Monday Night Raw vi da il benvenuto per la puntata post-Extreme Rules, il prossimo PPV è uno dei più attesi, perciò bando alle ciance. Alla tastiera, Ysmsc.

La puntata viene preceduta da un recap del finale di Extreme Rules, ove Roman Reigns ha sconfitto AJ Styles mantenendo il titolo, solo per poi essere attaccato da Seth Rollins, di ritorno da un infortunio che lo aveva tenuto lontano dalle scene per circa sei mesi.
Ed è proprio Seth Rollins ad aprire la puntata, venendo accolto da un’ovazione plebiscitaria, Rollins si presenta in giacca e cravatta mentre il tavolo di commento ci informa che i tempi di recupero previsti erano di nove mesi, ma Seth ce l’ha fatta in sei. Rollins si prende il suo tempo per godersi il plauso del pubblico, poi dice che ha aspettato duecento giorni per tornare sul “suo” ring, ma adesso è tornato per riprendersi il titolo che non ha mai perso ed a Extreme Rules ha sparato il primo colpo (cori “thank you Rollins”); Seth si sorprende per il calore che il pubblico gli dimostra, dato che non è sempre stato così, sin da quando ha distrutto lo Shield la gente voleva il suo scalpo e quando ha finalmente vinto il titolo è stato chiamato il peggior campione di sempre, noi pregavamo perché qualcuno gli togliesse il titolo, lo chiamavamo codardo, vanificando ogni sforzo e tutto l’impegno che Rollins ha messo nel suo regno di campione, finché . . . finché il suo ginocchio non ha ceduto per aver dovuto sorreggere il peso di un’intera compagnia da sola, ed ecco che al pubblico ha cominciato a rimpiangerlo, ha ricevuto fiori in ospedale, ha ricevuto decine di lettere dai fan, ma sapete cos’ha fatto con quelle lettere? Le ha gettate nella spazzatura dandogli fuoco, perché lui non ha bisogno di noi, non ha avuto bisogno di noi per vincere il titolo né per difenderlo giorno dopo giorno, né per tornare più forte di prima, si accorge che la reazione del pubblico è leggermente cambiata e domanda come mai adesso lo fischino, continuando a ripetere che non ha avuto bisogno di noi per affrontare la massacrante riabilitazione che ha affrontato, perciò che lo fischino o lo acclamino per lui non ha importanza, ciò che farà sarà riprendersi il suo WWE World Heavyweight Championship . . .

Il campione in carica, accolto da una reazione leggerissimamente diversa da quella che ha accolto Seth Rollins, si palesa nell’arena e si dirige verso il ring, cosa che spinge Rollins alla ritirata strategica; ad interrompere il battibecco a distanza si presenta Shane McMahon, sempre zompettando come un giovincello, la presenza di Shane porta Seth a tornare sul ring per confrontarsi faccia a faccia con Reigns, Shane comincia dicendo che il primo colpo l’ha sparato quando ha tradito lo Shield e il secondo colpo quando ha incassato il MITB uscendo da WrestleMania come campione, sfortunatamente si è infortunato, ma adesso è tornato e rivuole il titolo che non ha mai perso, Shane lo capisce e capisce che questo sarebbe un match adatto a un palcoscenico come WrestleMania, ma Shane non può aspettare tutto questo tempo e sancisce Reigns vs Rollins per il titolo nel prossimo PPV in programma: Money In The Bank. Sia Reigns che Rollins paiono più felici che mai di questo incontro, Rollins esulta, Reign ha una reazione più composta, Rollins se ne torna nel backstage mentre Reigns solleva la cintura, provocando una reazione ostile da parte del pubblico.

Così #acrudo scopriamo che avremo alcuni match di qualificazione per il MITB Ladder match: Cesaro vs The Miz, Dean Ambrose vs Dolph Ziggler. Chris Jericho vs Apollo Crews, AJ Styles vs Kevin Owens e Sami Zayn vs Sheamus. Essendo in tutto cinque match presumo che i prossimi saranno disputati a SmackDown o durante la prossima puntata di Raw.

Nel backstage, Renee Young intervista Sheamus chiedendogli cosa pensi dell’affrontare un simbolo della “new era” quale è Sami Zayn, Sheamus domanda che tipo di “new era” potrebbe mai farsi rappresentare da un nome ridicolo come “Sami Zayn” (lo sai come suona il tuo nome in italiano vero?), un tizio che fa il cretino quando arriva sul ring e che non è nemmeno americano, non che a Sheamus gli USA piacciano, ma consiglia alle mamme di portar via i bambini dall’arena, perché quello che gli farà non sarà uno spettacolo adatto a tutte le età

MITB qualifying match Sheamus vs Sami Zayn (3 / 5)

Sheamus sembra non voler prendere Zayn sul serio e per la parte iniziale del match sembra divertirsi a farsi beffe di lui, ma un Dropkick di Zayn lo sorprende costringendolo a rivedere la sua strategia, mette a segno dunque un paio di duri colpi per mandare Sami al tappeto, tuttavia questi lo sorprende ancora con una Headscissor, fuori dal ring Sami tira fuori il Moonsault dalle transenne visto anche durante Extreme Rules, ma appena tornati sul quadrato una ginocchiata all’addome dell’irlandese lo fa rotolare giù dall’apron, Sheamus inizia così a sfiancare l’avversario, bloccando anche un tentativo di reazione di Zayn con la Irish curse, Sami allora tira fuori dal nulla una Michinoku driver (che è sempre una gioia per gli occhi), ma è solo conto di due, scambio di pugni al centro del ring, poi Sheamus blocca una mossa dal paletto di Zayn, ma fallisce il Brogue kick finendo ancora fuori dal ring, riesce a bloccare il tentativo di volo all’esterno di Zayn, ma appena rientrato oltre le corde Sami lo colpisce con l’Helluva kick che gli vale la vittoria

Vincitore: Sami Zayn

Primo qualificato per il MITB ladder match signore e signori, mentre Sheamus si dispera e JBL ci fa notare che l’anno scorso Sheamus ha vinto la valigetta mentre quest’anno non si è neanche qualificato, la reazione dell’irlandese è di pura furia, si mette le mani nei capelli e prende a calci le corde del ring . . . che la cosa non sia finita qui?

Match forse troppo breve, ma comunque gradevole da vedere.

Torniamo nel backstage dove Renee Young chiede ad Apollo Crews cosa pensi di Y2J, Apollo dice che come rappresentante della “new era” . . . e niente, ha detto la frase incriminata, Sheamus lo attacca alle spalle gettandolo contro alcuni bauli, dicendo che chiunque si consideri parte della “new era” dovrà fare i conti con lui, perché i giovani non hanno rispetto, perché la musica di adesso fa tutta schifo, perché ai suoi tempi con duemila lire ci andavi avanti tutta la settimana e perché son cose che non son cose signora mia(cit.).

Sul ring veniamo accolti da un New Day più festante che mai, che ha fatto preparare al centro del ring una torta con su scritto “Happy birthday”, Xavier Woods ci ricorda che loro tre sono ancora campioni, ma questa torta non è qui per celebrare la loro vittoria, ma perché Raw ha raggiunto la quota 1200 episodi, baby! Quindi buon compleanno Raw! Tuttavia Big E dice che l’esperienza gli insegna che un ring di Raw non è mai posto sicuro per una torta, perciò meglio portarla da qualche altra parte, appena sceso dal ring Woods ed E scherzano sulla possibilità che la torta finisca in faccia a qualcuno, come ad un bambino seduto in prima fila, oppure JBL, o ancora Byron Saxton, purtroppo il toto-torta viene interrotto dai Social Outcasts (goodbye Adam Rose) che decidono di attaccare i campioni alle spalle, perché loro c’hanno tutti il colesterolo alto e il medico gli ha detto basta dolci e quindi sono invidiosi, oppure perché avevano in programma un match tra i due team, fate vobis

Six men tag team match New Day vs Social Outcasts (goodbye Rose) (s.v.)

La pubblicità ci restituisce uno Slater che sta venendo mazzulato a turno dai campioni di coppia, beccandosi anche una mossa in trio, Dallas ed Axel provano a farlo rialzare, ma durante la corsetta della gioia se lo perdono per strada e si beccano un Crossbody di Woods, mentre Slater viene finito da Kofi e Big E

Vinctitori: New Day

E dato che c’è una torta a disposizione, perché non spiaccicarla in faccia a Slater? E così fu, con tanto di replay in slow motion.

Passiamo al secondo match di qualificazione al MITB, Miz e Maryse entrano per primo giusto per ricordarci che Miz è ancora campione intercontinentale, che accanto a Maryse tutto per lui è possibile, dato che ha mantenuto il titolo in quello che è stato “IL” match di Extreme Rules, per “IL” titolo, che lui ha mantenuto contro tutti i pronostici, eccola qui la vera storia dell’underdog signore e signori, purtroppo la slinguazzata portafortuna tra moglie e marito viene interrotta dall’ingresso sempre più galvanizzante di Cesaro

MITB qualifying match The Miz(with Maryse) vs Cesaro (4 / 5)

Una combo di Uppercut dello svizzero rischia di far terminare il match in tempo zero, Cesaro sembra più determinato che mai, colpisce Miz che si era rifugiato fuori ring con una Senton dall’apron ed owna Maryse rispondendole in francese, tuttavia proprio la distrazione di Maryse permette a Miz una reazione, il Magnifico si becca un Vertical suplex ma non si fa schienare, poi lo Spinning uppercut (che forse non l’ha proprio preso) che lo fa rotolare ancora fuori ring, tuttavia la pausa pubblicitaria ci restituisce una contesa più equilibrata e un Miz addirittura in vantaggio, Reality check per il campione, ma è due anche per lui, Miz sembra puntare a lavorare il braccio sinistro dell’avversario, peccato che Cesaro gli Uppercut li tiri col destro e nonostante i colpi al braccio si facciano sentire Cesaro spedisce Miz fuori dal quadrato con un Dropkick e poi mette a segno un altro Uppercut, il tutto prima del count-out, prova poi la Cesaro swing ma deve cedere dopo pochi giri a causa del dolore al braccio, Miz prova ad approfittarsene con una mossa dal paletto, ma viene intercettato dall’Uppercut decisivo di Cesaro, che chiude il match con la Neutralizer

Vincitore: Cesaro

Primi due qualificati signore e signori.

Intervista numero tre per Renee, che intervista Seth Rollins, che si dice pronto a riprendersi il titolo che non ha mai perso (sì, abbiamo capito), poi Seth si accorge che Stephanie li sta guardando e prova ad abbracciarla, ma viene respinto, Steph gli dice che le cose sono cambiate e così le loro relazioni professionali, dunque offre a Rollins una formale stretta di mano, Seth gliela stringe, ma pare alquanto sorpreso, per non dire dispiaciuto, dalla cosa.

Terzo match di qualificazione, un Chris Jericho pieno di cerotti si presenta nell’arena mentre immagini (rigorosamente in bianco e nero) del suo match contro Dean Ambrose scorrono sul titantron, scopriamo poi che, nonostante l’attacco di Sheamus, Apollo Crews si è ripreso ed è pronto a disputare il match che aveva in programma

MITB qualifying match Chris Jericho vs Apollo Crews (2,5 / 5)

