Un cordiale saluto da ChristiaNexus che vi dà il benvenuto da New Orleans per l’odierna puntata di Monday Night RRRRRRRRRRRRRRAAAAAAAAAAAWWWWWWW!!!

Prima di cominciare, però, mi preme rivolgere un saluto alla Raw Numba One Reporter Ysmsc (e non ho usato il copia-incolla), sempre gentile e foriera di belle parole per il sottoscritto.

La puntata si apre con un minuto di silenzio per la terribile strage di Orlando, episodio troppo brutto da commentare. La grafica poi ci ricorda che Dean Ambrose ospiterà i propri ex compagni nello Shield per l’Ambrose Asylum; inoltre, verrà firmato dal vivo il contratto dell’incontro fra AJ Styles e John Cena.

E’ il New Day ad inaugurare la puntata di oggi; mentre il trio entra sul ring, ci viene ricordata ala difesa titolata di Money In The Bank, il fatal 4 way che li vedrà opposti al (Bullet) Club, ai VaudeVillains e ad Enzo Amore e Big Cass.

Kofi dice che questa domenica, solo sul WWE Network, i maginifici difenderanno i propri titoli, con annesso movimento di fianco, contro ben tre team diversi. Xavier Woods viene distratto dalle scapre di Kofi, il quale gli dice, al netto degli sfottò di Xavier, che sono le stesse indossate da Stephen Curry, MVP delle ultime due regular season di NBA, molto indossate in questo periodo. Big E e Xavier continuano a prendersene gioco, ma Kofi ne ribadisce la bellezza. Si ritorna al match di domenica e Kofi assicura che manterranno le cinture, e perché? Perché il New Day rocks, ovviamente.

Entrano Enzo Amore e Big Cass, e ci ripete per la trilionesima volta che il suo nome è Enzo amore ed è un certified G e un bonafide stud, cose che non si possono insegnare agli altri, così come i 7 foot di altezza di Big Cass, how you doin’? (Fine, thanks.)

Big Cass dice che lui e ‘Nzo avranno la propria primo opportunità titolata e giocheranno il tutto per tutto per vincerli. Loro non hanno alcun problema con gli unicorni, i cereali e le corna falliche che indossano sul capo. Non gli vanno a genio, però, le scarpe indossate da Kofi (ma perché poi? Non sono malaccio). Kofi dice che è il momento di finirla di pensarla alle scarpe, e Colin Cassady si concentra sulla “ragazza” di Xavier Woods, Francesca il trombone. Cass chiede a Xavier, con fare malizioso, dove fosse ieri sera (domenica sera) e il dottore risponde che è una donna adulta e indipendente, quindi, può fare ciò che vuole (are you serious, bro?). Cass però, rivela che ha trascorso la serata con Enzo che se l’è slinguazzata tutta la notte. E’ il turno di Enzo di parlare di “Franny”, e dice che sono stati in giro per New Orleans e che non è certo una santa, e l’ha suonata per le strade della città, non è un mondo meraviglioso? Ha suonato come il grande Louie Armstrong tutta la notte. Xavier dice di essere l’unico in grado di soffiare nel proprio strumento e, quindi, nella propria ragazza (con tanto di doppio senso ambiguo, in quanto Xavier usa il verbo blow che richiama il sesso orale). Kofi dice che è il momento che tutti attendevano, quello di un confronto verbale tra i due team. Tuttavia, intervengono i VaudeVillains che, nella persona di Simon Gotch, invitano i bambini sul ring a fare silenzio; solo due uomini che rappresentano i valori di un’era che fu possono suonare il trombone e intrattenere. Aiden English canta che è una nuova era e ci saranno nuovi campioni di coppia, il più grande team che c’è in Dabliu-Dabliu-EEEEEEEEEEEEEEE (ottimo acuto). Entrano però Luke Gallows e Karl Anderson, questi intima a tutti di tacere. Si chiede se sia un concorso per talenti e ricorda che è finito il tempo dei giochetti. Luke Gallows dice che odia essere al polizia del divertimento, in realtà no, e aggiunge che saranno l’unica coppia che alzerà le cinture al cielo e dice che sarà più facile di fare un touchdown alla squadra locale di football. Cass dice che semplificherà le cose e che c’è solo una parola per descriverli: S-A-W-F-T, SAAAAAAAAAAAAAAAAAAAWWWFT!

