Un saluto a tutti i lettori di Zona Wrestling, da Cagliari (ma col cuore all’Amway Center) è Giammarco Ibba a battere la tastiera e vi dà il benvenuto presso l’isola delle opportunità, Friday Night Smackdown

Promo: Come di consueto, iniziamo la serata con l’ingresso dell’Head Of The Table, il campione Universale Roman Reigns; Roman prende in mano il microfono e chiede a Paul se questa sia o no l’Isola della Rilevanza ed il Mastermind conferma, con Reigns che fa l’esempio del cugino Jey Uso, il quale, da indistinguibile tag team wrestler col gemello, è passato a battere Daniel Bryan e distruggere Kevin Owens in due main event di fila e, dopo aver guidato il Team Smackdown alla vittoria alle Survivor Series, tiferà il cugino che vincerà l’incontro col campione mondiale secondario Randy Orton, al quale tutti portano per i numerosi titoli ottenuti, ma nessuno porta rispetto al Tribal Chief ed ecco arrivare Drew McIntyre. Lo Scottish Psycopath gira il coltello nella piaga riguardo il main event di Wrestlemania 36, per poi dire che Roman, alle Series, non sfiderà Randy Orton, bensì Drew McIntyre che, alla Royal Rumble 2020, stava eliminando Roman per portare a casa la Rissa Reale e fare di Brock Lesnar la sua pu**ana in 5 minuti al Grandest Stage Of Them All, dopo il quale, Drew si riconfermerà come unico e vero campione alle Series. Roman dice di rispettare ed apprezzare Drew, l’uomo che nessuno conosce, ma che si presenta come colui che batterà sia Randy Orton che Roman Reigns nel giro di una sola settimana ed ecco che arriva Jey Uso che, sotto i confusi occhi del cugino, difende quest’ultimo, per poi venir spinto dallo scozzese, lasciato da solo sul ring dopo uno sguardo glaciale del Tribal Chief.

Backstage: Dopo qualche secondo di muto, Roman sgrida Jey nel backstage, urlandogli che non è Uso a prendere le decisioni, bensì l’uomo che mantiene lui e la sua famiglia.

Promo: Il Great Liberator comincia con lamentarsi del fatto di esser stato informato del seguente match titolato con Apollo Crews alle 7 di sera, precisamente un’ora fa ed, oltretutto, con un ex-United States Champion, il quale andrà a sfidare colui che ha battuto due futuri Hall Of Famer per un titolo mai veramente perso, ma arriva Apollo Crews e si comincia.

Intercontinental Championship: Sami Zayn Vs Apollo Crews  2.7 out of 5 stars (2,7 / 5)

Non capisco bene perché Apollo Crews abbia ricevuto una title shot dopo esser stato solo una delle vittime di Lars Sullivan. Ciò nonostante, i due cominciano in quarta, con Sami che, dopo un breve dominio, incassa la sequenza di mosse Comeback di Crews, autore della combo di StepUp Enzeguiri Kick e Standing Moonsault, con Zayn che, dopo aver tolto parte dell’apron, usa l’impalcatura per intrappolare Apollo Crews e portare a casa la vittoria per count-out.

Vincitore: Sami Zayn

Backstage: Nel backstage, Adam Pearce permette a Drew di sfidare Jey Uso stasera.

Intervista: Intervistato da Kayla Braxton, Rey Mysterio parla dell’ultimo capitolo della faida tra lui e Seth Rollins, dicendo come questo match non riguardo né il primo né il secondo, dato che si è parlato di test di paternità e cavolate del genere. Stasera si tratta di mandare Seth Rollins da dov’è venuto.

Intervista: Intervistato da Kayla Braxton, Rey Mysterio parla dell’ultimo capitolo della faida tra lui e Seth Rollins, dicendo come questo match non riguardo né il primo né il secondo, dato che si è parlato di test di paternità e cavolate del genere. Stasera si tratta di mandare Seth Rollins da dov’è venuto.

Promo: Sasha Banks, giunta sul ring, dice di aver smentito i più scettici e di potersi ancora dire Smackdown Women’s Championship, titolo che ha conquistato dopo sei mesi di premeditazione, che continuerà con tutte le donne nel roster, segnate sulla lista nera della Legit Boss che, dopo aver appena nominato Carmella, viene interrotta dall’ingresso di Bayley, diversivo per l’attacco alle spalle dell’Untouchable, autrice della combo di Princess Kick e SitOut Facebuster.

Backstage: Otis mangia freneticamente, per poi lanciare il tavolo a Dolph Ziggler e Robert Roode, che si prendevano gioco dell’ex-NXT riguardo la perdita del Money In The Bank e dell’amico Tucker.

Otis Vs Dolph Ziggler (sv)

Non è poi così brutta la theme song di Otis, ma il narratore delle entrate di Eva Marie affiora in me pessimi ricordi.

Dolph viene distrutto fin dal primo secondo, ma aiutato da Robert Roode, riesce ad andare a segno con la ZigZag, nonostante la quale, perde a causa della combo di Caterpillar e Slingshot Splash.

Vincitore: Otis.

Backstage: Otis urla nel backstage, venendo calmato e motivato da Chad Gable, il quale offre ad Otis l’opportunità di averlo come mentore ed allenatore.