Jericho sembra avercela con i nuovi arrivati tanto quanto Sheamus, entrambi i contendenti mettono a segno alcune buone mosse, mentre proprio Sheamus sta osservando il match da uno schermo nel backstage, Crews infierisce sulla schiena martoriata di Y2J, cosa che spinge buona parte del pubblico a tifare proprio per quest’ultimo, Jericho mette a segno un Dropkick e blocca Crews al tappeto, intimando al pubblico di tacere, Crews si libera dalla presa e mette a segno alcune trademark, riuscendo anche ad evitare il calcio in springboard di Jericho, mossa che coglie Jericho di sorpresa, Powerslam di Crews, ma è solo due, tentativo di Powerbomb del nuovo arrivato che tuttavia viene ribaltato nella Walls of Jericho, mossa dalla quale Crews riesce a liberarsi a fatica, confronto al centro del ring per i due, poi Jericho mette a segno anche il Lionsault (che non doveva andare così dato che Crews avrebbe dovuto schivarlo, ma va bene così), Crews si becca una combo di Chop, prova a reagire ribaltando un’altra Walls of Jericho in un roll up, ma viene colpito dalla Codebreaker che mette fine allo scontro

Vincitore: Chris Jericho

Renee Young prova a domandare a Sheamus quali siano le sue impressioni sul match, ricevendo in risposta una risata malefica.

Vignetta Backlund-Young, Backlund prima rimprovera Young perché sta prendendo appunti come gli scolari, poi gli ordina di nominare ogni presidente americano a memoria, infine una serie da duecento jumping jacks, perché sì

JoJo, dato che Renee si è lievemente stufata dell’anarchia che regna durante le interviste, chiede a Baron Corbin di commentare la sua vittoria contro Dolph Ziggler, Corbin dice che l’ha battuto perché poteva farlo, Ziggler compare davanti ai due dicendo che Corbin non sarebbe in grado di batterlo in un match “tecnico”, Corbin risponde che è pronto a batterlo ancora in qualunque stipulazione, ma lo ridurrà in pezzi, Ziggler ottiene la battuta finale dicendo che se vuole vedere un vero match tecnico gli conviene guardare il suo match di stasera contro Dean Ambrose.

Nell’arena, l’ingreso di Colin Cassady prima e di Enzo Amore poi viene accolto da un tripudio che supera ogni scala di misurazione del suono e i due appaiono più carichi che mai durante la loro camminata verso il ring, Enzo dice che si è scordato di pagare la bolletta della luce e lo hanno lasciato al buio, il medico gli ha diagnosticato una commozione cerebrale, cosa che per lui non è che uno starnuto molto forte, se avesse un nichelino per ogni volta che è stato messo KO e non si è rialzato . . . non avrebbe neanche un nichelino, passiamo alla coppia di haters Bubba Ray e D-Von, che a quanto pare hanno un conto in sospeso che non vedono l’ora di regolare, Cassady dice qualcosa sul fare centro a canestro che scatena un attacco epilettico in Enzo, dopodiché SAWFT per caricare a dovere il pubblico e ingresso dei Dudley Boyz

Bubba Ray (with D-Von) vs Big Cass (with Enzo Amore) (2 / 5)

Una iniziale gara di spintoni viene vinta senza se e senza ma da Big Cass, D-Von pensa bene allora di attaccare Enzo alle spalle, cosa che fa distrarre Cassady che si becca un Backdrop di Bubba Ray, Cassady risponde con una serie di Clothesline che terminano con uno Splash all’angolo, Ray cerca allora rifugio fuori ring ed Enzo ne approfitta per lanciarsi letteralmente addosso a D-Von, mentre Big Cass stende Bubba Ray con la combo Big boot&Empire elbow

Vincitore: Big Cass

Mentre i due idoli delle folle festeggiano, scopriamo che Natalya e Ric Flair si stanno dirigendo verso il ring e accanto a loro c’è Dana Brooke, la quale a quanto pare ha deciso che non avrebbe aspettato da sola il ritorno di Emma. Una volta giunti sul ring Ric Flair dimostra che il suo grande amore continua ad essere il Tavernello in tetrapack, dal momento che inizia un biascichio in cui intuisco che è orgoglioso di Charlotte, che sin dalla sua vittoria a WrestleMania nessuno ha potuto fermarla (e prima??) e che Dana ha fatto bene ad unirsi a loro, Dana ringrazia per averle dato l’occasione di unirsi a loro, Charlotte prende il microfono dicendo che ricorda feste del ringraziamento, natali, compleanni, in cui sua madre le diceva che suo padre era sempre con lei, ma la verità è che lui non c’era, perché doveva guardarlo in televisione (pausa per prendersela col pubblico che non la lascia parlare), prima Charlotte non capiva perché suo padre fosse sempre in televisione, ma adesso lo capisce, perché è la WWE Women’s Champion e non ha mai avuto così potere, se suo padre era “The Man” lei adesso è “The Woman”, perciò adesso può finalmente dire . . . vattene dal mio ring!

Flair rimane perplesso, ma non si sforza neanche più di tanto, Charlotte non si stupisce che Ric non capisca, tutti quelli della sua generazione sono così, non vogliono lasciare le luci della ribalta a qualcun altro, ma adesso le cose sono cambiate, non è lei ad essere la figlia di Flair, è lui ad essere il padre di Charlotte, la sua stella brilla più di quanto quella di Ric abbia mai fatto, lei si era convinta che non potesse andare avanti senza di lui, ma adesso sa che può, adesso sa che può farcela anche da sola, lui è solo il “secondo” dirtiest player in the game e lei non ha tempo per i secondi, suo padre l’ha abbandonata quindi può restare da sola come ha fatto negli ultimi trent’anni, Ric Flair sarà anche immortale per loro, ma per lei . . . è morto, può abbandonare il ring e guardarla in tv come lei ha sempre fatto con lui

Ric Flair viene costretto ad abbandonare il ring, mentre Charlotte intona un canto d’addio, perché lei è la campionessa, woooo . . .

Nota, prima che mi dimentichi di segnalarlo alla fine: il promo non è stato affatto male, ma ho l’impressione che Charlotte nei promo e soprattutto nella mimica facciale abbia ancora molto da lavorare, certo quando le parole sono così d’impatto si può passare sopra alla recitazione, che è stata comunque soddisfacente.

Dopo cotanto dramma familiare, passiamo al prossimo match

MITB qualifying match Dean Ambrose vs Dolph Ziggler (3,5 / 5)

Il match non si può dire inedito, ma vedere della buona tecnica iniziale fa sempre piacere, Ambrose conclude in vantaggio con una spallata, poi inizia a pestare Ziggler in maniera anche troppo dura, segue una combo di roll up dopo la quale Ziggler finisce fuori ring e rischia di beccarsi un Suicide dive, tempo di una pausa e vediamo Ziggler beccarsi un Double underhook suplex dal paletto, Ziggler prova a reagire ma viene gettato fuori ring una seconda volta e qui il Suicide dive va a segno (circa), Ambrose dopo poco prova un Flying elbow drop ma Ziggler ribalta il tutto in un roll up a cui segue la Famouser, che lo porta vicinissimo al conto di tre, ma non abbastanza, i due hanno una collisione dovuta ad un doppio Crossbody, poi Ziggler esegue un Superkick ed Ambrose, rimbalzando alle corde, la sua Clothesline (quanto “odio” questa mania di non vendere i Superkick), ennesima situazione di stallo, Ziggler va di Headbutt, prova la Zig-zag ma Dean si tiene alle corde, Ziggler perde l’equilibrio ed Ambrose ne approfitta per la Dirty deeds

Vincitore: Dean Ambrose

Dalla grafica possiamo notare che i posti nel MITB saranno sette.

Renee Young è tornata al suo ruolo di intervistatrice provando ad ottenere qualche dichiarazione da Ric Flair, ma Ric si limita a scuotere il capo, andandosene tristemente da un portone con su scritto “EXIT”, col cappello calato sul volto e la valigia di cartone (ok, le ultime due me le sono inventate).

Promo dei Fiori del Portorico (di cui mi sono persa il debutto, il dolore mi lancina dall’interno) che ci invitano tutti a fargli visita a Portorico, facciamo le valigie signore e signori, offrono loro!

Siamo arrivati a quello che dovrebbe essere il main event della serata, ossia l’ultimo match di qualificazione odierno, prima del match tuttavia AJ Styles ha qualcosa da dire, in questo business non si conosce una persona finché non ci si scontra con essa e Roman Reigns gli ha dimostrato di essere l’uomo che dice di essere (cori di protesta, lancio di fumogeni, motorini dati alle fiamme), però non è fenonemale (ah ecco) dal momento che se non fosse stato per le interferenze degli Usos, Gallows ed Anderson, lui l’avrebbe sconfitto e sarebbe diventato campione, ma non importa, perché stasera ha un’altra possibilità, la possibilità di qualificarsi al MITB, vincere la valigetta e . . .

Arrivo di Gallows&Anderson, che se la sono lievemente presa dato che pare che AJ non li volesse al suo fianco, AJ risponde che è proprio così, voleva vincere da solo, questo non è più il Giappone, Anderson dice che è proprio vero perché in Giappone li avrebbe pregati di guardargli le spalle, dunque è AJ ad essere cambiato, se loro non avessero messo KO ogni persona che aveva un problema con AJ questi non sarebbe neanche arrivato ad Extreme Rules, AJ si rende conto che sta tirando troppo la corda e prova a trovare una soluzione pacifica ma insindacabile, dicendo che il meglio per loro è separarsi, restando comunque fratelli, i due non ci stanno dicendo che se le cose stanno così non saranno più né fratelli né amici, AJ risponde che se non c’è più motivo di essere amici allora non c’è neanche motivo di dividere il ring, che per inciso spetta a lui, dato che adesso è il “suo” ring, Gallows&Anderson decidono di andarsene, ma è evidente la tensione che si è venuta a creare

La grafica ci informa di un match per il titolo Intercontinentale tra Cesaro e The Miz ed un rematch per il titolo USA tra Kalisto e Rusev, entrambi previsti per la prossima puntata di SmackDown

E adesso possiamo passare al main event

MITB qualifying match Kevin Owens vs AJ Styles (4,5 / 5)

I due cominciano a insultarsi ancora prima di venire alle mani, Owens prima evita un Dropkick di AJ, poi perde troppo tempo a bearsi e subisce comunque la mossa, segue ginocchiata di AJ che colpisce Owens in pieno volto, dato che il canadese si tocca più volte il naso, gli scambi tra i due si fanno più violenti, Owens riesce a far cadere Styles dall’apron e restituisce il colpo in faccia con una Clothesline, si mette tuttavia a discutere con Michael Cole permettendo ad AJ di colpirlo in volo e lanciarlo contro le transenne, Owens riesce poi a caricarsi Styles sulle spalle gettandolo contro l’apron, riportando la situazione in parità, sul quadrato è AJ a mettere a segno più colpi, ma non riesce a capitalizzare e viene quasi schienato dalla combo German Suplex&Cannon ball dell’avversario, AJ restituisce il German e va di ginocchiata alla schiena, ma è sempre due, Owens riesce ad evitare la Styles clash e restituisce la ginocchiata a suo modo, un confronto all’angolo vede poi Owens fallire il Moonsault mentre AJ connette la 450 splash, ma è solo due, solo due signore e signori, Owens fugge fuori dal ring e quando AJ gli si lancia contro lo afferra al volo ed esegue la Powerbomb dritta sui gradoni, AJ riesce incredibilmente a tornare sul ring prima del conto di dieci, evita la Pop-up powerbomb e stende Owens con il Pelè kick, si prepara per il Flying forearm, ma Owens lo colpisce prima del volo con un calcio e connette la Pop-up powerbomb, uno . . . due . . . tre

Vincitore: Kevin Owens

Con questa vittoria pulita e, devo ammetterlo, inaspettata, si chiude questa puntata di Raw

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7.5
Qualità dei promo
8
Evoluzione delle storyline
7
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname