Nelle ultime settimane, dopo diversi puntate di assenza, in quel di NXT si è tornati a parlare del titolo pesi leggeri.
Difatti, Roderick Strong, forte della sua Miniera di Diamanti, ha lanciato la sfida a KUSHIDA, attuale detentore della cintura di categoria.
Il nipponico, con un’affermazione tutt’altro che impropria, è stato additato da Strong come un paper champion.
Un campione, insomma, solo di nome e non di fatto.

E, in effetti, il buon KUSHIDA latita dallo show del martedì da diversi episodi, lasciando Strong libero di scorrazzare in una categoria ormai, pressoché, vuota.

E’ verosimile che tra i due scorra presto il sangue, lasciando il leader della Diamond’s Mine forte di una nuova cintura.
KUSHIDA, in un’ottica di ridimensionamento, mi sembra, infatti, un lusso che l’attuale (rectius: venturo) NXT non pare potersi permettere.
Adibire una star internazionale come lui, ben nota a livello di fanbase dell’internet e potenzialmente in grado di attirare le mire di altri contendenti, a mero comprimario di uno show minore è cosa da WWE e NXT del periodo delle vacche grasse; una fase, evidentemente, ormai trascorsa.

Lasciando per un momento la questione titolo dei pesi leggeri e focalizzandoci di più sui personaggi coinvolti, ritengo che Strong e i suoi nuovi alleati possano fungere da fulgido esempio di ciò che sarà NXT da qui in avanti.
Ovvero sia quel giusto mix tra esperienza e gioventù, con conseguente gusto per la sperimentazione.

Prendiamo, ancora come utile esempio, i Creed Brothers, Julius e Brutus, che da qualche settimana accompagnano l’ex ROH.
Il duo in singlet risulta essere un progetto in fieri che può andare bene, con un grandissimo rendimento, come andare male, con il minimo apporto di mezzi e risorse.
In estrema sintesi, la WWE, in uno show come questo e diversamente dal passato (provate Voi a sperimentare con Nakamura o con Roode agli esordi) si può permettere il lusso di provare e fallire, in ogni caso minimizzando i danni e gli investimenti.

Resta sempre la curiosità di comprendere come, in questa situazione di rinnovamento, la WWE deciderà di gestire le stelle di maggior impatto all’attivo nell’ex roster giallo, tra tutti Gargano e Ciampa.

_Claudio_

Nel sito dal 2014, editorialista occasionale, blogger di 205 Live, nonché una delle voci del ZWRadio Show. Orgogliosamente sardo, venne folgorato da un Velocity su Italia 1 in giovane età; da allora non ha più smesso di seguire il Wrestling.