Smaltiti in parte i bagordi, i pranzi e gli alcolici natalizi resta da scartare solo l’ultimo pacco dono di NXT per l’anno solare 2018 e come cadeaux troviamo ben due match belli cicciotti con in palio posti titolati e cinture.

 

Entriamo subito nella NXT Arena dove gli Heavy Machinery si stanno già scaldando in vista del loro match titolato contro gli Undisputed Era ma il ring chiama per l’altro match pesante della giornata.

Match 1: Fatal Four Way for the N°1 Contender for the NXT Women Championship: Io Shirai vs Bianca Belair vs Lacey Evans vs Mia Yim (2,5 / 5)

Pubblico abbastanza diviso tra Io e Bianca, e Lacey decide di far lottare prima le altre e non volersi sporcare le mani. Mia e Io lavorano insieme per indebolire Belair e Yim le vola addosso fuori ring, subito seguita da Shirai. Le due rientrano e di nuovo assieme si prendono cura di Lacey colpendola ripetutamente all’angolo, ma Mia colpisce per sbaglio con un roundhouse kick la giapponese, permettendo a Evans di riprendersi e passare al contrattacco ottenendo un conto di due dopo una gomitata in springboard. La Lady di NXT colpisce le due face con una doppio broncobuster per un conteggio corto e continua a dominare il match, aiutata anche da Belair che non riesce proprio a entrare nella contesa e resta confinata fuori ring. Io tenta il roll up ma fallisce e si deve difendere da un altro tentativo di pin di Lacey; finalmente Belair cerca di far qualcosa con una Torture Rack su Io e poi in combo tenta di colpire Shirai, ma Yim neppure fosse un tag team match la salva e la usa per colpire le avversarie. Bianca e Lacey si litigano il pin e poi partono a colpirsi con Yim che cerca di approfittarne con un German Suplex con ponte che vale solo due. Shirai si riprende e colpisce con una doppia ginocchiata volante Evans ma si becca appena atterrata la Spear di Bianca e tutte e quattro le lottatrici restano a terra. Belair fa il giro dei 3 cantoni cercando lo schienamento vincente ma le tre avversarie escono dai rispettivi conteggi, e Shirai le rifila di risposta un double foot stomp a cui fa seguire la sua 619, o quale diavolo sia il prefisso di Osaka, e un missile dropkick dalla terza corda. Evans interrompe il conteggio e caccia la giapponese dal ring, si trova di fronte Mia a cui assesta il suo Women’s Right ma non riesce a strappare il pin vincente. Shirai si riprende, stende la bionda e mette a segno il suo moonsault dal paletto ma al momento dello schienamento arriva Bianca che la prende a scudisciate con la sua coda di cavallo, cosa che non le vedevamo fare da un po’, lancia la giapponese fuori ring e mette a segno la KOD su Lacey Evans che le vale vittoria, striscia di imbattibilità intatta e un biglietto per Phoenix per sfidare Shayna Baszer per la cintura femminile.

Vincitrice e N°1 Contender: Bianca Belair

Match 2: Mitch Taverna vs Jaxson Ryker (1 / 5)

Mitch Taverna ha un cugino, Jack Tinello. Perché una battuta cosi ignobile? Perché tanto questo è uno squash e han dovuto tipo rifare 3 volte il finale ai taping che si son persino dimenticati di rimetterci sopra il commento e ciò fa notare ancora di più il disinteresse totale del pubblico nei confronti dei Forgotten Sons.

Vincitore: Jaxson Ryker

Video promo per Velveteen Dream, di cui sono molto sorpreso non sia stato incluso nelle nuove promozioni nel main roster, a meno che lo vogliano tener come sorpresa. Il nostro fa veder tutto ciò che ha fatto quest’anno e i complimenti che gli sono arrivati dai grandi del business.

Ritorniamo al finale del cage match di settimana scorsa in cui Ciampa e Gargano sembrano esser tornati sulla stessa lunghezza d’onda colpendo con la finisher dei DIY Aleister Black. Andiamo nello sgabuzzino del campione NXT che dice che settimana scorsa ha finalmente dimostrato come ci sia qualcuno che finalmente lo è stato a sentire nei suoi lunghi monologhi e quel qualcuno è ovviamente Gargano che ha deciso di seguire la sua leadership e questo gli ha permesso di schienare Black. Ciampa dice che Gargano meriterebbe un premio per la sua fedeltà e suggerisce al GM di dargli una shot titolata contro Ricochet per il titolo Nord Americano e ciò li porterebbe ad arrivare a realizzare il loro sogno di dominare NXT con tutte le cinture singole nelle loro mani e ciò sarebbe una scena stupenda da realizzare alla fine di Takeover Phoenix e con tutto il potere nelle loro mani le possibilità sarebbero infinite.

Settimana prossima: il meglio del 2018 + Matt Riddle vs Kassius Ohno.

Match 3: NXT Tag Team Championship Match: Heavy Machinery vs Undisputed Era (3 / 5)

Presentazioni in grande stile come per ogni match titolato e notiamo come Strong e O’Reilly sono soli sul ring senza la compagnia di Cole e Fish a bordo ring. Buona partenza di Tucker Knight che lavora a terra Strong usando la sua base di wrestling amatoriale e la sua potenza e riesce a difendersi egregiamente contro i calci di O’Reilly dando il cambio a Dozovic che di forza lancia Strong per il ring, chiudendolo al proprio angolo e ottenendo un conto di 2 dopo una bella combinazione di coppia. Gli sfidanti sembrano aver studiato bene il piano partita e non lasciano tregua ai campioni, che provano a usare qualche trucchetto ma sembrano non aver idea su come difendersi fino a che O’Reilly distrae l’arbitro e Strong può mettere a segno una backbreaker su Knight dritto sul bordo del ring. I campioni riescono a riequilibrare la contesa usando dei cambi veloci e lo striking preciso su Knight di cui viene preso di mira il ginocchio sinistro che viene colpito usando anche le corde come arma. Tucker si difende come può dagli attacchi degli avversari uscendo dai innumerevoli conteggi e dalle sottomissioni che gli vengono applicate e di pura forza riesce a reagire con un lariat su Strong e può ottenere il cambio a Otis che con la solita grande energià mette a ferro e fuoco il ring e i nemici, colpendo Roderick con il suo Caterpillar. Tutti e quattro i lottatori sono sul ring e gli Heavy Machinery riescono a colpire O’Reilly con una mossa combinata chiamata Hoss Toss che vale loro un conto di 2 lungo; Knight cerca addirittura il moonsault dalla terza corda ma va a vuoto, lasciando Dozovic solo contro due ma Otis si difende e con un lariat potente ma non precisissimo ottiene un altro conteggio corto. Anche Otis va dal paletto ma si becca un step up enziguri da Strong che lo raggiunge in quota e con l’aiuto di O’Reilly mettono a segno una Tower of Doom ma non ottengono il conteggio vincente. Dozovic tenta ancora di difendersi e esce da un altro conteggio dopo un altra serie di colpi combinati ma nulla può dopo la versione modificata in corsa della Total Elimination che permette a O’Reilly di mettere a segno lo schienamento vincente.

Vincitori e ancora NXT Tag Team Champions: Undisputed Era

Gli Heavy Machinery restano sul ring a rimuginare sugli errori che non gli hanno permesso di ottenere le cinture, mentre Cole e Fish arrivano sullo stage a festeggiare i compari con ancora le cinture alla vita.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6,5
Qualità promo
6,5
Evoluzione storylines
6
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.