Monday Night Raw vi da il benvenuto a due settimane da Money In The Bank. Alla tastiera, Ysmsc

La puntata si apre in modo decisamente pittoresco, sei scale sono posizionate sul ring e cinque dei partecipanti al MITB vi sono seduti sopra mentre l’ultimo, Ricamino, sta facendo il suo ingresso, Lilian Garcia li presenta uno a uno quando Owens dice che può risparmiarsi la fatica dato che il pubblico sa esattamente chi sono, escluso Sami Zayn, lui probabilmente non è conosciuto per niente, Chris Jericho prova a darsi delle arie ma Owens interrompe anche lui dicendo che vincerà il MITB e tutti loro vivranno nella sua ombra, Ricamino suggerisce di accorciare i tempi e cominciare a picchiarsi (e il pubblico è d’accordo), ma Owens non ha finito il suo monologo, descrive come diventerà campione WWE e batterà chiunque si pari sulla sua strada, esclusi loro cinque, a loro non concederà mai nessuna opportunità, Ambrose vota nuovamente per le mazzate, ma ognuno deve ancora dire la sua, Zayn dice che è abituato ad essere sottovalutato, Del Rio dice che Kevin non è nulla al suo confronto, vorrebbe parlare anche Cesaro ma viene interrotto da Y2J che dice che il MITB è il “suo” match, ma Cesaro lo spiazza con uno “STACCE”(cit.) da primato, chiedendogli come mai allora non abbia mai vinto un MITB, Jericho balbetta numeri a caso a proposito di una vittoria avvenuta nel duemilaecredici, ma nessuno se la beve, Cesaro lo ferisce ulteriormente dandogli del tizio che viene da New York (I’m from Winnipeg you idiot!), Jericho continua a straparlare e non si avvede che tutti stanno scendendo dalle scale e Ricamino sta salendo sulla sua per rifilargli un pugno, il tutto sfocia in una rissa in cui Cesaro rimane a festeggiare sul ring quand’ecco che . . .

Wild Teddy Long appears!

Il buon vecchio, impappinandosi come nella migliore tradizione, dice che SmackDown andrà in onda live e lui è tornato per prendere il controllo di SmackDown, poi farnetica di tutti i possibili match in cui li metterebbe, Stephanie McMahon interviene per cercare di capire cosa Long ci faccia qui, lui ripete che vuole essere il GM di SmackDown, Steph gli dice che non hanno ancora preso una decisione in merito, il buon vecchio protesta e vuole parlare con Shane, ma Shane proprio stasera non è qui, è in vacanza (cori di disapprovazione del pubblico), Stephanie invita Teddy Long ad andarsene senza neanche far suonare la sua theme song, poi risolve la situazione creatasi sul ring indicendo Zayn vs Del Rio, Owens vs Ambrose e, match che inizierà adesso, Jericho vs Cesaro, poi se ne va pretendendo di essere accompagnata dalla musica di Teddy Long.

Chris Jericho vs Cesaro (3 / 5)

Classica fase iniziale, fatta di colpi e qualche presa, Cesaro da sfoggio del suo atletismo liberandosi da una presa al braccio e facendo anche la sua uscita dalle corde, qui Jericho tenta un Dropkick ma viene colpito al volo dal primo Uppercut della serata, Jericho barcolla e Cesaro si getta su di lui dall’apron per una Rolling senton, Jericho subisce ma alla prima occasione riesce a connettere un Dropkick che blocca l’offensiva dello svizzero, Cesaro reagisce a suon di Uppercut, colpendo Jericho da ogni angolazione questi cerchi di attaccarlo, il primo tentativo di Cesaro swing viene tuttavia ribaltato in un roll up, dopo il quale Jericho riesce a eseguire la Code breaker, Cesaro tuttavia scivola fuori dal ring e questo non permette al canadese di schienarlo, Jericho prova allora a portarlo all’angolo ma finisce vittima di un Superplex, nessuno dei due si arrende e entrambi continuano a mettere a segno colpi, Jericho tenta la Walls of Jericho ma Cesaro riesce a ribaltarla nella Giant swing, seguita immediatamente dalla Sharpshooter e Jericho, nonostante fosse vicino alle corde, cede

Vincitore: Cesaro

Ci viene riproposto il video del ritorno di John Cena e dell’attacco dell’Asterisco Club ai suoi danni, Styles vs Cena è stato indetto per Money In The Bank, ma stasera il Censura Club se la vedrà con il New Day.

Durante la serata vengono mostrati brevi filmati per rendere omaggio a Muhammad Alì

Si passa poi ad un altro tipo di filmato, Seth Rollins viene intervistato riguardo il suo passato nello Shield ed i motivi per cui ha tradito i suoi compagni, Rollins dice che voleva essere il migliore, l’uomo di punta, non aveva niente di personale contro Roman Reigns, era solo nel posto sbagliato al momento sbagliato, poi parla del giorno del suo infortunio, della decisione di togliergli il titolo e di cosa ha provato vedendo Reigns vincere il titolo, ciò gli ha dato la forza di allenarsi più di prima, per riprendersi il più presto possibile dall’infortunio, fino al suo ritorno la notte di Extreme Rules, ha aspettato sin troppo, adesso è il momento di riprendersi ciò che è suo.

Torniamo sul ring, dove Lana presenta nuovamente Rusev come un vero eroe americano, oltre che il più grande campione degli Stati Uniti di sempre, la sua vittima sacrificale è . . . Titus O’Neil? Ah no, O’Neil si trova al tavolo di commento, il suo avversario è Jack Swagger

Rusev (with Lana) vs Jack Swagger (1,5 / 5)

Ovazione da stadio per Swagger, dato che questa sera gioca in casa. Il match non è decisamente un’inedita, Rusev manda a terra Swagger con uno Spinning kick, lo porta all’angolo e qui lo riempie di calci e pugni; al tavolo di commento Michael Cole domanda a O’Neil cosa gli fa pensare di poter essere un buon campione USA, diventando per un momento la vera voce del popolo; sul ring Swagger riesce a chiudere Rusev per un momento nella Patriot lock, cogliendolo di sorpresa, il campione fugge fuori dal ring e qui una doppia Clothesline manda entrambi a terra, i due si rialzano e Rusev getta Swagger dritto contro O’Neil, ritornando sul ring appena prima della fine del conto di dieci

Vincitore: Rusev via count out

Sia Swagger che Titus si gettano contro Rusev, costringendolo a fuggire data l’inferiorità numerica, i due allora si portano la mano sul cuore per un “We! The people!”.

È arrivato il momento di John Cena, che fa il suo ingresso mentre viene nuovamente mostrato l’attacco alle spalle di AJ Styles, Cena dice che settimana scorsa erano tutti eccitati perché stavano vedendo Styles e Cena sullo stesso ring per la prima volta, uno di quei momenti che rimangono nella storia, uno di quei momenti in cui al pubblico piace farsi sentire più che mai, non c’erano i cori pro o contro di lui, ma per quasi due minuti il pubblico è stato spaccato tra lui e Styles, un’energia che John aveva provato solo contro The Rock, anche se lui e Styles hanno avuto carriere completamente differenti, questo ci porta al secondo punto della questione: perché AJ? Perché hai fatto quello che hai fatto? Adesso Styles avrà l’occasione di spiegarsi, quindi per favore lasciamolo salire sul ring a spiegare le sue motivazioni

AJ arriva, ovviamente accompagnato dagli altri due membri del Club, ma invece di salire sul ring preferisce restarsene sullo stage, il pubblico rumoreggia e i cori non sono ben distinti, ma pare proprio che AJ continui ad avere dei sostenitori, Styles dice che il suo piano sin dall’inizio era stringergli la mano e poi dargli un pugno in faccia, perché Cena lo insulta oh sì, lo insulta ogni volta che sale sul ring e quella campana suona, la verità è che Cena non ha mai voluto affrontarlo, ecco perché non si sono mai trovati su un ring assieme prima di questo momento

. . . certo, ovvio

Ma andiamo avanti, John tira fuori le sue frasi evergreen, “pensavo che fossi un uomo migliore”, “sei solo un codardo”, “comportati da uomo”, eccetera, AJ adesso non gli sembra il fenomeno che tutti dicevano che era, gli pare solo un uomo disperato che non riesce a rialzarsi dai suoi fallimenti, AJ non ci sta, dice di aver lottato in tutto il mondo ed ogni sera era lui l’uomo da battere, era lui che la gente voleva vedere, AJ non ha niente da perdere e questo lo rende l’uomo più pericoloso di sempre, Cena gli chiede come mai non lo voglia affrontare da solo ed AJ risponde che si sta portando dietro le sue pale, perché si sa che uomini come Cena “seppelliscono” uomini come AJ, il Club è la sua assicurazione per rialzarsi, perché Cena non ha idea di che cosa sta andando incontro

Detto questo il Club circonda Cena, ma ecco che arriva il New Day, i campioni di coppia non si sono dimenticati di avere un match contro il Club stasera, i tre sono costretti a battere in ritirata.

