Lettori di ZW, bentornati ad un nuovo appuntamento con Friday Night Smackdown. Puntata dello show blu nella quale vedremo continuare l’accesissima rivalità tra il campione Universale e Seth Rollins. A Raw Roman ha fatto la sua mossa mandando gli Usos per mettere le cose in chiaro: non si scherza con il Tribal Chief. Staremo quindi a vedere quale sarà la risposta di Seth a queste provocazioni in vista del loro match che avrà luogo alla Royal Rumble. Avremo modo di vedere anche il secondo episodio di In-Zayn, lo show di Sami Zayn nel quale cercherà anche questa settimana di mostrare di essere migliore del membro dei Jackass Johnny Knoxville. Naomi, dopo tanta fatica, ha finalmente riottenuto la possibilità di sfidare la campionessa femminile Charlotte in vista di un possibile loro scontro che vedrà messa in palio la cintura. Staremo a vedere se anche questa settimana Sonya Deville avrà architettato qualcosa per mettere i bastoni nelle ruote alla tanto odiata rivale o se sarà Naomi ad uscire con la testa alta. Tutto questo e molto altro ancora in questa nuova edizione dello show blu!

Ad aprire questa nuova puntata di Smackdown ci sono i campioni di coppia gli Usos. I due membri della Bloodline sono qui per rendere omaggio e festeggiare il nuovo traguardo raggiunto da Roman Reigns, ovvero oltre 500 giorni da campione Universale, diventando di fatto il campione più longevo della storia recente. Dopo una adeguata introduzione, fa il suo ingresso in arena il Tribal Chief e ci mostra un video package con tutti gli highlights del suo regno mostrando nel dettaglio tutti gli avversari che ha sconfitto da Summerslam 2020 ad ora. Roman non ha molto tempo per festeggiare perché ad interrompere questa celebrazione arriva il suo sfidante alla Royal Rumble Seth Rollins. Il Messiah afferma che sia giusto celebrare quelli che saranno gli ultimi giorni di Roman da campione Universale, per poi dargli del codardo per avergli mandato contro gli Usos nell’ultima puntata di Raw. Reigns non sembra essere particolarmente toccato dalle parole del suo rivale e gli ripromette che uscirà vincitore dal loro match alla Rumble. Rollins prima di andare ha in mente qualcos’altro, lancia una sfida agli Usos, se vince loro saranno banditi dall’essere a ringside durante il suo match con Roman. I campioni di coppia abboccano alle provocazioni e accettano la sfida convinti del fatto che Rollins non riuscirà a trovare nessuno partner per il loro match. I due però vengono immediatamente smentiti in quanto si palesa sullo stage un altro wrestler direttamente da Raw, Kevin Owens. Roman vista la situazione prova a cogliere la palla al balzo, rilancia la sfida di Rollins con una piccola aggiunta: se gli Usos dovessero prevalere Seth dovrà rinunciare al suo match per il titolo alla Rumble. La sfida viene accettata e noi abbiamo il nostro main event della serata.

Madcap Moss e Baron Corbin, come loro consuetudine, si vantano dei loro successi e prendono in giro Kofi reputandolo incapace senza il suo amico King Woods. Il membro del New Day fa il suo ingresso, ma al contrario da quanto pronosticato dai suoi avversari, avrà qualcuno che gli guarderà le spalle sotto forma dell’ex campione WWE Big E.

Match 1: Kofi Kingston w/Big E vs Madcap Moss w/Happy Corbin 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Ed eccoci pronti a vedere quello che sarà il rematch tra Madcap Moss e Kofi Kingston. Il barzellettiere inizia subito bene il match aiutato sin da subito da una distrazione causata da Corbin. Kofi però reagisce subito e bene, va a segno con il Boom Drop ed è subito pronto a chiudere il match con il Troumble in Paradise, ma anche stavolta l’intervento di Corbin è fondamentale per salvare il suo compagno da quella che sarebbe stata una sconfitta lampo. L’azione si sposta a bordo ring, Kingston evita bene l’offensiva avversaria e passa subito al contrattacco, mentre Big E interviene prontamente e scaglia Baron Corbin contro i gradoni prima che quest’ultimo abbia avuto il tempo di intervenire. Dopo la pausa pubblicitaria troviamo Moss in controllo dell’azione, ma dopo una serie di scambi è la Troumble in Paradise out of nowhere di Kofi che mette la parola fine all’incontro.

Vincitore: Kofi Kingston

Nel post match Big E rincara la dose e schianta a terra Moss con la sua Big Ending.

Prima che il prossimo incontro possa avere inizio le telecamere inquadrano Summer Rae, la quale prenderà parte alla prossima edizione della Royal Rumble femminile.

Match 2: Natalya vs Aliyah 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5)

Ed ecco il secondo rematch della puntata, questa volta ad affrontarsi sono Aliyah e Natalya, con quest’ultima che cercherà di vendicare la clamorosa sconfitta subita la scorsa settimana in soli 3.17 secondi. Il match viene completamente dominato dalla veterana che cerca in tutti i modi di mettere fuori gioco la rivale, mentre Aliyah si limita a cercare la vittoria lampo provando in più occasioni il roll-up. Il match termina quando Natalya mette all’angolo l’avversaria e si rifiuta di interrommpere l’assalto nonostante l’arbitro avesse raggiunto il conto di cinque facendo scattare la squalifica.

