Il robottino di Raw ci da il benvenuto in questo nuovo episodio di Raw. A tre settimane da SummerSlam siamo a Chicago e questa notte è atteso il ritorno di Goldberg.

MVP e Lashley salgono sul ring, con MVP che ha intenzione di mettere in chiaro alcuni punti prima che arrivi Goldberg. Dice che Goldberg è un gladiatore pronto a uccidere qualsiasi uomo sulla sua strada ma Lashley non è un uomo, è un cazzo di Kaiju, un enorme inarrestabile mostro. Quindi lui è lì per evitare che accada una catastrofe, vuole salvare Goldberg. Sarebbe il suo ultimo match di sempre. Quindi chiede a Goldberg: “Vuoi essere ricordato come un campione o come un incidente?”. A questo punto Goldberg decide di uscire fuori. Lo vediamo vestito con una tuta sportiva, sempre super pompato malgrado la barba bianca. Dice che i due gli sembrano spaventati più che altro e che dovrebbe fregarsene se lui ha 35 anni, 45 anni o 145, perché Goldberg sarà sempre Goldberg. Goldberg vive con le spear e lui morirà con le spear.

Due promo pazzeschi, che pure ci lasciano ancora il dubbio sul fatto che Lashley accetti o meno la sfida di Goldberg. Il pubblico ha apprezzato molto accompagnando il tutto con diversi cori. C’è qualcosa di strano però, non è ancora finita. A bordo ring c’è il figlio di Goldberg, proprio quello che avevamo visto senza maglietta esultare con il padre qualche anno fa. Adesso è un ragazzo più grande. MVP gli dice che quello sarà l’ultimo match di suo padre e varie altre ingiurie. Questo causa il ritorno di Goldberg che colpisce MVP con una spear. Dice che se toccano il suo ragazzo li ucciderà. Lashley sembra più spaventato che altro.

Siamo nel backstage dove McKenzie Mitchell sta guardando ammirata lo spadone di Drew McIntyre. Senza nessuna malizia giuro.

Drew McIntyre vs. Veer and Shanky (w/Jinder Mahal) in a handicap match 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Classico match di preparazione ad un più importante match tra MVP e Jinder Mahal. Vedere Drew affrontare Shanky e Veer fa capire meglio la stazza micidiale dei due scagnozzi di Jinder, soprattutto Shanky è un titano. Malgrado le difficoltà, Veer e Shanky non sono un grande ostacolo per McIntyre ed il match si sta avviando rapidamente alla conclusione con Drew pronto alla Claymore su Veer. In quel momento Shanky gli prende la caviglia da bordo ring ed arriva Jinder sul ring con una sedia a colpire lo scozzese facendo scattare la squalifica.

Vincitore: Drew McIntyre per squalifica

Vediamo una scena spassosissima adesso, con i tre di origine indiana da una parte armati di sedia e Drew McIntyre dall’altra armato del suo enorme spadone. Si sbarazza facilmente di Jinder e Veer, rimanendo sul ring da solo con il povero Shanky. Shanky è terrorizzato e posa la sedia per terra. Drew fa finta di colpirlo e poi si fa una risata lasciando che scappi via. Vittoria su tutti i fronti per Drew McIntyre.

Vediamo nel backstage Jinder e i suoi alleati scappare impauriti dicendo al microfono che Drew è pazzo, è pericoloso, ha attentato alla loro vita. Non siamo al sicuro qui. Promette a Drew che il Karma girerà a suo favore. Intanto senza motivo Nia Jax dice che se siamo scioccati da quello che abbiamo visto allora chissà cosa penseremo quando vedremo cosa farà a Rhea Ripley.

Nia Jax vs Rhea Ripley 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Stile interessante di Nia Jax in questo math, molto dura con Rhea. Impressionante la culata sul paletto con lo schermo led che Nia infligge alla testa di Rhea Ripley. Nia sembra davvero in forma in questo match, dominando per gran parte della contesa. A farla capitolare un’incomprensione con Shayna Baszler. Mentre Rhea stava per chiudere il match, Shayna distrae Rhea che da le spalle all’avversaria. Sarebbe così una facile vittima per Nia Jax, ma Nia arriva tardi e non riesce a colpire l’avversaria che la schiena con un roll-up. Altro finale con distrazione, ancora?

Vincitrice: Rhea Ripley

A questo punto Nia da la colpa a Shayna e le due sembrano lì lì per picchiarsi. Non succede perché Shayna decide di lasciar perdere e se ne va nel backstage. Per Nia Jax però le tribolazioni non sono finite, perché arriva Rhea Ripley e le infligge la Riptide. Nia Jax ha la faccia ricoperta di sangue ma non ho capito come si è fatta male.

