Signori, bentrovati alla Full Sail University per NXT Takeover: The End. Si parte con un video che ci ricorda tutte le star WWE passate da NXT allo show principale e un recap rapido dei match della serata e poi si entra una carichissma NXT Arena rifatta da cima a piedi

Match 1: Tye Dillinger vs Andrade Cien Almas (2,5 / 5)

Super accoglienza per il Perfect Ten da parte del pubblico della Full Sail, con tanto di super giacchino. Bocciatissimo l’outfit del debuttante Almas che è in total white, con cappello con piuma e pantalone con bretella che manco Savio Vega,, che meno male si leva e lascia un pantalone azzurro più guardabile. Prima fase di scambi veloci molto apprezzabili da entrambe le parti e Cien che con un paio di mosse aeree fa veder tutta la sua esplosività dentro e fuori dalle corde. Tye riesce a fermare gli attacchi con una bella backbreaker e prova anche ad attaccar dal paletto ma Andrade rsponde con un moounsault ritardato dopo esser atterrato. Andrade si carica in verticale sul paletto ma Dillinger lo prende secco con un potente Superkick . Dillinger prova a colpire con la Tie Breaker ma si prender prima una Cartwheel double knee e poi un altro dobule knee in corsa all’angolo portano alla vittoria per il debuttante messicano.

Vincitore: Andrade Cien Almas

Triple H parlerà su Facebook dopo l’evento, mentre Nia Jax si riscalda, o non trova le chiavi di casa non si capisce.

Match 2: NXT Tag Team Championship: The Revival vs American Alpha (4 / 5)

Partenza subito molto intensa del match, con il pubblico che inneggia a Gable che per una volta ha la peggio nella fase iniziale e non riesce almeno in partenza a metter in atto le sue azione tecniche ma poi con degli legdrag particolari riesce a fermare Dawson e a dare poi il cambio a Jordan. Standoff a centro ring con tutti e 4 e scazzottata che si chiude con una doppia ankle lock dei campioni. Continua il dominio degli Alpha che tengono Dash in scacco fino alla classica furbata di Dawson che si prende un cambio non proprio legale ma non riescon proprio a mettersi in moto e finiscono di nuovo fuori ring dopo una doppia clothesline volante di Gable e un doppio dropkick. In qualche modo i Revival si rimettono in scia dopo una sorta di 3D fatta sulle corde su Chad che gli permette di portar il rivale nel proprio angolo e metter a segno le loro classiche manovre di coppia molto fisiche e con poco spazio per i ricamini. Di cuore Gable le prova tutte per dare il cambio ma viene livellato da una Spinebuster di Dawson, e lo stesso fa Dash con una serie di spallate e Gable si libera con una armbar verso l’esterno del ring. Manovra volante dal paletto dei Revival che porta a un conto di 2 per Dawson ancora ma finalmente arriva l’hot tag per Jason che come sempre è on fire e con un Exploder Suplex va vicinissimo alla vittoria, cosi cosi ancora vicinissimi ci van i Revival dopo una gran manovra combinata. Scambi durissimi a centro ring e gli Alpha provan a spezzare l’equilibrio con una combo superkick+ suplex. Chad prova con la Ankle lock su Dawson ma viene bloccato da un attacco da fuori ring di Dash, e i Revival provano la powerbomb in coppia dal paletto ma la manovra viene rovesciata in una belly to belly volante di Chad Gable. I campioni cercando quindi di attaccare con la Grand Amplitude ma viene bloccata con Gable lanciato fuori ring, la Shatter Machine a segno su Jordan e i Revival si riprendono le cinture diventando il primo team a diventare 2 volte campioni di coppia di NXT!

Vincitori e nuovi campioni di coppia NXT: The Revival

American Alpha attaccati da dietro da una coppia sconosciuta, due bestioni a cui non han montato il collo…dopo il loro attacco appare Paul Ellering, ex manager dei Road Warriors che richiama le bestie a sè.. per farci capire sembrano i gemelli meno grassi del fu Brodus Clay, ma con il cosplayer dello Shield.

Asuka si riscalda e dietro di lei arriva Bayley che le stringe la mano in segno di rispetto, ma anche a dire nun te fa batter da sta pippa.

Match 3: Austin Aries vs Shinsuke Nakamura (4 / 5)

