Dopo l'ultimo live show di NXT, Kevin Owens si è dimostrato padrone incontrastato del brand nero giallo; qualcuno si opporrà al suo dominio? E Samoa Joe si farà vedere anche nelle puntata settimanali? Report a cura di Marsupilami

 

 

Prima della sigla, bel video di recap su Takeover Unstoppable con giusto spazio per il match titolato delle divas e il main event con l'arrivo di Samoa Joe a salvare Sami Zayn da Kevin Owens.

 

E dopo la sigla entriamo alla NXT Arena e sentiamo la theme song di Sami Zayn…ma in realtà è il maestro trollone Kevin Owens che si palesa sullo stage,sempre con la maglia di John Cena in vista della sfida di Elimination Chamber e di cui rivediamo anche il secondo attacco del nostro campione nei confronti di Cena a Raw. Owens prende il microfono e dice che voleva aprire anche lui una Open Challenge, ma lui non è un insicuro e non ha bisogno di mettersi in gioco ogni volta contro chicchessia perchè a lui piace che la gente si guadagni le proprie possibilità di andare per il titolo NXT. Il pubblico sembra gradire e fa partire anche il coro, di cui ricordo sempre che il Kollettivo Pan di Stelle ha il copyright, John Cena Sucks ma Owens dice che è sorpreso del fatto di non aver mai sentito la folla cantare lo stesso coro a Sami Zayn che fa schifo allo stesso modo se non in maniera maggiore. Qualcuno lo ha chiamato una brutta persona, ma ciò non è vero perchè Owens si chiama un buon uomo perchè, per esempio, non sentiremo più la orrenda theme song di Zayn dopo Takeover e si dichiara sorpreso perchè la gente si stupisce ancora del fatto che ha mantenuto la parola e ha fatto a Sami quello che gli aveva promesso, mandandolo all'ospedale, mantenendo la cintura e i benefici per la sua famiglia. Un altro esempio del fatto che è un buon uomo è dato dal fatto che quando è apparso Samoa Joe ha preferito lasciar godere il pubblico e non si è ritirato perchè ha paura e chi dice ciò è più ridicolo dei colori delle magliette di John Cena.(ben giocata Owens, ben giocata). Il motivo per cui se ne è andato dallo scontro con Joe è per lasciare un buon ricordo al pubblico per quanto fatto a Zayn ed è pronto ad affrontare il samoano e fare anche a lui lo stesso trattamento che han subito in tanti qui ad NXT in uno schiocco di dita, e lo stesso trattamento sarà dato a John Cena a Elimination Chamber e ciò lo speriamo un pò tutti.

Arriva a sorpresa il GM Regal che ricorda al campione che sta camminando su un filo sottile, e Owens lo blocca subito dicendo che la capocciata rifilata all'inglese a Unstoppable è stata una reazione al fatto che sia stato Regal il primo a metter le mani addosso, e William sembra esser d'accordo dicendo che questo è l'unico motivo per cui non è stato cacciato da NXT. Negli ultimi 6 mesi c'è stato un sacco di gente portata via in barella come Riley, Neville, Itami( di cui Owens dice di non aver nulla a che fare, diventando una bella copia di Pinocchio), e Zayn, e Owens rovescia la colpa di quest'ultimo allo stesso Sami e a Regal che ha deciso il match. Dal backstage a sorpresa emerge Solomon Crowe che si dice stufo di ascoltare queste cose e soprattutto la questione di non affrontare gente perchè in fondo è un uomo spaventato e che invece che un buon uomo Owens sia un pezzo di merda. Kevin si dice colpito e dice che Crowe si è meritato una chance di vedere quanto sia un buon uomo e Regal approva, decretando il main event di questo episodio. Owens se ne va dicendo di preparare una barella perchè Solomon sarà il prossimo a non uscire sulle proprie gambe dopo un match con il campione.

 

Torniamo a settimana scorsa e al momento in cui è stato trovato nel parcheggio Hideo Itami con un infortunio alla spalla, e andiamo da Itami nella infermeria che conferma di esser stato attaccato da Vacant nel backstage e che è stato operato, ma quando tornerà riprenderà il suo viaggio verso la gloria.

 

E sempre dal backstage, una smeraldina Renee Young intervista il sempre abbronzato Zack Ryder che si trovava nel pubblico e che si dichiara entusiasta dell'ambiente e quant'altro, quando arriva la versione ritardata di DJ Francesco, che dio li fulmini entrambi, ovvero Mojo Rawley che urla sbraita e se ne va…poor Ryder..

 

Match 1 : Bayley vs Emma(2,5/5)

A proposito di cose che non vedevo da anni, ma si stava bene uguale, Bayley regala al pubblico quei braccialetti auto bloccanti che negli anni Novanta andavano tanto.Cambio di theme song e di trucco per Emma, molto dark style, che si porta dietro quella che da voi amici dei commenti è stata commentata come polifosfato organico con i bicipiti, ovvero Dana Brooke.

Contesa molto equilibrata, dove Emma sfogge uno stile di lotta molto più aggressivo e deciso rispetto al passato a cui Bayley cerca di controbattere con l'agilità e la resistenza agli attacchi Il pubblico è tutto dalla parte di Bayley che reagisce e mette a segno diversi attacchi ma, al momento di attaccare dal paletto, Emma è furba a bloccarle la gamba, trascinarla al tappeto e applicare la sua mossa di sottomissione, la Emmalock che risulta vincente.

 

Vincitrice: Emma

Nel post match Emma e Dana attaccano Bayley e Charlotte prova a salvare ancora una volta la giornata, ma finisce vittima anche lei degli attacchi a 2 delle avversarie, ed è Dana a chiuder con la sua finisher sulla ex campionessa NXT.

Torniamo a Unstoppable e al match tra Rhyno e Corbin, con quest'ultimo che viene intervistato da Reneè e si bulla della sua vittoria, ma il Man Beast arriva e dice che è stato divertente esser sul ring e gliela promette per una prossima volta sul ring.

Rivediamo il bel video dedicato a Becky Lynch, aggiornato a Unstoppable, comprensivo di ovazione finale tributatagli dalla NXT Arena.

Match 2: Elias Simpson & Mike Rollins vs Blake & Murphy(2/5)

A rendere più piacevole la fastidiosissima entrance dei campioni ci pensa la neo heel Alexa Bliss, che con fare da stronza e vestitino rosso nero con ciocche di capelli in tinta guadagna punti nella classifica della gnocca. I due jobber metton in iniziale difficoltà i campioni, in particolare Rollins che sembra un sosia del buon vecchio Chuck Palumbo, ma poi Blake & Murphy anestetizzano gli attacchi con numerose prese a terra fino ad accelerare il giusto per connettere con la loro combo running suplex + crossbody che vale loro la facile vittoria.

Vincitori: Blake & Murphy

A fine match, anche Alexa partecipa alla festa e assesta la sua Sparkle Splash al malcapitato Simpson.

E ritroviamo il trio dalla solare Devin che chiede alla ex fatina come mai questa nuova relazione. Dopo aver per l'ennesima volta perculato la povera intervistatrice, Alexa ci spiega che a lei piacciono i vincenti, lei è una vincente e i vincenti tendono prima a poi ad raggrupparsi, non sappiamo se in senso biblico o meno. In ogni modo, la Bliss comincia poi a prender in giro Carmella, in quanto regina di Staten Island che è famosa per la discarica ed è posto adatto a lei, e ce la rispedirà settimana prossima dopo il loro match.

Match 3: Tye Dillinger vs Finn Balor(2/5)

Se volevate un bigino in 4 minuti di cosa sia Balor a NXT, questo match fa per voi. Abbiamo infatti il solito ingresso coinvolgente senza paint ma con urla del pubblico, l'esplosività sul ring, la capacità di resistere agli attacchi dell'avversario prima di esplodere nelle su manovre caratteristiche, Slingblade, Dropkick al paletto, Coup de Grace e saluti al buon Tye, che resta un prospetto su cui lavorare perchè la base c'è.

Vincitore: Finn Balor

L'intervistatore Ciccio come sempre viene mandato a fare le interviste sfigate e in questo caso va in palestra a intervistare Jason Jordan, che dice di avere un piano per tornare al top e gli serve solo un compagno e arriva Chad Gable che, oltre a un asciugamano con il suo nome stampato a caratteri cubitali, dice d'esser l'uomo giusto, visto il suo passato da lottatore di lotta greco romana che l'ha portato anche alle Olimpiadi. Jason non sembra molto convinto della proposta, ma almeno rimedia un asciugamano omaggio..

Match 4: Kevin Owens vs Solomon Crowe(2/5)

Pubblico molto carico per Crowe che però casca nella trappola di Owens di andarlo a cercare fuori ring, finendo subito nella grinfia del campione NXT che lo attacca subito molto duramente sia dentro che fuori il quadrato e mantenendo sempre il controllo della contesa. Il dominio del campione è netto e indiscutibile e Solomon non riesce a opporre una resistenza credibile, restando alla mercè di Owens per diversi minuti e provando con la forza della disperazione a metter in piedi un qualche tipo di rimonta, culminata in un bella ginocchiata in corsa. Owens è però inarrestabile, non si lascia metter in crisi da cosi poco e con una senton prima e la Pop Up Powerbomb poi chiude il match.

Vincitore: Kevin Owens

Kevin vuole dare il trattamento completo allo sventurato Crowe e va per la powerbomb sull'apron ring, ma viene fermato il tutto dall'arrivo, con tanto di titantron e asciugamanone senza scritte, di Samoa Joe che sale sul ring intenzionato a fare tacere il campione che, anche questa volta, evita il contatto andandose dal ring e dicendo che quello che ha fatto a Crowe è ciò che aspetta Joe al prossimo incontro di due, prima di abbandonar la scena facendo il verso a John Cena, con tanto di catchphrase e mimica della mano di fronte al viso.

 

Puntata: 6,5/10

 

Cosa mi è piaciuto: puntata in cui abbiamo avuto la celebrazione del momento clamoroso di forma di Owens, in questo momento il punto d'attenzione più interessante non solo di NXT ma di tutta la WWE, e lo squash nei confronti di Crowe ci sta alla grande. Cresce l'attesa per la sfida con Cena di EC e per l'incontro con Joe, che prima o poi accadrà. Per il resto, convincente il cambio di stile sia di Emma che della Bliss, a dimostrazione che turnarla heel potrebbe esser stata una signora mossa.

 

Cosa non mi è piaciuto: wrestling un pò sacrificato in questa puntata,match di Balor un pò fine a sè stesso ma è Balor e ci sta e purtroppo è tornato Rawley, e il futuro team con Ryder cosi a naso non promette nulla di buono.

 

E' tutto, a settimana prossima!

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.