Il torneo di cui tanto si è parlato, l’Heritage Cup, ha avuto finalmente inizio e nonostante siamo ancora agli albori di ciò che andremo poi a vedere, non possiamo ritenerci delusi.

Il motivo principale di discussione, però, riguardante il nuovo protagonista delle puntate settimanali del giovedì sera, è stato uno: chi sarà l’ottavo partecipante? Chi segue UK e legge i miei report, sa che ho preso in considerazione soprattutto due ipotesi, entrambe interessanti che, secondo me, avrebbero potuto rendere il tutto ancora più godibile e magari “mischiare di più le carte in gioco”.

Alla luce poi di quanto è successo, credo che con le mie aspettative sia volata troppo in alto ma non credo di essere l’unica a vedere combattere a casa sua Pete Dunne o l’ancora assente Tyler Bate.

Per quanto riguarda il Bruiserweight non parteciperà a questa gara ma quasi sicuramente tornerà a far vedere il suo talento anche nell’NXT britannico. E di Tyler cosa dirvi invece?

Nell’ultima puntata pre lockdown, nella Battle Royal, c’è stato uno screzio tra quest’ultimo e il suo compagno di squadra Trent Seven, da allora, anche giustificatamente, non se n’è più parlato.. Ma a me questo tarlo in testa è rimasto: torneranno da alleati? Si scontreranno? E proprio a ciò credo che la presenza di Bate avrebbe reso il tutto più interessante di quello che è; dal momento che comunque, ripeto, sono molto soddisfatta di quanto visto fino ad ora..

Ho sempre creduto che ci fosse un motivo del perchè Tyler non si sia ancora mostrato dal ritorno dello show e, se prima, lo collegavo ad un ritorno a sorpresa come ottavo partecipante, adesso mi chiedo come si giustificherà il tutto ma sono sicura che non saremo delusi.

Detto ciò, non ho nulla contro Kenny Williams, che godrà di qualche luce riflessa in più, ma non credo che la sua presenza sarà così rilevante e determinante in questa competizione. Ma, ovviamente, è indubbio anche che ne guadagnerà di più rispetto a quanto ne avrebbe guadagnato il ventitreenne inglese. E proprio per questo non sono così tanto contraria a questa scelta, Kenny è sempre rimasto un pò più nell’ombra e magari la dirigenza ha deciso di “premiarlo” in questo senso, anche se non si sa quanto poi questo suo momento di gloria potrà durare. Ma a prescindere dal “quando” questa occasione c’è stata e quindi si spera possa sfruttarla al meglio.

Voi invece cosa ne pensate? Chi avreste preferito come ottavo partecipante?

Desil

Desil
Studentessa universitaria con la passione per la scrittura e le serie TV, qui vi faccio compagnia con i miei report e gli editoriali. Attualmente trovo molti atleti interessanti ma rimango fedele sin dal 2014 al mio 'credo' per il King Slayer Seth Rollins e il fu Dean Ambrose, motivo quest'ultimo per il quale ho aperto i miei orizzonti verso i lidi giapponesi e l'AEW