Un saluto a tutti i lettori di Zona Wrestling, da Cagliari (ma col cuore all’Amway Center) è Giammarco Ibba a battere violentemente tastiera, che vi dà il benvenuto presso l’isola delle opportunità, Friday Night Smackdown, in una puntata che vedrà la resa dei conti tra Jeff Hardy ed Aj Styles, oltre ad un chiarimento di quest’ultimo riguardo un ritiro da lui stesso dichiarato imminente, tale si può definire anche il match tra Bayley e Sasha Banks che si terrà non appena quest’ultima guarirà dall’infortunio provocato dall’ex-migliore amica. Il momento che, personalmente, però, attendo di più è sicuramente la rivelazione del nuovo amico di merende di Bray Wyatt. Detto ciò, iniziamo!

Recap video: La serata inizia con un video riassuntivo riguardante la situazione attorno allo Universal Championship, passando dalla vittoria di Roman Reigns a Payback alla vittoria di Jey Uso nel N.1 CONTENDER match di settimana scorsa.

Promo: Ricollegandoci al video recap, anche questa settimana, la puntata inizia con la presenza di Roman Reigns e del suo avvocato. Il leggendario Paul Heyman comincia col parlarci di recenti avvenimenti, rivivendo il rapporto lavorativo tra egli ed il ritornante Roman Reigns che, dopo due settimane dal ritorno, ha conquistato il titolo che gli appartiene, per poi dire di aver l’onore di poter introdurre il N.1 CONTENDER allo Universal Championship, il cugino di Roman Reigns, Jey Uso che, nello scontro tra Big Dog ed Underdog, tenterà l’assalto al titolo Universale a Clash Of Champions. Il samoano comincia col ringraziare Paul Heyman per l’opportunità ed elogiare Reigns, ma la festa non è per lui, bensì per il reigning, defending, unidsputed  universal heavyweight champion, Roman Reigns, il quale dice al cugino di non dover ringraziare il Big Dog, perché è successo tutto grazie a Jey che, come da piccolo, verrà preso a legnate dal cugino ed è qui che la monarchia si fa spazio e si presenta King Corbin. Quest’ultimo accusa il campione di nipotismo ed abuso di potere, venendo interrotto da un tremendamente vestito Sheamus che, dopo aver ricordato a tutti cos’ha fatto a Big E, si chiede come possa Jey Uso essere nel main event di Clash Of Champions ed Uso propone un tag team match tra i samoani ed i due sbruffoni, facendo fuori sia lo Smeraldo d’Irlanda che il Re.

Backstage: Vedendo la grafica del match titolato tra Jeff Hardy ed Aj Styles, Sami Zayn va su tutte le furie, tentando di mettersi nel match aggiungendo la propria immagine alla grafica.

Connor’s cure: In onore del piccolo compianto Connor “THE CRUSHER” Michalek (scomparso in seguito ad una dura lotta contro il neuroblastoma nel 2014 dopo esser diventato amico del proprio idolo Daniel Brayn durante le Road To Wrestlemania, la cui trentesima edizione l’ha visto cantare “YES” in prima fila), come ben sappiamo, è stata istituita una campagna di cure contro i bambiniaffetti dal cancro; oggi vediamo una nostra vecchia conoscenza del 2017, ovvero Lance “THE TUMORNATOR” che, affetto da una grave malattia, 3 anni fa decise di trasformare la parola “TERMINATOR” in “TUMORNATUR”, traducibile come il distruttore del tumore. Lance ci parla delle numerose tappe raggiunte da tutti i ragazzi della Connor’s Cure, invitandoci a donare sul sito ufficiale della campagna. Segue il link: https://www.v.org/connor/.

Intercontinental Championship: Jeff Hardy Vs AJ Styles 3 out of 5 stars (3 / 5)

Durante l’entrata del cavaliere Del Vento, notiamo che il face paint di quest’ultimo tributa le vittime dell’attacco terroristico dell’11 settembre.

Durante la presentazione di Greg Hamilton, sentiamo irrompere la voce di Sami Zayn, indignato per i componenti del match, dato che nessuno dei due è il detentore dell’alloro, con Adam Pearce che, insieme alla security, porta l’Underdog from the Underground via dallo stage.

