Popolo di Zona Wrestling!!!
Io sono Paolo Palermo e vi do il benvenuto ad un nuovo report di Monday Night Raw. Cosa succederà oggi? Beh: per ora sono previsti un Gauntlet Match a cinque uomini che definirà il primo sfidante allo United States Championship, mentre anche i Raw Tag Team Championship saranno difesi dai Revival in un Triple Threat Match.

Un terzo match è stato sancito per questo episodio dello show rosso, ed è il Moshpit Mixed Tag Team valido per il 24/7 Championship che vede come protagonisti da una parte R-Truth e Carmella, mentre dall’altra troviamo Drake e Renee Maverick. Dopo un video che commemora la storia del quasi neonato titolo, si può davvero cominciare.

1) Moshpit tag team match for the 24/7 Championship: R-Truth (c) & Carmella vs Drake & Renee Maverick [s.v.]
La banda di jobber circonda il ring come in un Lumberjack match. Drake prova subito a schienare Truth, ma quest’ultimo contrattacca e c’è un doppio conto di due. Il campione getta quindi lo sfidante sugli avventori all’esterno del ring, mentre le rispettive compagne si azzuffano al centro del quadrato. Truth riesce a sfruttare la situazione per pinnare Drake Maverick poco più tardi, ma…
Winners: R-Truth & Carmella via pinfall.

…la Banda del Job si catapulta tutta insieme sul ring e finisce con l’accatastarsi su R-Truth. L’arbitro conta per tre volte… e dalla pila umana di corpi fuoriesce Mike Kanellis con il 24/7 Championship! Il tormentato marito di Maria corre velocemente verso il backstage, dove riesce a nascondersi in uno stanzino. La moglie bussa alla porta e in seguito a un sapiente gioco di leve (“se non mi apri, ti ricaccio nella vagina da cui sei uscito”) riesce a raggiungere il buon Mike nel suo nascondiglio.

2) 5-man gauntlet match (the winner becomes n°1 contender to the US Championship): Cesaro vs Rey Mysterio vs Sami Zayn vs Andrade vs Ricochet 4 out of 5 stars (4 / 5)
Cesaro vs Rey Mysterio: prima parte del Gauntlet che vede contrapposti lo Swiss Cyborg e il folletto messicano. All’esplosività di Rey fa da contraltare la potenza di Cesaro, che ottiene un conto di due in seguito al suo European Uppercut. Segue un Big Boot per un altro conto di due, ma Rey c’è e reagisce. I due si ritrovano sulla terza corda, dalla quale Mysterio si inventa un Bulldog meraviglioso che è il preludio alla combo 619-Frog Splash. Rey elimina Cesaro via pinfall.
Rey Mysterio vs Sami Zayn: “chi vince regna”, ovviamente… e Sami Zayn non vince mai; perciò Rey ci mette una manciata di secondi ad eliminarlo dopo un roll-up. Rey elimina Sami via pinfall.
Rey Mysterio vs Andrade: “El Idolo” entra come penultimo partecipante quindi, riallacciando la propria storia a quella di Rey. Andiamo in pubblicità dopo qualche scambio a favore dell’ex NXT Champion, che sfrutta la propria freschezza. Al ritorno dal break, Andrade cerca i Tres Amigos di Eddie Guerrero. Segue un Double Moonsault con relativo conto di due; Rey prova la 619… ma l’uomo che aveva “cien” almas è lesto a trasformare il tutto nella sua Hammerlock DDT per il conto di tre vincente. Andrade elimina Rey via pinfall.
Andrade vs Ricochet: il Principe del Cielo raggiunge Andrade per la “finalissima” di questo gauntlet, che ha cominciato a profumare dell’inconfondibile odore di NXT. Andrade ottiene un vantaggio grazie all’aiuto di Zelina Vega, ma questo non basta a contenere l’ex US Champion: Andrade cerca la DDT, ma il Principe lo inchioda a terra con un roll-up… solo due! Gomitata al rovescio per il messicano, che si sente rispondere con una Huracanrana. Lo scontro finale è sulla sommità della terza corda: lì dove osano le aquile, Andrade non ha voce in capitolo contro Ricochet, che schianta a terra l’avversario e lo finisce con la sua 630, garantendosi un posto in quel di SummerSlam.
Winner: Ricochet via pinfall.

