La data di Money In The Bank si sta avvicinando sempre di più. Nonostante non sia riconosciuto come uno dei Big Four, questo ppv è unico nel suo genere, grazie alla valigetta che viene messa in palio nel corso dello show. Una chance unica, dato che ottenere questo premio ti concede un’opportunità titolata quando e come vuoi. Nel corso degli anni, ne abbiamo visti tanti di possessori di questo privilegio: in tutto 20 (considerando che nel 2007 la valigetta è passata di mano). Di questi, ce ne sono stati alcuni che hanno funzionato di più, alcuni di meno ed altri che non hanno saputo cogliere l’opportunità. Per questo, oggi sono qua per indicare quali siano i migliori 5 Mr Money In The Bank, dal mio punto di vista. Incominciamo:

5) Edge, Mr. Money In The Bank 2005

Lo so, lo so: Edge ha mantenuto il titolo per un periodo brevissimo, se non sbaglio per meno di un mesetto, prima che John Cena riconquistasse il WWE Championship, per poi difenderlo a Wrestlemania 22 contro Triple H. Nonostante ciò, questo incasso del Money In The Bank può essere comunque considerato come uno dei migliori, soprattutto per due motivi: prima di tutto, questo evento è stato il definitivo trampolino di lancio per l’opportunista per eccellenza, dato che, dopo questo regno da campione, The Rated-R Superstar si è inserito di prepotenza nella zona Main Event, vincendo molti altri titoli mondiali negli anni successivi; in secondo luogo, questo è stato il primo incasso della storia, momento che ha generato shock e stupore nel pubblico, soprattutto per il modo in cui è arrivato. C’è da dire che The Ultimate Opportunist entra in questa classifica solo grazie alla carenza di Mr. Money In The Bank da ricordare, ma se ad Edge fosse stato concesso un regno lungo e ben gestito, saremmo sicuramente qui a parlare del miglior detentore di sempre.

4) The Miz, Mr. Money In The Bank di Raw nel 2010

Un cambiamento importante per la storia di questo wrestler. Dopo un inizio un po’ stentato, con l’etichetta di ex partecipante di Tough Enough, e dopo qualche titolo di secondo piano, Mike Mizanin ha fatto il grande passo. Parliamo dell’incasso: per me, funziona alla perfezione. Con un Randy Orton claudicante, Miz si presenta di fretta con l’adrenalina che gli esce da ogni poro. The Viper, svantaggiato dal guaio fisico, non può che subire la Skull Crushing Finale, che gli costa la sconfitta. Dopo lo schienamento, il lottatore di Cleveland festeggia alla pazza gioia, generando l’ira del pubblico mark (ve lo ricorderete di sicuro il volto della bambina inquadrata dalla telecamera). Questo è semplicemente ciò che un heel deve fare: farsi odiare. Inoltre, il regno da campione gli ha concesso la possibilità di potersi esprimere al meglio al microfono, ma soprattutto, lo ha portato dal più misero mid-cardind al Main Event di Wrestlemania 27. Certo, quel match non fu di certo entusiasmante, e non lo fu neppure il modo in cui perse la cintura, per questo è stato da me inserito solo in quarta posizione, ma, se non avesse avuto questa opportunità, la carriera del A-Lister sarebbe stata diversa.

3) Daniel Bryan, Mr. Money In The Bank di Smackdown 2011

Il caso di Daniel Bryan è pressoché uguale a quello di The Miz: un incasso che funziona, che concede a Bryan di avere un miglior modo per esprimersi ed un match di rilievo a Wrestlemania, che, però, non riesce a metterlo in luce. Perché, però, questo possessore si trova un gradino più sopra dell’Awesome One? Anche questa volta, sono due le ragioni: come primo aspetto, anche se a fatica, The American Dragon è diventato successivamente uno dei wrestler più rinomati della compagnia, cosa che gli ha permesso di far parte più volte di match di cartello; ma soprattutto, con l’incasso della valigetta blu, è nato il famosissimo “Yes Movement”. Infatti, fu proprio dalla sera dell’incasso che Bryan incominciò ad usare il motto “Yes! Yes! Yes!”. Insieme ad Edge, il membro del Main Event di Wrestlemania 30 resta uno dei lottatori ad aver tratto più benefici da tale chance. Per questo, non si può che dire che assegnargli la valigetta sia stata una decisione lungimirante.

2) CM Punk, Mr. Money In The Bank 2009

Dopo il flop dell’anno precedente, CM Punk ha saputo riscattarsi. Innanzitutto, rispetto all’anno prima, l’utilizzo di questa opportunità ha dato la possibilità a Punk di detenere la corona per un discreto arco di tempo, cosa non successa nel 2008, dato che la perse alla prima difesa titolata. Ma, soprattutto, ad arricchire ancora di più questa sua esperienza, ci ha pensato Jeff Hardy, contrapposto all’ex wrestler indipendente in una rivalità che si è conclusa a Summerslam: non solo i due hanno messo in piedi una serie di buoni match, ma la vicinanza ad un performer così esperto non può che aver fatto bene allo Straight Edge. Infine, nonostante Punk fosse già conosciuto per il suo passato in ROH, grazie a questa occasione, pure il pubblico della WWE ha imparato a conoscere chi fosse The Voice Of The Voiceless, incrementando così la sua popolarità. Senza questo regno, l’attuale membro della UFC non avrebbe mai raggiunto certi livelli

1) Seth Rollins, Mr. Money In The Bank 2014

Partiamo da un presupposto: l’incasso è stato fenomenale, ed il palcoscenico in cui si è svolto il tutto era il migliore che si potesse desiderare. Date le precedenti motivazioni, questo può essere definito tranquillamente come utilizzo della valigetta più spettacolare di sempre. Senza tenere in conto che questo episodio abbia salvato un Main Event di Wrestlemania accolto dal disinteresse del pubblico. Ma, come cosa più importante, la notte della trentunesima edizione dello Showcase Of Immortals ha dato il via definitivo alla carriera di The King Slayer. Una vittoria che fa parte del palmares di un lottatore che, seppur giovane, può già vantare di essere un Grand Slam Champion. Insomma, lo scenario era perfetto, l’incasso ha cambiato positivamente lo show, e, in più, la valigetta è stata il fattore che ha dato il via definitivo a quello che sarà un percorso pieno di successi. Che dire di più? La perfezione.

E voi, siete d’accordo con la mia classifica? In caso non lo foste, perchè? Volete che parli pure dei 5 peggiori incassi? Fatemelo sapere nei commenti.

The Notorious

The Notorious
Ho 19 anni. Seguo il wrestling da quando sono bambino, ed è tutt'ora la mia passione. Mi autodefinisco un WWE guy, perchè mi interessa soprattutto la federazione di Stamford, ma allo stesso tempo, quando ne ho modo seguo anche le indipendenti. F**k The Mayweathers.