Monday Night Raw vi da il benvenuto da Detroit, Michigan, alla tastiera, back again, Ysmsc.

Meno sette al ritorno del WWE draft signore e signori, la puntata si apre con una gran quantità di lottatori presenti sul ring, presumibilmente per una Battle royal, tra i partecipanti possiamo notare Konnor, il cui periodo di sospensione pare dunque terminato, Apollo Crews ottiene il privilegio di un ingresso singolo, mentre The Miz, in piedi sul tavolo di commento, ci informa che la Battle royal determinerà il nuovo n°1 contender al titolo Intercontinentale e dunque il suo match di BattleGround, ovviamente Miz sostiene che sconfiggerà chiunque esca vincitore dalla contesa

N°1 contender for the IC Championship Battle royal (2 / 5)

L’onere di essere il primo eliminato spetta, perché mai poi, ad Aiden English, mentre anche Konnor dura poco, viene inquadrato Bob Backlund e possiamo accorgerci della presenza del “Great again”(?) Darren Young, la fase iniziale è ovviamente caotica, con Baron Corbin che pare l’osso più duro della contesa, abbiamo persino un tradimento fratricida, con Jimmy che tenta di eliminare il fratello Jey, ma un secondo dopo i due tornano a collaborare quindi #whocares, carognata più, carognata meno, Miz intanto al commento nomina John Morrison, così per gli archivi; il ring comincia a svuotarsi e Corbin elimina altri due contendenti, mettendo in difficoltà anche il veterano Bubba Ray che lascia il posto agli ultimi cinque sul quadrato: Corbin, Crews, Young, Ziggler e Del Rio. Ziggler quasi si ammazza nel tentativo di eseguire una Famouser su Alberto e non riesce ad eliminarlo, Del Rio ricambia trasformando la Tilt-a-whirl backbreaker in una gutbreaker, dato che calcola male i giri (ma bel salvataggio Berty), Dolph risponde con un calcio alla testa ma Alberto cade dalla seconda corda e quindi è ancora in gioco, il messicano si confronta con quasi tutti gli avversari rimasti ma alla fine viene eliminato da un’azione combinata di Corbin e Crews, Ziggler e Corbin rischiano di eliminarsi a vicenda ma è il rookie di NXT a spuntarla, Crews prova ad attaccarlo alle spalle e qui avviene la doppia eliminazione, risultato: Darren Young, che era stato a girarsi i pollici per tutta la parte finale, vince

Vincitore: Darren Young(with Bob Backlund). Ordine di eliminazione: Aiden English, Konnor, Curtis Axel, R-Truth, Viktor, D-Von Dudley, Simon Gotch, Jey Uso, Goldust, Bo Dallas, Jimmy Uso, Jack Swagger, Bubba Ray Dudley, Alberto Del Rio, Dolph Ziggler, Baron Corbin, Apollo Crews

Seguono festeggiamenti urlanti da parte di Backlund, col pubblico che incredibilmente tifa Young molto più del previsto, theme song orecchiabile e sguardo di sfida tra Young e Miz per concludere . . . scherzavo, la conclusione sono altri festeggiamenti tra il mentore e l’allievo.

Negli Uffici, Stephanie chiede al fratello Shane perché il loro padre abbia deciso di tornare a Raw proprio oggi, a Shane non sembra importare più di tanto, mentre Seth Rollins interrompe i due dicendo che forse Vince vuole parlare con lui, che è al momento l’atleta più conteso per il WWE draft, poi chiede di poter condurre il suo talk show personale, il Rollins “apour”, o qualunque cosa esca dalla sua bocca, maledetti Iowensi con la lisca, l’argomento principale dello show sarebbe Roman Reigns e Seth promette grandi cose, così i due danno l’ok. Al tavolo di commento JBL mi viene in soccorso dicendo che dovrebbe essere il “Rollins Report”, e ci voleva tanto

Vengono dedicati alcuni minuti per celebrare la vittoria di Brock Lesnar ad UFC 200 (ho visto il match, ma di MMA non ci capisco niente quindi mi astengo da giudizi), poi si passa a promuovere il match tra Randy Orton e The Beast per SummerSlam, dunque ci viene annunciato che Orton farà il suo ritorno in quel di BattleGround per partecipare all’Highlight Reel di Chris Jericho.

Nel backstage, Zack Ryder prova ad intimidire Rusev dicendo di volergli prendere la cintura, ma viene attaccato alle spalle da Sheamus, che gli comunica che ha già un match in programma ed è contro di lui

Zack Ryder vs Sheamus (2 / 5)

Nuova versione della theme di Ryder, che apprezzo, barba di cinque tonalità più scura rispetto ai capelli per il ragazzo di Long Island. Ryder attacca con foga Sheamus per vendicarsi del confronto nel backstage e mette a segno un Dropkick dall’apron, Sheamus prova a calmarlo a parole tirando in ballo la gestione della rabbia e la possibilità di una birra in compagnia, ma Ryder non ci casca, l’irlandese passa allora alle vecchie ma sempre efficaci Clothesline, Zack prova una mossa dal paletto ma Sheamus lo fa cadere per poi colpirlo rapidamente con il Brogue kick

Vincitore: Sheamus

A Sheamus non spetta neanche la gioia della sua theme song, dal momento che arriva Rusev desideroso di menare anch’egli Zack Ryder, il quale prova a difendersi ma alla fine viene chiuso nella Accolade, con Rusev che gli urla nelle orecchie che accetta la sua sfida, gli darà una possibilità per il titolo degli Stati Uniti.

Passiamo ad un tag team match ed ho i brividi quando vedo arrivare i Breezango, ma i loro avversari non saranno i Golden Truth, bensì i Lucha Dragons, che a quanto pare sono passati al trucco di toccarti il petto e farti poi una schicchera al naso, rovesciandoti un bicchiere in faccia in questo caso, io continuo a credere in voi ragazzi, sappiatelo

Breezango vs Lucha Dragons (2 / 5)

Fase iniziale discreta tra Sin Cara e Fandango, che si conclude con una Headscissor del messicano, i Breezango si riprendono grazie ad un’ottima collaborazione sull’apron ring, Sin Cara viene chiuso all’angolo avversario, riesce a liberarsi con uno Springboard Moonsault (e anche qui qualcuno rischia la testa, concentrazione ragazzi! Concentrazione!) e avviene un doppio tag, Kalisto . . . inciampa sulle corde e Breeze prova ad approfittarsene, si ripete lo spot, Kalisto mette a segno una combo di calci acrobatici e tenta la Salida del Sol, Sin Cara si preoccupa di atterrare Fandango con un Crossbody fuori ring mentre sul quadrato Breeze blocca una mossa dal paletto di Kalisto colpendolo al volto con un calcio e lo schiena di roll up

Vincitori: Breezango

Un match che se fosse stato classificato come “serio” e non come “intermezzo perché ci son cose più importanti a cui pensare” sarebbe potuto essere davvero bello da vedere, peccato.

Seth Rollins fa il suo ingresso trionfale per il suo “Rollins Report”, dicendoci di avere un grande scoop per noi, ha un’intervista esclusiva che è riuscito a strappare a Roman Reigns, ma sono immagini forti quindi chiede al pubblico di Detroit se sia pronto a vederle, il pubblico rumoreggia e Rollins ci introduce alla grafica pheegherrima del Rollins Report . . .

Ovviamente, l’intervista si rivela un collage palesemente montato male, dato che l’inquadratura di Rollins è fissa nello stesso punto mentre Reigns quando viene inquadrato è ogni volta in una location diversa, con un abile montaggio di taglia e cuci Rollins riesce a far ammettere a Roman di essere un codardo e un bugiardo e che è pure fiero di quello che ha fatto, che ama essere un pessimo esempio per le persone e che Ambrose come campione gli fa schifo . . .

Ok, è stato divertente

Ah, durante il taglia e cuci Rollins è riuscito a far affermare a Roman Reigns che non merita di essere nel main event di BattleGround (un po’ quando una compagnia con sede in Bosnia registra un tuo “sì” e lo attacca ad un contratto vocale rifilandoti una fornitura a vita di caffè al pompelmo)

Ad interrompere Rollins arriva Mr WWE Champion, Dean Ambrose, che dice di essersi divertito ed è felice che Rollins si sia finalmente tolto il manico di scopa dal coolo e abbia optato per un po’ di divertimento, Seth per tutta risposta dice che il regno da campione di Dean è uno scherzo di pessimo gusto dato che quel titolo spettava a lui e Dean glielo ha rubato perché sapeva che non sarebbe mai riuscito a batterlo onestamente uno contro uno, ecco perché vuole che il Triple threat si faccia, così potrà nascondersi dietro a Roman Reigns, ma a BattleGround Rollins finalmente proverà chi è il migliore tra i tre dello Shield, dimostrerà di essere sempre stato migliore di lui e cancellerà tutti i suoi sogni di gloria, chiaro il concetto?

Ricamino risponde che sì, gli piace divertirsi, perché è il campione WWE ed è sul tetto del mondo, ha dimostrato di non essere uno scherzo, un clown, ma qualcosa da prendere dannatamente sul serio, loro si conoscono da tempo e Seth sa perfettamente che tipo di persona è e quanto ha dovuto faticare per essere dove è adesso, quindi Seth provi a immaginare quanto è disposto ad andare lontano per tenersi il titolo, dovranno strapparglielo dalle sue mani fredde ed un match in più non cambierà niente, perciò se Seth vuole piagnucolare per un match uno contro uno, Dean accetta, quando e dove vuole!

Rollins sembra accettare la sfida per stasera stessa, ma poi dice che lo faranno alle sue condizioni e che il match si farà settimana prossima, sempre in quel di Raw.

La grafica ci informa che il New Day ha incontrato la Wyatt Family nella palude dei fumenti e che stasera ci mostreranno com’è andata, poi ci viene confermato il match per il titolo WWE di settimana prossima. E adesso passiamo a Sami Zayn, che raggiunge il tavolo di commento per il match successivo, Zayn e Kevin Owens si affronteranno nuovamente a BattleGround, ma stasera l’avversario di Owens è un altro, dovrebbe combattere contro Cesaro, ma scopriamo che Owens è nel backstage e si rifiuta di salire sul ring finché Zayn non verrà allontanato, Stephanie da l’ok nonostante Sami avesse ottenuto l’autorizzazione ad essere lì da Shane, alla fine accetta di farsi portar via dal Nugolo arbitrale . . . ma quando Owens appare sullo stage gli rifila un pugno e questo porta ad un breve scambio di colpi, finché non vengono separati e allontanati, Sami torna nel backstage e Kevin sale sul ring, mentre la grafica ci mostra l’arrivo di Vince McMahon, Vince rivela a Renee Young di essere qui per annunciare chi sarà il nuovo direttore di SmackDown, inoltre afferma di non aver rivelato a nessuno la sua decisione. Possiamo ricominciare con i match adesso? Bene

Kevin Owens vs Cesaro (4 / 5)

L’entrata di Cesaro non stanca mai. Fase di lotta a terra con Cesaro che sovrasta Owens, sollevandolo di peso per un Gutwrench suplex, il primo tentativo di Swing avviene abbastanza presto, Owens si aggrappa alle corde e scivola fuori ring dove viene colpito dalla Rolling senton dello svizzero, tuttavia Cesaro falisce poi un Uppercut finendo contro le transenne e venendo gettato nell’area del timekeeper, Owens mantiene il vantaggio per un po’ e ne approfitta per salutare Zayn, questo gli fa subire un Suplex da Cesaro, il quale viene però poi colpito da una gomitata mentre è sull’apron e vola (letteralmente) contro le transenne, nuovo vantaggio per Owens che tenta lo schienamento dopo una Neckbreaker, una Cannon ball va a vuoto e Cesaro prova a riprendersi con una serie di Uppercut, schienamento, ma è solo due; Kevin Owns colpisce Cesaro agli occhi ma nonostante questo non solo Cesaro evita la Pop-up powerbomb, ma lo colpisce con lo Springboard uppercut, Cesaro poi scende dal ring e indossa il Sacro Copricapo di JBL, con il quale esegue un altro Uppercut ed un Crossbody su Owens, ma neanche questo basta, il canadese prova una Tornado DDT, fallisce ma riesce poi a caricarsi Cesaro sulle spalle, terminando il match con una la Inverted F-5 che tutti noi avevamo interpretato come un segno del suo feud con Brock Lesnar