Intervista canonica a fine match per Ricochet, che promette di sconfiggere AJ Styles a SummerSlam e riprendersi il titolo degli Stati Uniti. Styles, dal backstage, si gode il tutto ridendo come un piccolo stronzo.
Mike Kanellis, intanto, spergiura alla moglie che ha vinto il titolo 24/7 per loro due… anzi, tre: Maria è incinta, come ci viene ricordato ogni settimana. La rossa obbliga il povero Mike a farsi schienare da lei, affinché il nascituro possa dire di avere un genitore come campione: l’ex “Miracle” prova a desistere, ma tira più un pelo di Maria che un carro di buoi, e Mike non ha spina dorsale… quindi, spalle a terra e taccazzo sul petto per il conto di tre che incorona Maria Kanellis come nuova 24/7 Champion. Maria sfoggia così la cintura per tutto il backstage, burlandosi di tutto e tutti perché nessuno metterebbe mai con le spalle a terra una donna incinta.

Per noi è invece tempo di “A Moment of Bliss”, con Alexa e Nikki Cross già pronte sullo stage. Dopo le congratulazioni a Maria Kanellis, Nikki ripercorre i momenti salienti della scorsa settimana (dalla Raw Reunion, che Dio ce ne scampi, all’attacco di Ziggler ai danni di Michaels) prima che Alexa possa informarci di un video che riguarda Becky Lynch: nel più classico degli “earlier today” vediamo l’irlandese irrompere nella “zona allenamento” mentre Natalya sta allenandosi per eludere la Dis-Arm-Her. Becky attacca immediatamente la canadese, sua rivale a SummerSlam, e la intrappola nella propria sottomissione. Il pubblico canta il nome di Becky, portando Alexa a chiedersi se sia questo il tipo di campione che vogliamo ci rappresenti… ma conta poco, perché stasera sarà la stessa “Goddess” a darle una lezione. “The Man” compare sul titantron e intima ad Alexa di stare attenta a ciò che dice, prima di rivolgersi a Nikki Cross invitandola a far valere il proprio spirito celtico invece di portare i caffè ad Alexa.
Gli Usos interrompono poi questo siparietto, perché il loro match è adesso e non è mica pizza e fichi.

3) Three way dance for the Raw Tag Team Championship: Revival (c) vs Usos vs The O.C. 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)
Per tutta la prima parte del match, a dividersi l’azione sul quadrato sono i campioni e i gemelli samoani: Gallows e Anderson stazionano al loro angolo, in attesa del momento giusto per capitalizzare. Gli ex membri del Bullet Club subentrano dopo la pubblicità, battagliando con Jimmy Uso e lasciando spazio poco dopo ai Revival, che subiscono l’offensiva dei samoani. Una serie di azioni porta i campioni a connettere un Bulldog into an Electric Chair, ma Anderson salva. Tutti i partecipanti si ritrovano fuori dal ring, fatta eccezione di Jimmy Uso, che getta Scott Dawson addosso a tutti gli altri con un Superplex. I Revival tornano sul ring e connettono la Shutter Machine su uno dei gemelli, ma c’è stato il blind tag dell’O.C. a scapito dei campioni: Karl Anderson ripulisce il ring con una Spinebuster; segue la Magic Killer su (credo) Jimmy per il conto di tre vincente che ci porta in dote dei nuovi campioni di coppia.
Winners (#AndNew): The O.C. via pinfall.

Clamoroso al Cibali!
E il buon AJ Styles è nel backstage, pronto ad accogliere i suoi compari iridati con un buffet da leccarsi i baffi… sul quale Styles si mette a saltare, letteralmente, una volta raggiunto da “Doc” e “Machine Gun”.

4) Tag team match: The Viking Raiders vs Due Poveri Malcapitati (s.v.)
La parte più bella del match? Michael Cole che cerca di non dire la parola “experience” mentre i due colossi fanno il loro ingresso: ovviamente, Cole si impapera. ISN’T IT EXCITING, GUYS? Ovviamente, i Raiders vincono.
Winners: The Viking Raiders via pinfall.

Nel backstage gli Street Profits svolgono le loro mansioni da coro greco (soffermandosi sulla paternità del figlio di Maria Kanellis) fino a quando non vengono raggiunti da Seth Rollins, che stasera ha un match contro Dolph Ziggler. I tre si caricano a vicenda a suon di “burn it down”.

5) Single match: Becky Lynch (c) vs Alexa Bliss w/ Nikki Cross 2 out of 5 stars (2 / 5)
Alexa si rivela un osso duro per Becky, che deve anche fronteggiare le interferenze della pestifera Nikki Cross. Alexa sfrutta il vantaggio ottenuto con un Knee Drop, a cui segue un’ulteriore doppia ginocchiata con evoluzione a Moonsault. Becky reagisce con una serie di colpi a cui fa da seguito il Bexploder Suplex, ma Alexa sembra essersi infortunata alla caviglia e comincia ad urlare. Un medico accorre…
Winner: no contest?