Si va in pubblicità, prima che lo scontro tra i team face e i due heel abbia inizio.

4 Man Tag Team Match: The Club (Luke Gallows e Karl Anderson) e i VaudeVillains (Simon Gotch ed Aiden English) VS The New Day (Kofi Kingston e Big E con Xavier Woods) e Enzo Amore e Big Cass (3 / 5)

Al rientro dalla pausa commerciale, Kofi ed Aiden sono in clinch; i due finiscono all’angolo e English prova una monkey flip, ma Kofi cade in piedi; nello scambio che ne segue, Kofi connette con un’hurrancanrana, seguita da un back body drop sull’entrante Gotch. Kofi dà il cambio a Big E e i due connettono con la poetry in motion su Gotch che si becca anche una clothesline di Big E.

Inizia anche la unicorn stampede conclusa dal basement (o low) dropkick di kofi e dalla strombettata di Xavier. Entra Cass e poi Enzo che viene lanciato dall’amico all’angolo su Gotch. Enzo connette col crossbody ma su English, sacrificatosi per Gotch che ne approfitta e connette con un Regalplex. Entra Gallows che mette al tappeto Enzo con un pugno. Amore prova a reagire ma subisce due bodyslam in serie. Entra Anderson che connette con un calcio allo stomaco e una serie di pugni in ground and pound. Anderson lo porta all’angolo e gli sferra un calcio. Entra English che connette con svariate ginocchiate e prova il pin, poi gli molla un pugno e riprova il pin. Amore viene lanciato all’angolo ma si divincola ed esegue un’headscissor. Nello scambio che ne segue, English finsce fuori dal ring ma riesce a tenere Amore per una gamba; questi, però, si libera e dà il cambio a Big Cass che fa piazza pulita del team avversario, mentre Gallows viene bloccato da Big E. Fallaway slam e stinger splash per English salvato poi da Gotch. Kofi si getta sugli vvversri superando il paletto all’angolino (alla Ricochet, per intenderci). Al ritorno dalla pubblicità, Gotch è chiuso in un’abdominal stretch da Big E, che si divete a sculacciarlo. Gotch si libera e lo colpisce ripetutamente, tenta il sunset flip ma le gambe di Ettore sono troppo forti e questi, poi, gli sferra una gomitata, Big E però viene distratto ed entra Anderson e, poi, English, che lo caplestano ripetutamente all’angolo. Entra Gotch e i due connettono con la doppia chop e il doppio pugno. Due ginocchiate ben assestate mettono E al tappeto. Entra Gallows che sferra una serie di pugni e un uppercut, seguito dal bicycle kick di Anderson e dallo splash di Gallows, cui segue una serie di gomitate; Gallows prova lo splash al tappeto ma E lo evita. Entrano Kofi e Anderson, Kofi ne ha per tutti e con dropkick e clothesline mette al tappeto Anderson, con tanto di Boom Drop. Chiama la Trouble in Paradise ma Karl la evita salvo beccarsi il doppio calcio all’angolo e un crossbody dalla corda. Gotch blocca il pin ma si becca un calcio di Cass che, a propria volta, si becca un dropkick di English che, manco a dirlo, si becca il belly to belly suplex di Big E che, per concludere questa serie furiosa, si becca il calcio del Doc, Luke Gallows, che entra al fine di eseguire con il degno compare la Magic Killer, con la quale vincono il match.

Vinicitori: The Club e i VaudeVillains

I vincitori festeggiano, fieri dell’aver lanciato un messaggio inequivocabile.

Viene mostrato il debutto dello Shield e il promo di Darren Young e Bob Backlund giàvisto a Smackdown.