Final Chapter-No Holds Barred: Rey Mysterio Vs Seth Rollins 4.2 out of 5 stars (4,2 / 5)

Match che, per la rilevanza della faida a Monday Night Raw, dovrebbe essere il main event, viene relegato al mid-carding e ciò mi fa pensare ad un finto capitolo finale, che vede Murphy camminare al fianco del proprio fidato Messiah, mentre Rey si fa accompagnare da tutta la famiglia Mysterio.

Rey comincia con un veloce attacco diretto alle gambe dell’avversario, vittima di un Basement Roundhouse Kick, seguito dal fallimentare tentativo di 619, controbattuto con un tentativo di Apron Powerbomb, tramutata in una Tornado DDT proprio sull’apron ring; è Seth, dunque, ad essere il dominato per i primi frangenti, prima di abbozzare una reazione, giunta all’apice con un Release Suplex sul tavolo dei commentatori, ribaltando le carte in tavola grazie ad attacchi di strategia, risposti con la sequenza di mosse Comeback del messicano, subito dominato nuovamente da Seth che, andando per un Curb Stomp sui gradoni d’acciaio, viene mandato su questi ultimi, utilizzati da Rey come base d’arrivo per lo Sliding Splash. Pausa pubblicitaria e nuovo dominio dell’ex-Architect, autore dei Three Amigos per onorare il compianto Eddie Guerrero, mancato esattamente 15 anni fa e, dopo qualche intoppo, riesce a connettere un’Avalanche Powerbomb sul tavolo, ma l’Ultimate Underdog non demorde e c’è il kickout. Seth cava gli occhi di Rey con la sedia e, venendo preso da Dominik, lo colpisce con un Superkick, prima d’incassare un Missil Dropkick con ghigliottina sulla sedia, con Murphy che, dopo aver dato una parvenza di tregua totale, connette un potentissimo StepUp Knee diretto alla mandibola di Rollins, incredulo per tanta infamia, che porta Rey alla vittoria grazie alla combo di 619 e Frog Splash.

Vincitore: Rey Mysterio.

A fine match, dopo aver festeggiato con la famiglia, Rey stringe la mano a Murphy, che riceve l’approvazione per stare con Aalyah, sostenuta sia da Angy che da Dominik.

Backstage: Nel backstage, con una recitazione degna di Beautiful, si dice arrabbiata per non esser messa di diritto nel team delle Survivor Series ed ecco ritornare CHELSEA GREEN!

Survivor Series Qualifying match: Liv Morgan Vs Natalya Vs Tamina Vs Chelsea Green 3 out of 5 stars (3 / 5)

Hanno dovuto proprio togliere i morti da sotto terra se Tamina ha l’opportunità di qualificarsi per le Survivor Series. Ma fortunatamente, questo match diventa un Fatal 4 Way che, con un’accoglienza glaciale, ritorna per la mia gioia dopo tanti mesi. Tutte le atlete si coalizzano per mettere fuori gioco la figlia di Jimmy Snuka, con Liv Morgan che riesce a dominare Natalya con una Tilt A Whirl DDT e varie altre manovre più o meno tecniche, culminate con la quasi decisiva Double Knee Facebreaker, vincente quando connessa su Tamina.

Vincitrice: Liv Morgan.

Come una bambina col carbone nella calza dell’Epifania, Natalya se la prende con la barricata.

Backstage: Dopo essersi fatto un centone battendo un addetto ai lavori in una sfida alla funicella, gli Street Profits servono una squisita portata a Big E che, però, dice che i festaioli non potranno mai essere altro che l’ombra del New Day. I tre la buttano sul ridere, ma appena Big E si gira, Montez Ford lo guarda con uno sguardo satanico.

Jey Uso Vs Drew McIntyre 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Il main event inizia con vari tentati attacchi del samoano, più volte caduto in favore della maggior mole, che gli permette di dominare su tutti gli aspetti l’ex-Tag Team Champion, autore di una Jawbreaker, prima di mandare Drew a bordo ring, fallendo il Tope Suicida a causa del pugno dello scozzese che, rientrando nel ring, viene fatto vittima di un Superkick. Pausa pubblicitaria e sequenza di mosse Comeback ad opera di McIntyre, la cui Future Shock DDT viene ribaltata in Jacknife Pin, controbattuto con una PopUp Spinebuster, ma c’è il kickout, seguito dal Superkick, risposto con uno Spider Suplex, ma il Claymore Kick viene interrotto dalla ritirata di Jey che, attaccato fuori dal ring, viene salvato dal Tribal Chief, il quale permette al Tag team specialist che, dopo aver detto che batterà l’europeo, riceve l’ordine di far rendere conto a Drew della situazione, ma ecco che arriva il letale Claymore Kick.

Vincitore: Drew McIntyre.

Drew chiede a Roman se lo abbia capito, ma tutto ciò che capisce Roman è di essere lo Universal Champion. Qui si chiede la puntata.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6.5
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
7.5
Giammarco Ibba, sardo, appassionato di musica Rock da sempre e di Wrestling da 7 anni. Amante sfegatato della PWG, i miei Wrestlers preferiti sono Pete Dunne, Minoru Suzuki e Cara Noir. Scrivo per Zona Wrestling dal settembre 2020, occupandomi di news e della sezione report.