Amiche e amici di Zona Wrestling, benvenuti a un nuovo report di Monday Night Raw! Qui per voi c’è il vostro Paolo Palermo, armato di panettone e cappuccino alla cannella per raccontarvi questa puntata natalizia dello show rosso!

Bando alle ciance, cominciamo con un video molto allegro e festaiolo che ci introduce ai vari match della giornata: il menù è, come al solito, molto ricco. Ronda Rousey difenderà il suo Raw Women’s Championship dall’assalto dell’amica Natalya, mentre Drew McIntyre se la vedrà con Finn BàlorDolph Ziggler in un match a tre che si preannuncia scoppiettante. Inoltre, sappiamo che i Revival andranno a caccia dei tanto agognati titoli di coppia e che Seth Rollins affronterà ancora una volta Baron Corbin, reduce da una settimana che nemmeno Fantozzi dopo i vari pestaggi subiti nell’ultima puntata di Raw.

Ad aprire la puntata, però, è il menestrello Elias: il nostro musicista preferito se la vedrà a breve con “The Almighty” Bobby Lashley, accompagnato come sempre dalla zanzara Lio Rush; proprio su di loro è incentrato il promo di Elias, che li prende in giro fra una nota e l’altra prima che essi possano effettuare il proprio ingresso sul ring. Ah, dimenticavo: il match sarà uno dei più classici Miracle on 34th Street Fight – perciò attorno al ring ci sono pacchi, pacchetti, tavoli imbanditi e molto altro. Possiamo cominciare!

1) Miracle on 34th Street Fight Match: Elias vs “The Almighty” Bobby Lashley w/ Lio Rush 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)
Incontro dal ritmo vivace, con Elias che mantiene un vantaggio iniziale scaraventando addosso all’avversario un albero di Natale e resistendo poi anche agli inghippi di Lio Rush, facendo schiantare Lashley contro i gradoni d’acciaio fuori dal ring. Dopo questa fase relativamente normale, ecco partire il delirio dei pacchi regalo: Lio Rush consegna a Lashley il suo presente… e sono dei mattoncini Lego! “The Almighty” vuole scaraventarci sopra il Drifter, ma quest’ultimo è abile a eludere il tentativo e a utilizzare un estintore per accecare il rivale. Nei pacchi regalo Elias trova una specie di violino/violoncello (perdonatemi, non è da me quest’imprecisione) e poi una palla da bowling: vi lascio immaginare il tragicomico finale. Lio Rush viene messo a nanna, gettato dall’apron ring sul tavolo posto proprio lì sotto, mentre Elias lancia la palla da bowling verso i birilli di Lashley esanime all’angolo: il dolore è forte, ma arriva anche il colpo di violino/violoncello secco sulla schiena che consegna al menestrello di Raw la vittoria in un incontro tutto sommato divertente.
Winner: Elias via pinfall.

Non contento, Elias fa ingurgitare un boccone di torta a Rush e lo “condisce” poi con una bella dose di zabaione sulla capoccia. Buon Natale!
Il trio di commento (come al solito, ColeGravesYoung) ci introduce ad un video che riassume gli annunci fatti dai McMahon’s in persona la scorsa settimana. Altre novità per noi: Paul Heyman sarà qui per celebrare con noi il Natale, mentre Vince McMahon apparirà vestito da Santa Claus (…) per snocciolarci qualche novità. Spazio ai tag team, invece, per noi!

2) Raw Tag Team Championship: Chad Gable & Bobby Roode (c) vs The Revival 2 out of 5 stars (2 / 5)
Le fasi iniziali sono alla pari per entrambe le fazioni, con i Revival che patiscono un po’ di più le offensive del Magnifico Gable ma riescono a trovare la quadra per mettere sotto l’ex American Alpha. Dash Wilder in particolare sembra aver preso le misure al talentuoso pluricampione di coppia, tant’è che l’ingresso di Dawson viene colto da Gable come occasione per farsi spazio e chiamare all’azione Bobby Roode: l’ex TNA mena fendenti a destra e a manca, ottenendo pure un conto di due largo dopo una Spinebuster su Wilder. Gable riprende il ring e con il suo fantastico German Suplex in rotolamento riesce quasi ad ottenere la vittoria, ma Scott Dawson salva tutto. I Revival sembrano poter connettere una mossa combinata, ma Roode spezza il ritmo con una sottospecie di Spear che getta Wilder fuori dal ring: Gable inforca Dawson con il più semplice dei Roll-Up e porta a casa la vittoria che consolida il regno dei due uomini in vestaglia blu.
Winners (#AndStill): Chad Gable & Bobby Roode via pinfall.