Dopo una pausa, rivediamo l’infortunio occorso ad Enzo Amore in quel di PayBack, vediamo i VaudeVillains sul ring mentre Enzo&Big Cass fanno il loro ingresso nell’arena, i due si prendono un applauso dopo l’altro citando Muhammad Alì, dicendo che Enzo è talmente cattivo da far ammalare le medicine, che Enzo non ricorda nulla di quel che è successo a PB e che loro sono i prossimi campioni di coppia, il tutto condito da quello strano rap in rime che non sono rime che a quanto pare è ben lontano dall’annoiare il pubblico

Enzo&Big Cass vs VaudeVillains

Il match parte molto velocemente, Cassidy al primo tag esegue una compilation di trademark su Gotch, ma ecco che English prende Enzo alle spalle e lo lancia contro le corde, ripetendo quanto successo a PayBack, ovviamente Enzo non si infortuna di nuovo, ma vederlo a terra scatena la rabbia di Cassidy, che attacca English e lo colpisce talmente tante volte da farli squalificare

Vincitori: VaudeVillains via DQ

Cass, rabbioso, completa il tutto con la sua finisher su Gotch, mentre Enzo si riprende e lo raggiunge sul ring.

Negli spogliatoi, Sami Zayn viene intervistato riguardo il suo match contro Del Rio e Zayn ammette che Alberto è un osso duro, dato che è l’unico ad aver già vinto una valigetta e quindi sa esattamente cosa fare per vincere, nonostante gli stesse quasi facendo i complimenti, Del Rio gli compare alle spalle insultandolo più volte, dicendo che al suo confronto non è nessuno e che è solo un Paper boy.

Negli Uffici, Teddy Long raggiunge Stephanie con la sua theme song che parte da un cellulare, Long prova a convincere Stephanie a indire un Fatal 4 way tag team match tra i quattro migliori tag team (New Day, Anderson&Gallows, Enzo&Cass ed i VaudeVillains), Stephanie gli domanda come abbia passato la sicurezza e Teddy le mostra una banconota, Steph lo caccia via, ma poi prende il suo cellulare e dice che le è appena venuta un’idea per un match di MITB, ossia proprio il match suggeritole dal buon vecchio

Tiè! Carogne!

Passiamo al prossimo match

Samy Zayn vs Alberto Del Rio (2 / 5)

Zayn parte con una Headscissor che costringe Del Rio ad una ritirata fuori dal quadrato, il tutto per mettere subito a segno il Moonsault dalle transenne di Sami; dopo l’opportuna pausa, scopriamo che Del Rio sta ancora faticando, Sami blocca un suo attacco e va di Crossbody dal paletto, Alberto incassa ma subito dopo esegue la sua Backstabber, dopo la quale riesce ad infilare un calcio alla testa, Sami però ne ha prese troppo poche e non si fa schienare, reagisce e prova l’Helluva kick, ma fallisce e Alberto connette un Enzeguri che lascia Sami penzoloni dal paletto, posizione ideale per la finisher di Del Rio, ma Sami si rialza con un colpo di reni e scaraventa Alberto giù dal palo, Del Rio, furioso, lo attacca ancora stavolta colpendolo agli occhi, Sami finisce nuovamente a testa in giù e questa volta la finisher va a segno

Vincitore: Alberto Del Rio

Onestamente, un match dal quale mi aspettavo di più, decisamente troppo breve.

Nel backstage, Ambrose ed Owens iniziano un confronto verbale, Owens lo insulta dicendogli che è un tipo dall’infortunio facile, Ambrose risponde elencando tutte le cose che ha fatto quando era in forma, Kevin dice che ha bisogno d’aiuto, no, risponde Ricamino, è “lui” ad aver bisogno d’aiuto.

Abbiamo sentito la campana di Rollins, sentiamo anche quella di Reigns: Roman dice che essere parte dello Shield era fantastico, sapeva che Seth si sentiva il più intelligente ma gli andava bene così, lui doveva fare il power house, era il suo compito, ognuno di loro aveva un compito, ma Seth li ha traditi e lui ha cominciato il suo percorso da solo, un percorso che lo ha portato ad affrontare Brock Lesnar a WrestleMania, quando Seth ha incassato la valigetta ha provato una grande rabbia, una rabbia che lo ha accompagnato fino alla WrestleMania dell’anno dopo, quando finalmente ha vinto il titolo, lo ha difeso e Seth lo ha attaccato alle spalle, come ha sempre fatto, perché ha paura di lui, ha aspettato la loro resa dei conti per molto tempo ed è più pronto che mai.

Nota: quando ha a disposizione tutti i ciack che vuole, Rommy riesce anche a fare un promo decente, peccato che così si giochi facile.

E torniamo sul ring per il match di Ambrose ed Owens, veloci che non c’è tempo da perdere

Dean Ambrose vs Kevin Owens

Dean finisce quasi immediatamente lanciato sul tavolo di commento, Owens ruba gli auricolari a Saxton e Ricamino gli si getta contro, sul ring Dean prova già la Dirty deeds, ma Owens la evita e va di Enzeguri seguito dalla sua Senton, Ambrose risponde con un Neckbreaker, finché Owens non rallenta il ritmo eseguendo un Superkick che lascia Ambrose al teppeto, Owens mantiene il controllo per alcuni minuti, finché non tenta una manovra dal paletto che viene preceduta dal Superplex di Dean, i colpi che i due si scambiano si fanno sempre più violenti, Owens esegue la Cannon ball e si sente sicuro per provare la Pop-up powerbomb, ma Dean lo manda fuori ring e tenta il Suicide dive, venendo preso al volo, schiantato contro l’apron e poi beccandosi anche una Frog splash, Owens viene (giustamente) tifato e riporta Ambrose sul ring, lanciandolo contro le corde pronto ad afferrarlo per la Powerbomb, ma Dean gli scivola alle spalle ed esegue la Dirty deeds

Vincitore: Dean Ambrose

Galvanizzati dalla vittoria, Ricamino prende una scala per afferrare la valigetta dorata, tuttavia Owens si riprende e lo fa cadere al suolo, dimostrandosi decisamente più furbo e prudente dell’avversario, dal momento che non sale anch’egli sulla scala ma si limita a puntare il dito in alto.

Siparietto di Darren Young e Bob Buckland, che si dice contro la corsa dicendo di non correre più dal 1978, poi rivela di aver rubato le chiavi dell’auto a Darren e lo obbliga a camminare fino alla prossima città, che è appena ad otto ore di distanza, non un minuto di meno, altrimenti saprà che ha corso, Darren accetta il tutto con calma quasi surreale

Ingresso trionfale di Charlotte e di una Dana decisamente mal truccata, Charlotte dice che un vero campione sa ammettere quando ha sbagliato, ha rivisto quello che ha detto a suo padre settimana scorsa, perciò, se suo padre è all’ascolto, desidera spiegarsi meglio, quando ha detto che Ric per lei era morto intendeva dal punto di vista professionale, vuole ancora festeggiare il Natale con lui, vuole essere la sua migliore amica ed occuparsi di lui più di quanto lui si sia mai occupato di lei, ma per quel che riguardo il “suo” Women’s Championship non ha intenzione di dividere le luci della ribalta con nessuno, nemmeno con suo padre

Questo toccante discorso viene interrotto da Natalya e Becky Lynch, Charlotte deride la famiglia di Natalya (il filmato a mia disposizione ha un mancamento e va a scatti per un po’), ma Nattie le dice che il modo in cui ha trattato suo padre è disgustoso, mentre Becky prova a far aprire gli occhi a Dana Brooke, dicendole che Charlotte la userà e poi la abbandonerà, Charlotte rassicura Dana dicendo che è la sua protetta, dato che ha molte cose da insegnargli, ancora una volta Natalya e Becky provano a far ragionare Dana, la quale tira fuori un’espressione da “insert brain here” molto divertente, fa qualche passo verso l’angolo di Nattie e Becky, ma poi attacca Natalya alle spalle, le due heel si gettano sulle avversarie, Dana stende Becky con la sua finisher mentre Charlotte chiude Natalya in una presa, umiliazione suprema: il tippettio sulla testa ad opera di Dana. Tentativo di conversione fallito.

Promo dei Fiori del Portorico.

Prima del main event, a quanto pare c’è un altro match da disputare, Tyler Breeze e Fandango si presenta sul ring, mentre viene mostrato un filmato in cui Breeze prova a convincere Fandango a farsi togliere definitivamente la peluria corporea, il tutto mentre gli rade i peli della schiena con un rasoio

R-Truth (with Goldust) vs Tyler Breeze (with Fandango) (s.v.)

Tempo due secondi e il tutto finisce in una mega rissa sul ring

Vincitore: No contest

Teddy Long, che a quanto pare aveva qualche altro dollaro da parte, spunta sullo stage e indice un tag team match per mettere a posto le cose . . . peccato che no, a quanto pare “non” aveva qualche altro dollaro da parte, dato che due uomini della sicurezza gli compaiono alle spalle per portarlo via, mentre il buon vecchio lancia un hashtag per averlo al controllo di SmackDown

Mentre viene scortato via, Teddy viene mazziato anche da Stephanie, che dice non daranno mai il controllo di SmackDown ad un vecchio incompetente, il loro padre vuole qualcuno di giovane, intelligente e competente e lei assicura che non sarà Shane a comandare a SmackDown, ma sarà lei e comunque non certo Teddy Long, che è costretto ad abbandonare l’arena.

Ultimo dei filmati dedicati a Muhammad Alì, in cui vediamo molte delle sue apparizioni nel mondo del wrestling. Dopodiché scopriamo che la prossima settimana avremo una puntata dell’Ambrose Asylum in cui saranno presenti Roman Reigns e Seth Rollins, una reunion dello Shield, fa notare Michael Cole, anche se non proprio quella che il pubblico vorrebbe. E passiamo finalmente al main event . . . anzi no, viene indetto Becky Lynch vs Dana Brooke ed Ambrose vs Jericho, entrambi per SmackDown . . . e pure l’ufficializzazione del Fatal 4 way tag team match per Money In The Bank. Il New Day fa il suo ingresso nell’arena, sfottendo il Club dicendo che anche loro fanno parte di un club, il club dei campioni di coppia, questo è l’unico club che conta, mentre il “loro” Club non conta proprio niente

Prima dell’inizio vero e proprio del match parte una rissa da antologia, durante la quale Woods ci delizia con un volo fuori ring dritto su Gallows e poi tenta di bissare su AJ, ma Anderson interviene facendolo cadere, Woods si prende così la Styles clash dritto sul pavimento, i membri del New Day sembrano tutti e tre a terra, quando il match sfuma in nero. Al ritorno scopriamo che Woods non era in grado di continuare ed è stato portato nel backstage, ma Big E e Kofi sono comunque determinati da affontare gli avversari

3 on 2 handicap match The Ammiccamento Club vs Kofi Kingston&Big E (2,5 / 5)

I campioni di coppia hanno la meglio su Anderson, che si becca diverse mosse da Big E, compreso lo Splash sull’apron, l’arbitro allora viene distratto da Anderson mentre Styles vs di Pelè kick su E, il pubblico comincia già ad intonare per John Cena, E viene portato sul ring e chiuso all’angolo avversario, incontrando in Gallows un degno avversario dal punto di vista fisico, E rotola evitando due tentativi di Elbow drop e riesce a dare il cambio a Kofi che se la vede con AJ, neutralizza un’interferenza di Gallows ma poi esegue un Crossbody a vuoto, Gallows ed Anderson continuano ad interferire, Anderson viene bloccato da Big E ma questi viene a sua volta attaccato e Styles chiude il match con il Phenomenal forearm

Vincitori: The Club

Ovviamente John Cena arriva in soccorso del New Day, ma Styles rifugge il confronto, Cena se la vede con A&G e a questo punto AJ lo attacca alle spalle, Kofi e Big E però nel frattempo si sono ripresi ed i tre riescono a spedire il Club fuori ring, il fortunato che si becca la AA è Luke Gallows. Con il trio di buoni festante sul ring si chiude la puntata.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6-
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
6.5
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname