Durante l’ultimo episodio del suo podcast, Conversation With The Big Guy, l’ex wrestler WWE Ryan Reeves, noto come Ryback, ha svelato alcuni succosi retroscena della sua carriera.

L’ex membro del Nexus ha spiegato come nel settore di sviluppo della WWE si sia deciso di accantonare momentaneamente il personaggio di Ryback per via del parere negativo dell’Undertaker: “Mi ricordo che Undertaker venne a vederci in FCW, c’era anche CM Punk. Avevo speso un mucchio di soldi per comprarmi un nuovo costume da Ryback ed ero gasatissimo. Ho recitato un promo sull’Undertaker ed è stato strano averlo lì seduto davanti a me a fissarmi mentre parlavo di lui nel mio promo. Era come se pensasse ‘chi è questo qui?’. Ma io ci ho messo il mio cuore e la mia anima. Ricordo che Taker non approvò. Credo che disse che era troppo anni ottanta, che – ripensandoci – detto da lui era piuttosto buffo”.

Reeves ha spiegato di non essere stato esageratamente atterrato da quel giudizio: “Quando sei nel settore di sviluppo, sei continuamente criticato. Queste sono le regole del gioco e devi solo accettarle. Quando però a dire certe cose è l’Udertaker, allora bisogna fare delle modifiche. Per questo fui convocato nell’ufficio di Dusty Rhodes e mi disse ‘ voglio che tu faccia il ragazzo simpatico, abbiamo bisogno di allontanarci da questo personaggio di Ryback’. Fu lì che mi senti sconfitto. ‘Di che stai parlando?’ dissi ‘Ora che ti hanno detto che non può più piacerti questo personaggio, non ti piace più? Mi avevi detto che lo adoravi’. Rhodes però continuò, dovevo fingermi uno di questi ex giocatori di football senza esperienza, prendendomi gioco di loro, anche se sapeva che non ero affatto come loro, era solo un personaggio”.

Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.