Momento di promo per noi: nel backstage il B-Team è canterino e tutto addobbato per augurarci un buon Natale, mentre qualche video ci mostra anche gli auguri di Curt Hawkins e dei Lucha House Party, fra gli altri. Dal commento, invece, Michael Cole ci introduce il filmato che presenta gli incombenti arrivi da NXT che ormai tutti conoscete: hype per EC3, che spero tanto possa diventare protagonista dei miei report di Raw.
Giunge, intanto, il momento dell’atteso match a tre!

3) Triple Threat Match: Drew McIntyre vs Dolph Ziggler vs Finn Bàlor 3 out of 5 stars (3 / 5)
Prima dell’incontro, lo Scottish Psychopath annuncia la sua partecipazione alla Royal Rumble di quest’anno: si prenderà il main event di Wrestlemania, costi quel che costi – mica male Ronda Rousey vs Drew McIntyre, non trovate?
I partecipanti compiono i loro ingressi; come sempre Finn Bàlor è tifatissimo. L’irlandese si unisce a Dolph per domare lo strapotere fisico di Drew, il quale carambola fuori dal ring: gli altri due se le danno di santa ragione, fino a quando l’azione non si sposta fuori dal quadrato e McIntyre vuole proprio pestare tutti quanti senza sentire ragione alcuna. Prima della pubblicità lo scozzese ha scaraventato ovunque i suoi due avversari; rientriamo dallo spot con l’ex-3MB che controlla su Bàlor. Drew ne ha anche per Ziggler: il destino del match sembra nelle mani dello scozzese, ma dopo una lunga offensiva di quest’ultimo Finn ha un comeback e sembra poter connettere il Coupe de Grace su McIntyre… ma no, anzi, subisce la Zig Zag di Dolph: SOLO DUE!
Drew si riprende ma finisce ben presto fuori dal ring, mentre Bàlor scambia qualche colpo con Ziggler: quest’ultimo ha poco tempo prima di soccombere al “Colpo di Grazia” di Finn, che ottiene una vittoria prestigiosa.
Winner: Finn Bàlor via pinfall. 

Finito l’incontro, Drew vorrebbe maciullare Dolph con le sue mani… ma ottiene soltanto una Zig Zag di tutta risposta, restando sul ring come un uomo con una gamba sola a una gara di calci nel coolo.

Abbassiamo il livello: Vince McMahon è seduto in qualche ufficio vestito da Babbo Natale (è inquietante, ve lo garantisco) pronto a dirci qualcosa che addolcirà le nostre feste. Andiamo per ordine di importanza: la prossima settimana Drew McIntyre affronterà Dolph Ziggler in uno Steel Cage Match, mentre con l’anno nuovo John Cena farà il suo ritorno sia nel roster di Raw che in quello di SmackDown Live. Infine, la ciliegina: Vince McMahon annuncia in persona l’imminente arrivo dei Women’s Tag Team Championship!
Da qualche parte, Bayley Sasha Banks vedono improvvisamente la luce in fondo al tunnel: eccole che si appropinquano sul ring per un match 3vs3, assieme alla loro compagna Ember Moon.

4) 6-Women Tag Team Match: The Boss’n’Hug Connection & Ember Moon vs Alicia Fox, Mickie James & Dana Brooke 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5)
Incontro che abbassa un po’ il livello dopo quelli precedenti, ma tant’è: le face si prendono la vittoria dopo una sequenza che vede prima Ember mettere fuori gioco Alicia con la sua Eclipse, alla quale segue la combo Backstabber-Belly to Bayley su Mickie per la vittoria finale delle face.
Winners: The Boss’n’Hug Connection & Ember Moon via pinfall.

Nel bel mezzo dei festeggiamenti, però, ecco arrivare la Jobb.. ehm, la Riott Squad al gran completo. RubyLivSarah attaccano le vincitrici e fanno piazza pulita del ring in men che non si dica.