Vincitore: Aliyah per squalifica

Nel post match continua l’assalto di Natalya, ma questa volta a salvare la situazione arriva Xia Li, la quale riesce con successo a costringere alla ritirata la lottatrice canadese.

Match 3: Viking Raiders (Erik & Ivar) vs Los Lotharios (Angel Garza & Humberto Carillo) 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Ad aprire il match sono Ivar e Humberto. Il membro dei Viking Raiders parte subito bene e dà presto il cambio ad Erik. Con l’ingresso di Angel il match inizia a tendere dalla parte dei Los Lotharios, ma una poderosa ginocchiata di Erik e il seguente cambio rimettono tutto in discussione. Un blitz dei Viking Raiders li fa uscire vincitori dal match dopo essere andati a segno con la Viking Experience.

Vincitori: Viking Raiders

Match 4: Charlotte Flair vs Naomi [S.V.]

Prima ancora che il match possa cominciare Sonya Deville fa il suo ingresso nel ring domandando all’arbitro di cederle la divisa, proclamandosi in questo modo special guest referee mettendo così subito in difficoltà Naomi. Charlotte parte forte dominando completamente l’incontro. Naomi riesce con un colpo di coda a liberarsi della campionessa, ma nel farlo la fa inavvertitamente scontrare con Sonya Deville. Nel frattempo nel ring Naomi riesce ad andare a segno con la Rear View, sfortunatamente per lei Sonya non ha intenzione di contare lo schienamento. Tutto procede come organizzato da Sonya, Charlotte torna in piedi e mette nella Figure 4 l’avversaria e la campanella suona senza che Naomi avesse avuto effettivamente il tempo di cedere.

Vincitrice: Charlotte Flair

Backstage: Kevin Owens, rispondendo alla domanda di Kyla Braxton, afferma di essere pronto a battersi per il suo nuovo migliore amico, mentre Seth Rollins continua affermando che ci sono solo tre cose sicure nella vita: le tasse, la morte e Seth Rollins che sconfigge Roman Reigns quando c’è il palio il titolo.

Continua la quest di Sami Zayn di cercare di dimostrare al mondo di essere in tutto e per tutto meglio ci Johnny Knoxville nella seconda edizione del suo show “In-Zayn”. Questa volta Sami armeggia con un bastone elettrificato con il quale si dà la scossa prima al tallone e poi direttamente al cuore. A questo punto fa il suo trionfare ingresso lo stesso Johnny Knoxville, il quale sbugiarda Sami affermando che fino ad ora il bastone che aveva utilizzato fosse spento e subito dopo gli dà una scossa con il bastone acceso. Johnny aiuta il suo nuovo rivale a rialzarsi, lo appoggia sulla corda e poi lo butta fuori dal ring dandoci una piccola preview di quanto potrebbe accadere alla Royal Rumble.

Backstage: Siamo nell’ufficio del general manager dove Adam Pierce sta ricevendo consigli su come si deve comportare un vero leader da Eric Bishoff. In quel momento entra Sonya Deville, la quale viene ammonita per il comportamento tenuto in precedenza nello scontro tra Naomi e Charlotte, per poi essere avvisata che la prossima settimana dovrà affrontare Naomi in un match.

Match 5: Ricochet vs Sheamus w/Ridge Holland 2 out of 5 stars (2 / 5)

Incontro completamente dominato da Sheamus che dall’inizio alla fine tiene sotto scacco Ricochet lasciandogli davvero poco spazio per tentare l’offensiva. Unico momento positivo dell’One and Only che termina prematuramente dopo che un Suicide Dive viene accolto dal guerriero celtico con una poderosa ginocchiata. A seguire c’è il Brogue Kick che chiude il match.

Vincitore: Sheamus

Backstage: Breve siparietto tra il campione Intercontinentale e Rick Boogs con Jeff Jarrett.

Match 6: The Usos (Jimmy Uso & Jey Uso) vs Kevin Owens & Seth Rollins 4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

Quello che segue è un ottimo match che vede contrapposti i due membri della Bloodline e lo sfidante al titolo Universale (con tanto di rinforzo da Raw), il tutto sotto l’occhio guardingo del campione Roman Reigns. Buon inizio del team dello sfidante che però viene presto messo alle strette dai campioni di coppia. Owens quando entra è esplosivo, viene fermato solo da una distrazione di Jey che lo porta a perdere del tempo prezioso, infatti Jimmy riesce a difendersi bene dalla Swanton Bomb alzando le ginocchia. Da qui è ancora la Bloodline a gestire l’andamento dell’incontro e lo stesso accade dopo il comeback di Rollins fermato da un’Assisted Samoan Drop dei gemelli. Owens prova nuovamente a mettere il carico e va vicinissimo alla vittoria per il suo team dopo una Pop-up Powerbomb e a seguire un bellissimo Fisherman Suplex dalla terza corda. Nel ring saltano gli schemi, una Stunner, poi un Superkick e in tutto questo caos a trarne beneficio è Rollins, il quale riesce ad andare a segno con il Curb Stomp. Il match termina però prematuramente perchè Reigns colpisce il Messiah con un Superman’s Punch causando così la squalifica.

Vincitori: Seth Rollins e Kevin Owens per squalifica

Su queste immagini si chiude questa nuova puntata di Smackdown. Alla prossima, sempre qui su ZonaWrestling.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5
Evoluzione delle storyline
5.5
Qualità dei promo
6.5