Vincitore: Kevin Owens

Owens si avvicina al tavolo di commento e qui abbiamo la visione di Sami Zayn che plana addosso all’avversario, lasciandolo poi in balia di Cesaro che si toglie la soddisfazione di una Cesaro Swing.

Nel backstage, il Club si sta avviando verso il ring dato che A&G hanno in programma un match con Enzo&Cass, AJ Styles dice che i due sono degli stupidi se pensano che a John Cena importi qualcosa di qualcuno che non è se stesso e che presto li abbandonerà, stasera si occuperanno di loro, poi faranno qualcosa . . . qualcosa che gli provoca molto piacere . . . ah già: pestare John Cena!

Passiamo ad un match ricco di pathos

Titus O’Neil vs Heath Slater(with Social Outcasts) (s.v.)

RIP Slater Gator. Slater viene incoraggiato dai suoi compagni a farsi valere e riesce a non farsi uccidere subiro, O’Neil è capace di lanciare male la gente anche da steso sul ring, ad ogni modo tentativo di Crossbody fallito di Slater, combo di Backbreaker, Clash of the Titus e tutti a casa

Vincitore: Titus O’Neil

Backstage, intervista a Sasha Banks, che promette di chiudere la bocca a Dana Brooke per tutti quelli che non fanno che chiederle questo favore all’umanità, poi sarà il turno di Charlotte di subire la sua ira.

Ma prima scopriamo cos’è avvenuto nel Wyatt Family Compound (anzi, prima ancora scopriamo che Darren Young e Backlund saranno gli ospiti di MizTV).

Scopriamo che una figura femminile vestita di bianco e con una maschera da pecora ha accolto il New Day, la cui macchina è stata poi colpita dal furgone dei Wyatt, la lotta è cominciata con la sola luce delle varie auto che sembravano circondare la zona, Kofi e Big E sono stati sopraffatti, mentre Woods ha rischiato di venire ucciso da una picconata (giuro) di Bray Wyatt, nel fango della palude Kofi ha rischiato di annegare prima che E riuscisse a salvarlo, ma Wyatt si è presentato a loro con il corpo esanime di Woods, permettendo a Strowman e Rowan di attaccarli ancora, Woods si è poi ripreso con coraggio, ma è stato gettato all’interno di un’auto che Bray ha poi preso a picconate chiedendogli dove fosse adesso il potere della positività, Woods ha continuato a lottare e il New Day è riuscito a ricomporsi, ma si sono trovati ancora circondati dalle auto, poi da decine di lanterne sollevate da altrettanti adepti di Bray in maschera da pecora, il New Day è dovuto fuggire.

Il trio di commento è shockato, Michael Cole si domanda se qualcuno potrebbe mai riprendersi da un’esperienza del genere.

Passiamo dunque al prossimo match, il Club risulta tifato, ma l’ovazione riservata ad Enzo Amore&Big Cass continua a non avere eguali, Cass dice che ognuno nel roster vuole il posto di John Cena, lo vuole il Club come lo vogliono lui ed Enzo, ma la differenza è che se loro avranno l’occasione di scalzare Cena dal suo trono se la saranno guadagnata onestamente, mentre al Club sono sempre serviti confronti tre contro uno, quindi piuttosto che aspettare che dopo Cena il Club puntasse qualcun altro loro hanno preferito farsi avanti da soli, AJ risponde che è una bella storia, ma resta il fatto che Cena non è qui stasera, perché a Cena non importa niente di Enzo&Cass, quindi da ai due un ultimo avvertimento, perché altrimenti li rispediranno dove meritano di stare, ovviamente i due ultratifati non ci stanno e proveranno che il Club è, come sempre, SAWFT!

Enzo&Cass vs A&G(with AJ Styles) (3 / 5)

Cori per AJ, a cui rispondono cori per Enzo che inizialmente subisce l’offensiva di Anderson, Enzo si riprende ed esegue un Takedown aiutandosi con le corde, viene però spinto all’angolo dove è Gallows a colpirlo, Enzo riesce a dare il tag, con Colin che lo usa come arma gettandolo più volte addosso a Anderson (intanto, se le orecchie non m’ingannano, parte un coro “we want Cena” “no we won’t!”), purtroppo Enzo viene poi lanciato contro l’angolo da Gallows e di nuovo i beniamini del pubblico si trovano in difficoltà, Enzo prova più volte a dare il tag finché non stende Gallows con una DDT, doppio tag e mazzate di Cass su Anderson, i due sembrano pronti per la finisher, ma AJ interviene a distrarre Cass mentre Gallows blocca lo schienamento, quando AJ lancia Cassady contro le transenne l’arbitro non può far altro che interrompere il match

Vincitori: Enzo&Big Cass via DQ

Il Club sembra pronto a fare di Enzo carne da macello, ma ecco che arriva John Cena a interrompere i loro piani, Cena, Enzo e Cassady costringono il Club alla ritirata e i tre festeggiano poi sul ring, purtroppo il “beat up John Cena” è rimandato.

Passiamo al match femminile della serata, Dana Brooke ha ripreso l’abitudine di copiare i suoi costumi da un catalogo di biancheria di Intimissimi (di quelli rimasti invenduti però), Sasha invece indossa i soliti colori sparaflashanti. Complimenti a Dana per l’espressione da “insert brain here” durante l’imitazione di Sasha

Dana Brooke(with Charlotte) vs Sasha Banks (2,5 / 5)

La Brooke fugge immediatamente dal ring, ma quando vi rientra non riesce comunque a sorprendere Sasha, che la schiaffeggia, Sasha riesce anche a prendersi il tempo di stuzzicare Charlotte, la Brooke finalmente connette un calcio, ma fa solo infuriare di più la Banks, così la strattona per i capelli facendola poi cadere dal ring, segue una presa al tappeto della Brooke, da cui Sasha si libera lanciandola contro le corde, la Brooke ci prova allora con una Sideslam, ma è solo due, porta l’avversaria all’angolo dove la colpisce più volte, ma la Banks non cede Sasha poi evita un nuovo attacco all’angolo e connette alcune mosse sull’avversaria, compreso il doppio Knee stomp, le due salgono poi sul paletto dove Sasha evita un Superplex e connette un Crossbody, ma la Brooke non si fa schienare ed aggrappandosi poi alle corde evita la Bank’statement, tuttavia quando si carica Sasha sulla schiena questa le scivola alle spalle e chiude la Bank’statement, nonostante il tentativo di intromisione di Charlotte

Vincitrice: Sasha Banks

Charlotte consiglia a Sasha di non rallegrarsi troppo, perché non la ritiene ancora degna di avere un match contro di lei, poi le offre di affrontare ancora Dana Brooke, questa volta a SmackDown, e se vincerà allora “forse” la prenderà in considerazione come sfidante, perché è lei la campionessa e lei detta la regole, Sasha non può far altro che prepararsi per la sfida dello show blu.

Siamo giunti al main event della serata, rappresentato dal ritorno di Vince McMahon. Il ring viene prima raggiunto dai figli Shane e Stephanie, l’ingresso di Vince riceve una reazione molto calorosa da parte del pubblico (che, tra parentesi, si è dimostrato molto partecipe durante tutta la serata). Vince esordisce dicendo che è felice di aver visto i figli collaborare, ma è un po’ deluso da entrambi, Stephanie perché ha voluto fare la parte della dolce (Stephanie nega, chiedendo poi al pubblico se la ritengano una persona dolce, ricevendo ovviamente dei secchi “no”), Shane perché non ha fatto abbastanza il duro, ecco, in parole povere avrebbe voluto vederli azzannarsi alla gola a vicenda, voleva competizione e non l’ha avuta, tuttavia vuole dare a tutti e due un’opportunità per convincerlo a nominarli direttore di SmackDown, comincia Stephanie, che promette di togliersi i guanti di velluto, rivela a Vince che Shane se n’è andato perché Vince non lo considerava abbastanza e che è tornato solo per scacciare via il vecchio ed è pronta a scommettere che lo pugnalerebbe alle spalle ogni volta che ne avrebbe l’occasione; Shane se la prende comoda con l’arringa così Steph ne approfitta per dire che il pubblico tifa Shane solo perché Shane è bravo a leccar loro il coolo, Shane finalmente prende la parola e subito infiamma la folla, dice che al suo ritorno ha ricevuto l’ovazione più grande della sua vita e per questo li ringrazia tutti, ma il motivo per cui vuole controllare SmackDown è perché vuole rappresentare il cambiamento di cui la WWE ha bisogno e lui è disposto a portare questo cambiamento ovunque, rompendo la teca di vetro che sta soffocando il loro business, il secondo motivo è che Vince sa bene che Shane è l’unico nella compagnia, e forse nel mondo intero, che ha il coraggio di dire a Vince le cose come stanno, in faccia, con tutto il rispetto del mondo ma senza mai cadere nel lecchinaggio, stasera Vince ha la possibilità di dare alla WWE il cambiamento di cui ha bisogno e Shane vuole che non ascolti solo le sue parole, ma quelle di tutto il pubblico, parte così un’acclamazione di Re(cit.) in cui il pubbico si schiera palesemente dalla parte di Shane

Vince afferma che non potrebbe importargli di meno di quello che la gente pensa, così, mettiamo le cose in chiaro, poi dice che uno dei due dovrà comunque dirigere SmackDown e quel qualcuno è . . . rullo di tamburi grazie . . . Shane McMahon!

Parte un festeggiamento da mondiali, Shane ringrazia tutto il pubblico ma Vince interrompe i festeggiamenti dicendo che stando così le cose gli incarichi di Shane per quel che riguarda Raw devono essere annullati, perciò Stephanie McMahon viene nominata direttore di Raw

Ma Vince non ha ancora finito, doppio twist, Vince vuole che i due competano ovunque, per i rating, per il merchandise, sui social media, vuole vederli sfidarsi a tal punto che non gli importa se infrangeranno la legge (ma che non si facciano beccare), così che uno dei due lo convinca a lasciargli le chiavi del suo regno, per prima cosa la prossima settimana Stephanie e Shane dovranno nominare un GM per i rispettivi show e se non lo faranno ci penserà Vince, perciò . . . alla fine Vince ottiene sempre quello che vuole, che i giochi abbiano inizio!

Vince se ne va e, rimasti in due, Stephanie dice che per tutta la sua vita ha dovuto lavorare il doppio per riceverà la metà del riconoscimento, Shane ha cercato di farla sentire una nullità e perciò Stephanie gli restituirà il favore, distruggerà SmackDown, gli farà desiderare di non essere mai nato McMahon, gli farà desiderare di non essere mai nato, Shane risponde che per tutta la vita ha sempre saputo che Stephanie, sotto la sua maschera, è sempre stata spaventata e che, alla fine, lui la guarderà dall’alto in basso, come ha sempre fatto, Stephanie per tutta risposta gli tira uno schiaffo, ma Shane non solo porge l’altra guancia, ma le da un bacio sul mento, Stephanie se ne va, cominciando la sfida inciampando sui gradoni e rischiando un capitombolo, ricompostasi manda un bacio a Shane, mentre questi ringrazia il pubblico per avergli permesso di arrivare dov’è adesso.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6.25
Qualità dei promo
7.5
Evoluzione delle storyline
6.75
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname