Benvenuti al nuovo episodio di Monday Night Raw, questa notte si parte alla grande con uno steel cage tra i protagonisti del main event della settimana scorsa: Big E e Kevin Owens! A svelarcelo c’è Seth Rollins ad inizio puntata, che dice che si godrà ogni secondo di questo match.

Steel Cage match: Kevin Owens vs Big E 4 out of 5 stars (4 / 5)

Non c’è il titolo in palio in questo sontuoso opener ma c’è l’onore di Kevin Owens in palio, che per mesi è stato chiamato “bugiardo” da Big E. Nelle prime fasi KO cerca una fuga rapida, provando a sgattaiolare fuori dalla porta o a scalare la gabbia senza che il match entri nel vivo. Alla fine si rassegna alla lotta, ambito in cui eccelle, dando vita ad un buon match con il campione WWE. A metà match quando Big E sta provando a scappare dalla porta della gabbia arriva Seth Rollins a chiudergli la porta in faccia, così da evitare che il match finisca. Il match quindi torna ad essere una lotta serratissima con Seth Rollins fuori dalla gabbia che è uno spettacolo nello spettacolo mentre si augura che il match non finisca, facendo finta di essere dispiaciuto che il conteggio non arrivi a 3. Alla fine a vincere è il campione WWE Big E, che dopo aver assestato a Kevin Owens una Big Ending dal paletto riesce ad uscire dalla porta principale della steel cage. E’ stato un buon match, con una durata discreta ma forse poteva essere migliore, con più pathos e un finale un po’ più creativo. Ma vista la stipulazione e la costruzione, vado con 4 stelline.

Vincitore: Big E

Dopo il match Seth Rollins decide di infierire sui due contendenti sfiniti, attaccando entrambi duramente. Si concentra particolarmente su Kevin Owens, a cui sta per assestare la sua stomp quando arriva Big E che lo colpisce mettendolo al tappeto. Non che volesse salvare Owens, e lo mette subito in chiaro infliggendo ancora la Big Ending su di lui: un trionfo totale per Big E.

Un trionfo totale… per ora. Perché quando torniamo dalla pubblicità vediamo che c’è anche Big E stravolto per terra a bordo ring e ci viene svelato che è arrivato Bobby Lashley durante la pubblicità e ha colpito tutti e tre i contendenti per il titolo. Che voglia inserirsi anche lui nella lotta per il titolo WWE?

Intanto questa sera abbiamo diverse cose interessanti tra cui il match per il titolo femminile tra Liv Morgan e Becky Lynch ed un torneo chiamato RK-Bronament cioè un torneo per stabilire gli sfidanti degli RK-Bro.

A proposito di campioni tag team arrivano le campionesse di coppia Carmella e Zelina e siamo pronti per il prossimo match.

Queen Zelina vs Nikki ASH 2 out of 5 stars (2 / 5)

Match rapido e privo di particolari emozioni. In (forse) due minuti non succede quasi nulla e all’improvviso Zelina tira fuori la sua code red e ottiene il conto da 3.

Vincitrice: Queen Zelina

BACKSTAGE: Riddle e Orton parlano del torneo che sta per cominciare e tirano fuori un altro dei loro simpatici siparietti. Riddle ha una giacca da commentatore WWE molto vintage e ne ha una anche per il collega Randy. Lui non vorrebbe indossarla ma poi Riddle riesce magicamente a convincerlo con l’aiuto del pubblico.

BACKSTAGE: Rhea cerca di rincuorare Nikki ASH ma lei sembra inconsolabile. Ad un certo punto c’è una ragazza nel backstage che sembra chiederle un autografo, Nikki sorride finalmente e sembra acconsentire ma la ragazza in realtà stava parlando con Jerry “The King” Lawler (siamo a Memphis) e Nikki scappa via in lacrime. Rhea lo guarda malissimo e lui non capisce perché.

