Lettori di ZW, bentornati ad un nuovo appuntamento con Friday Night Smackdown. Puntata dello show blu nel quale vedermo il primo sfidante al titolo Universale faccia a faccia con Roman Reigns in vista del loro match alla Royal Rumble. Farà il suo grande ritorno anche Lita, pronta a rimettersi in gioco e a lasciare il segno nella prossima Rumble femminile. Gli Usos invece, freschi di difesa dei titoli, scopriranno chi sarà il loro prossimo avversario quando quattro team si affronteranno per ottenere una chance ai titoli di coppia. Inoltre coninuano anche le rivalità che coinvolgono Naomi e Sonya Deville e Sheamus e Ricochet re di aver infortunato il nuovo amico del guerriero celtico. Tutto questo e molto altro ancora tra pochissimo.

Ad aprire questa nuova puntata di Smackdown ci sono i neo-riconfermati campioni di coppia Jimmy e Jey Uso. I due membri della Bloodline spende qualche buona parola per il New Day, per poi autoproclamaesi come il team più dominante e migliore del mondo. Successivamente i due ci introducono i 4 team che faranno parte del fatal 4-way che deciderà i prossimi sfidanti per i titoli di coppia per poi abbandonare il ring, ma non prima di aver marcato il territorio rifilando due Superkick, facendo scoppiare la rissa nel ring.

Match 1: Number one contender’s Fatal 4-Way: Los Lotharios (Angel Garza & Humberto Carillo) vs Viking Raiders (Ivar & Erik) vs Cesaro & Mansoor vs Jinder Mahal & Shanki 3 out of 5 stars (3 / 5)

Quello che segue è un match veloce che, nonostante la durata relativamente corta, riesce a far mettere in luce tutti i team partecipanti. Ad iniziare la contesa sono Mansoor e Humberto Carillo. La prima fase dell’incontro vede il tìlottatore saudita avere la meglio del suo rivale, sfruttando anche il tag con Cesaro, il quale riesce a sua volta a tenere sotto scacco Angel Garza. Nel giro di poco però i protagonisti dal match diventano Erik e Shanky, con quest’ultimo che riesce ad imporsi bene sull’avversario. Il vento dell’incontro cambia con l’ingresso di Ivar, il quale riesce a sistemare entrambi i suoi avversari per poi finire vittima di una poderosa Tower of Doom che ha visto coinvolti anche Jinder Mahal, Cesaro e il suo stesso compagno di tag. Dopo la pausa pubblicitaria Cesaro ha il pieno controllo dell’azione nel ring, sembra tutto andare bene per il Cyborg svizzero, ma proprio mentre stava per eseguire il suo Swing, arriva Mahal alle sue spalle che lo schianta al suolo con la Khallas. Salgono in cattedra i Los Lotharios e sembrano davvero ad un passo dalla vittoria dopo essere riusciti a sbarazzarsi di buona parte dei loro avversari con un doppio Suicide Dive. Sfortunatamente non avevano fatto bene i conti e Humberto è costretto ad arrendersi alla mossa combinata dei Viking Raiders.

Vincitori: Viking Raiders

Nel post match i campioni di coppia mettono in guardia i loro prossimi sfidanti.

Backstage: Naomi va a muso duro da Sonya Deville pronta a vendicarsi per i continui torti subiti negli ultimi mesi. Sonya le ricorda di tutte le conseguenze che potrebbero abbattersi su di lei nel momento in cui dovesse attaccarla. Naomi stizzita abbandona la scena.

Fa il suo ingresso in arena Sami Zayn, il quale continua a lamentarsi della grande cospirazione che lo vede vittima di continui abusi e soprusi, come il “furto” legato al suo primo regno da campione Intercontinentale e l’umiliazione subita la scorsa settimana per mano di Johnny Knoxville. Successivamente annuncia il suo ingresso alla Royal Rumble così da poter sistemare il membro del cast di Jackass. Sami, per dimostrare che il suo nuovo rivale non è meglio di lui in nulla, ci introduce al suo show “In-Zayn” ovvero una chiara parodia di Jackass. Lo stunt in cui ha intenzione di esibirsi consiste nel venir lanciato oltre il ring all’interno di un carrello con l’aiuto di una rampa. Sami è visibilmente riluttante e cerca in tutti i modi di evitare la partenza. Arrivato ad un passo dalla rampa Zayn annulla tutto, in modo da poter controllare ancora una volta la sicurezza del punto di arrivo. In quel momento però compare Rick Boogs sull’apron, Sami si distrae e appena si gira viene atterrato da una Kinshasa del campione Intercontinentale. Boogs raccoglie quello che rimane del primo sfidante e lo lancia oltre il ring centrando in pieno il bersaglio.

Gorilla Position: Una nervosissima Aliyah viene intervistata a qualche minuto dal suo debutto in singolo a Smackdown. La sua avversaria sarà nientemento che Natalya e proprio quest’ultima decide di fare una visita per ricordarle quanto sia stata vincente nella sua carriera e per sbatterle in faccia i suoi tre record mondiali.

Match 2: Aliyah vs Natalya [S.V.]

Prima ancora che il match possa cominciare Natalya assale brutalmente la sua avversaria tanto che la ring announcer inizialmente aveva annullato il match in quanto Aliyah non era considerata in condizione di combattere. A smentire il tutto è la stessa Aliyah che decide, nonostante il grande svantaggio di iniziare il match. La mossa si rivela vincente, non appena suonata la campanella l’ex lottatrice di NXT si lancia su Natalya eseguendo un roll-up che le regala immediatamente la vittoria.