Paul Heyman è sul ring ed è molto canterino: il pubblico lo subissa di fischi fino a quando l’Avvocato inizia a parlare del match che, in quel di Royal Rumble, vedrà BRRRRRRRRRROCK LESSSSSSSNAR difendere il suo Universal Championship dall’ennesimo assalto di Braun Strowman… il quale si presenta sul ring, nonostante il gomito visibilmente fasciato!
Heyman augura un buon Natale a Strowman ma quest’ultimo, di tutta risposta, inforca un naso rosso e delle corna da renna al manager del suo futuro rivale: “Paul Heyman, the red nose advocate!”, lo prende in giro Strowman, il quale raccomanda Paul di portare un messaggio ben poco natalizio a Lesnar – ossia che a Royal Rumble… “He’s gonna GET… THESE… HANDS!!”. Mentre il Mostro augura a Heyman buon Natale e la grafica ci ricorda del match, io guardo quel gomito di Braun e annuso la Kimura Lock di Lesnar fin qui da Genova. Non so perché ho questa sensazione.

Charly Caruso, intanto, è nel backstage con Natalya: la regina di cuori afferma di rispettare Ronda, ma a ‘sto giro farà un regalo a tutta la sua famiglia e vincerà il titolo di campionessa femminile. Il match è proprio adesso!

5) Raw Women’s Championship: Ronda Rousey (c) vs Natalya 2 out of 5 stars (2 / 5)
Match, come prevedibile, impuntato inizialmente su scambi di sottomissioni e prese al tappeto: il problema è che Natalya, per quanto brava, non è Zack Sabre Jr. e talora l’azione risulta un po’ macchinosa. La contesa migliora non poco quando la canadese decide di buttarla sul fisico, ma Ronda si fa trovare pronta e resiste a qualche tentativo di schienamento in seguito a un Suplex e a un Roll-Up, fino a quando Nattie riesce, dopo un po’ di tentativi, ad inforcare la Sharpshooter: Ronda patisce, eppure riesce a ribaltare molto bene la leggendaria sottomissione nella sua Armbar, alla quale Natalya non può che cedere con dolore in poco tempo.
Winner (#AndStill): Ronda Rousey via submission.

A fine incontro le due amiche si abbracciano, lasciando il ring insieme fra gli applausi del pubblico. Noi, intanto, abbassiamo il livello.

6) Single match: Heath Slater vs Jinder Mahal w/ Sunil & Samir Singh [s.v.]
L’incontro finisce per squalifica quando i tre indiani si accaniscono su Heath dopo una breve quanto nulla contesa, il cui unico picco è stato l’apparire di un Babbo Natale massiccio fra il pubblico.
Winner: Heath Slater via DQ.

Attenzione! Il Babbo Natale accorre sul ring e comincia a menare fendenti agli Indiani Marrani… connettendo anche una Spear… anzi, una GORE!
Dietro al travestimento natalizio, infatti, c’è Rhyno, il quale è accorso in aiuto di Heath Slater: un bel momento dickensiano per i due ex campioni di coppia di SmackDown!

Momento di Main Event per noi: Seth Rollins affronterà, come detto ad inizio puntata, il bistrattatissimo Baron Corbin.

7) Single match: Seth Rollins vs Baron Corbin 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)
Voglio essere buono: è stato un incontro onesto. Corbin interpreta bene il suo copione, buttandola sul fisico, mentre Seth in più occasioni annichilisce il suo avversario con manovre veloci e rapide. Baron va vicino alla vittoria con la Deep Six, mentre Seth si inventa una Falcon Arrow niente male: entrambi i conteggi si fermano al due. L’Architetto fallisce un tentativo di Stomp e poi un volo dal paletto, spianando a Corbin la strada per una Backbreaker Chokeslam… ma anche qui è solo due!
L’ex GM di Raw pensa allora sia arrivato il momento della End Of Days (che negli ultimi mesi penso di aver visto tre volte a stare larghi), ma Seth la evita e va con la sua Curb Stomp decisiva che gli consegna una vittoria meritata… mentre di Dean Ambrose, all’orizzonte, non c’è traccia.
Winner: Seth Rollins via pinfall.

Sulle immagini di Seth trionfante – come ci possiamo augurare proceda tutta la prima parte di 2019 – io vi saluto e vi abbraccio, augurandovi ancora un felicissimo Natale e un ancor più gioioso Capodanno. Da Paolo Palermo è tutto: ci vediamo con l’anno nuovo!

PP

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
6
Avatar
Classe 1996, laureato in Lettere Moderne. I report di Raw sono il romanzo dei miei martedì mattina. A volte è il peggior Manzoni, a volte è Irvine Welsh, altre semplicemente Fabio Volo. Legato da un rapporto amore/odio con la WWE, coltivo il sogno di vedere Adam Cole e tutta l'Undisputed Era sul tetto del mondo. Mi piace proprio tanto immaginare.