Double A arriva con tanto di nuova mantellina ma anche una fasciatura molto vistosa sugli addominali e sostanziale freddezza della NXT Arena, che si scalda invece alla prime note di violino di Shinsuke che fa il suo solito supercarismatico ingresso.Prima fase di studio con molto chain wrestling e molto trash talking con Nakamura che mette a segno i primi colpi importanti ma Aries che contrattacca puntando il ginocchio sinistro del giapponese e poi con una gomitata volante dalla corda centrale ottiene il primo 2. Double A sembra aver il numero dell’avversario e risponde bene a tutti gli attacchi che gli vengono lanciati e cerca deliberatamente di tener il ritmo della contesa controllato e concentrando i danni in pochi punti del corpo nemico per ottimizzare i risultati. Nakamura si risveglia con un back leg lariat e poi parte con la compilation di calci che si chiude con la ginocchiata agli addominali all’avversario all’angolo. Battaglia molto fisica ora con Aries che cerca di aprirsi con dei colpi alla testa e poi con una roaring elbow manda Nakamura fuori e poi lo colpisce con un volo tra le corde, ma il conteggio successivo è solo di 2. Improvvisa triangle choke di Nakamura e Aries col piede si appoggia alla corda, ma Shinsuke parte con le ginocchiate a terra, ma la Kinshasa viene parata, suplex e poi Last Chancery perfettamente applicata a centro ring e il giapponese a fatica si rifugia nelle corde. Hurracanrana dalla seconda corda e dropkick al paletto di Aries, che va per la 450 splash ma va a vuoto. Scambi di forearm sull’apron ring e Enziguri risolutivo di Nakamura ma Aries risponde con una DVD sull’apron devastante. Nakamura sembra destinato a perder per count out ma Aries vuole strafare e prova di nuovo il Volo fra le corde ma lo fallisce sbattendo violentemente contro la balaustra; da qui la strada è spianata per Nakamura che va con ginocchiata dalla seconda corda, reverse exploder e Kinshasa a segno che vale la vittoria.

Vincitore: Shinsuke Nakamura

Match 4: NXT Woman Championship: Asuka vs Nia Jax (2,8 / 5)

Nuovo costume della festa per la sfidante, accolta stile ghiacciaia. Meglio Asuka, che quando leva la maschera e tira fuori la linguetta ha un suo perchè. Presentazioni di rito e arbitro il leggendario Danilo Anfibio. Asuka prova a girar attorno all’avversaria ma si trova presto a dover soccomber alla massa e alla potenza di Nia che la tiene chiusa al paletto. Asuka prova con una abdominal stretch e con degli attacchi volanti ma viene bloccata da una backbreaker da Nia che continua a mirare la schiena nemica e riesce anche ad evitar la slepeer che le causò problemi contro Bayley. Asuka prova a iscriversi alla sagra della Triangle ma viene sollevata e sbattuta al paletto e poi viene piegata come una bindella attorno al paletto stesso. Bearhug prolungata della sfidante che Asuka risolve con una kneebar che solo per un momento mette in difficoltà Jax che risponde con la spinebuster. La sua legdrop va a vuoto e finalmente Asuka riesce ad attaccare con decisione e mette anche a segno l hip attack ma non basta. La giapponese ha preso ritmo però e va con una serie di sottomissioni consecutive che indeboliscono la gigantessa che non cede però, ma Asuka parte con una serie di calci diretti alla testa e al quarto colpo in corsa riesce ad abbatter il mostro e a ottenere il pin che le fa mantenere la cintura.

Vincitrice e ancora NXT Woman Champion: Asuka

Andrea de Marco, nuova intervistatice, parla con Regal in merito al main event, ma dietro di lui passa BOBBY ROOOOOOOOOOOODE e deve lasciar li la fanciulla.

La gabbia si chiude non dall’altro ma con i 4 lati che arrivan separatamente dall’alto, molto figo, andiamo con il recap della faida per il titolo e nostro main event, non prima di salutar Nerd Neville nel pubblico.

Match 5: NXT Championship: Samoa Joe vs Finn Balor (4 / 5)

Sto giro il primo a entrare è il demone che butta letteralmente giù una gabbia prima di entrare nel ring, o meglio, scavalcare la gabbia prima di mettersi su un paletto ad attender il campione che si prende tutto il tempo del mondo per entrare nella gabbia d’acciaio. Joe cerca la fuga subito dalla porta ma Balor lo piglia e se lo comincia a lavorare e sembra più pronto alla battaglia e mette segno subito colpi importanti come un enziguri con Joe al paletto. Finn tenta la fuga dall’altro ma viene preso e schiantato contro le pareti della gabbia e poi enziguri di risposta che gli serve soprattutto a mantenere un pace del match più adatto ai suoi standard. Balor non sta a guardare e anche lui usa la gabbia a suo vantaggio per fare del male all’avversario; tenta di nuovo la fuga e tira un calcio in faccia a Joe che però cadendo sbilancia le corde e lo fa cader a sua volta. E’battaglia vera ora e Pele kick di Finn a spezzare lo scambio di forearm e chops Si sale in quota e Balor colpisce con la Slingblade dalla corda più alta ma vale solo un conto di 2; manca però il dropkick al paletto e Joe ne approfitta con senton e musclebuster che vale un 2 luuungo. Balor non demorde e al secondo tentativo mette a segno il Dropkick all’angolo e coup de grace che vale un altro 2 molto importante. Il tentativo di 1915 viene girato nella Coquina Clutch da Joe ma Balor ne esce e mette a segno un doloroso footstomp da fermo. Balor decide, spinto dal tifo del pubblico, di scalare la gabbia ma viene bloccato a mezza via da Joe che se lo carica e mette a segno una incredibile musclebuster dalla seconda corda e vale il 3 vincente

Vincitore e ancora campione NXT: Samoa Joe

Tutti e 2 i lottatori son distrutti al tappeto post match e applausi per entrambi i lottatori con Balor che necessita dell’intervento medico.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7,5
Evoluzione storyline
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.