Stephanie parla al telefono nel proprio ufficio e viene raggiunta da Shane, il quale propone di prendere Raw e lasciare Smackdown alla sorella, o viceversa. Stephanie vorrebbe entrambi ma Shane le ricorda i precedenti fallimenti della propria. Ecco allora Corporate Kane che fa capolino e si propone per controllare Smackdown. Stephanie gli schiaffa di essere uno psicopatico ma le mostra un esame psicologico e una lettera di Undertaker, con Steph che lascia il compito di leggere il malloppo a Shane.

Nel backstage, Zack Ryder prende in giro con alcuni dipendenti Sheamus, che si crede la star del nuovo film delle Tartarughe Ninja, ma l’irlandese arriva e dice di non essere divertito dalle sue parole e dall’attacco di Apollo Crews, avvenuto durante l’ultimo episodio di Smackdown (per vendicare, ad onor del vero, l’attacco subito qualche settimana fa a Raw), lui aggiunge che dopo il suo match sarà lui a ridere e metterà al proprio posto anche Apollo Crews a Money In The Bank. Zack finge che sia arrivato Apollo e Sheamus si allarma, per poi si arrabbia con tutti i presenti. Viene mostrato, il salvataggio di Daniel Bryan da parte dello Shield, il giorno dopo WrestleMania XXX.

E’ tempo di un altro promo di Primo ed Epico, ma perché non li mettono un un’agenzia viaggi? Farebbero un successone; scherzi a parte, è un peccato vedere due ottimi wrestler costretti a non lottare.

Si torna in diretta ed entra Titus O’Neil che viene attaccato da dietro da Rusev, in pieno stile modalità carriera di WWE 2K16. Titus prova a reagire ma Rusev non gli lascia scampo, mentre arriva anche Lana sullo stage, con in mano la cintura di Campione degli Stati Uniti. Rusev connette con il superkick sul retro del collo del malcapitato Titus e poi lo chiude nell’Accolade. Gli arbitri provano a fermare il bulgaro, poi russo,poi di nuovo bulgaro, ma questi torna a chiuderlo nella presa letale. Titus è privo di sensi sulla rampa e Rusev gli mostra la cintura di US Champion, ribadendogli che sia lui il campione e che l’ex membro dei Prime Time Players non la vincerà mai.

Va in onda l’ultimo momento dello Shield, il tradimento di Seth Rollins, seguito dal replay dell’assalto di Rusev.

E’ giunta l’ora dell’Ambrose Asylum, ed ecco sul quadrato il buon Dean, il quale sembra felice di ciò che sta per accadere. A grande richiesta, egli annuncia il ritorno del proprio show, dopo essere stato cancellato da Stephanie McMahon, e dice che, nonostante WrestleMania si svolga una sola volta l’anno, questo Monye In The Bank sembra un’altra WrestleMania. C’è il match per la valigetta e ci sono due potenziali main event del Grandest Stage of Them All. L’evento offrirà risposte a tante domande: riuscirà John Cena stare al passo con la “nuova” era? Ce la farà Charlotte a vincere senza l’aiuto del padre? Che rumore farà Chris Jericho quando cadrà dalle scale? Oggi, però, è lunedì ed è il caso di concentrarsi su ciò che accadrà adesso a New Orleans e presenta, la feccia per eccellenza, Seth Rollins (e torna la prima versione della propria theme song, credo che le cambiano ad mentula canis), che non sembra gradire molto la scenografia dello show.

Ambrose lo abbraccia ma Rollins si scuote come se lo avesse toccato uno stercorario, ed entra poi il campione WWE Roman Reigns, fischiato come al solito, but you already know that.

I due sfidanti si fissano, con Dean che sembra divertito. Questi dice che ciò è grande e chiede a Seth come stia il ginocchio. Rollins è contrariato perché la domanda implica che non abbia guardato lo speciale a lui dedicato sul network. Il ginocchio è al 100%. Dean gli chiede se gli faccia male la faccia, perché lo sta uccidendo. Dean chiede a Roman come vada, egli risponde bene e partono i megafischi del pubblico, si è divertito a New Orleans, e chiede a Seth se si è divertito anche lui. Questi è nervoso e Dean gli dice di rilassarsi e divertirsi, di sorridere, non sono sul ring insieme da tanto, e gli dice di non rovinare la festa.

Seth dice di non voler rovinare la festa, e ricorda i tanti bei momenti trascorsi insieme: proprio lì, si è svolta la WrestleMania dove hanno messo a tacere i New Age Outlaws e Kane, o l’arrivo a Londra in elicottero, o il sushi bar in Giappone dove hanno trovato Ambrose svenuto. Seth ricorda poi grandi match con i Wyatt e l’Evolution, con cui hanno mandato in pensione Batista che, a dirla tutta, dovrebbe ringraziarli, perché lo hanno reso una star di Hollywood. Ma Seth aggiunge che il proprio momento preferito è stato quando li ha presi a sediate, decretando la morte dello Shield, per non parlare dell’incasso a WM 31, diventando così il primo membro dello Shield a vincere il Titolo WWE. Dean invita i due sfidanti alla calma e sposta l’attenzione su MITB chiedendo a roman che ne pensa, e questi gli dice che entrerà e uscirà dall’arena da campione. Dean chiede lumi a Seth sul fatto che non considera Reigns Campione perché egli non lo ha mai perso. Seth risponde con una domanda: lo ha mai battuto? Ma Dean dice che è lui a fare le domande e Roman chiede a Dean perché non ha la cintura, se è il Campione? Dean rigira la domanda a Seth che risponde che non ce l’ha perché il suo ginocchio ha ceduto dopo essersi caricato l’intera compagnia sulle spalle per quasi due anni. Roman se l’è meritata finchè è stato assente, ma non lo ha mai battuto perché non può batterlo, lui è migliore, due passi avanti e non può farci nulla. Si assomigliano ma la grande differenza è che Reigns non potrebbe fare nulla senza di lui. Senza lo Shield, non avrebbe avuto successo, senza l’infortunio, non Roman avrebbe mai vinto il titolo e, a MITB, si riprenderà da solo il titolo che non ha mai perso, perché lui fa tutto da solo. Dean, però, gli ricorda l’Authority, J&J, Kane; mancavano solo i marine ad aiutarlo. Roman, però, ribadisce dice che sia stato solo nell’incass del MITB e nella distruzione dello Shield e della roro amicizia. Per cosa? Per la fama e il successo. Ebbene, Rollins avrà le luci della ribalta su di lui, domenica, e Roman sarà the guy non solo per la cintura ma perché avrà battuto Seth. Dean è compiaciuto e promuove nuovamente il match di domenica sul Network, chiedendosi chi uscirà da Campione: Seth che dice di non aver mai perso il Titolo o Reigns?

O sé stesso, qualora vincesse il MITB e decidesse di fregarli entrambi, incassandolo subito?

Lo show si chiude qui, ma Seth spinge Dean contro Roman, Ambrose reagisce ma Roman, lo scaraventa via, Seth tenta il pedigree ma si becca il superman punch, mentre Dean esegue la Dirty Deeds su Reigns, fissando poi la valigetta.

Cena è nel backstage con Shane, mentre tra poco Paige affronterà Charlotte.

Dean viene raggiunto nel backstage da Stephanie che gli chiede se è orgoglioso del ritorno del talk show e gli annuncia che, nel main event, affronterà Chris Jericho. Dean le dice che è piena di veleno nel sangue ma lei risponde che lo sa usare.

Paige è sul ring con Charlotte, mentre Becky Lynch e Natalya sono al tavolo di commento, e viene annunciato che affronteranno Dana Brooke e Charlotte a MITB.

Single Match: Paige vs Charlotte (con Dana Brooke) (1,5 / 5)

Le due vanno in clinch, ginocchiata e mat slam di Charlotte, che prende in giro l’avversaria, prova la figure-eight ma Paige la sorprende con uno small package, seguito da un superkick. Charlotte risponde con una chop e un sunset flip ma si becca la shining wizard di Paige. Le due contendenti continuano a scambiarsi colpi ed arriva un altro superkick di Paige, che le fa ottenere solo un conto di 2. Small package di Charlotte e nuovo tentativo di figure-eight ma Paige non si fa sorprendere. Charlotte rigira l’irish whip e tenta di novo la finisher ma finisce fuori dal ring, dove viene presa in giro da Nattie e Becky. Dana Brooke la getta sul ring ma questa si prende l’ennesimo superkick e la Ram-Paige, venendo sconfitta.

Vincitrice: Paige

Dana è sconvolta a bordo ring mentre Charlotte è furiosa.

Renee Young è con Cesaro al backsatage e gli chiede l’influenza che il match con Sami Zayn potrebbe avere in vista di MITB ma arriva il canadese che propone una doppia intervista. Cesaro gli dice che è poco professionale e che si comporta come un bambino, Zayn risponde che sono amici da tempo e non deve trattarlo come l’ultimo arrivato. Cesaro, però, gli dice che è lì da 4 anni, non 4 mesi e che ha molto da provare, e farà meglio a cominciare stasera.

Charlotte rimprovera Dana e le dice che non c’è spazio per i fallimenti quando si arriva al top, così come non ci sarà spazio per lei se la stessa cosa succederà domenica, invitandola a discutere di un’apposita strategia.

Sheamus e Zack Ryder sono pronti ad affrontarsi; niente entrate oggi, a quanto pare.

Single Match: Sheamus vs Zack Ryder (1 / 5)

Sheamus si getta con furia su Zack Ryder, colpendolo con calci e pugni, lo getta all’angolo e continua a colpirlo, con una clothesline, delle ginocchiate e i10 beats of bodhran. Zack reagisce con una serie di colpi con gli avambracci e fa finire Sheamus fuori dal ring, per poi connettere dall’apron con un missile dropkcick. Tornati sul ring, egli sferra il Brosky Boot, anzi due e sale sul paletto per l’Elbro-drop, ma ottiene solo conto di due. Chiama la Rough Ryder ma Sheamus la evita e connette con il Brogue Kick, chiudendo la questione.

Vincitore: Sheamus

Sheamus continua infierire sul malcapitato Zack ma arriva Apollo Crews a salvarlo; questi sferra un takedown e una serie di pugni e poi lo getta fuori dal ring, continuandolo a menare, prima che l’irlandese scappi via.

Tra poco si affronteranno Cesaro e Sami Zayn.

Shane continua a parlare con Kane che gli propone delle idee ma arriva Kevin Owens il quale, dapprima, chiede di Stephanie e, poi, dice che Alberto del Rio è arrivato in ritardo e, quindi, ne chiede la rimozione dal MITB match, ma arriva Alberto a imprecare in spagnolo e dice che Owens ha chiamato all’aeroporto gettando infondati sospetti su di lui, facendolo fermare per ben 5 ore. Kevin inizia a parlare in francese e Kane invita tutti alla calma proponendo, al fine di appianare le divergenze fra i due, un lavoro di squadra (frutto delle sedute terapeutiche con il Dr. Shelby ai tempi del Team Hell No) un tag team contro i Lucha Dragons che, in caso di vittoria, ne prenderanno il posto al MITB. Shane è d’accordo e rende ufficiale la cosa, invitando entrambi ad uscire.

Entra Zayn, poi Cesaro e si comincia.
Single Match: Cesaro Vs Sami Zayn  (3 / 5)

Clinch fra i due, Cesaro prende il controllo ma Zayn si libera e cesaro fa sfoggio delle proprie doti atletiche e tenta il pin. Zayn va sull’apron, per poi tornare aò centro del ring connettendo con un’headscissor, tentando il pin a propria volta e chiudendo in una headlock Cesaro. A ciò segue uno scambio in velocità che termina con una tilt a whirl backbreaker su Zayn, che va di nuovo a cercare rifugio sull’apron, colpendo Cesaro con una spallata ma beccandosi un’uppercut che lo fa finire fuori dal ring. Al ritorno dalla pubblicità, Cesaro chiude Zayn in una variante della camel clutch, Zayn si libera e colpisce Cesaro con una gomitata e il tipico bel crossbody con rimbalzo dalla terza corda. Cesaro si rialza e connette con un’altra uppercut ed ha inizio l’uppercut party (o train, se preferite), tentando poi lo swing ma Zayn si libera, salvo beccarsi un bel double foot stomp. Cesaro lo colpisce con un mule kick (alla William Regal) ma Zayn reagisce ed esegue con un Michinoku driver. Zayn sale sul paletto ma si becca un dropkick da Cesaro che poi esegue il superplex a peso morto, con l’avversario sull’apron. Cesaro tenta la Neutralizer ma Zayn si libera e prova vanamente la Blu thunder bomb, ne segue un backslide di Zayn e una sunset flip powerbomb che sorprende Cesaro al punto tale da costargli il match, vinto da Zayn.

Vincitore: Sami Zayn

Al ritorno dalla pubblicità Michael Cole presenta i due grandi nomi che si affronteranno domenica, per primo entra John Cena. Questi prende in mano il microfono e dice che la folla è agitata oggi, e ribadisce che MITB sarà come WreslteMania in quanto avrà il match per la valigetta, il match per il Titolo WWE e il match storico, che molti hanno atteso da 15 anni, che molti hanno solo ipotizzato potesse accadere. Cena ha amato e ama la WWE, ma non concorda con l’operato della dirigenza che, per anni, non ha ritenuto AJ Styles un lottatore degno di stare in WWE (rompo la quarta parete dicendo che, in realtà, la WWE offrì ripetutamente ad AJ un contratto, rifiutato da quest’ultimo per svariate ragioni). Perciò, egli rispetta AJ perché ciò non gli ha impedito di affermarsi in giro per il mondo; in PWG, in Ring of Honor e in New Japan Pro Wrestling, il minimo comune denominatore, sinonimo di eccellenza è proprio AJ Styles (chissà perché mi vengono in mente Test & Albert…). Mentre Cena ha vinto 15 titoli, AJ ha vinto molto di più, cioè l’essere considerato la più grande supersar che non ha avuto una chance in WWE ma, adesso, nella nuova era, AJ Styles è finalmente approdato qui. Lui ed AJ sono le due superstar che, pur non detenendo un titolo, possono essere considerati campioni e, dopo tutto questo tempo, si affronteranno domenica. Cena invita Cole ad uscire dal ring, ha parlato di una cosetta con Shane e tutto ciò che manca è proprio AJ Styles, che si presenta puntuale sullo stage, con tanto di maglia con lo storico logo P1.

AJ dice che nelle ultime due settimane a messo a soqquadro il mondo di Cena e che lo rifarà a MITB, gli girerà attorno e sarà lui a dire a John che non lo vede, perché non lo può battere. Cena gli mostra che, sul tavolo, ci sono due contratti: uno prevede che verrà disputato un single match puro mentre l’altro gli garantisce la presenza del Club a bordo ring. Col Club, dice Cena, AJ vincerà sicuro e consoliderà la propria posizione di presidente del Club delle troiette, ma con l’altro potrà ricreare l’atmosfera del loro incontro di poche settimane fa, che ha mandato il pubblico in visibilio, e avranno così la vera risposta all’incontro tanto atteso. AJ dice che ha capito l’inganno, e dice a Cena che pensa di non poter essere sconfitto, perché ha vinto 15 titoli o perché ha vinto 2 Royal Rumble, o perché è il volto della WWE. Ma, se negli ultimi 14 anni, AJ fosse stato in WWE, cena non sarebbe 15 volte Campione, non avrebbe vinto 2 volte la Rumble, non sarebbe stato sulla copertina delle riviste e in film di merda. Se la WWE non lo avesse tenuto fuori (ti ci metti anche tu?), lui sarebbe il volto della federazione dei McMahon. Cena gli intima di tacere, e dice che il Club non spara proiettili ma minchiate (bullshit, not bullet). Cena lo rispetta ma lui continua a fare il piangina come tutti gli altri ex-indy convinti di batterlo e di meritare di più. Ora, egli ha la chance di dimostrarlo ma continua a non accorgersene. Lo invita a firmare il contratto che non prevede la presenza del Club, proprio per smentirlo. Invece, se dovesse firmare l’altro contratto, si seppelirà da solo, e riceverà un biglietto per tornare in Giappone dove, a quanto pare, ha lasciato le palle. AJ, in predo all’orgoglio, firma il contratto che impedirà al Club di presenziare a bordo ring (in teoria). AJ gli dice che scoprirà che non è un tizio qualunque delle indies; dopo MITB, his time is up while his own time is now.

Dopo la pubblicità, entra Alberto del Rio, seguito da Kevin Owens che difenderanno il proprio posto nel MITB dall’assalto dei Lucha Dragons, che entrano subito dopo.

Tag Team Match: Lucha Dragons (Kalisto e Sin Cara) vs Alberto Del Rio e Kevin Owens  (2,5 / 5)

Iniziano del Rio e Kalisto, questi si prende un calcio e un back supelex, finisce intrappolato nella posizione del tree of woe e viene tempestato di pugni e calci, rischiando di farsi squalificare, come gli ricorda un furente Owens che entra e colpisce Kalisto con un calcio. Entra nuovamente Del Rio e connette con uno snap suplex, Owens fa per andarsene ma si ricorda della stipulazione, i due iniziano a litigare e si beccano un dropkcick ciascuno dai Lucha Dragons, seguiti da altrettanti suicide dive. Kalisto, dopo la pubblicità esegue una divin broncobuster (ha ben poco di una senton, checché se ne dica) su del Rio. Questi riprende il controllo del match ed entra Kevin Owens che connette con la senton, rientra del Rio che prova il pin. I due ricominciano a litigare, Kalisto ne approfitta ed esegue la Salida del Sol ma non riesce a schienarlo perché è stremato e, inoltre, Del Rio rotola fuori dal ring. Owens lo riporta sul ring. Entra Sin cara che esegue la senton bomb dalla terza corda e Owens interrompe il pin e si prende il cambio. Tenta la pop up powerbomb ma Sin Cara esegue, in springboard (insomma, con rimbalzo sulle corde), un crossbody, un back elbow e un moonsault. Sferra poi un dropkick su del Rio mentre Kalisto va avuoto nel tentativo di finire il connazionale con un suicide dive. Owens si scaglia, inavvertitamente stavolta, su del Rio ma riesca a finire Sin Cara con la pop up powerbomb.

Vincitori: Alberto Del Rio e Kevin Owens

Del Rio colpisce Owens con il superkick mentre questi è inginocchiato e indica la valigetta. Viene mostrato un video di The Miz su Facebook, impegnato per le riprese di The Marine 5. Egli dice alle superstar di lavorare alacremente come lui farà sul set, chiede e beve un caffè ma è troppo freddo e ne chiede un altro.

Nel backstage, Kevin Owens si lamenta con Stephanie per aver fatto il lavoraccio e perché Sami Zayn sarà al commento per decisione di Shane; per tutta risposta, Stephanie colloca anch’egli al commento mentre Del Rio sarà lo special timekeeper.

Nel proprio ufficio, Stephanie si lamenta con il fratello per il ritorno dell’Ambrose Asylum, avvenuto senza consultarla, e Shane si lamenta per la presenza di Owens e del Rio a bordo ring, rendendo Cesaro special ring announcer (rotta per rotta, rompiamola tutta, no?). Stephanie ragguaglia Shane in merito ai problemi che potrebbero derivare dall’avere Kane al comando ma Shane stranamente, concorda con la sorella ed entrambi rifiutano la proposta di Kane, dicendogli che Smackdown abbia bisogno di stabilità. Kane chiede a Shane se sulla decisione abbia influito quel tentativo di friggergli i testicoli collegandoli ad una batteria, e risponde che, sicuramente, la cosa non lo abbia aiutato. Shane chiude dicendo alla sorella che Smackdown se lo terrà lui, mentre Stephanie avrà Raw. Si torna sullo stage, dove Zayn e Owens sono al tavolo di commento, Del Rio è al post del timekeeper, mentre Cesaro farà da ring announcer (overbooking quotato a 1.01).

Entrano Jericho ed Ambrose, Cesaro non se la cava affatto male come annunciatore, e annuncia il canadese come proveniente da Stupid Idiotville.

Single Match: Dean Ambrose VS Chris Jericho  (3 / 5)

Jericho lo insulta e Ambrose gli molla uno schiaffo e gli rifila un paio di chop e un crossbody nello scambio che ne segue. Ambrose sferra un suplex, una chop all’angolo, un irish whip che lancia Jericho versol’angolo opposto ma questi sferra un calcio e, a propria volta, delle proprie chop, Y2J finisce sull’apron e fa per salire sul paletto ma viene intercettato da Ambrose che poi connette con un suicide dive, mentre Owens lo canzona. Ambrose fa assaggiare a Jericho il tavolo di commento e poi toglie le cuffie a Owens e Jericho ne approfitta per colpirlo da dietro e poi lanciarlo contro le balaustre. Sale sulla corda e connette con i double axe handle. Ambrose si alza e prova la Dirty Deess, mentre Jericho prova la Walls Of Jericho ma poi connette con lo step up enziguri e lo springboard dropkick che getta Ambrose fuori dal ring. Ownes e Zayn iniziano a punzecchiarsi fuori dal ring e intervengono anche Del Rio e Cesaro; la situazione si fa incandescente ma si va in pubblicità e, al ritorno, tutto procede regolarmente. Jericho schiaffeggia Ambrose a centro ring e lo chiude in una chin lock. Ambrose reagisce con dei pugni e una clothesline, seguiti da un forearm smash all’angolo ma il consueto bulldog che ne segue viene bloccato da Jericho che gli gli ricorda le 69 puntine finite nel suo corpo ad Extreme Rules, prima di tentare il superplex ma Ambrose lo getta al tappeto e si lancia con l’elbow drop, salvo venir chiuso nella Walls of Jericho. Ambrose soffre ma raggiunge le corde. Ambrose sembra sorprendere Jericho ma questi evita la Dirty Deeds e poi esegue il lionsault, ma ottiene solo un conto di due. Mentre Owens regala perle al commento (che ne pensi Cole? Non sentirti obbligato a rispondere, eh) Ambrose si rialza ed esegue una clothesline, sale sull’angolo ma Jericho lo colpisce, Ambrose reagisce con un calcio e, stavolta, connette con l’elbow drop, ma ottiene solo un conto di due. Irish whip di ambrose e Jericho reagsice e prova la Dirty Deeds ma ambrose si libera e tenta la Walls of Jericho ma lo lancia sull’apron e jericho salta dalla terza corda. Sembra finire nella Dirty Deeds ma si libera, Dean finisce sulle corde e tenta la rebound clothesline ma finisce nella Codebreaker, o così pare, perché la evita e, finalmente, connette con la Dirty Deeds.

Vincitore: Dean Ambrose

Si scatena l’inferno, Owens attacca Ambrose, interviene Zayn che si becca la backstabber di del Rio, colpito a propria volta dall’uppercut di Cesaro che sposta lo scontro fuori dal ring. Owens prende una scala ma Ambrose lo colpisce con un basement dropkick, i quattro si affrontano fuori dal ring e Zayn si getta su di loro dal paletto. Jericho prende la scala, la scala (scusate il gioco di parole, anzi no) e prende la valigetta, lanciando un messaggio inequivocabile in vista di domenica. Sull’espressione soddisfatta del canadese, si chiude l’odierna puntata di Raw.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
7.5
Avanzamento delle storyline
7
ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.