Come ogni mercoledi post Takeover, andiamo a riavvolgere il nastro di quanto accaduto nella notte tra Sabato e Domenica, riflettendo su quanto visto e su quali saranno i possibili risvolti futuri per il roster di NXT. Non c’è stata alcuna aggiunta all’ultimo minuto, quindi 5 in match alla vigilia erano e 5 andremo ad analizzare.

Nxt Tag Team Championship: Undisputed Era vs War Raiders

Ottimo inizio per lo show con l’ennesimo bel match nella categoria tag, che rimane una delle parti più solide e costanti nel tempo di NXT. L’incontro è stato molto intenso e di grande ritmo fin dalle prime battute, con gli Undisputed che hanno cercato molto spesso di tenere divisi i Raiders per lavorare su un componente alla volta. Gli sfidanti hanno mostrato grande resistenza e di incarnare perfettamente il loro stile di vita e nella seconda fase del match hanno tirato fuori tutta l’aggressività e creando quello stato di caos controllato che spesso circonda i loro incontro e gli permettono di sfruttare al meglio la potenza di Rowe e l’agilità fuori dal normale di Hanson. Il cambio di titolo, per quanto prevedibile, è stato ben realizzato e credo sia solo il primo step di una rivalità che credo possa durare ancora alcuni mesi e caratterizzare la prima parte del 2019.

Kassius Ohno vs Matt Riddle

Match su cui ho alcuni pensieri positivi e altri negativi. La contesa è stata più che sufficiente e ha raccontato una storia coerente con quanto visto in tutta la faida, con Ohno che ha cercato di brutalizzare in ogni modo Riddle e poi, alla prime reazioni, diventare un heel fifone e pronto a qualsiasi trucchetto. Ho anche apprezzato la chiusura con le gomitate in stile MMA di Riddle che sono una piacevole variazione e portate con quella intensità è credibile. I miei dubbi sono proprio sul re dei Browser che,fatto salvo un discreto lavoro di selling, non ha secondo me per ora fatto degli avanzamenti importanti sul lavoro in ring e nelle sue future faide non credo che potrà appoggiarsi su un veterano solido come Kassius e dovendo andare sulle sue gambe dovrà sicuramente far vedere dei miglioramenti più sostanziosi.

NXT North American Championship: Ricochet vs Johnny Gargano

Ci sono match in cui a volte è difficile estrapolare un senso, le scelte di booking o trovare degli spot interessanti. Poi, per fortuna, esistono i match come questo dove le parole sono superflue e non renderebbero giustizia a quanto visto. Già da ora si pone in pole position come candidato a match dell’ anno per qualità del lottato, spot spettacolari, racconto della storia e risultato finale soddisfacente. Non mi aspettavo il cambio di titolo e Gargano che abbraccia da solo il suo nuovo lato oscuro, omaggiando il suo burattinaio Ciampa con la DDT sulla nuda terra che ha fatto da vero elemento di rottura dell’ equilibrio nell’incontro. Ricochet sul ring è una certezza ed è forse la vera evoluzione dell’ highflyer moderno, che unisce grandi momenti spettacolari a una conoscenza di tecnica e potenza pari a quello dei lottatori di peso maggiore e sicuramente per lui ci saranno grandi spiragli di successo di qui  in avanti e potrebbe essere davvero lui, in ottica Main, quell’erede del Mysterio dei tempi migliori, non quello che fa i kebab con la panza alcolica, ma il lottatore intrepido che butta cuore e volontà oltre gli ostacoli più alti regalando gesti atletici fuori dal comune.

NXT Women Championship: Bianca Belair vs Shayna Baszler

Avevo grossi timori per questo match in fase di presentazione e devo dire che il match in parte li ha smentiti ma con lo stesso peso li ha confermati. La prima parte del match, diciamo fino al ref bump, è stata nei canoni dell’ accettabilità, un discreto ritmo e una storia che metteva in mostra le foto delle due atlete mascherandone i difetti e rendendo la contesa per lo meno piacevole. Dal momento dell’ uscita di scena dell’ arbitro però il match ha preso una piega che non ho capito. Il doppio run in di Duke e Shafir è stato goffo e inutile(e qualcuno insegni alla Duke a correre e a cadere di faccia, è sgraziata in maniera imbarazzante) e ha solo rallentato il tutto, così come il triplo sforzo di Belair per uscire dalla sottomissione di Baszler è stato forzato, ripetitivo e poco incisivo e utile solo ad allungare il brodo per un altro paio di minuti,lasciando anche lo spazio per una rivincita che,ora come ora, non ho per nulla interesse a vedere a meno di una buona costruzione di faida.

NXT Championship:Aleister Black vs Tommaso Ciampa

Buono anche il Main event di questo Takeover anche se forse è stato un po’ meno incisivo di quello che mi sarei aspettato. Forse a fregarmi è stata l’aspettativa molto alta che avevo nei confronti di questo match o forse il modo in cui hanno voluto raccontare la storia dell’ incontro, con grande importanza agli attacchi al ginocchio di Black, o forse una sequenza finale non così incisiva come in passato, ma fatto sta che il match mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca e la sensazione che sia mancato qualcosa per passare al livello successivo. La vittoria di Ciampa netta dovrebbe essere il punto che segna la parabola discendente di Black nel roster nero giallo, dove credo rimarrà ancora qualche mese più per forma che per altro e un passaggio nel Main roster fisso dal post WM. Ciampa ora è quasi intoccabile e faccio al momento fatica a vedere chi possa andarlo a disturbare veramente ed essere uno sfidante credibile nel prossimo Takeover.

Considerazioni finali

NXT Takeover è stato un buon evento ma non tra i più memorabili della storia dei live event del roster di sviluppo WWE. Di buono ci portiamo via un buon match di coppia e il fantastico match per il titolo degli Stati Uniti ma il resto è stato una tacca sotto la media di quanto siamo abituati a vedere. La scena finale di Ciampa e Gargano insieme con le cinture è di impatto e ci fa capire come i prossimi mesi saranno ancora incentrati su di loro; la curiosità ora è vedere chi si opporrà a questa nuova versione del duo al potere solo e incontrastato. Per assurdo, è Gargano ad avere forse la rosa di possibili avversari più ampia e pericolosa mentre al momento non si vede nessuno che possa, per status e carisma, andare a creare una seria minaccia per Ciampa. Lo stesso discorso si può fare anche per il lato femminile anche se la sensazione è che daranno a Belair una seconda opportunità al titolo. Ci aspetta quindi una strada verso Wrestlemania e il Takeover connesso al momento abbastanza nebulosa e speriamo che le puntate settimanali ci possano offrire una costruzione degna di un evento di cosi tanta importanza.

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.