Raw si avvicina a Stomping Grounds con vigore, ecco la nostra analisi dell’episodio di questa notte.

La puntata è aperta da Elias che fa uno dei suoi promo contro la città in cui si esibisce. Dice che LeBrown è andato a giocare con i Lakers perché tra scarsi stava a suo agio. Quindi si spoglia e mostra la divisa da arbitro. Sarà lui l’arbitro speciale a Stomping Grounds. Un po’ da heel appare magicamente Seth Rollins alle sue spalle che lo aggredisce brutalmente con una sedia. Prende quindi il microfono e dice che chiunque sarà dalla parte di Corbin sarà trattato allo stesso modo.

Ma per Elias l’umiliazione non finisce qui, essendo previsto un match a 5 per il #1 contender al titolo degli Stati Uniti, ogni partecipante che entra sul quadrato si prende la briga di eseguire la sua mossa migliore sul malcapitato. Così, senza un motivo. Heel o face che fossero.

1) Fatal 5 way elmination match: Miz vs Bobby Lashley vs Braun Strowman vs Cesaro vs Ricochet 4 out of 5 stars (4 / 5)
Match figo devo dire, dura il giusto ed ha diversi momenti spettacolari. Protagonista è Strowman che elimina Cesaro lanciandogli sopra Lashley con una powerslam, quindi elimina poco pochi minuti lo stesso Lashley, forse distratto dall’aver appena spinto fuori dal ring un altro degli avversari. Sembra inarrestabile il mostro tra gli uomini e devono impegnarsi tutti quanti (persino gli eliminati Cesaro e Lashley) per eliminarlo. Lashley rientra –infatti- sul ring, colpisce Strowman con la sua spear, quindi Neutralizer di Cesaro e 630° splash di Ricochet. A quel punto tutti quanti insieme schienano l’indebolito gigante, che viene eliminato. Strowman cerca la sua vendetta sui due che aveva eliminato, scaraventandoli fuori dal ring e continuando altrove la sua dolorosa aggressione. Rimangono sul quadrato solo Miz e Ricochet, che si giocano quindi tra loro la chance titolata. Alla fine la vittoria sorride a Ricochet che connette una 630° splash dal paletto.
Vincitore: Ricochet

Dopo il verdetto del ring, Samoa Joe non perde tempo, lascia il tavolo di commento ed aggredisce il vincitore, nonché suo futuro sfidante. Viene però evitato da Ricochet e cade fuori dal ring. Ricochet festeggia quindi due volte.

E’ il momento di Becky Lynch. La campionessa di Raw riceve una bella reazione dai fan, che cantano il suo nome. Becky convoca Lacey Evans, sua sfidante a Stomping Grounds, sfidandola a mostrarsi. Si punzecchiano su vari aspetti, nessuno dei quali memorabili anche se entrambe reggono bene la parte. Mentre Lacey sta dicendo che Raw ha bisogno di una campionessa che ridia dignità alla divisione femminile, Becky si stanca e la colpisce con una bex exploder.

Mentre risuona ancora la musica di Becky nel backstage vediamo i Revival festeggiare e brindare con Shane McMahon e Drew McIntyre. Quindi la bella Charlie Caruso intervista Corbin che rivela che dopo l’aggressione Elias non vuole più fare l’arbitro speciale. L’ex General Manager ha però già trovato un rimpiazzo e svelerà il suo nome tra poco al Kevin and Sami show. Arriva Seth Rollins e lo aggredisce con una sediata alle spalle.

Vediamo i Vikings Raiders prepararsi nel backstage, indossando i loro elmi, quindi tocca a Daniel Bryan.

Bryan dice che visto che Raw e Los Angeles fanno cagare, i McMahon gli hanno chiesto di presenziare. Bryan continua dicendo che Los Angeles è la capitale dello smog degli Stati Uniti e che è piena di impotenti e ignoranti. Finito il suo monologo arrivano i Viking Raiders che sono attesi da uno squash match.

Viking Raiders vs local wrestlers: Match Squash su cui non c’è molto da dire che non conteggerò nemmeno tra i match della serata.

