovo a importunarlo Kassius Ohno, con strepitosa maglietta nerd a tema horror, e dice al nuovo arrivato che in passato quando sono arrivati gente come Nakamura e Roode si sono misurati con lui ma invece da quando arrivato Riddle è stato solo chiacchere e circo anche un po’ trash. Matt gli risponde che il suo mondo fatto di Bro non è una pacchianata e a sto punto gli tocca sfidarlo in un match 1 contro 1 la prossima settimana e dimostrare che è in grado di passare il suo test e l’unico a finire KO sarà Ohno. Kassius se ne va un po’ stizzito ma in fondo contento di aver ottenuto ciò che voleva.

Match 2: Karissa Rivera vs Lacey Evans (1,5 / 5)

Complimenti a Karissa per il costume molto Carnevale da Rio e un viso da prima Jennifer Lopez. Sul ring non può dimostrare molto perchè viene asfaltata da Lacey Evans che vince senza fare quasi alcuna fatica.

Vincitrice: Lacey Evans

Post match, Lacey prende il microfono e promette di insegnare un po’ di grazie e sofisticatezza a tutto il resto del roster femminile guidandole con il suo esempio e per quelle che non supereranno i suoi standard si troveranno ad affrontare il suo destro letale.

Altro video recap che ci racconta la rivalità che vedrà Tommaso Ciampa e Velveteen Dream a sfidarsi per il titolo principale del roster.

E, per non farci mancare nulla ci vediamo anche un video di Kairi Sane che piange il suo baule vuoto del suo tesoro più prezioso, la cintura femminile di NXT e non vede l’ora di rimpinguarlo di nuovo dopo il 2 out of 3 falls di War Games e lo farà passando anche sul corpo delle altre ex MMA se sarà necessario.

Match 3: Hanson vs Kyle O’Reilly (2,5 / 5)

I due combattenti si presentano soli sul ring, ma ho come la sensazione che i loro compagni di squadra possano esser nel backstage pronti a intervenire se necessario per indirizzare la contesa. Kyle alla Ali cerca di ronzare attorno al mastodontico avversario ma Hanson sembra sentire i suoi colpi come punture di zanzare, costringendo O’Reilly a cambiare strategia e cercando di portare la lotta a terra ma con scarsi risultati. Hanson usa tutta la sua forza in una serie di cariche e chop al petto per indebolire l’avversario che infatti crolla fuori ring; il componente dei War Raiders non si scompone più di tanto e lo va a riportare nel quadrato ma commette un errore strategico e finisce stordito da un calcio di Kyle che, sfruttando anche le corde, con un leg screw lo fa cadere rovinosamente a terra e permette al membro degli UE di usare al meglio il suo striking sul ginocchio sinistro, presto seguito da una serie di prese che vanno a indebolire l’avversario . Hanson tenta una reazione ma un suo splash in corsa va a vuoto e presta il fianco a un altro chop block sulla gamba sinistra da parte di O’Reilly che ha capito che deve insistere su questa debolezza e non esita un secondo a colpire in ogni modo, compresa una knee lock a centro ring molto prolungata. Il War Raiders si libera con una back drop del rivale ma ormai zoppica vistosamente ma nonostante tutto riesce a mettere insieme una buona offensiva ottenendo un conto di 2 dopo una powerslam accompagnata. I due si scambiano colpi durissimi e O’Reilly finisce fuori ring dopo un calcio dritto sul mento e Hanson subito si scaglia su di lui con un suicide dive e cerca di chiudere la contesa salendo sul paletto ma ovviamente arriva Adam Cole da fare da distrazione mettendosi a urlar sulla rampa ma Hanson lo considera il giusto e va per il moonsault ma va a vuoto e questo permette a O’Reilly di tentare uno schienamento di rapina prima e poi una armbar che diventa una ankle lock sempre alla gamba sinistra da cui Hanson esce solo dopo un erculeo sforzo per raggiungere la corda più bassa. Cole ci mette del suo colpendo con un calcio di nascosto ma Hanson riesce a uscire anche a questo tentativo di pin; a zittire un polemico Cole arriva Rowe che lo cartona e lo manda a nanna cercando di caricare il compagno di team che evita con la ruota un high kick di O’Reilly e lo stende con un lariat. I due lottatori sono stremati a centro ring mentre fuori Cole fa conoscenza con i gradoni d’acciaio e scatta come prevedibile la rissa tutti contro tutti, con l’arrivo prima di Fish e Strong e il salvataggio poi di Dunne e di Ricochet che, arrivando dall’altro lato, passa dal ring e con un pescado abbatte tutti quanti. Nel frattempo sul ring O’Reilly nella confusione ha recuperato la sua cintura di campione di coppia e colpisce non visto Hanson dritto sul volto e ciò è sufficiente per ottenere il pin e il vantaggio per i War Games.

Vincitore: Kyle O’Reilly

Gli Undisputed Era se ne vanno festeggiando mentre sul ring i face si leccano le ferite, in particolare Hanson e Dunne sembrano avere problemi alle ginocchia e questo potrebbe influenzare tutta la strategia del team face in vista dei War Games.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6,5
Qualità promo
5,5
Evoluzione storylines
6
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.