Bentornati lettori di Zona Wrestling ad un nuovo episodio dello show televisivo della Ring of Honor! Quinn McKay ci dà il benvenuto e ci annuncia i match della serata: Brody King, Homicide, e Chris Dickinson se la vedranno con Rush, Kenny King, e Bestia del Ring nel main event, ma prima Dak Draper se la vedrà con Eli Isom.

SINGLE MATCH: DAK DRAPER VS ELI ISOM 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Mentre Draper usa come tattica lo sfruttare la stazza e scappare nel caso Isom riesca a prendere il controllo, Isom prova a finirlo con mosse aeree senza mai darsi per vinto. Dopo una serie di schienamenti conclusi sempre sul conto di due, il match si conclude per il raggiungimento del tempo limite.

WINNER: NO CONTEST

Entrambi chiedono che il match venga fatto ripartire e che ci siano altri 5 minuti per trovare un vincitore, ma proprio quando la campanella stava per suonare le luci si spengono, e una volta riaccese appare Dalton Castle insieme ai suoi boys. Arriva sul ring danzando, e spiega che non è qui per combattere, ma per congratularsi con Isom e Draper. Loro sono le persone adatte a trovare una soluzione ad un suo problema. Sembra che tutti si siano dimenticati che questo sia uno show televisivo, è arrivato il momento di riportare un po’ di pepe, un po’ di dramma. Colpisce prima Isom, poi Draper con un calcio diretto sui gioielli di famiglia. Non ha tempo di dare spiegazioni ora, ha da fare. E come è arrivato, se ne va.

Homicide, Brody King, Chris Dickinson, e Tony Deppen se la prendono con le altre fazioni della Ring of Honor, la Foundation è solo uno scherzo, e loro rappresentano il passato, presente e futuro della compagnia, non la Faccion Ingobernable.

Ci viene ripresentato il momento in cui Key Dixon ha deciso di tradire i suoi compagni del dojo per unirsi a Beer City Bruiser, avvenuto durante lo show su youtube ROH Week By Week. Intervistato da Quinn McKay spiega che si è stufato della mentalità del dojo, si è stufato di essere uno tra tanti. Solo con BCB avrà la possibilità di risplendere.

Parte la musica di Vincent, ma al suo posto entrano Bateman, Vita VonStarr e Dutch. Al tavolo di commento ci fanno sapere che non si sa dove sia Vincent dalla fine del suo match a XIX Anniversary. Bateman dice che anche se al momento non è con loro fisicamente, la sua mano si sente ancora su tutto lo show. Vita legge da una cartolina di Vincent dice che la sua assenza fisica non significa che abbia smesso di esistere. Dove sarà Vincent?

6 MAN TAG TEAM MATCH: BRODY KING, HOMICIDE, & CHRIS DICKINSON vs. RUSH, KENNY KING, & BESTIA DEL RING 2 out of 5 stars (2 / 5)

Neanche il tempo di far suonare la campanella che inizia una rissa tra tutti i lottatori intorno al ring. LFI cerca sempre di lasciare un solo uomo nel ring per usare il sovrannumero a loro favore, gli avversari rispondono cercando di colpire sempre più duramente. Il match viene fermato quando Brody King colpisce con una sedia Bestia.

WINNER: NO CONTEST

Come ogni volta in cui c’è stato un match a più uomini, inizia una rissa tra tutti i partecipanti, a cui si unisce la Foundation. Un promo regostrato di Tony Deppen cambia la scena, dice che sono pronti a portare la violenza nella Ring of Honor, e sono pronti a prendersi tutti i titoli che la Foundation ha con sé. Tracy Williams dice che è pronto a tutto, quei titoli sono un simbolo di tutto ciò in cui crede, e non se li lascerà portare via facilmente. Sulla grafica che ci annuncia che i due si sfideranno la prossima settimana con in palio il Television Championship si chiude anche questa puntata dello show televisivo della Ring of Honor, e io vi do appuntamento alla prossima settimana.