Per la serie “si continua a navigare a vista” un nuovo ribaltone in zona main event per Raw. Al momento non sono ancora chiari i motivi, ma l’annunciato Lesnar vs Strowman non ci sarà, come nuovo sfidante al titolo abbiamo sorprendentemente Balor. Sarà l’occasione della vita?

 

Le ragioni di questo cambiamento non sono note, anche se alcune ipotesi in rete sono saltate fuori. C’è chi motiva con i problemi fisici di Braun, che non avendo recuperato del tutto dai recenti acciacchi rischierebbe una bella ricaduta dopo un trattamento Lesnar; un altro rumors sospetta ci sia il vecchio Vince dietro questa decisione, che non volendo vedergli perdere un match titolato per l’ennesima volta ha preteso la sostituzione. Osservando nella scorsa puntata i partecipanti al fatal four way per decretare lo sfidante ritengo sia stata presa la decisione migliore.

Cena ancora oggi pur da part timer è un nome pesante, garantisce ascolti e match di livello, sarebbe stata la scelta giusta se non fosse che lo abbiamo già visto altre volte contro Lesnar e ho più fame di novità che di minestre riscaldate.

Corbin era l’opzione peggiore, dato che dal punto di vista mark non ci sarebbe stata sfida e che avrebbe dovuto mobilitare l’esercito per rendere il match vagamente equilibrato. Al suo charachter poi non si chiede di essere dominante, quindi una sua bella figura nel quale regge il confronto con il campione sarebbe servita a poco.

Drew McIntyre sarebbe stata una possibilità comunque gradita. Il dominatore della federazione contro uno degli heel più futuribili del roster attuale. Da quando è tornato a in WWE vince in lungo e in largo, prendendosi soddisfazioni quasi ogni settimana e vedendo costantemente crescere il suo status. Una sconfitta non netta contro Brock non avrebbe fatto grossi danni, ma forse in WWE non avevano tutta questa voglia di inserire incidenti di percorso nel suo cammino per divenire main eventer.

Abbiamo poi Balor, una scelta che come dicevo ritengo la migliore tra le quattro possibili, pur con qualche riserva. Il 2018 di Finn è stato pessimo e in generale da dopo il famoso infortunio ha raccolto molto meno di quello che ha seminato. Ricordo con piacere la rivalità con Rollins, ma più per i match che per la storyline in sé, per il resto ha quasi sempre combattuto lontano dai palcoscenici più ambiti e venendo risucchiato nell’anonimato del midcarding. Ricordo rumors non lontani che vedevano Elias scavalcarlo gerarchicamente nei preferiti della dirigenza WWE.

Ho letto sotto alcune news commenti stizziti di fan dell’irlandese, arrabbiati per non voler vedere il proprio beniamino usato come carne da macello dal campione Universale. Allo stato attuale credo invece che non ci sia niente di meglio per Finn che andar contro uno come Brock. Innanzitutto avrà di nuovo gli occhi addosso di tutto il pubblico in match di prestigio assoluto, che per uno che lottava spesso e volentieri con Corbin è un bel passo avanti. Inoltre a meno che non si tratti di squash avrà solo da guadagnare da un incontro simile, sperando che gli concedano almeno qualche minuto di gloria in cui sembrerà mettere in seria difficoltà Lesnar. Se hanno scelto di mandare lui dubito che il tutto si ridurrà a un massacro a senso unico, in qualche modo ci sarà un momento in cui il campione soffrirà.

Il problema di questa scelta è la sua repentinità, dato che Finn solo negli ultimissimi tempi stava iniziando ad ottenere vittorie, ma la sua striscia positiva non lo rende un avversario credibile per uno dello status della Bestia. Ok, nel roster pochissimi riescano ad avvicinarsi a lui in chiave mark, ma Balor è davvero lontano dal poter pensare di impensierirlo. Ma da una WWE che cambia idea da una settimana all’altra non ci si può aspettare troppo, quindi al di là delle differenze di status godiamoci il prossimo incontro per il titolo Universale, sperando che l’irlandese sfrutti l’occasione. Mi viene facile fare un parallelo tra lui e la Banks, un’altra che dalle retrovie ha ottenuto una bella chance in questo inizio 2019. Non resta che incrociare le dita per entrambi, certi treni non passano tutti i giorni, pur da probabili perdenti dovranno vendere cara la pelle.

Sergedge – EH4L

Sergedge
Rievocato durante una seduta spiritica è tornato a infestare il sito di Zona Wrestling con l'ardore di un tempo. Per la serie l'erba cattiva non muore mai.