A fischiare per la loro vittoria i Viking Raiders ci sono due pittoreschi personaggi travestiti da soldato inglese e da Charlie Chaplin. Sono R-Truth e Carmella, che una volta inquadrati vengono subito raggiunti dai soliti sfidanti alla conquista del titolo 24/7.

R-Truth si rifugia sotto al ring, i vari inseguitori cercano di tirarlo fuori ma incredibilmente quando riescono a prendergli i piedi e farlo scivolare fuori dal telone del ring, non si tratta più di R-Truth ma di Titus. La fuga di R-Truth continua.

Prima del Kevin & Sami Show torniamo nel backstage dove Heath Sleater chiede un aumento a Shane McMahon nella sua Vip lounge. Niente da fare, ma la scena è abbastanza dignitosa fino a questo punto. Vediamo quindi un deluso Slater andare in corridoio a fare una telefonata, forse per comunicare alla moglie che non ha ottenuto lo sperato aumento. Arriva Drew McIntyre che si offre di dargli un po’ di soldi. Slater accetta ma i soldi cadono per terra. Si trattava di un brutto scherzo perché appena questi si china a raccoglierli Drew lo aggredisce senza motivo. Arrivano i Revival e anche Shane stesso a placare lo scozzese, dicendogli di risparmiarsi per domenica. Quando Shane e Drew rientrano nella lounge, i due dei Revival si intascano i soldi lasciati per terra.

Siamo finalmente con Kevin Owens e Sami Zayn sul ring. I due introducono Corbin e prima di cominciare l’intervista Zayn rassicura Corbin che questo show è un’area sicura in cui nessuno potrà fargli del male, cosa non proprio assicurata in WWE, come dimostra quello che è accaduto a Corbin e ad Elias. Entrambi si offrono come arbitro speciale, Corbin ringrazia, ma la scelta ricade su Ethan Carter III, un uomo nato per contare fino a 3. EC3 esce fuori dal backstage con la maglietta da arbitro ma viene brutalmente aggredito da Seth Rollins, che se ne va senza dire una parola. Corbin è furente, ma non ottiene risposta da Rollins.

Arriva il New Day. Cosa? Perché? Per fortuna non ce lo chiediamo solo noi ma anche Sami Zayn, che dice che i tre non sono nemmeno delle wild card, per cui non si capisce cosa ci facciano lì a Raw. Kofi Kingston dice che lui è il campione WWE e va dove vuole e che i suoi amici vanno dove va lui. Corbin offre ai tre del New Day un’interessante sfida. I tre del New Day contro Corbin, Owens e Zayn. Il New Day sarebbe felice di accettare ma manca qualcuno che possa rendere ufficiale il match. Qualcuno come un arbitro per esempio. Cade a fagiuolo la presenza di EC3 svenuto lì sotto il titantron. I tre del New Day lo rimettono in piedi e fanno finta che sia lui a parlare, sancendo il match con una voce che è chiaramente di Kofi Kingston e non del nipote di Dixie Carter.

Interessante promo di AJ Styles nel backstage con Gallows e Anderson. Mentre Styles sta parlando con un medico, arrivano i due vestiti da dottori con tanto di camice bianco e guanti neri, pronti per “esaminare” Styles. Se la ridono un po’, con Styles che li rassicura che tornerà a breve sul ring. L’ex campione WWE però è molto severo con loro, dicendo che dopo aver dominato il Giappone e anche la WWE, adesso si sono un po’ seduti, il miglior tag team al mondo forse oggi non sono loro ma gli Usos. I due dicono che stasera hanno un match proprio contro di loro e che gli dimostreranno che non è così.