Vincitore:Aliyah

Nel post match ci viene annunciato che Aliyah, avendo sconfitto Natalya in appena 3.17 secondi, ha appena stabilito il nuovo record per la vittoria più veloce.

Ora è il momento dell’attesissimo ritorno di Lita a Smackdown. La leggenda e Hall of Famer ci ricorda di alcuni dei suoi più grandi successi in WWE per poi affermare di avere ancora una run in sé e di voler quindi approfittare della Royal Rumble match per prendere parte al main event di Wrestlemania. Ad interromperla nel suo discorso però arriva nientemeno che l’attuale campionessa femminile di Smackdown. Charlotte non perde tempo e inizia subito a sminuire e a prendere in giro Lita ricordandole che lei stessa entrerà nella Royal Rumble e di conseguenza il risultato finale di quel match è già scritto. La campionessa continua gli sfottò chiedendole come farà a vivere conscia dell’umiliazione subita quando verrà inevitabilmente buttata fuori da lei. Lita non si scompone, ma Charlotte continua ricordandole del match avvenuto a Summerslam 2019 nel quale ha sconfitto e “costretto al ritiro” anche la sua grande amicia Trish Stratus. Il momento delle chiacchere però è finito, Lita finge uno schiaffo, Charlotte si ripara, ma proprio nel momento in cui alza la testa finisce vittima della Twist of Fate della Hall of Famer.

Gorilla Position: Sheamus è pronto a vendicare il suo amico Ridge Holland dopo il brutto infortunio al naso subito nel match contro Ricochet.

Match 3: Ricochet vs Sheamus 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Ricochet, entrato nel ring nuova theme song, subisce sin da subito l’offensiva avversaria, riuscendo a fatica a contrastare l’offensiva di Sheamus. Sembra esserci un momento positivo del One and Only, ma la sua rincorsa termina presto, va a segno con un Suicide Dive, ma poco dopo si ritrova a dare una facciata contro il supporto d’acciaio presente sotto al ring. Dopo la pausa pubblicitaria troviamo Sheamus ancora in controllo, ma questa volta Ricochet riesce a far valere la sua agilità mettendo in seria difficoltà il suo avversario riuscendo anche ad evitare un tentativo di Brogue Kick. Tentativo di 630° Splash che va a vuoto e qui Sheamus colpisce con la sua Irish Curse. Tentativo di Super White Noise dalla seconda corda evitato e qui Ricochet va vicinissimo alla vittoria dopo una bella Sunset Flip Powerbomb. Il One and Only ci crede, ma deve fare i conti con un Brogue Kick arrivato quasi dal nulla e che lo costringe ad alzare bandiera bianca.

Vincitore: Sheamus

Backstage: Siamo nell’ufficio di Adam Pierce e Sonya Deville, i due risentono del gran caldo della stanza e mentre Pierce va a controllare che succede. Naomi si ripresenta nell’uffico, stufa dei continui abusi di potere, questa volta arriva Pierce a separare le due e garantisce a Naomi un rematch contro Charlotte Flair che avrà luogo la prossima settimana.

Kofi Kingston ci annuncia che King Woods non potrà prendere parte alla Royal Rumble a causa di un infortunio, ma al contrario lui entra ufficialmente nel match. Happy Corbin e Madcap Moss si palesano sullo stage affermando di non vedere l’ora di eliminare il membro del New Day dal match, per poi ricordarci nuovamente quanto avvenuto tra loro e Drew McIntyre nella sera di Day One. Dopo uno scambio di giochi di parole tra Moss e Kinston il match può finalmente incominciare.

Match 4: Kofi Kingston vs Madcap Moss w/Happy Corbin 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Kinston parte a mille e dopo aver buttato fuori dal ring Moss si scaraventa su lui e il suo compagno con un Dive oltre la terza corda. Dopo la pausa pubblicitaria la musica non cambia, Kofi fa il bello e il cattivo tempo ed è subito pronto a chiudere il match con la sua Trouble in Paradise. A togliere la castagne dal fuoco ci pensa Corbin, il quale distrae con successo il membro del New Day permettendo così al suo compagno di schivare con successo la mossa finale avversaria. Kofi non molla e prova a vincere con la S.O.S.. Moss però mette le dita negli occhi al suo rivale e va subito a segno la con la Punchline.

Vincitore: Madcap Moss

Ora è giunto il momento del tanto atteso faccia a faccia tra il campione Universale e il suo sfidante per la Royal Rumble. Roman Reigns per prima cosa chiede al pubblico dell’arena di Omaha di “riconoscerlo”, di contro Rollins prova senza successo a convincerlo a dargli il pugno come ai tempi dello Shield. Roman afferma di essere il migliore atleta della sua generazione e che, sebbene gli scontri titolati passati non lo hanno mai visto uscire vincitore, ora è una persona diversa e uscira dalla Rumble ancora campione. Rollins gli riconosce tutti i successi ottenuti, ma ci tiene a ricordargli l’enorme differenza tra i due ai tempi dello Shield e il grande gap di esperienza, per poi chiudere dicendogli che come lui lo ha creato lui può distruggerlo. Roman da del pagliaccio a Seth per poi affermare che se avesse voluto affrontare una megastar alla Rumble avrebbe affrontato sua moglie. A questo punto i due gemelli Usos provano senza successo ad attaccare Rollins, il quale poi si ritira sullo stage.

Su queste immagini si chiude questa nuova puntata di Smackdown. Alla prossima, sempre qui su ZonaWrestling.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5.5
Evoluzione delle storyline
7
Qualità dei promo
7