Come ogni settimana è arrivato il momento della puntata di NXT, che si preannuncia bella carica.

E partiamo con un video che ci riassume le ultime settimane del feud Joe-Nakamura, con i due cambi di titolo avvenuti fuori confine americano e, per continuare la tradizione, anche oggi il titolo principale sarà difeso in esterna, stavolta a Melbourne in Australia. E proprio da questo match partiamo immediatamente!

Match 1: Steel Cage Match for the NXT Championship: Shinsuke Nakamura vs Samoa Joe (3 / 5)

Il montaggio ci risparmia il momento in cui la gabbia, mentre veniva calata dall’alto, si è aperta su un lato, ma cercatevela sulla internet perchè fa molto ridere.Parte iniziale del match a favore del campione, con Joe che deve usare la gabbia come arma per potersi difendere e non subire troppi danni. I due si combattono ormai ad occhi chiusi conoscendo le debolezze altrui e il match ricalca molto quello che abbiamo visto la scorsa settimana e Joe prova a romper l’equilibrio con una Coquina in piedi a centro ring a cui Shisuke risponde con la ginocchiata in scivolata; il giapponese tenta la fuga dalla cima del ring ma Joe lo blocca e cerca di eseguire la musclebuster dalla seconda corda come già fatto con Balor in passato ma Nakamura esce e ricambia con una powerbomb. Shinsuke decide di ingegnarsi e, appoggiandosi con la schiena alla gabbia, colpisce con la Kinshasa volante dalla terza corda a centro ring che manda al tappeto Joe; il giapponese avrebbe tempo per uscire dalla porta della gabbia ma non vuole vincere cosi facilmente e la fa richiudere e connette con una seconda violentissima Kinshasa e una terza è quella che serve a chiudere il match e presumibilmente la faida.

Vincitore e ancora NXT Champion: Shinsuke Nakamura

Ora torniamo alla NXT Arena , dove putroppo abbiamo ancora al commento anche Percy “maperchèl’aveteripreso” Watson e, prima di partire con i 4 match di qualificazione al Fatal Four Way che ci regalerà il nuovo sfidante alla cintura, torniamo sul match a 6 femminile di Toronto vinto da Ember Moon, Aliyah e Liv Morgan e sentiamo le due perdenti Peyton Royce e Billie Kay che dicono di non aver perso loro ma Daria Berenato e son ancora convinte di poter dominar la divisione..arriva Daria incazzata come una mina e di aver solo come obiettivo di fare molto male a una delle due settimana prossima, decidano chi loro… #teamDaria sempre!

Match 2: Tye Dillinger vs Eric Young (1,5 / 5)

Match in cui per una volta durano più gli ingressi che la sfida in ring, in quanto Eric parte molto forte e alla prima occasione in cui Tye prova a rilanciare la sua offensiva e cercare una finisher rapida, Nikki Cross lo attacca da dietro causando la squalifica. I Sanity continuano l’assalto anche post campanella ma Dillinger li manda anche agilmente fuori ring, ma da dietro ancora una volta arriva DAMO che, santo dio, mettiti anche una maglietta che saresti un cosi bel ragazzo(cit) e, con dei peli sulla schiena da far invidia ad A-Train dei tempi d’oro, schianta a terra il Perfect Ten e poi lo polverizza con una Senton in corsa micidiale, prima di allontanarsi guardando ancora da lontano i Sanity.

Vincitore per squalifica: Tye Dillinger

Match 3: No Way Jose vs Andrade Cien Almas (2 / 5)

Il turn heel ha fatto decisamente bene ad Almas, o almeno al suo abbigliamento, molto meno ridicolo e quasi da lottatore che va preso in considerazione. Bella partenza di Jose che sfrutta la sua maggiore stazza e prende anche in giro l’avversario, dominando il match in maniera piuttosto convincente, e costringe Andrade a qualche trucchetto sporco per poter interromper l’attacco e rilanciare a sua volta. Il match è molto equilibrato e Jose riesce anche a colpire con il suo gancio al volo, ma ottiene solo un conto di 2,e prova successivamente la Tko,ma Almas riesce ad uscire con una combo big boot + DDT modificata che gli vale la qualificazione.

Vincitore: Andrade Cien Almas

Match 4: Elias Samson vs Roderick Strong (2 / 5)

Le reazioni della NXT Arena agli stornelli di Samson son sempre spettacolari, se avessero pomodori e bottiglie di vetro troveremmo passate di pomodoro a bordo ring imbottigliate manco ci fossero delle zie del sud. Più che discreta la accoglienza per Roderick, che ha fatto bene nel match singolo nel torneo di coppia. Elias prova a metterla sulla forza ma Strong con un leg lariat volante e un back breaker si prende un break, ma si deve poi subito metter sulla difensiva contro gli assalti violenti e un pò scoordinati dell’avversario. Strong fa ricorso a tutto il suo bagaglio tecnico e infila una sequenza impressionante di mosse in corsa potenti e precise, tra cui una gutbuster di alto livello, chiusa con un big boot che vale il conto di 3.

Vincitore: Roderick Strong

Settimana prossima: Daria Berenato vs Billie Kay e il fatal 4 way per andare a sfidar Nakamura

Match 5: Oney Lorcan vs Bobby Roode (2 / 5)

Buon tifo per Lorcan, ma poi tutto diventa GLORIOUS ovviamente per l’arrivo di Bobby Roode. Partenza molto tecnica con i due che si scambiano chiavi alle articolazioni, poi Roode si perde un pò troppo a bearsi della sua gloriousitudine e lascia spazio a Lorcan, che lancia tutto sè stesso sull’avversario con una rabbia e una determinazione che ha pochi uguali e ottenendo un buon conto di 2 dopo un bel suplex. Oney con grande impegno cerca anche la supermossa dal paletto ma Roode è esperto e lo fa cadere rovinosamente e questo gli permette di passar all’attacco, usando anche il bordo del ring per far danno all’avversario. Lorcan non molla però e continua a ribatter colpo su colpo e con una running neckbreaker va vicinissimo all’upset dell’anno, come già accaduto con Dillinger. Roode riesce a uscire dalla difficoltà col solito mestiere, abbatte l’avversario con la sua perfetta spinebuster e poi GLORIOUS DDT che manda i titoli di coda.

Vincitore: Bobby Roode

Abbiamo quindi i 4 pretendenti al posto di primo sfidante: Tye Dillinger, Andrade Almas, Roderick Strong e Bobby Roode, settimana prossima la soluzione del giallo!

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6,5
Qualità promo
6
Evoluzione storyline
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.