Benvenuti ai lettori di ZW, la puntata di Monday Night Raw si è tenuta dalla Wells Fargo Arena di Philadelphia, Pennsylvania. Lo show inizia con il WWE Hall oF Famer Hulk Hogwarts che arriva sullo stage, presenta lo show dei 30 anni di Monday Night Raw al pubblico presente. Poi viene mandato in onda un video dei momenti più importanti in questi trenta anni nello show rosso. Fanno quindi il loro ingresso i The Bloodline. Nel “processo” a Sami Zayn, Paul Heyman propone di far fare al processato la stessa fine della ECW, quindi la sua fine. Vengono mostrare delle prove video a discapito di Sami che dovrebbero provare la sua colpevolezza. Quindi arriva il turno di Sami per difendersi, replica alle accuse mosse da Heyman dicendo che lui ci ha messo il cuore, sempre, e per quello non ha niente da cui difendersi. Quando Solo sta per colpire Sami, Jey Uso interviene in suo favore mostrando dei video che provano l’innocenza dell’accusato e trattandolo come uno della famiglia. Il verdetto dell’ ”Head of The Table” è la non colpevolezza di Sami per il momento, ma con la sua prova finale a Royal Rumble. 

Raw Tag Team Championship Match: The Usos (c) vs. The Jugdment Day 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

L’opener dello show, gli Undisputed WWE Tag Team Champions, i The Usos, hanno messo in palio i loro Raw Tag Team Championship contro i The Judgment Day. Una buona prova sia per i campioni che gli sfidanti, hanno tirato fuori un match di alto livello e decisamente intenso. Poi però Jimmy Uso ha riportato un infortunio al ginocchio che è sembrato essere reale dato che l’arbitro ha riportato il classico gesto della “X” e il suo posto è stato preso da Sami Zayn dopo l’intervento di Adam Pearce. Sami ha salvato un tentativo di pin che sembrava essere decisivo, poi con una mossa di coppia i The Judgment Day si sono confermati campioni.

Vincitori: The Usos

Nel backstage Baron Carbon e il WWE Hall of Famer JBL fanno il loro ingresso e si aggiungono alla partita di poker che si sta tenendo.

Tornati sul ring LA Knight parla di Bray Wyatt e della sua apparizione dalla Firefly Fun House avvenuta a SmackDown. Ma poco dopo viene interrotto dalla theme dell’ Hall of Famer The Undertaker che arriva nella sua versione Americana Badass a bordo della moto. LA si congratula con lui, dic che conosce e rispetta la sua grande storia nello show rosso e nella federazione. Ma ancora una volta una nuova interruzione, all’improvviso arriva Bray Wyatt che lo riporta sul ring. Taker sta per colpirlo con una Chokeslam, ma alla fine lascia l’onore a Bray con la sua Sister Abigail.

Di nuovo un collegamento con il torneo di poker organizzato dagli APA Protection. La fortuna non sembra girare per Corbin.

Steel Cage Match: Bayley vs. Becky Lynch 2 out of 5 stars (2 / 5)

Lo Steel Cage Match tra Bayley e Becky Lynch. Una resa dei conti tra di loro dove la stipulazione è stata scelta per evitare possibili interferenze esterne in favore di Bayley da parte di Iyo Sky e Dakota Kai. All’esterno della gabbia è iniziato il primo attacco delle Damage CTRL su Becky. Poi tutte e tre sono entrate sul ring facendo diventare il match come se fosse un Handicap Match. Con l’intervento degli arbitri e di Adam Pearce il tutto si è concluso quasi subito, ma non so nemmeno se sia mai effettivamente iniziato.

Vincitrice: No Contest

I WWE Hall oF Famers, i D-Generation X arrivano sul ring. Kurt Angle si presenta per diventare un membro per la serata della stable. Dopo un piccolo test la cosa viene approvata. Ma vengono interrotti dagli Imperium, che chiedono una sfida. Tutti i membri della stable dicono che non possono lottare essendosi ritirati, ma si presentano sia i The Street Profits che Seth Rollins. Sullo stage appare Theodore Long che annuncia che ci sarà un Six Man Tag Team Match con un arbitro speciale e si terrà subito.

The Street Profits & Seth Rollins vs. The Imperium 3 out of 5 stars (3 / 5)

Il Six Man Tag Team Match dove i The Imperium hanno sfidato Seth Rollins e i The Street Profits. L’arbitro speciale della contesa Kurt Angle. Un match che ho apprezzato molto, decisamente equilibrato e piacevole da seguire. Nel finale Seth ha portato la vittoria al suo team. Una vittoria meritata per loro.

Vincitori: The Street Profits & Seth Rollins

Nel backstage Bobby Lashley parla di come diventerà il nuovo U.S. Champion nel main event dopo che avrà sconfitto Austin Theory.

Tornati sul ring fa il suo ingresso il WWE Hall of Famer Ric Flair per introdurre sua figlia e la SmackDown Women’s Champion Charlotte Flair. Quest’ultima dice che lei ha rivoluzione la divisione femminile, e adesso é la campionessa femminile di SmackDown, il suo quattordicesimo regno titolato nella federazione. Ha sconfitto avversarie come Ronda Rousey, Brie Bella, e altre ancora. Ma viene interrotta dalla Raw Women’s Champion Bianca Belair. Quest’ultima dice che sono a Raw e non a SmackDown quindi si trova nel suo show. Si aggrega a loro anche Sonya Deville che ricorda a Charlotte che vuole un match titolato, Bianca la sfida a un match senza titolo in palio.

Non Title Match: Bianca Belair vs. Sonya Deville 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

La sfida tra la Raw Women’s Champion Bianca Belair e Sonya Deville. Il titolo non era in palio. Dopo un iniziale buona resistenza di Sonya, la campionessa ha trovato una vittoria facile sulla sua avversaria in pochi minuti e senza faticare troppo.

Vincitrice: Bianca Belair

A fine match Bianca prende la parola dicendo che non ha paura di Sonya, così come di Alexa Bliss che sconfiggerà a Royal Rumble. La sua avversaria del Premium Live Event appare in video dando più forza alla loro sfida.

The Miz arriva sul ring, si lamenta del fatto che non ha una puntata del suo Miz TV, non ha un match titolata e non è stato considerato per lo show dei trent’anni di Raw. Ma le sue lamentele vengono interrotte da Kevin Owens, prima lo stende con una Stunner, poi prende il microfono e rilancia la sua sfida a Roman Reigns per Royal Rumble.

U.S. Championship No DQ Match: Austin Theory (c) vs. Bobby Lashley 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Il main event della puntata, Austin Theory ha messo in palio il suo U.S. Championship contro Bobby Lashley. Niente squalifiche come stipulazione per l’incontro titolato. Mi sarei aspettato forse qualche minuto in più per loro, ma ne é ugualmente venuto fuori un ottimo match. A fare la differenza nel finale è stato Brock Lesnar che ha colpito sia Lashley che Theory con la sua F-5. Theory si è confermato ancora campione.

Vincitore: Austin Theory

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Evoluzione delle storyline
6.75
Qualità dei promo
7.25