3) 6-men Best of three falls match: New Day vs Kevin Owen & Sami Zayn & Baron Corbin 3 out of 5 stars (3 / 5)
Primo schienamento al New Day con un fugace Roll-up di Xavier Woods su Sami Zayn. Il canadese stava cercando di impedire a Woods di darsi il cambio con i compagni di squadra ma questi sfrutta la sua stessa forza per sottoporlo ad un roll-up. Il secondo e ultimo schienamento arriva invece a seguito dell’abbandono di Zayn e Owens. Corbin infatti colpisce per sbaglio Zayn, Owens lo spinge via e lo colpisce con un superkick. A quel punto basta solo la Trouble in paradise del campione WWE Kofi Kingston per il 2-0 che vale la vittoria.
Vincitori: New Day

Nel backstage vediamo Alexa e Nikki, con Alexa che porge una tazza con una pergamena per la scozzese, dicendo che è un regalo per lei. Nikki è felice della tazza ma Alexa dice che il regalo non è quello, e di leggere la pergamena. Le due avranno un match contro le IIconics. Nikki è felicissima, questo sarà il suo primo match titolato in WWE. Alexa dice che finalmente domenica SmackDown avrà una campionessa che sa come trattare i fan. Nikki non capisce il riferimento ma Alexa la rassicura dicendo: “Tranquilla, è solo un po’ di Bayley-drama”. Non capiamo ancora cosa significhi ma lo scopriremo più avanti.

Paul Heyman è sul ring e si lamenta della minaccia fisica che Rollins rappresenta per lui e per chiunque possa essere l’arbitro speciale. Se Corbin glielo chiedesse, lui direbbe di no. Paul Heyman dice che Rollins e i Lakers hanno qualcosa in comune: entrambi hanno dato via i loro “Ball”. Per chi non segue l’NBA, Lonzo Ball è stato venduto per Anthony Davis ai Pellicans. Così anche Rollins ha dato via le sue palle per una sedia, perché questa è l’unica maniera in cui può affrontare Brock Lesnar. Certo anche Brock Lesnar sa usare le sedie abbastanza bene, quindi magari stasera Lesnar è a Los Angeles, e forse dopo il match con Bryan, abbastanza impegnativo, questi sarà vulnerabile. Oppure no. Oppure sarà domenica, oppure sarà qui lunedì prossimo. Chi lo sa? Non lo sa lui, non lo sa il pubblico, ma ciò che più conta, non lo sa Seth Rollins.

Nel bakstage c’è Eric Young che parla con Baron Corbin, questi gli ha offerto un posto da arbitro e lui dice che ci penserà. Poco dopo arriva Rollins che parla da solo con Eric Young. Young sembra preoccupato, gli dice che non accetterà, che gli ha detto che ci penserà solo per farlo andare via, che sta anche male con le strisce. Rollins gli dice di stare tranquillo, che non farà niente che possa rovinare la loro amicizia. Quindi sembra andare via ma quando Young si gira colpisce anche lui con la sedia, in modo veramente brutale. Ci piace questo Rollins senza pietà. Anche i commentatori pensano che Rollins vada fermato.

Gli usos appaiono dalla luce di un qualche scantinato e dicono che batteranno i good brothers.

4) The Usos vs Luke Gallows & Carl Anderson 2 out of 5 stars (2 / 5)
Match che dura veramente poco, con lo schienamento che avviene su Luke Gallows: superkick combinato dei due e match finito in pochi secondi.
Vincitori: The Usos

Nel backstage si vede AJ Styles fare un gesto di stizza per la sconfitta dei suoi amici, quindi mentre nella lounge i Revival e Drew McIntyre se la spassano con Shane McMahon, vediamo un video di Hulk Hogan che fa il tifo per le donne del calcio americano impegnate al mondiale in Francia.

Entriamo nella terza ora di show con Roman Reigns che si dice amareggiato per com’è andata a Super Show-Down e che vuole rifarsi stasera spaccando qualche culo. Vuole Shane McMahon che si palesa solo tramite maxi schermo. I due si punzecchiano con Shane che dice che Roman non dovrebbe rammaricarsi di aver perso con il migliore del mondo. Reigns si rompe le scatole e va nel backstage a cercare Shane, i primi che incontra sono quelli del Revival, che scaraventa facilmente via. Riesce quindi a trovare l’ingresso della lounge, dove a difendere Shane rimane solo Drew McIntyre. Dopo una prima resistenza lo scozzese viene schiantato contro il tavolo del catering e Shane rimane quindi da solo. Roman lo trascina fino al ring e lì gli da una lezione. Superman punch ripetute e quindi un messaggio: ci vediamo domenica.

