Ricky Steamboat, ex Intercontinental Champion nonché WWE Hall Of Famer, in una breve intervista rilasciata al sito Title Match Wrestling ha fatto chiarezza in merito al nebuloso futuro del figlio Richie, fermo ai box da quasi tre anni a causa di un brutto infortunio alla schiena e, in particolare, a quattro dischi intervertebrali. Richie, ex FCW Champion, non potrà seguire le orme del padre e, dunque, è costretto a ritirarsi nonostante si sia sottoposto ad un delicato intervento che, tuttavia, non ha dato i risultati sperati. "The Dragon" ha aggiunto, a malincuore, che il figlio abbia "digerito" la cosa e che, al di là di tutto, egli avesse il look adatto per sfondare nel pro-wrestling. A margine dell'intervista, che trovate di seguito, Ricky Steamboat ha commentato la situazione del WWE World Heavyweight Championship e l'arrivo dei nuovi talenti da NXT.

 

 

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/q38K8J7aSSc" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

 

 

Fonte: LordsOfPain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.