Benvenuti in questa preview dove andremo ad analizzare i match in programma a Death Before Dishonor XVI. L’evento si terrà, come lo scorso anno, nella caotica Las Vegas ma questa volta sarà ospitato dalla Orleans Arena. 

 

Tables Match: Flip Gordon & Colt Cabana VS Bully Ray & Silas Young

Match che penso aprirà la main card dell’evento. La stipulazione dà sicuramente un vantaggio a Bully Ray ma vedo i face vincitori, con l’ex WWE e Young che potrebbero scazzare fra loro. In qualsiasi caso nulla di imperdibile.

WINNERSFlip Gordon & Colt Cabana

 

Kenny King VS Jushin Thunder Liger

Match riempitivo. Fa sempre piacere vedere Jushin Liger, ma in questo caso sarà solo un’ospitata che servirà a mostrare la nuova attitudine di Kenny King che ha da poche settimane deciso che è meglio essere heel e rubare per poi vincere che fare il face e perdere come un idiota. Quindi direi vittoria sporca per King.

WINNERKenny King

 

Bullet Club (Cody, The Young Bucks, Hangman Page & Marty Scurll) VS CHAOS (Kazuchika Okada, Chuckie T., Beretta, Rocky Romero & Tomohiro Ishii)

Due fazioni che di certo non si amano. Tanto starpower presente ma è uno dei match che aspetto di meno. Da una parte i fautori di All-In al completo e dall’altra una stable che avrebbe bisogno di vittorie a partire dal leader Okada per arrivare al sottovalutato Ishii e passando per i Best Friends che si sono da poco ricongiunti dopo l’infortunio accorso a Beretta. Visto che siamo in casa-ROH vado sui primi.

WINNERS: Bullet Club

 

ROH Tv: Punishment Martinez VS Chris Sabin

Il push in singolo di Chris Sabin mi fa ben sperare, ma non credo sarà questa l’occasione adatta a premiarlo già con un titolo. Martinez ha ancora qualcosa da dare come campione Tv. Credo uscirà un buon match ma non aspettatevi faville, i due hanno stili molto diversi e si dovrà vedere come li misceleranno. Mi aspetto un quarto d’ora godibilissimo.

WINNER and still ROH Tv Champion: Punishment Martinez

 

ROH World Tag Team: The Briscoes VS SoCal Uncensored

L’orologio ticchetta e il tempo che ci separa da Final Battle è sempre meno. I SoCal Uncensored devono assolutamente agguantare una cintura in tempo per non essere licenziati da Joe Koff. Sono abbastanza indeciso per questo match. Il regno dei Briscoes non è stato tra i loro migliori ma è servito per farli raggiungere i 1000 giorni di regno complessivo da campioni di coppia. Dall’altra parte i SCU hanno generato ottime reazioni tra i tifosi recentemente e potrebbe essere l’occasione giusta per dare a loro i titoli e da qui concludere gli ultimi mesi di questa lunga (e apprezzata) storyline. Me la rischio e dico SCU, anche se tiferò in modo ignorante per i due rednecks.

WINNERS and new ROH World Tag Team ChampionsSoCal Uncensored

 

WOH Championship: Sumie Sakai VS Tenille Dashwood

La Sakai ha dominato a livello di risultati durante gli ultimi cinque mesi andando a sconfiggere gran parte del roster. L’unica che le manca è Tenille Dashwood. Se a DBD ci dev’essere un cambio di titolo questo è il più probabile. L’australiana sarebbe la scelta più azzeccata. Il match sarà probabilmente oltre la sufficienza, ma spero non superi i dieci minuti.

WINNER and the new WOH Champion: Tenille Dashwood

 

ROH Championship: Jay Lethal VS Will Ospreay

Non un inedito. I due si erano già sfidati ad inizio anno durante una puntata televisiva dove uscì un ottimo incontro e quindi speravo che i due avessero modo di incontrarsi di nuovo, possibilmente su di un bel palcoscenico. Apprezzerò il match ma non le modalità utilizzate nell’annunciarlo. Le Open Challenge possono dare quel effetto a sorpresa che piace a tanti, ma personalmente la vedo più come una nota di pigrizia da parte dei booker. Detto ciò, il risultato in sè lo vedo scontatissimo: Lethal mantiene.

WINNER and still ROH Champion: Jay Lethal

 

VIAzw
FONTEzw
Irish Tommy
Ho 27 anni, seguo il wrestling dal 2001, newsboarder, reporter di ROH e di Lucha Underground. Appassionato di libri, criminologia e musica.Promotion seguite: RoH, Lucha Underground, NJPW e WWE. Wrestlers preferiti: Eddie Guerrero, Chris Benoit, Brock Lesnar e Steve Austin.