Si parte subito a mille, Jeff connette la Twist Of Fate, ma va a vuoto con la potenzialmente letale Swanton Bomb e, dopo la pausa pubblicitaria, notiamo che è il P1 a dominare, prima d’incassare una manovra aerea a bordo ring e la Whisper in The Wind, rispondendo con l’Ushigoroshi, ma a far la differenza sono gli attacchi diretti alla martoriata gamba di Brother Nero che, in procinto d’incassare il Phenomenal Forearm, viene “salvato” da Sami Zayn, poi autore di un Helluva Kick, col povero Jeff che non si regge in piedi e collassa sullo stage.

Vincitore: No contest

A fine match, davanti all’infermeria, veniamo aggiornati sulle condizioni di Jeff, ma il tutto viene interrotto da AJ Styles che, dicendo di poter battere Sami Zayn e Jeff Hardy contemporaneamente, promette che si confermerà il solo ed unico campione Intercontinentale.

Smackdown Tag team champions celebration: Dopo più di quasi due mesi, Cesaro e Shinsuke Nakamura stanno ancora festeggiando la vittoria dei titoli di coppia di Smackdown, venendo interrotti dalla controparte dello show rosso che, sfidati dalla coppia multietnica, arriveranno alle mani con essi che, però, sono impegnati nel proseguo della rivalità con i Lucha House Party.

Backstage: In infermeria, venendo controllato dal medico, Jeff Hardy viene attaccato da Sami Zayn.

Lucha House Party (Kalisto & Gran Metalik) Vs Cesaro & Shinsuke Nakamura 2 out of 5 stars (2 / 5)

Mea culpa, ma i Lucha House Party li preferivo senza Kalisto che, a mio parere, data la maggior esperienza in WWE, li oscura fin troppo.

Detto ciò, il match si rivela un sufficiente confronto di stili che, dato l’innegabile valore di tutti e quattro gli atleti, non delude, riuscendo a proporre il giusto mix di potenza ed agilità, ma ad una certa sentiamo suonare una batteria e, sul titantron, assistiamo ai festeggiamenti degli Street Profits che, appropriatisi della stanza di Cesaro e Nakamura, permettono a Kalisto di chiudere la contesa con un roll-up.

Vincitori: Lucha House Party

Backstage: Alla festa degli Street Profits, arrivano anche i Lucha House Party ed è subito LUCHA, LUCHA, LUCHA!

Promo: WHY BALEY WHY? Sul ring, si presenta Bayley, la quale, in compagnia di una sedia d’acciaio, ci deve delle spiegazioni sull’attacco perpetrato ai danni della Legit Boss. La ragazza si siede sulla sedia e, puntando il microfono verso il titantron, ci fa rivedere come siamo arrivati allo split delle Gold ‘n’ Role Models, con in sottofondo le parole dette dalle due quand’erano ancora in splendidi rapporti, per poi rispondere alle domande riguardanti le condizioni di Sasha, dicendo di aver GODUTO nel distruggere la Blue print e dicendo di essere piena di domande e, rivolgendosi direttamente a Sasha, l’ex-Huggable One dice di aver preceduto l’attacco alle spalle della Standard, la quale avrebbe attaccato l’amica di lì a poco, venendo accusata di aver usato Bayley, ciò al corrente di Bayley proprio perché lei stessa stava usando la Boss. Sasha, tu non mi servi più. In attesa del fatal 4 way match, sullo stage, si presenta Nikki Cross, prossima allo scontro con Alexa Bliss, Lacey Evans e Tamina, ma viene attaccata alle spalle da Bayley.

Smackdown Women’s Championship N.1 CONTENDER: Alexa Bliss Vs Nikki Cross vs Lacey Evans vs Tamina 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Il match a 4 si suddivide nello scontro tra la Bliss e la Evans e tra la Cross e Tamina, con quest’ultima avvantaggiata grazie alla mole, ma impotente d’innanzi ad una Miss Bliss che vediamo raramente in quest’ultimo periodo, prima di vederla vittima di una Clothesline della samoana, divenuta mattatrice di una contesa segnata dalla potenza di Tamina, l’astuzia di Lacey Evans, la furia di Alexa Bliss e la sregolatezza di Nikki Cross, in un match che, come momento più significativo, vede la Sister Abigail messa a segno dalla Bliss sulla scozzese: indizio? Alexa Bliss, come ipnotizzata, lascia il Thunderdome con uno sguardo perduto nel vuoto, ma ciò è solo un problema in meno per la Sussy Southern Belle, dominante nello scontro con Tamina che, dopo lo Springboard Moonsault, viene salvata da Nikki Cross che, tanto piccola quanto instabile, connette la sequenza di mosse Comeback su entrambe le avversarie, riuscendo a portare a casa la vittoria con un roll-up su Tamina.

Vincitrice: Nikki Cross.

Presentation video (?):  Nel backstage, ci viene presentata una donna dai capelli biondo platino, senza, però, farci vedere il volto.

Otis Vs John Morrison 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5)

Tucker è definitivamente il portaborse di Otis, sempre meno temibile nel ruolo di MR MITB.

Il match inizia con una forte caratterizzazione dei due stili degli atleti, differenziando la mole dei due, con Otis che non sente i Roundhouse Kick di Morrison, vittima della combo di Exploder Suplex e Spinning Bodyslam dell’ex-NXT, poi distratto da The Miz, con Morrison che ruba nuovamente la valigetta di Otis, incassando, però, la letale combo di Caterpillar e Slingshot Splash.

Vincitore: Otis.

Backstage: Con non poche difficoltà, Otis apre la valigetta del MITB, all’interno della quale, si trova la miniatura, con dentro il contratto, mentre Miz si ritrova solo una mela rosicchiata.

Firefly Fun House: Siamo finalmente arrivati al momento del nuovo episodio dello show adatto ad adulti e bambini, la Firefly Fun House che, oggi, darà il benvenuto ad un nuovo amico, accolto con preparativi da Huskus, Ramblin e tutti gli amici dell’allegra casa delle lucciole. Namaste a tutti, il conduttore sente già la mancanza dello Universal Championship, per poi fare il solletico ad Huskus e dirci che all’interno della scatola indicata, si ritrova il nostro nuovo amichetto che, però, è timido e non si presenta. *Technical difficulties. Please stand by* Non c’è nessuno e Mercy The Buzzard se la ride e se la canta, mentre arriva Vince McMahon che ha perso la fiducia nei confronti di Wyatt, interrotto nel caratteristico “YOU’RE FIRED” ed ecco che arriva il nuovo amico, Wobbly, un Paul Heyman in versione tricheco: “This is such a good shit”. La puntata si chiude col classico “To be continued…”

King Corbin & Sheamus Vs Jey Uso & Roman Reigns 3.2 out of 5 stars (3,2 / 5)

È ora di main event, il Big Dog combatte a Smackdown dopo ben nove mesi e lo fa in un tag team match insieme al cugino, contro la coppia di King Corbin e Sheamus, subito all’attacco durante l’entrata dell’ex-Tag team champion, parte di un vero e proprio Handicap match, riuscendo a farsi valere, prima di essere sopraffato dalla superiorità numerica ed incassare la combo di Deep Six e Beatsh Of Bòdhran, controbattuta con la combinazione di Superkick e Samoan Drop sul Monarca, vendicato dalla White Noise, ma il Brogue Kick viene interrotto dall’arrivo di Roman Reigns, spettatore non pagante di un Superkick ed un Suicide Dive del cugino, il quale, grazie al Superkick e lo Splash seguiti dalla Spear, porta a casa la vittoria. WRECK EVERYONE AND LEAVE.

Vincitori: Jey Uso & Roman Reigns

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
6,5
Evoluzione delle storyline
6,5
Giammarco Ibba
Giammarco Ibba, nato in Sardegna, seguo il wrestling da quasi 6 anni, quando mi appassionai alla faida tra John Cena e Bray Wyatt, un cui angle è stato il primo che io abbia mai visto in vita mia. Fin da bambino, ho sempre preferito stare 3 ore per guardare RAW piuttosto che stare 90 minuti a guardare una partita di calcio e, non avendo molte passioni oltre il Wrestling, quest'ultimo mi occupa gran parte del tempo libero, proprio come i suoni della tastiera che, da vari mesi a questa parte, sono la colonna sonora della mia vita insieme ai Linkin Park. Amante del wrestling britannico, il mio wrestler preferito è il “Bruiserweight” Pete Dunne, il quale è seguito da lottatori del calibro di Aj Styles, senza trascurare il ritirato Nigel McGuinness, “Hangman” Adam Page ed altri. Scrivo per Zona Wrestling dal settembre 2020, occupandomi di news, della sezione report ed, in particolare, di Friday Night Smackdown ed NJPW Strong.