Prima puntata seria di NXT dopo Wrestlemania, con ben due sfide titolate nel menu di serata.

 

Si parte con la nuova sigla che con quella scena stile pogo tutti assieme sul ring all’inizio mi piace assai e poi entriamo belli spediti nella NXT Arena dove l’alone viola del campione nord americano ci annuncia che è subito il momento del primo match.

Match 1: NXT North American Championship: Velveteen Dream vs Buddy Murphy3 out of 5 stars (3 / 5)

Il mini segmento visto la scorsa settimana è la miccia che dà origine a questa contesa titolata e rivedere Murphy dopo tutto questo tempo a NXT fa riflettere sui passi da giganti che l’australiano ha fatto in questo periodo a 205, cosa su cui credo quasi nessuno avrebbe scommesso meno di un anno fa. Fase iniziale di studio abbastanza prolungata con i due che cercano soprattutto di giocare di strategia e provocazione, ma mentre Murphy cerca di tenere ad ogni costo il ritmo rallentato, Dream prova ad ogni piè sospinto delle accelerazioni ma senza rinunciare agli scambi a terra ma il tutto si risolve in un sostanziale stallo tra i due contendenti. L’ex campione pesi leggeri decide di cambiare strategia e passare a degli attacchi più diretti e ottiene un conto di due dopo una violentissima ginocchiata al volto; Dream prova una reazione ma finisce suonato fuori ring dove Buddy lo abbatte con un Tope con Hilo altissimo e poi prova di nuovo a chiudere la contesa con una doppia ginocchiata volante dal paletto ma Velveteen riesce ad alzare la spalla appena prima del conteggio di tre. Il campione sembra davvero in grande difficoltà contro le offensive di Murphy e rischia pure di cedere dopo una prolungata Sleeper Hold a terra ma al momento opportuno riesce a tirare fuori un Superkick che stende l’avversario e lascia entrambi a terra. Dream prende momento dalla situazione e parte all’attacco, mandando Murphy fuori ring e colpendolo con la double axehandle dal paletto verso l’esterno e ottenendo un conto di due dopo una variante della Codebreaker; Velveteen cerca anche la DVD ma Buddy si libera e mette a segno una tornado DDT sulla terza corda venendo però fermato sul paletto, dove i due combattono a suon di pugni e cadendo pesantemente all’esterno del quadrato per la forza dei colpi. L’arbitro parte col conteggio fuori che viene battuto da entrambi al nove, nonostante Dream sarebbe potuto restar fuori perdendo ma mantenendo la cintura; una volta rientrati i due riprendono con lo striking interrotto da Buddy con una DDT improvvisa che vale un altro conteggio corto ma l’australiano non demorde e cerca l’attacco volante come un flipping sunset flip ma Dream lo blocca e mette a segno la sua DVD con cui va a sua volta a un soffio dalla vittoria. Velveteen cerca di caricare per il moonsault dal paletto ma Buddy lo centra in pieno volto con un super kick e lo atterra con una running sitdown powerbomb ma ancora una volta il campione esce dal pin all’ultimo momento utile. Murphy mette a segno un altro running knee come ad inizio match ma sull’apron e deve risalire per un attimo sul ring per evitare il conteggio fuori; questo gli è fatale perchè riportando Dream sul paletto, questo lo colpisce con una Fameasser sulle corde, una seconda DVD e il Purple Rainmaker che vale la vittoria e la conferma del titolo

Vincitore e ancora NXT North American Champion: Velveteen Dream

Dopo qualche tempo ritorno i video promo degli Street Profits che questo giro si riprendono mentre vanno nell’ufficio del GM Regal per chiedere una shot titolata. Peccato che in quel momento escano dalla stanza proprio i WAR RAIDERS, che finchè son qui rimarranno con questo nome e che struccati e non in divisa da guerra sembrano i classici frequentatori della festa della salamella lombarda che dicono di aver sentito la loro richiesta e hanno già concordato con Regal per un match titolato per la settimana prossima. I Profits sono entusiasti di questa cosa e se la ridono di gusto, mentre alle loro spalle per motivi che non colgo in una bacheca c’è una canotta di Russell Westbrook dei Thunder.

Torniamo nell’arena e appare tra gli applausi, i cori di giubilo e i cartelli il nuovo campione di NXT Johnny Gargano che ovviamente sfoggia anche la sua nuova maglia da Johnny Champion. Gargano prende la parola e dice che sia lui che tutto il pubblico hanno atteso tantissimo tempo per questo momento e ora è contento dopo 4 anni di esser a questo punto del suo viaggio, nonostante tutti i no ricevuti, ma finalmente campione del brand. A Brooklyn ha avuto il match più duro della sua vita e vorrebbe fare dei ringraziamenti, ma sullo stage arriva Adam Cole con Fish e O’Reilly e dice che non vuole stare qui a vedere un altro giro d’amore tra Gargano e il pubblico, in quanto a New York ha avuto fortuna in quanto in qualsiasi altra occasione sarebbe stato lui il campione, avendo ottenuto il primo schienamento(ma ragazzo mio, se è un match 2 su 3 mi pare un po’ una motivazione molle…) e sarebbe il campione NXT e quindi tutto ciò che sta facendo ora è da idioti in quanto lui è il campione non incoronato e lui è solo uno sbruffone. Gargano dice che se quello che è uscito qui a urlare e sbraitare non è di certo lui e forse Cole reagisce così perchè forse c’è qualche problema nella sua boyband e magari ne vuole parlare e gli dà ragione ma poi lui ha fatto cedere nella seconda caduta e di nuova nella terza e quindi ha vinto il titolo e questo è non solo definitivo ma anche undisputed. Cole gli dice di star zitto ma viene zittito da Johnny che gli dice che se avesse perso non sarebbe qui a piangere come un bebè e avrebbe solo pensato a come trovare il modo la prossima volta di metter a segno più schienamenti. Cole gli dice di star attento a cosa desidera e si avvicina al ring ma da dietro arriva Roderick Strong che stende il campione con un calcio volante e poi fa partire il classico pestaggio 4 contro uno, con Cole che sventola la cintura davanti a Gargano prima di stenderlo con un superkick. Colpevole il ritardo degli arbitri che arrivan solo ora mentre gli Undisputed Era posano a centro ring orgogliosi del risultato ottenuto.

Rivediamo la firma di KUSHIDA prima di Takeover e lo vedremo in azione già tra due settimane, mentre vediamo come son stati piazzati gli ultimi promossi dopo il superstar shakeup di questa settimana: EC3, Lacey Evans, Ricochet, Alesteir Black e i WAR RAIDERS a RAW, mentre Lars Sullivan e Kairi Sane a Smackdown.

Match 2: Aaron Frye vs Dominik Dijakovic 1 out of 5 stars (1 / 5)

Cyclone Kick e tutti a casa, persino senza Feast your Eyes.

Vincitore: Dominik Dijakovic

Dopo lo squash, Dijakovic prende il microfono e dice che solo grazie al trasferimento della sua famiglia lui è potuto arrivare a NXT e ora per renderli orgogliosi ha messo gli occhi sulla cintura nordamericana di Velveteen Dream. Qui però si aspetta ancora il match contro Keith Lee, e che caspita!

Cathey ferma gli Undisputed Era prima che escano dall’arena chiedendogli delle discussioni post Takeover e Cole le dice che la loro forza di gruppo è ciò che fa la differenza fra lui e Gargano perché non si fanno mai coinvolgere dalle emozioni. Ad interrompere il panegirico arriva Regal che dice loro che Gargano vuole affrontare gli Undisputed ma non Cole ma Roderick Strong, Cole non sembra troppo soddisfatto di questa decisione mentre Strong, Fish e O’Reilly sono su di giri.

Veloce video recap dei precedenti tra Baszler e Sane; stasera le due si affronteranno e se Sane perde non avrà più shot al titolo femminile del roster nero giallo.

Video registrato per il duo buco nero del carisma ovvero Aliyah e Vanessa Bourne che sfidano Candice Lerae di trovarsi per settimana prossima una compagna di squadra per un match di coppia.

Match 3: NXT Women Championship: Shayna Baszler vs Kairi Sane 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Shayna si mette a bordo ring le sue due scagnozze Shafir e Duke mentre Kairi arriva senza alcun mozzo dell’equipaggio a sostenerla, anche se alcuni dei presenti della folla hanno probabilmente il grado alcolico giusto per esser dei pirati d’abbordo. Partenza molto aggressiva della piratessa che mette subito a segno la clothesline in scivolata all’angolo e un crossbody volante ad esterno ring e poi ottiene un colpo di due dopo il suo forearm dal paletto. Shayna è scossa e tenta una reazione a suon di striking e ottenendo un due dopo una bella ginocchiata in corsa e ottenendo il controllo della contesa puntando soprattutto sui colpi diretti più che sulla lotta a terra. Sane riesce a evitare una carica al paletto e subito colpisce con la Interceptor ma non riesce a capitalizzare con uno schienamento ripiegando su alcuni colpi in corsa e una running neckbreaker a cui fa seguire la Anchor costruita in maniera molto spettacolare da cui Baszler si libera solo grazie alla presa sulle corde. Shayna è molto provata e Kairi cerca di giocarsi il tutto per tutto, mettendo a segno una InSane Elbow al collo ma viene fermata da un enziguri mentre ne tenta un secondo; Baszler cerca quindi il superplex ma non ha abbastanza forza e resta appesa a metà e Sane subito mette a segno un double foot stomp che fa rotolare la campionessa fuori ring. Kairi cerca allora il Flying Kabuki Elbow ma va malamente a vuoto andando persino a sbattere violentemente contro le barricate. Baszler ovviamente ne approfitta riportando l’avversaria sul ring e applicando una serie di torsioni violente al braccio infortunato e ottenendo un conto di due dopo un Side Suplex. Baszler decide di insistere con una presa triangolare al braccio ed è Sane questa volta a salvarsi grazie alle corde e rotolando fuori ring dove l’arbitro decide di chiamare un medico per far controllare il danno al gomito e presto arriva anche Io Shirai a veder come sta la compagna e amica. Baszler si riprende di forza l’avversaria sul ring per colpirla col il suo stomp al gomito infortunato ma arriva Shirai che la spintona via prima del colpo, causando però la squalifica di Kairi chiamata prontamente dall’arbitro.

Vincitrice per DQ e ancora NXT Woman Champion: Shayna Baszler

Shirai e Baszler si fronteggiano a centro ring ma la giapponese viene presa da dietro e spinta fuori ring da Shafir e Duke, che la sbattono contro barricata e apron e la bloccano in una presa e la costringono a vedere Baszler che colpisce il gomito di Sane che resta in un mare di lacrime a centro ring, mentre le tre Horsewoman rimaste si bullano di quanto fatto sull’apron, con Io che lancia verso di loro una serie di improperi in giapponese che significano vendetta vera alla prima occasione.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6,5
Qualità promo
7
Evoluzione storylines
6,5
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.