Intervistato di recente, Ryback ha parlato del suo match a WrestleMania, usando a sorpresa toni ben poco entusiasti: “Se è stata una grande esperienza? Per essere onesti, assolutamente no. L’ultima WrestleMania non è stata grandiosa, non voglio scendere troppo nei dettagli ma sarebbe stato giusto che fossimo nello show, in cui ci meritavamo entrambi di apparire e dove meritava di apparire il titolo degli Stati Uniti. Spero che l’anno prossimo possa essere così e che si riveli un’esperienza migliore di quella di quest’anno”.

L’ex Skip Sheffield ha poi parlato delle sue aspirazioni: “In quale posizione della card vorrei stare? Ovviamente nel main event, questo è quello che voglio dimostrare, mettendo in mostra il mio valore e facendo vedere di essere il miglior big man del mondo. Continuerò a provarci ogni giorno, cercando di essere la miglior versione possibile di me stesso e magari così facendo alla fine ci riuscirò”.

Ben noto è che la concorrenza per quello che Ryback desidera ottenere è altissima, con decine di atleti che aspirano al suo stesso traguardo: “In effetti è una specie di guerra. In questo business non sempre il duro lavoro paga, quindi forse il big guy dovrà andare in un altro mondo dove quello che fa paga. Ma quando lavori davvero duramente a qualcosa e ti ci dedichi con tutto te stesso, e ogni tanto ti viene detto che dovresti essere altrove, non è una pillola dolcissima da ingoiare. Ma io non ho mai smesso di credere in me stesso e mai lo farò. L’anno prossimo sarà certamente un grande anno per il big guy”

Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.