Wrestlemania 34 è alle porte e dopo il bell’articolo di ieri di Celeste sui prossimi match di Smackdown vediamo oggi cosa bolle in pentola per Raw. Passiamo insieme da una rivalità all’altra per scoprire cosa è andato nel verso giusto e cosa invece è da bocciare.

 

Cesaro e Sheamus vs Braun Strowman & Partner da stabilire. Quando in molti sospettavamo in Matt Hardy e Bray Wyatt come pazza coppia di sfidanti per le cinture, la WWE ha deciso a sorpresa di lanciare Strowman alla ricerca dei titoli. Recentemente avevo scritto un editoriale su Braun e sulla curiosità che uno pushato come lui fosse apparentemente senza match a Wrestlamania, sospettando fosse riciclato nella André The Giant Battle Royal (quest’anno con Matt Woken Hardy favorito). Riguardo la storyline l’inizio è stato senz’altro buono visto che ha spiazzato tutti, il proseguo regge tutto sull’identità del partner dell’ex Wyatt Family che verrà svelata probabilmente lunedì prossimo. Il favorito sembra essere Elias visto il recente feud e credo i due da campioni come strana coppia sarebbe in grado di garantire parecchi segmenti divertenti. Il match di Wrestlemania dubito sarà spettacolare, ma soprattutto in prospettiva post special event direi che questa rivalità sia da promuovere.

The Miz vs Seth Rollins vs Finn Balor. Faida a tre che puzza un po’ di ripiego. Rollins è passato in tre anni da incassare il money in the bank nel main event, a diventare il king slayer sconfiggendo Triple H, a lottare senza i favori del pronostico per il titolo Intercontinentale. Balor per quanto lotti bene a livello di personaggio secondo me non ha ancora inciso in WWE; il discorso del demone lascia il tempo che trova, finora l’unica storyline che dia sostanza al suo character è l’aver perso il titolo Universale solo per infortunio, con il desiderio di riconquistarlo. Per questo motivo il titolo per cui combatterà a Wrestlemania non può che sembrare un contentino. Riguardo Miz sta interpretando egregiamente il suo ruolo da campione heel, il segmento con il finto split dai suoi scagnozzi è stato molto buono. La storyline che coinvolge i tre va anche bene e penso che il loro incontro divertirà, rimane però come detto l’impressione di un qualcosa di raffazzonato per tenere occupati i partecipanti.

Alexa Bliss vs Nia Jax. La storyline è una delle più vecchie del mondo, con l’heel che sfrutta un personaggio fingendosi amico per poi essere scoperto e far partire la rivalità. Il problema non è tanto l’assenza di originalità, quanto il come Nia sia venuta a conoscenza dell’esser stata sfruttata, abbastanza banale e poco verosimile. Ad ogni modo Nia da face convince, il pubblico ha empatia verso di lei quindi missione compiuta. L’esito dell’incontro lo vedo abbastanza aperto, perché per quanto in chiave mark la Jax dovrebbe aver vita facile sappiamo come la campionessa abbia più vite di un gatto e spesso riesca a farla franca. Inoltre se come probabile la campionessa di Smackdown perderà la cintura può darsi che decidano di farla mantenere a quella di Raw. Staremo a vedere.

Kurt Angle & Ronda Rousey vs Triple H & Stephanie McMahon. Proteggere Ronda mettendola insieme a gente esperta sulla carta è stata un’ottima mossa. Tra l’altro fosse stata mandata subito verso un titolo i fan avrebbero potuto averla subito in antipatia. Purtroppo nella rivalità abbiamo assistito a segmenti imbarazzanti (di cui l’apice con “nonno Angle ubriaco”) e in generale non convincenti. La stessa ex fighter con un microfono in mano è parsa parecchio impacciata, avrà tempo e modo di rifarsi essendo agli esordi in WWE, ma per ora sembra un pesce fuor d’acqua. Pure nei pochi spezzoni in cui ha eseguito qualche mossa mi è sembrata un po’ legnosa. Dal match mi aspetto poco, spero soprattutto che non rubi troppo tempo a incontri più importanti. Vedremo che succederà a Wrestlemania, ma per me finora questa faida è bocciata.

John Cena vs The Undertaker. Parlo anche di questo feud perché nei fatti sta andando avanti soprattutto a Raw. Cena si ritrova nello spiacevole compito di mandare avanti la storia da solo, ma con tutta la sua bravura ed esperienza sta tirando fuori segmenti meravigliosi. Il primo in cui ha rivelato l’intenzione di sfidare il Becchino poi è stato un gioiellino, con il suo sfogo per aver fallito nel trovare posto nella card di Wrestlemania, l’entusiasmo nell’immedesimarsi come fan nel seguire l’evento e infine la proposta e l’attacco verbale quasi da heel. Vedere quel promo mi ha fatto rimpiangere il non aver goduto di Cena nei panni da cattivo nella sua maturità professionale, penso ci avrebbe dato tante soddisfazioni. Non mi è però piaciuta la parentesi Kane, un allungare il brodo utile ma penso che tutti ne avremmo fatto volentieri a meno. Vedremo lunedì prossimo come l’Undertaker finalmente risponderà, spero in qualcosa di spettacolare e non di un semplice video sul titantron. Per Wrestlemania non so che match aspettarmi, non sapendo bene le condizioni in cui ci arriverà Taker, ma se c’è uno nel roster che può ancora tirargli fuori qualcosa di buono quello è proprio Cena.

Brock Lesnar vs Roman Reigns. Match che in miliardi avremmo potuto predire da mesi (anni?). Il progetto era chiaro, i due che hanno fatto l’impresa di battere il Becchino a Wrestlemania vengono elevati sopra tutti gli altri del roster e se c’è uno capace di battere l’apparentemente imbattibile Bestia quello è proprio Reigns. Con questa premessa però mi aspettavo una road to Wrestlemania differente nella gestione dell’ex Shield. Mi ero lamentato nello scorso Elimination Chamber perché fu Strowman più di Reigns a uscire bene da quel match; se Roman doveva andare contro Lesnar allora doveva arrivarci con il miglior status della sua carriera. Ora però mi spiego il motivo, questa non è mai stata l’intenzione della WWE. Hanno preferito presentarlo come underdog, come quello che si presenta all’evento con possibilità vicine allo zero di vittoria, malmenato di puntata in puntata. Francamente boccio in pieno questa strategia. Reigns per fisico e successi ottenuti non può essere presentato con un ruolo alla Daniel Bryan, inoltre vedere segmenti dove proprio lui accusa il rivale di essere il cocco di Vince fa sorridere. Il mastino ha fatto notevoli passi in avanti da quando fu lanciato nel main event di Wrestlemania 31, ma vederlo gestito in questo modo non fa altro che attirargli antipatie da una certa parte di pubblico. L’esito dell’incontro mi pare scontato, speriamo che almeno sia piacevole.

E voi cosa ne pensate? Vi piacciono gli incontri in programma? Quale attendete di più e quale di meno? Fatemi sapere la vostra sulla road to Wrestlemania 34 di Raw.

Sergedge – EH4L

Sergedge
Rievocato durante una seduta spiritica è tornato a infestare il sito di Zona Wrestling con l'ardore di un tempo. Per la serie l'erba cattiva non muore mai.