L’edizione numero 25 di Takeover avrà mantenuto gli standard altissimi che in cinque anni il roster di NXT ci ha abituato? Andiamolo a scoprire nella review dei 5 match tenutisi nella notte di Sabato in quel di Bridgeport nel Connecticut.

Roderick Strong vs Matt Riddle

Messo con mia grande sorpresa come opener, l’unico match non titolato della serata ha rispettato le attese regalandoci una contesa dal grande ritmo fin dalle fasi iniziali in cui da subito i due lottatori non si sono risparmiati per provare a prevalere sull’avversario. Strong ha cercato in tutti i modi di lavorare sul tronco e sulla schiena di Riddle usando in ogni modo la sua tecnica e gli oggetti del ring comandando quindi buona parte della contesa e finalmente facendoci vedere un Roderick al meglio del suo potenziale e forse alla sua migliore prestazione da single qui a NXT. Riddle è stato bravo a stare al passo del suo avversario e a tirare fuori al momento giusto le sue armi migliori, dimostrando di stare facendo notevoli passi avanti nella gestione del match e dei momenti e anche la sua grande resistenza è simbolo del lavoro fatto in questi mesi, con la sequenza finale che Lè proprio li a dimostrare questi miglioramenti. La vittoria di Riddle lo conferma come secondo face di NXT al momento e vedremo se la faida con gli UE è finita oppure se verrà dirottato in un’altra faida e personalmente una rivincita con Dream la vedrei decisamente volentieri.

Vincitore: Matt Riddle

Ladder Match for the NXT Tag Team Championship: Undisputed Era vs Street Profits vs Forgotten Sons vs Danny Burch & Oney Lorcan

Mi aspettavo una battaglia continua senza esclusione di colpi e una battaglia è stata, con tutti i quattro i team che hanno sputato l’anima per riuscire a conquistare le cinture vacanti. Per gli Undisputed Era e per Burch e Lorcan il ruolo nel match è stato quello di fare da collante alle varie fasi dell’incontro, con O’ Reilly che si è beccato un paio degli spot più pericolosi di tutto il match e condendo di violenza e spettacolo la contesa. I Sons sono stati nello spartito come gli heel che cercano in ogni modo di approfittare degli errori altri e grazie anche all’intervento di Ryker a cercare di rubare la vittoria ma questa volta non han potuto nulla contro gli Street Profits che al loro primo Takeover della loro carriera sfoderano una prestazione coraggiosa e di grande sostanza, facendo vedere che oltre al loro folklore hanno anche doti tecniche di grande livello. La vittoria di Dawkins e Ford è stata quindi meritata alla luce anche di come si era arrivati all’incontro e da ora in poi per loro il difficile sarà mantenere il favore del pubblico e come riusciranno a difendersi dai prevedibili assalti che gli altri team saranno pronti a lanciar loro.

Vincitori e nuovi NXT Tag Team Champions: Street Profits

NXT North American Championship: Tyler Breeze vs Velveteen Dream

Piuttosto gradevole anche uesto match per il titolo nordamericano che, per quanto prevedibile nel risultato finale, ha regalato molto spettacolo, nonostante qualche piccola imprecisione qui e lì gli abbia impedito di raggiungere forse il vero potenziale. Breeze da veterano quale è ha fatto tutto ciò che era nelle sue possibilità per mettere in difficoltà il campione e mostrando come sia un lottatore sprecato per fare solo e soltanto il comedy nel main roster ma un wrestler completo, poliedrico e senza evidenti punti deboli. Velveteen per mantenere la sua cintura ha dovuto quindi sudare le proverbiali sette camicie e mettendo un’altra difesa vincente nel carniere e sinceramente, visto il finale, credo che la questione con Breeze sia già chiusa dopo questo match e nel futuro immagino andranno a riprendere Dijakovic come visto nelle scorse settimane o addirittura potrebbero metter Strong come sfidante per cercare l’en plein degli UE.

Vincitore e ancora NXT North American Champion: Velveteen Dream

NXT Women Championship: Io Shirai vs Shayna Baszler

Carino anche il match femminile che però paga ai miei occhi una certa somiglianza con quanto visto nelle difese precedenti di Shayna. Capisco che ci sia bisogno di mascherarne le carenze ma i suoi match titolati tendono oramai a seguire un canovaccio abbastanza consueto e già visto in altre occasioni, vedi per esempio i match con Ember Moon,e per questo motivo non sono riuscito quasi mai ad appassionarmi alla contesa. Shirai come sempre ha messo in campo tutta la sua energia e creatività negli attacchi aerei per mettere in difficoltà la campionessa ma non ho mai avuto la reale impressione che potesse avere la meglio. Anche l’overbooking con l’arrivo di Duke, Shafir e LeRae l’ho trovato abbastanza fino a sè stesso e poteva essere eliminato dal match mentre invece ho molto apprezzato la sequenza finale che, per quanto regali a Baszler una vittoria che ne riesce a consolidare il titolo, penso possa concedere lo spazio a Io per chiedere una nuova shot titolata e poter una volta per tutte andare a vincere la cintura, magari in quel match hardcore che secondo me sarebbe la giusta chiosa alla faida.

Vincitrice e ancora NXT Women Champion: Shayna Baszler

NXT Championship: Adam Cole vs Johnny Gargano

Quando l’unica cosa negativa che riesci a dire di un match è chiedersi a chi è venuta la malsana idea di mettere un rapper sulla theme song di Adam Cole vuol dire che il main event ha fatto esattamente il suo dovere. Spinti da un pubblico caldissimo per tutta la contesa, Cole e Gargano han dato via a un rematch che non delude le aspettative ma anzi va di diritto nei migliori match dell’anno, anche se forse per forza emotiva resta un pelo sotto al primo scontro tra i due avuto a New York. I due lottatori hanno fin dall’inizio puntato ad indebolire parti molto specifiche dell’avversario, con Adam che in particolare ha preso di mira per tutto il tempo il ginocchio sinistro di Johnny in modo da avere un vantaggio significativo nelle fasi avanzate del match. Mr. Takeover ha dato ovviamente fondo alle sue energie e al suo immenso bagaglio di esperienza e tecnica per provare a vincere il match e cercando di render pan per focaccia concentrando i suoi attacchi al braccio sinistro del nemico rendendo quindi la contesa sempre incerta e ricca di cambi di inerzia tra i due contendenti. Ben costruito anche il finale,con il finto arrivo del resto degli UE che ha permesso a Cole di riprendere un po’ di inerzia dopo una serie di schienamenti lunghi a favore di Gargano, e anche un colpo di sedia ben piazzato, e dopo un altro lungo scambio di finisher riesce a portare a casa il titolo e la vittoria, proprio grazie al lavoro al ginocchio fatto all’inizio su Gargano che non gli ha permesso di concretizzare le sue Gargano Escape. Per Cole una vittoria per me a sorpresa, perchè pensavo che non si giocassero di nuovo una sconfitta di Johnny alla prima difesa titolata ma sicuramente questo andrà a fare gioco nel lungo periodo nei suoi rapporti con i compagni di stable che per ora hanno solo pensato a celebrarlo ma vedremo se andrà avanti così anche nelle prossime settimane. Per Johhny è una sconfitta pesante proprio perchè già col titolo nordamericano aveva perso alla prima difesa e vedremo se già nel prossimo futuro avrà un rematch o se lascerà magari spazio ad altri, Riddle su tutti.

Vincitore e nuovo NXT Champion: Adam Cole

Considerazioni finali

Takeover XXV è stata l’ennesima conferma che i live event di NXT sono sinonimo di wrestling di qualità e di come la qualità sia sempre meglio della quantità perché in meno di 3 ore abbiamo goduto di uno spettacolo di altissimo livello, con nuovi campioni di coppia e soprattutto un nuovo campione NXT che penso influenzerà in maniera pesante l’andamento dello show delle prossime settimane.

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.