Lettori di ZW, bentornati ad un nuovo appuntamento con Friday Night Smackdown. Ultima puntata dello show blu che vedrà il tanto atteso ritorno di Brock Lesnar pronto al rientro dopo la sua recente sospensione e con il mirino puntato verso il campione Universale Roman Reigns. Tribal Chief che però ha già trovato un nuovo primo sfidante in Sami Zayn, vista la chance titolata ottenuta nella scorsa puntata di Smackdown. Continuerà inoltre la quest di Toni Storm nel riuscire a strappare a Charlotte la possibilità di competere per la cintura femminile di Smackdown.

Ad aprire questa nuova puntata dello show blu è nientemeno che il rientrante Brock Lesnar che, come anticipato la scorsa settimana, è stato liberato dalla sospensione che lo ha tenuto fermo ai box per oltre un mese. The Beast Incarnate ci conferma subito che il suo obbiettivo resta il titolo Universale di Roman Reigns, ma il suo discorso viene presto interrotto da Sami Zayn. L’Underdog from the Underground cerca di subito di addolcire Lesnar parlando delle cose che i due hanno in comune, dichiarandosi anche un suo grande fan. Brock però non ne vuole sapere lo zittisce immediatamente, affermando di non avere idea di chi lui sia e allo stesso tempo rimarca le enormi differenze treìa i due. Sami si fa coraggio e gli comunica di essere l’attuale number one contender ma che, quando vincerà il titolo nel ppv Day One, sarà felice di affrontarlo come suo primo avversario. Lesnar se la ride e propone, non molto cordialmente, ad affrontare Roman Reigns nel main event della serata. Sebbene Sami sia a dir poco contrario, finisce per cedere al caldo invito quando, per sbaglio, tocca Lesnar (cosa che non fa per nulla piacere all’ex campione WWE). Nonostante questo Brock gli fa sapere che sarà a bordo ring a dargli manforte nel suo match di stasera.

Backstage: Sami prova invano a tirarsi fuori dai guai con Sonya Deville, la quale però non solo rende ufficiale il match, ma conferma a Lesnar che lui sfiderà il vincitore del match a Day One.

Match 1: Sasha Banks vs Shayna Baszler 3 out of 5 stars (3 / 5)

Le due lottatrici partono subito forte, scambiandosi spesso il controllo nelle fasi iniziali del match. Shayna riesce quasi subito a chiudere la Kirafuda Clutch, ma Sasha è brava a evitare l’offensiva della rivale, riuscendo a farla sbattere contro l’apron per poi colpirla con una Meteora. Dopo la pausa pubblicitaria è ancora Sasha Banks ad avere le redini della contesa, salvo poi essere travolta da una doppia ginocchiata all’angolo. Shayna prova a salire in cattedra, ma le sue offensive vengono spesso e volentieri disinnescate dalla Boss, e anche dopo aver chiuso la Kirafuda Clutch al centro del ring, Sasha riesce ad invertire la mossa e trasformarla nella sua patentata Banks Statement. Neanche in questo caso la mossa di sottomissione porta al risultato sperato, ma ci pensa Sasha Banks a chiudere il match con un roll-up che le regala lo schienamento vincente.

Vincitore: Sasha Banks

Backstage: Ci spostiamo da Sonya Deville la quale, dopo aver aggiornato Adam Pierce su quanto avvenuto tra Lesnar e Sami Zayn, discute con lui animatamente sul da farsi. Subito dopo si presenta Drew McIntyre che chiede spiegazioni per quanto avvenuto la scorsa settimana, arrivando anche a minacciare Adam Pierce nel momento in cui quesst’ultimo si fosse intromesso nuovamente.

Ora è il momento di Happy Talk. Come al solito Happy Corbin e Madcap Moss si dilettano nel prendere in giro gli altri membri del roster dello show blu. Questa volta, i due bersagli principali delle terribili battute di Madcap Moss non sono altri che Jeff Hardy, reo di non essersi reso conto che Sami Zayn fosse ancora coinvolto nel match e Drew McIntyre. Lo scozzese però, arriva presto sullo stage, pronto a chiudere la bocca ai due nel ring. Corbin manda avanti Moss per fermare l’avanzata di Drew, ma proprio in quel momento viene colpito da una Twist of Fate di Jeff Hardy. Lo stesso trattamento viene riservato anche a Moss, il quale però finisce vittima anche di una Claymore di McIntyre.

Match 2: Los Lotharios (Angel Garza & Humberto Carillo) vs Vikings Raiders (Erik & Ivar) [S.V.]

Quello che segue è un brevissimo match nel quale i Viking Raiders dominano la prima fase dell’incontro, sfruttando anche mosse combinate. Carillo toglie la castagne dal fuoco salvando in cugino, colpendo poi Ivar fuori dal ring con un Dive. Nel ring i Los Lotharios tengono in pugno Erik, pronti per una mossa combinata per chiudere il match, ma proprio in quel momento arrivano Boogs e Nakamura che cercano di distrarre i due lottatori messicani suonando la chitarra. Sebbene Erik riesca a liberarsi di Garza, non può nulla contro il roll-up di Carillo, rendendo così vano l’intervento del campione Intercontinentale e del chitarrista.