6) Single match: Becky Lynch vs Nikki Cross (s.v.)
Nikki diventa una biscia e incolpa Becky dell’infortunio di Alexa, così la sfida: l’irlandese ha vita facile, chiudendo dopo poco con la sua Man-handle Slam.
Winner: Becky Lynch via pinfall.

SWERVE!
Alexa Bliss non era infortunata e viene riesumata post match per attaccare Becky insieme a Nikki. Natalya le raggiunge poco dopo: le due scappano, lasciando la campionessa alla mercé della sfidante, che la intrappola nella sua Sharpshooter – e per cortesia, basta toccarsi le gambe dopo la Sharpshooter, dovrebbe essere una manovra che attacca la schiena, o sbaglio?
Nattie, comunque, prende parola appena tornata nel backstage e sfida Becky a trasformare il loro match di SummerSlam in un submission match. Verrà accettata quest’allettante proposta?

Maria Kanellis sta scattando delle foto con il suo 24/7 Championship, ma nella stessa stanza c’è Braun Strowman che respira molto forte e brontola.
Sul ring, intanto, Seth Rollins attende Dolph Ziggler per il loro match… e il biondo si presenta con la musica (e il giubbottino) di Shawn Michaels, suscitando le ire di un Rollins che viene descritto dal team di commento come uno dei nuovi leader dello spogliatoio.

7) Single match: Seth Rollins vs Dolph Ziggler (s.v.)
Le fasi iniziali non sono neanche male… il problema è che dopo poco risuona la musica di Brock Lesnar, che si presenta accompagnato da Paul Heyman. Ziggler trattiene Rollins quel tanto che basta da farlo diventare preda facile per le fauci della Bestia.
Winner: no contest?

Comincia un pestaggio folle di Brock Lesnar, che a tratti ripercorre il sadismo di quando maciullò Zach Gowen in quel di SmackDown molti anni fa: dopo una serie di German Suplex e una F5 sul paletto all’esterno del ring, Lesnar sembra essere sazio… ma no, lui è Brock Lesnar, il tipo di uomo che prende una sedia e la getta sul ring, la apre, prende il proprio avversario e ce lo schianta sopra TRE VOLTE. Esatto: tre F5 sulla sedia “divaricata”, che schizza via più volte e lascia Seth Rollins esanime a sputare sangue, in preda ai conati. L’Architetto viene portato via dai paramedici, mentre noi ci prepariamo al nostro main event: un “Samoan Summit” tra Samoa Joe e Roman Reigns

…ma nel backstage c’è casino, visto che Joe sta picchiando Reigns e gli Usos, giunti in soccorso del cugino, stanno venendo maciullati dall’Original Club (senza Styles). Intanto, Seth Rollins viene caricato sull’ambulanza… ma Brock Lesnar raggiunge il veicolo, lo ferma, apre i portelloni posteriori e fa scivolare giù la barella con Rollins sopra. La Bestia raccoglie ciò che resta di Seth e lo finisce con una quinta F5 direttamente sulla barella. Altro sangue sputato, altra distruzione da parte dello Universal Champion…

…mentre Samoa Joe raggiunge il ring e intima a Roman Reigns di raggiungerlo, cosicché possa terminare sul quadrato quello che ha cominciato nel backstage. Altro che “Samoan Summit”: Reigns arriva e comincia a picchiarsi con Joe, ma accorre anche Drew McIntyre a dire la sua. I giochi vengono pareggiati da Cedric Alexander; si uniscono alla festa anche gli Usos e l’O.C. con Karl Anderson e Luke Gallows. L’azione si sposta sullo stage, dove gli heel sembrano avere la meglio, ma Cedric Alexander si getta dal titantron su tutti gli altri con una specie di Crossbody e fa piazza pulita. I face si riportano sul ring, dove Reigns ha un Superman Punch per tutti e finalmente riesce a liberare il campo di battaglia, posando coi cugini e Cedric Alexander per chiudere questa puntata di Raw.

Ci vediamo settimana prossima, raggi di sole: un abbraccio!
PP

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6,5
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
7
Avatar
Classe 1996, laureato in Lettere Moderne. I report di Raw sono il romanzo dei miei martedì mattina. A volte è il peggior Manzoni, a volte è Irvine Welsh, altre semplicemente Fabio Volo. Legato da un rapporto amore/odio con la WWE, coltivo il sogno di vedere Adam Cole e tutta l'Undisputed Era sul tetto del mondo. Mi piace proprio tanto immaginare.