Mustafa Ali and Mansoor vs. Mace and T-Bar 3 out of 5 stars (3 / 5)

Torna la storyline tra Ali e Mansoor, che inspiegabilmente mi piace. Mustafa Ali è sempre bravissimo e da grande spettacolo. Anche Mansoor ci prova e Ali sembra apprezzare. Quando è il momento di chiudere il match, però, Mansoor non riesce a portare a termine il lavoro, facendosi schienare facilmente da T-Bar.

Vincitori: Mace & T-Bar

Dopo il match Mace e T-Bar infieriscono su Ali, che sembra mettere in salvo Mansoor spingendolo via per poi subirsi la mossa combinata dei due avversari.

Arriva Charlotte sul ring e nuovamente spiega di aver perso il titolo in modo non onesto. Dice che la valigetta è il modo più codardo di vincere il titolo e che non è una competizione, è un furto! Risponde anche ai cori che chiamano Becky, ormai di routine. Dice di aver subito l’incasso della valigetta non una, non due, ma ben tre volte. Dicendolo prende degli oggetti da sotto il ring e li butta sopra il ring, dicendo che sfida Nikki Ash in un No Holds Barred match. Arriva da dietro Nikki e la colpisce con una sedia, costringendo Charlotte a finire il suo monologo e ritirarsi dietro le quinte.

BACKSTAGE: Vediamo Eva Marie e Doudrop. Le chiedono dell’infortunio di Natalya ma Eva dice che non gliene frega niente e che la cosa che la preoccupa è quella schifosa bambola di Alexa Bliss. Dice che Tamina capirà quale è il prezzo di mettersi sulla strada della Eva-lution.

Doudrop (w/Eva Marie) vs. Tamina 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Interessante match tra giganti. Finalmente vediamo Doudrop battersi con qualcuno della sua stazza. Dopo un primo momento in cui l’intervento a distrarre Tamina da parte di Eva è d’aiuto a Doudrop, il match procede poi spedito nelle possenti braccia della scozzese, che riesce a tenere a bada Tamina con la sua potenza fisica. Sta andando tutto nel modo giusto per l’ex Piper Niven, quando Eva per qualche motivo la ferma e gli dice di fare una mossa diversa. Scelta errata, perché Tamina evita la mossa e schina Piper Niven con una samoan drop.

Vincitrice: Tamina

Sullo schermo appare Alexa Bliss che prende in giro Eva Marie mimando la sua auto-proclamazione dopo le vittorie. “And the loser of this match is Eva Marie” dice, imitando la voce sguaiata di Eva.

BACKSTAGE: Vediamo Riddle e Priest. Riddle ha un nuovo monopattino e Damian gli chiede se non ha paura che Omos gli rompa anche quello. Riddle dice che avrebbe paura normalmente ma sa di non essere solo, perché la forza di Randy Orton è con lui. Priest sarà ospite della Miz Tv e dice di poter mettere Morrison su una sedia a rotelle come quella di The Miz.

Comincia il talk show di The Miz e Priest dice che al contrario di Sheamus che almeno ha combattuto, Miz sembra non poter più fare nulla. Gli chiede se magari il problema non sia in mezzo alle gambe piuttosto che al ginocchio. The Miz gli dice che se non fosse sulla sedia a rotelle lo prenderebbe a pugni. La situazione si scalda, Morrison dice che sta mancando di rispetto a due leggende e che il drip stick di Morrison e la carrozella di The Miz saranno in un museo un giorno. Priest dice di essere venuto lì per sfidare Sheamus ufficialmente ma loro due sono così insopportabili che dovranno sfidarsi. Dopo una spassosa sfida di drip stick tra Miz e Priest, si va in pubblicità e comincia il match.

Damian Priest vs John Morrison 3 out of 5 stars (3 / 5)

Match più che godibile, anche se molto breve. Dura circa 3 minuti in cui i due danno vita ad match lampo. Morrison rischia di vincere con la Starship Pain che però viene interrotta. Alla fine vince Priest con la sua Hit the lights e tutti a casa. Non c’è molto altro da raccontare.

Vincitore: Damian Priest

Subito dopo il suono della campanella a sancire la vittoria di Priest interviene Sheamus che picchia il suo prossimo sfidante. A salvarlo arriva Ricochet. Magicamente al rientro dalla pubblicità ci dicono che Sonya Deville è arrivata dal backstage sancendo un tag team match tra i wrestler che si sono appena sfidati con l’aggiunta di quelli intervenuti dal backstage. Interessante.

Damian Priest & Ricochet vs. Sheamus & John Morrison (w/The Miz) 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Carino il momento in cui Miz spruzza l’acqua per terra con i suoi drip stick per permettere a Morrison di farci scivolare Ricochet e mandarlo sui gradoni. Il match è un more of the same rispetto a quello precedente, con l’aggiunta di Sheamus e Ricochet ad aggiungere pepe alla contesa. Ci si diverte non oco, con le mosse incredibili di Ricochet ad impreziosire la sfida. Anche il finale è lo stesso del match precedente, o quasi, con la Reckoning di Priest sempre su Morrison a chiudere la contesa.

Vincitori: Damian Priest & Ricochet

BACKSTAGE: Lashley dice che spera che Goldberg porti suo figlio a SummerSlam a Las Vegas così che possa vedere il padre distrutto. La sfida è accettata!

Dopo aver assistito all’ingresso di Riddle sul ring Omos viene intervistato. Dice che dopo il monopattino di Riddle la prossima cosa ad essere spezzata sarà la colonna vertebrale di Riddle.

Omos vs. Riddle 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Riddle attacca alle spalle il gigantesco avversario prima ancora che la campanella suoni per sancire l’inizio del match. Omos se ne libera facilmente e Riddle vende molto bene la potenza fisica dell’avversario. Anche dopo l’inizio ufficiale del match Riddle viene sballottato a destra e sinistra da Omos, che dal canto suo sa fare solo quello. Incredibilmente, però, il match è figo. Perché alla fine ha senso, ha una trama precisa in cui Riddle deve trovare il modo di colpire il gigantesco Omos. Il problema è che non ce la fa. Omos, infatti, dopo non aver venduto nessuno dei colpi inflitti da Riddle lo prende e lo scaraventa a terra, schienandolo come un cretino qualsiasi. Match che risulta godibile per il suo svolgimento ma risultato che farà discutere e che anche per questo motivo è da guardare.

Vincitore: Omos

Siamo nel playground di Alexa Bliss dove Alexa sta blaterando qualcosa con la sua bambola. Arrivano Doudrop ed Eva Marie che la attaccano alle spalle lasciando lei e la sua bambola per terra. In modo molto inquietante dopo che le due se ne vanno la bambola Lily si alza in piedi.

Karrion Kross vs Keith Lee 4 out of 5 stars (4 / 5)

Vi ricordate quando ieri sera abbiamo scritto la notizia che non ci sarebbe stato nessuno dei wrestler di NXT a Raw? Non era vero. Infatti c’è Karrion Kross che sfida di nuovo Keith Lee.  Bel match tra i due, con i questi due titani della storia recente di NXT che si infliggono colpi potentissimi. Il match è molto figo ma questa volta ad avere la meglio è Keith Lee. Dopo aver resistito alla Kross Jacket, Lee riesce ad infliggere al campione di NXT la sua Spirit Bomb, ottenendo il conto da 3. Bentornato Keith Lee. Buon match, al momento il migliore della puntata.

Vincitore: Keith Lee

Immagino ci sarà un motivo nella mente degli autori di Raw per cui era improcrastinabile il debutto di Kross a Raw, ma queste sfide impegnative per Kross stanno ampiamente danneggiando il booking verso TakeOver 36 del campione di NXT, che risulta certamente meno credibile per la sfida con Samoa Joe di come non era prima di debuttare a Raw. 3 match, due sconfitte. Per carità, con avversari di livello, non signori nessuno, ma era davvero necessario? Non si poteva aspettare il post-SummerSlam? A cosa può mai servire un booking così a direzioni alterne poi?

24/7 Championship match: Reggie (c) vs Akira Tozawa 3 out of 5 stars (3 / 5)

Match a metà tra il serio ed il faceto, ci diverte quanto basta e mette in mostra ancora una volta le incredibili doti acrobatiche di Reggie. Alla fine ad avere la meglio è proprio l’attuale campione, che rimane tale.

Vincitore: Reggie

Poco fa c’era un’intervista a Rhea ma non dice niente di interessante, così come Nikki ASH.

No Holds Barred match: Nikki ASH vs Charlotte 5 out of 5 stars (5 / 5)

Bel match pieno di oggetti e di momenti interessanti. Non c’è in palio il titolo ma la credibilità di Nikki come campionessa invece sì. Sedie, tavoli sfondati, balaustre. Succede veramente di tutto in questa sfida. Charlotte prova a vincere dopo aver schiantato Nikki oltre il tavolo dei commentatori ma non riesce. Il pubblico sembra essere molto preso dalla sfida, vogliono vedere Nikki battere Charlotte e dimostrare di essere degna del titolo che porta. L’esigente pubblico di Chicago arriva ad intonare il coro “This is awesome”. Charlotte prova la speare oltre un tavolo posto sull’angolo ma Nikki si toglie ed è Charlotte a finirvi contro, sfondandolo. A questo punto Nikki prova lo schienamento ma non ottiene il conto da 3, quindi prova ancora una volta, dopo aver sottoposto Charlotte ad una draping neckbreaker, ottenendo così la tanto sospirata vittoria.

Vincitrice: Nikki ASH.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
8
Evoluzione delle storyline
7
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.