Ultima puntata di NXT prima di Takeover Brooklyn

Dopo un tributo al compianto Jim “The Anvil” Neidhart, si inizia con un veloce riassunto della situazione per quanto riguarda il titolo massimo dello show giallo, per finire con la grafica che ci ricorda il main event del prossimo Takeover, dove Johnny Gargano e Tommaso Ciampa si affronteranno in un Last Man Standing Match.

Vengono subito introdotti gli Street Profits e successivamente i loro avversari di stasera, ovvero The Mighty.

Match 1: Street Profits vs The Mighty (2,5 / 5)

I due dei Mighty cercano subito di prendere il controllo del match isolando Ford, ma, non appena quest’ultimo dà il tag al compagno, Miller e Thorne sono obbligati a rifugiarsi velocemente a bordo ring, lasciando gli Street Profits da soli a prendersi gli applausi dal pubblico. A questo giro gli ex TM-61 riprovano la stessa tattica, ma questa volta con Dawkins. Quest’ultimo cerca di reagire, ma ecco Miller che lo rimette con i piedi per terra connettendo con una spinebuster. Dawkins ci riprova sfuggendo per diverse volte agli attacchi di Miller e Thorne, e riesce a dare il tag al compagno Ford. Ford comincia a menare di santa ragione entrambi gli avversari, mandando Miller fuori dal ring. Segue uno scambio di mosse tra Ford e Thorne. Thorne prova a reagire facendosi aiutare dal compagno a bordo ring, ma Ford riesce a respingere Miller. Thorne quindi prova con un roll-up, ma Ford lo gira a suo favore per il pin vincente.

Vincitori: Street Profits

Il duo vincitore comincia a festeggiare tra il pubblico che li acclama, mentre nel frattempo ci viene rivelato che Velveteen Dream terrà un promo stasera e che ci sarà un match tra Tyler Bate e Roderick Strong (accompagnati dai rispettivi compagni tag team).

Vediamo nel backstage Shayna Baszler che dà quelli che sono molto probabilmente dei consigli ad Aliyah in vista del suo prossimo match.

Promo registrato dell’Unidpsuted Era al completo. Roderick Strong si sente infastidito nel dover affrontare nuovamente i Moustache Mountains a Takeover Brooklyn, rammentando di come l’ultima volta hanno quasi rotto la gamba a Trent Seven. O’Reilly non capisce perché Trent Seven affermi sempre di essere al 100%, perché se fosse così, loro sarebbero allora al 1000%. In seguito Bobby Fish sbeffeggia sia i Moustache Mountains sia i War Raiders, affermando di essere, contrariamente ai due team, intelligenti. Adam Cole chiude affermando che loro non si nacondono dietro a nulla e che questa è la loro era, e che ciò è indiscusso.

Entra Kairi Sane, entra Aliyah, il match è in procinto di partire quando risuona nell’arena la musica della Baszler, che decide di sedersi al tavolo di commento, sotto la sguardo colmo di disapprovazione di Sane

Match 2: Aliyah vs Kairi Sane (2 / 5)

Match quasi a senso unico. Le due coinvolte iniziano con dei lock-up, finché Aliyah non decide di sbeffeggiare l’avversaria. Scelta infelice da parte sua, perché la Sane s’incazza e risponde con una chop all’angolo. Aliyah è costretta a chiedere il rope break. Nel frattempo Kairi Sane si distrae rivolgendo le sue attenzioni alla sua rivale al tavolo dei commentatori. Aliyah ne approfitta per guadagnare un vantaggio, che però perde subito in quanto l’avversaria tenta di sottometterla. Aliyah si salva velocemente di nuovo tramite il rope break. Breve situazione di vantaggio per Aliyah, che viene però anche in questo caso subito persa. Poco dopo Sane connette con la sua Interceptor e in seguito, dopo aver gasato il pubblico, la sua Sliding D. Queste due manovre le permettono di eseguire il suo Insane Elbow. Ma anziché andare per lo schienamento, dopo aver guardato la sua rivale seduta accanto ai commentatori con uno sguardo decisamente incazzato, decide di eseguire un secondo Insane Elbow. Ma ha forse finito? No, e dopo aver fissato di nuovo la sua rivale con una faccia ancora più spaventosa di prima, va per un terzo giro di giostra. 1, 2… kick out. A questo punto la Sane decide di uccidere la sua avversaria, e quindi via di Anchor mentre continua a fissare la sua rivale con uno sguardo quasi di psicopatica.

Vincitrice: Kairi Sane

Mentre le due rivali si lanciano le ultime occhiatacce e le ultime minacce, ci viene ricordato un altro match titolato, ovvero quello tra Adam Cole e Ricochet, tramite un video che ripercorre tutta la loro rivalità.

Pausa pubblicitaria, e si riparte con Velveteen Dream che entra sullo stage, con il pubblico che lo acclama. Dream comincia dicendo che il pubblico di NXT è divertente, come anche EC3. EC3 è divertente, è intelligente, è affascinante. Aveva la curiosità di Dream: ma ora ha addirittura la sua attenzione. EC3 ha tirato fuori un nemico dal sogno. E questo sabato, a Takeover Brooklyn, il sogno finirà. Ma ecco che a interromperlo arriva niente popo di meno che EC3 in persona, che comincia chiedendosi se quello è il suono di un cane che piange (con annesso “UOOOOOH” di approvazione dalla folla). Continua dicendo quanto è carino il suo marsupio (secondo “UOOOOOH” da parte del pubblico, seguito da un coro “fanny pack”, marsupio in inglese appunto). Poi afferma che Dream sta cercando di entrare nella sua mente malata. Lui è già stato nella testa di molte persone. Afferma anche che è finito il tempo delle chiacchere e che è arrivato il tempo di lottare. E EC3 otterrà vittoria, dopo vittoria, dopo vittoria, dopo vittoria… Questa ripetizione dà evidentemente fastidio a Dream, che in preda ad una crisi isterica interrompe EC3. Nel frattempo gli spettatori in delirio esultano tutti insieme con i classici “Yes! Yes! Yes!”. Dopo aver preso qualche secondo per calmarsi, Dream ripete quello che aveva già detto prima: a Takeover Brooklyn il sogno finirà. A questo punto EC3 si toglie la giacca, e dice che non c’è bisogno di aspettare Brooklyn, che possono farla finita subito. Dream quindi prende la sua giacca e la lancia su EC3 per poi cominciare a prenderlo a pugni. EC3 riesce a girare la situazione a suo favore e a stendere il suo avversario con la TKO.

Dopo che ci è stato ricordato dell’ultimo match della card di stasera, ecco che ci viene mostrato un video in cui Cathy Kelley ci illustra tutti i possibili sospettati riguardo all’aggressione di Aleister Black. I possibili colpevoli sono molti, tra cui i più ovvi come Gargano e Ciampa ma anche altri come l’Undisputed Era, Lars Sullivan e anche alcune superstar della divisione femminile.

Intanto ci viene fatto salire l’hype tramite un video che ripercorre l’intera rivalità tra Gargano e Ciampa, inclusa la parentesi Aleister Black.

Prima del main event ci danno notizie di Bianca Belair, affermando che si sta allenando al Performance Center per riprendersi dall’infortunio. Subito dopo viene annunciato che la prossima settimana Pete Dunne dovrà difendere il proprio titolo UK dall’assalto di Zack Gibson in un rematch dello UK Special.

Match 3: Tyler Bate (with Trent Seven) vs Roderick Strong (with Kyle O’Reilly) (3 / 5)

Bate inizia a razzo scaraventandosi contro Strong e tirandogli un calcio diretto in faccia. Strong cerca di reagire, scambio di pugni e chop tra i due contendenti ma è Bate ad avere la meglio in quanto riesce ad eseguire un back body drop. Bate mantiene il vantaggio, tenta una mossa aerea dalla seconda corda ma l’intervento di O’Reilly lo distrae e Strong riesce a sollevarlo e ad eseguire una back braker. Strong fa in modo di mantenere l’avversario a terra,  Bate tenta di rialzarsi ma niente, Strong esegue un’altra backbreaker. Dopo il pin Strong rallenta il ritmo con un abdominal stretch. Bate riesce a liberarsi dalla prese, scambio di colpi fino a che Bate non riesce (non senza difficoltà) a eseguire un’european uppercut dalla seconda corda. Bate ormai è in vantaggio e connette una mossa dopo l’altra, prima un exploder suplex seguito da una running shooting star press. Vari tentativi di schienamento fallimentari da parte di Bate. Strong ribalta la situazione a suo favore. Strong fa che partire per la sua Strong Breaker, Bate la evita, ma Strong riesce comunque a connettere con la sua terza backbreaker; Strong ci riprova con la sua mossa di chiusura, ma Bate evita anche quella. Bate riequilibra la situazione tramite un rebound lariat. Strong esce dal ring, Bate lo vede e decide di lanciarsi sopra la terza corda. Entrambi i contendenti sono sul ring, Bate tenta la sua mossa di chiusura ma O’Reilly si fa ancora vedere a bordo ring. Scambio di colpi tra gli accompagnatori rivali a bordo ring, e con l’intervento di Strong che colpisce Trent Seven entrambi si ritrovano a terra. Di nuovo scambio di colpi tra due avversari visivamente stanchi, ma alla fine Bate riesce ad eseguire la sua Tyler Driver per ottenere la vittoria

Vincitore: Tyler Bate

Lo show finisce con un gli ultimi scambi di insulti tra i due team rivali e un veloce video che ci ricorda con quale evento avremo a che vedere sabato.

Mattia Tamberi
Chiamato anche "Lo Scarso" dai suoi malfidati amici, vive nella ridente città di Torino dove frequenta il liceo classico. Appassionato di videogiochi e fumetti oltre al wrestling, con il tempo è entrato nel mondo delle indy coltivando un grande amore soprattutto per la NJPW. Wrestler preferiti: Tetsuya Naito e Chris Jericho