Vincitori: Los Lotharios

Backstage: Toni Storm, intervistata da Kyla Braxton, afferma che non è per nulla intimidita da Charlotte e che al contrario non vede l’ora di affrontarla per portarle via il titolo femminile di Smackdown.

Fanno il loro ingresso in arena gli Usos, i quali prendono in giro Sami Zayn non solo per la sua scelta di sfidare Roman Reigns, ma anche per essersi fatto obbligare e spaventare da Brock Lesnar. Il messaggio di fondo è comunque chiaro, non importa chi affronterà il Tribal Chief, lui batterà entrambi e sarà campione anche dopo Day One. A questo punto arriva Xavier Woods e ci introduce il rientrante Kofi Kingston.

Match 3: King Woods w/Kofi Kingston vs Jey Uso w/Jimmy Uso [S.V.]

Il match parte e Jey Uso riesce subito a imporsi sul Woods, il quale riesce a guadagnare terreno solo dopo che Kingston distrae quanto basta Jey per farlo andare a vuoto. A questo punto King Woods inanella una serie di attacchi e sembra subito pronto a chiudere il match con il suo Elbow Drop dalla terza corda. A salvare il fratello però ci pensa Jimmy Uso, il quale sradica Woods dal paletto causando l’inevitabile squalifica.

Vincitore: King Woods per squalifica

Nel post-match Kofi si lancia subito all’assalto, travolgendo Jimmy Uso per poi liberarsi anche di Jey con un Trouble in Paradise. Jimmy riprova l’assalto in solitaria, ma viene presto rimesso a posto dai due membri del New Day che costringono così alla fuga i due membri della Bloodline.

Backstage: Roman Reigns ha assistito a tutta la scena precedente ed è a dir poco di pessimo umore. Chiede a Paul Heyman se fosse al corrente di tutte le cose che lo hanno colto di sorpresa questa sera (il ritorno di Kofi, l’assenza di Adam Pierce, la presenza di Lensar e il fatto che sarà nell’angolo di Sami Zayn). Paul Heyman è sorpreso quanto lui, ma Roman si è comunque fatto un’idea di come andrà la sua serata, prima sistemerà Zayn e nel caso Lesnar dovesse avvicinarsi si prenderà cura anche di lui.

Backstage: Siamo insieme al New Day accompagnati da una Aliyah estasiata per il ritorno di Kofi Kingston. I due poi richiamano l’attenzione di Kyla Braxton alla quale annunciano che si vendicheranno della corona di Woods portando via i titoli di coppia agli Usos a Day One.

Torniamo nel ring dove troviamo Charlotte Flair che ribadisce la sua grande influenza all’interno della divisione femminile della WWE, affermando ancora una volta di essere in grado di elevare qualsiasi lottatrice. Proprio perchè non vuole che Toni Storm si faccia un nome grazie a lei rifiuta nuovamente la sfida della neo-zelandese. Poco dopo Toni ottiene la sua dolce vendetta dopo quanto successo la scorsa settimana e tira una torta in faccia alla campionessa di Smackdown.

Match 4: Sheamus vs Cesaro 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

I due ex compagni di tag iniziano subito una feroce battaglia nel ring, tutto questo mentre Ridge Holland fa il tifo nel backstage. Parte meglio l’irlandese che riesce a contenere senza troppi problemi l’offensiva del rivale e va anche a segno con una Irish Curse. Cesaro, dopo essersi liberato dalla Irish Smile, parte al contrattacco e rifila a Sheamus un potentissimo European Uppercut che lo manda dall’altra parte della barricata. Continua l’assalto dello svizzero, che però incoccia in una pesante ginocchiata del suo rivale tentando di rientrare nel ring. I due continuano a scambiarsi varie mosse offensive, Cesaro prova a chiudere con la Neutralizer, non va a segno e Sheamus ne approfitta e ottiene lo schienamento vincente dopo essere andato a segno con il suo Brogue Kick.

Vincitore: Sheamus

Backstage: Naomi va a muso duro da Sonya Deville sfidandola nuovamente ad un match uno contro uno. Sonya accetta, ma non prima di averle rifilato uno schiaffo.

Sami Zayn nel ring afferma che questa sera, sebbene lui non voglia vincere il suo primo titolo Universale in Texas, grazie alla presenza di Lesnar riuscirà a sconfiggere Roman Reigns. Proprio in quel momento si palesa Brock Lesnar, il quale continua a ricevere la sviolinata di Sami che però commette l’errore fatale di nominare la sua recente sconfitta contro il Tribal Chief. A questo punto parte l’inevitabile assalto di Lesnar che gli rifila svariati Suplex e una F-5, per poi gentilemente appoggiarlo all’angolo del ring pronto per il suo grande match.

Match 5 – Titolo Universale in palio: Sami Zayn vs Roman Reigns [S.V.]

C’è poco da dire, arriva Roman Reigns e raccoglie i frutti del brutale assalto appena subito da Sami Zayn. A far terminare il match basta una Spear e la successiva Guillotine, mossa alla quale Zayn cede immediatamente.

Vincitore: Roman Reigns

Su queste immagini si chiude la prima puntata di Smackdown di dicembre. Alla prossima, sempre qui su ZonaWrestling.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5.5
Evoluzione delle storyline
7.5
Qualità dei promo
7