RKBronemant First Round: AJ Styles e Omos vs. Street Profits

Match veloce che però ha un importante motivo di interesse. Un match discreto che però si conclude in modo particolare. Dopo le prime fasi di battaglia, infatti, Omos ed AJ Styles vengono contati fuori. Quello che succede dopo il match sembra la fine del sodalizio tra Omos ed AJ.

Vincitori: Street Profits per count out

Dopo il match Omos se ne va incazzatissimo lasciando AJ Styles sul ring. Arriva Riddle sul ring ad intervistare AJ Styles che dopo un primo momento di spiazzamento dice che è stata solo un’incomprensione. Dice che loro sono un grande team ma Riddle non può saperne niente. Quando se ne va Riddle passa la parola al collega Randy Orton chiedendogli se ha un commento e lui dice semplicemente: “nope” facendo sorridere tutta l’arena.

BACKSTAGE: Dopo un’intervista non troppo significativa a Becky Lynch si passa a Riddle e Orton con la vipera che si toglie la giacca da commentatore dicendo che i suoi giorni al tavolo di commento sono finiti ma che augura buon divertimento a Riddle.

Open Challenge US Championship match: Damian Priest (c) vs Robert Roode

Non vediamo tutte le classiche fasi della open challenge, con l’appello del campione ma ci buttano già il match in faccia a cose fatte. Va bene lo stesso. Il match è piacevole con i due che sono ottimi worker e con Roode che si fa valere cercando di conquistare quel titolo dopo tanti anni. Ci va vicino Roode che con un roll-up ottiene un conto da due dopo aver rovesciato la reckoning. Purtroppo per lui è solo questione di istanti, Priest ci riprova e assesta la Reckoning al suo avversario confermandosi campione.

Vincitore: Damian Priest

Non è uscito fuori il demone di Priest in questa occasione ma Ziggler sembra volerlo provocare colpendolo con un superkick dopo il match. La settimana prossima credo l’appuntamento sia inevitabile.

Bianca Belair vs. Doudrop 3 out of 5 stars (3 / 5)

Il match comincia prima ancora dell’ingresso sul ring di Bianca Belair dato che Doudrop la colpisce alle spalle mentre sta facendo la sua entrata. Si va comunque in pubblicità e Bianca ha il tempo di ricomporsi. Le due danno vita ad un buon match con una durata notevole. Le capacità ci sono ma non posso dargli un voto altissimo a causa del finale un po’ così. Bella la sfida però tra la potenza muscolare di Bianca e quella del fisico imponente di Doudrop. Ad un certo punto Bianca sembra quasi strozzare Doudrop cercando di sollevarla per la KOD che non va a segno. E’ la goccia che fa traboccare il vaso, Doudrop lascia il ring e si fa contare fuori raggiungendo il backstage. Tre stelline di incoraggiamento come voto, possono fare molto di più di così.

Vincitrice: Bianca Belair per count out

BACKSTAGE: Pronti per una nuova puntata di Austin Theory bullizzato da Vince McMahon? In questa straordinaria sit-com Vince fa delle domande ad Austin e ogni risposta che questi da non gli va bene. Il che è esilarante, o almeno dovrebbe esserlo. Vince chiede a Theory come va e poi gli annuncia che stasera avrà un match e gli chiede se è sorpreso, lui dice di si e Vince McMahon si dispera deluso. Scritto così non sembra divertente ma a me fa ridere.

Miz TV con Edge ospite. Altro pezzo molto interessante per questi due veterani. Miz dice ad Edge che non ha bisogno dei suoi complimenti e della sua gentilezza, che ne avrebbe avuto bisogno quando è arrivato in WWE e lo hanno cacciato dallo spogliatoio perché avevano paura di perdere il loro posto, perché lui era già più famoso di tre quarti dello spogliatoio prima ancora di entrarvi. Edge dice che lui stesso in questa arena gli aveva fatto i complimenti dicendogli che secondo lui aveva tutto per sfondare. Miz non cambia idea allora Edge gli dice che avrebbe bisogno di guardarsi allo specchio e dire quello che lui stesso gli aveva detto nel 2006: Miz, you’re an ass!