Charlie Caruso è nel backstage con Bayley  e gli chiede se è vero che non ha voluto fare una foto con un fan perché indossava la maglietta di Nikki Cross. Bayley non vuole nemmeno sentire perché sa che è una stupidaggine architettata da Alexa ma Naomi e Natalya, che sono lì con loro sembrano invece perplesse e si chiedono se davvero Bayley abbia fatto una cosa del genere.

5) Women’s tag team championship match: The IIconics vs Alexa Bliss & Nikki Cross 2 out of 5 stars (2 / 5)
Sembra tutto pronto per il match ma arriva Bayley (è una wild card?). Il match quindi può cominciare. Match che non dura tantissimo per la verità, con Bayley che funge da elemento di distrazione per le due. Si mette a litigare con Alexa a bordo ring, mentre Nikki, anche lei distratta, viene schienata con un roll-up di Billie Kay.
Vincitrici: The IIconics

Nel backstage Alexa e Nikki, che sono concordi nel dire che è tutta colpa di Bayley. Nikki dice che sarà all’angolo di Alexa a Stomping Ground per supportarla nel suo assalto al titolo di Smackdown.

Firefly Fun House time!
Bray sta facendo giardinaggio, dice che le nostre menti sono come un giardino, per far crescere le idee bastano acqua e luce. Certe idee invece sono piene di vermi e questo non è bello. Wyatt dice che le persone spesso mentono e che se i vostri genitori dicono che la terra è rotonda ma non hanno mai girato il mondo per vedere se è vero. Anche i vostri insegnanti vi hanno raccontato dei dinosauri che si sono estinti, ma cosa ne sanno? Wyatt dice che ha costruito quella casa perché sa cosa significa sentirsi diversi. Vediamo quindi una carrellata delle sue marionette che inquietanti come non mai dicono “Join us”, quindi Bray smette di sorridere e dice: “La gente rispetta solo quello che teme. Segui il leader”. Il tutto intermezzato da dei fotogrammi di un inquietante Wyatt mascherato.

Quindi sempre Charlie Caruso nel backstage intervista Bryan e Rowan. Bryan si chiede: perchè nessuno ha avuto il buon senso di togliere quella sedia dalle mani di Rollins? Sul ring sarà senza sedia. Bryan dice che Rollins sul ring non lo ha mai battuto e non lo batterà mai.

Bella la scena in cui Becky incrocia Rollins con la sua sedia nel backstage e lo guarda compiaciuta, prima di andarsene per la sua strada. Che coppia signori.

6) Daniel Bryan (w/ Eric Rowan) vs Seth Rollins (s.v.)
Avete presente l’interessante match per cui avete atteso due ore di un (decente) Raw di giugno? Ecco, dura mezzo minuto, poi Rowan attacca Rollins ed il match finisce per squalifica. Vaffanculo.
Vincitore: Seth Rollins per squalifica

Dopo il suono della campanella sul ring arriva chiunque: prima il New Day che cerca di salvare Rollins dall’assalto di Bryan e Rowan, poi arrivano Sami Zayn, Kevin Owens ed i Revival a dare man forte a Bryan e Rowan (perché?). Non è finita qui, a pareggiare i conti arrivano gli Usos.

6 bis) Daniel Bryan vs Seth Rollins 3 out of 5 stars (3 / 5)
In modo insperato il match ricomincia dopo la pausa pubblicitaria. Finalmente possiamo goderci un po’ di buon wrestlng. La contesa è equilibrata, con pochi minuti a disposizione i due danno vita ad un match abbastanza godibile. Da notare un tentativo di sottomissione da parte di Bryan che non conclude però il match con la LeBell Lock. Alla fine vince Rollins, che colpisce in modo del tutto leale Bryan con la sua Stomp.
Vincitore: Seth Rollins

Malgrado la prestigiosa vittoria, a chiudere la puntata in festa non sarà Seth Rollins, bensì Baron Corbin. Lo sfidante di Rollins –infatti- colpisce con una sedia Rollins, proprio come aveva fatto lui a sua volta, mentre questi stava festeggiando per la vittoria. Lo porta sul ring ed esegue la sua End of days.

Niente annuncio dell’arbitro speciale del loro match.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5
Qualità dei promo
8
Evoluzione delle storyline
6
Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.