Miz sfida Edge a Day 1 ed Edge accetta ma rilancia dicendo che potrebbero combattere anche adesso, questa sera. Miz si ritrae dicendo che non lo fa per paura ma per… non fa in tempo a finire la frase che Edge lo colpisce facendolo cadere per terra.

Rey and Dominik Mysterio vs The Alpha Academy 3 out of 5 stars (3 / 5)

Match che dura forse due minuti. C’è un bel po’ d’azione sul ring ed il match non annoia. I due team potrebbero fare senza dubbio un match migliore di questo ma la sfida si risolve con un moonsault fallito da parte di Gable che atterra senza colpire Dominik. Il figlio di Rey ne approfitta con un roll-up e ottiene un conto da 3.

Vincitori: Rey and Dominik Mysterio

Dopo il match Riddle, che era stato alla telecronaca per tutto il match, sale sul ring con la sua giacchetta da commentatore e prova ad ottenere una dichiarazione a caldo da parte degli sconfitti. Di tutta risposta Otis lo prende e lo scaraventa a terra, lasciandolo steso.

BACKSTAGE: Vince McMahon spiega ad Austin Theory che non ci sarà il match che gli aveva annunciato, a meno che Theory non lo impressioni. Comincia a fare dei saltelli ma Vince gli dice di usare un po’ il cervello. Theory corre via da qualche parte senza dire niente e Vince McMahon sembra compiaciuto.

T-Bar vs Finn Balor 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Match riempitivo in cui Balor si rifà delle recenti sconfitte contro T-Bar. Non è nemmeno brutto come incontro ma non riesce a decollare in questa manciata di minuti che i due hanno a disposizione. Colpo di grazia e tutti a casa.

Vincitore: Finn Balor

Dove era corso Austin Theory? A colpire Finn Balor alle spalle dopo la vittoria. Si fa il solito selfie e ci comunica che la didascalia su Instagram sarà “Aspettatevi l’inaspettato”, con riferimento alla famosa lezione di Vince McMahon

BACKSTAGE: Vediamo la campionessa 24/7 Dana Brooke nel backstage mentre ci prepariamo per il main event. Ci sono varie gag con i vari Tozawa, R-Truth e Reggie che sembrano in agguato. Poi si vede Tamina correre dietro a Dana e Reggie che le fa perdere tempo. Non ho capito bene il senso.

BACKSTAGE: Siamo da MVP con Lashley. MVP ci spiega le azioni di Lashley dicendo che viviamo in un epoca dove nessuno affronta le conseguenze delle sue azioni. Non è il mondo di Lashley. Non è stato inserito, nemmeno menzionato, durante il match per il titolo, questa è una mancanza di rispetto e questo è ciò che accade a chi non lo rispetta.

RAW Women’s Championship Match: Liv Morgan vs Becky Lynch (c) 4 out of 5 stars (4 / 5)

A 17 anni da quel mitico Trish Stratus contro Lita che fece da main event in un Raw del 2004, la WWE torna ad offrire un main event tutto al femminile, evento che oggi non fa più scalpore. Annotazioni storiche a parte, il match si prende il giusto tempo riservando anche qualche piccolo tributo a quel match di tanti anni fa. Liv sembra poter vincere il match, cercando più volte il conto da tre decisivo senza trovarlo. Quando prova a far cedere con una presa al braccio, Becky la rovescia nella disarmer. Becky non riesce a far cedere Liv che poi con una Ring of Saturn (sort of) riesce quasi a far cedere Becky che però esegue un roll-up e ottiene un conto di due. Quindi nuova dis-arm-her, che questa volta è Liv a rovesciare in un roll-up. Conto da due ancora una volta quindi mahandle slam di Becky, roll-up, contro roll-up di Becky (questa volta sporco perché si tiene sulle corde) e vittoria disonesta della campionessa irlandese che in questo modo riesce ad ottenere il fatidico conto da tre, esattamente come aveva fatto a Survivor Series contro Charlotte.

Vincitrice: Becky Lynch

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
7.5
Evoluzione delle storyline
7
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.