Amici di Zonawrestling ben ritrovati ad una nuova edizione dello Smackdown Report. Oggi a sostituire BazingaHWF ci sono io, Alex. Ma bando alle ciance andiamo subito a vedere cosa è accaduto nell’ultima puntata dello show blu. 

La puntata si apre con un recap che ci mostra cosa è accaduto nella scorsa edizione di Raw tra Brock Lesnar e Seth Rollins, con The Beast che ha letteralmente distrutto la macchina della J&J Security.

Finito il Recap, ci spostiamo nell’arena, dove Seth Rollins fa il suo ingresso dirigendosi verso il ring. Nel frattempo ci viene ricordato che The Architect dovrà difendere il suo titolo a Battleground dall’assalto di Brock Lesnar. Rollins prende un microfono e subito viene assalito dai fischi del pubblico di Milwaukee, ma il campione sorride e dice che è più uomo di chiunque altro, lui a Raw ha sfidato apertamente The Beast a venire sul ring per confrontarsi con lui per vedere se Lesnar era davvero la bestia pericolosa che dice di essere. Ma, in realtà, Rollins ha visto un uomo patetico che si è divertito a distruggere la macchina dei suoi compagnia e non solo, quando Noble e Mercury hanno tentato di fermarlo, al primo è stato rotto un braccio, mentre il secondo è stato lanciato con violenza sul parabrezza. Rollins si dice deluso dal comportamento di Lesnar, dicendo che la macchina era un regalo per i suoi mentori per ringraziarli dei loro sforzi nei suoi confronti, ma a Battleground lui farà l’impensabile, sconfiggerà e umilierà la Bestia una volta per tutte. All’improvviso si sente un rumore provenire dal Backstage, il campione si gira e la Cadillac distrutta lunedì da Lesnar fa il suo ingresso su un carro attrezzi. Risuona la voce di Paul Heyman che si introduce come suo solito, il Mad Genious dice che è qui per rappresentare legalmente il suo cliente Brock Lesnar dopo l’incidente con la macchina e ammette che Lesnar abbia esagerato un pochino. Heyman continua dicendo che Rollins lunedì ha infranto l’undicesimo comandamento ovvero “Non provocare Brock Lesnar”, Heyman continua il suo discorso aggiungendo che il campione a Battleground finirà come la macchina distrutta da Lesnar. Rollins chiede se quella della macchina è una metafora ed ottiene una risposta positiva, ma prima che Heyman possa continuare il campione dice che a Battleground sarà proprio il Mad Genious a rimanere da solo, lui ha distrutto lo Shield, ha vinto il Money In The Bank e soprattutto ha sconfitto Lesnar a WrestleMania e gli ha sottratto il titolo. Quindi ora Rollins chiede a Heyman chi pensa di vincere a Battleground, quest’ultimo lo ringrazia della domanda e dice che sarà Lesnar il nuovo campione. Rollins lo zittisce e alza la cintura al cielo per sfidare Heyman, che decide di ritirarsi verso il Backstage.

Dean Ambrose fa il suo ingresso sul ring, pronto per la sua sfida di stasera e il suo avversario sarà… BO DALLAS. Prima di iniziare Bo prende il microfono dicendo a Ambrose che dopo mesi e mesi passati ad inseguire il titolo massimo senza successo forse ora ha bisogno di un po’ di ispirazione, e anche di una doccia. Dallas aggiunge che è stato di ispirazione anche a The Rock nel Live Event di Tokyo, ora The Great One è un famoso attore ed è tutto merito suo, ha trasformato un uomo senza speranza in una delle star più famose del mondo, ma può aiutare anche Ambrose, dato che “All you have to do is… BOLIEVE”.

Single Match: Dean Ambrose vs Bo Dallas (3/5)

Il match ha inizio, con una Waistlock di Dallas che viene subito rovesciata da Ambrose che va a segno con un Arm Twist gettando Bo a terra, che si rialza immediatamente e corre verso l’Apron ring afferrando le corde. Ambrose si allontana, il suo avversario prova una Clothesline, ma il Lunatic Fringe la evita e prova un Roll-Up senza ottenere nulla. Continua l’assalto di Ambrose che lancia all’angolo Dallas e prova la combo Clothesline + Bulldog, ma Bo riesce a rovesciare la seconda mossa e fa impattare la spalla di Ambrose contro il paletto per tre volte. Il Lunatic Fringe finisce fuori dal ring, Dallas lo raggiunge e lo lancia contro la barricata per poi esprimere tutta la sua gioia al pubblico di Milwaukee. Bo riporta Ambrose nel ring, lo lancia alle corde e va a segno con la Bo Dazzler, che però non basta per sconfiggere il suo avversario, Bo allora prova una Headlock e noi andiamo in pubblicità. Al nostro ritorno Ambrose è ancora chiuso nella Headlock, ma il Lunatic Fringe si libera e connette col Pendulum Lariat, poi lancia Bo alle corde e lo getta fuori dal ring, Ambrose si gasa e prova anche un Suicide Dive, Dallas è in difficoltà e il Lunatic Fringe lo riporta nel ring e sale sulla terza corda, ma Bo lo intercetta e va a segno con una Super Bo Dazzler seguita da una Complete Shot, ma di nuovo Ambrose ne esce. Dallas prova la Bo Dog ma Ambrose la evita e stavolta va a segno con l’accoppiata Clothesline, Bulldog per poi colpire Dallas con la Dirty Deeds che gli vale la vittoria.

Vincitore: Dean Ambrose

Andiamo al tavolo di commento dove Tom Phillips ci dice che il WWE Network è disponibile in ben 175 paese compresa la Francia e l’Italia. Jerry Lawler, a questo punto, saluta tutti gli italiani che stanno guardando Smackdown su Sky, Tom riprende la parola e dice che stasera ci sarà anche Randy Orton. Ci troviamo nell’ufficio dell’Authority dove Seth Rollins sta parlando con Big Show, quest’ultimo dice che sa come ci si sente quando Lesnar ti mette gli occhi addosso, la pressione e la tensione aumentano. Cambiando discorso Show si propone di aiutare Rollins nella sua sfida di stasera contro Ryback, ma The Architect rifiuta l’aiuto e dice che può farcela benissimo da solo. Rollins aggiunge che se Show vuole veramente aiutarlo allora dovrebbe provare a distruggere Suplex City, ma Show si tira indietro dicendo che non è la sua battaglia, Rollins dice che stasera sarà di esempio a tutti perché prima massacrerà Ryback, poi sarà il turno di Lesnar a Battleground. Big Show se la ride e si complimenta con Rollins definendolo un vero campione, prima di andarsene il gigante dice che farà un favore a Rollins e metterà KO il suo ex amico Roman Reigns. Rusev fa il suo ingresso sul ring, pronto per il suo primo match da almeno un mese, accompagnato da Summer Rae. Rusev porta degli stivali e al posto della bandiera russa porta la bandiera bulgara, intanto che Rusev aspetta il suo avversario noi andiamo in pubblicità.

Al ritorno la vittim… cioè l’avversario odierno del bulgaro è Fandango.

Single Match: Rusev vs Fandango (2,5/5)

Parte meglio Fandango che con la sua velocità manda in difficoltà Rusev e riesce persino a mandarlo al tappeto dopo una Tilt a Whirl Headscissor, che poi si gira verso la sua ex ballerina dedicandogli qualche passo di danza. Rusev si riprende e va a segno con una Shoulder Block, seguita da una Body Avalanche. Rusev urla e colpisce con dei pestoni il suo avversario che si rialza e prova a reagire, ma viene nuovamente messo KO e poi chiuso in una Double Shoulder Claw. Fandango si rialza e connette con un Front Dropkick seguito da delle Back Chop, il ballerino continua il suo buon momento e manda al tappeto Rusev con una Diving Elbow Drop. Fandango risale sul paletto, ma stavolta Rusev lo evita e lo colpisce con un Superkick seguito dalla Accolade, il ballerino non può far altro che cedere.

Vincitore: Rusev

Andiamo subito al prossimo match in programma. Roman Reigns fa il suo ingresso seguito a ruota da quello di Big Show.

Single Match: The Big Show vs Roman Reigns(1/5)

Si parte con un Clinch dove Big Show sembra avere la meglio, ma Reigns reagisce e porta il suo avversario all’angolo per poi colpirlo con cinque pugni. L’ex ariete dello Shield si allontana e Big Show lo punisce con un Shoulder Block, seguito da dei pugni all’addome, Big Show va a segno con una Body Slam e lancia Reigns fuori dal ring. Roman si aggrappa al paletto e il gigante si lancia su di lui, ma Reigns si sposta e fa impattare la testa di Big Show sul paletto, il cugino di The Rock connette con un Dropkick sull’Apron e rientra nel ring, mentre il gigante è stordito e rischia di essere contato fuori. Show rientra al conto di 8 e viene colpito da una infinità di pugni da parte di Reigns che alla fine lo mandano al tappeto, Roman è pronto per chiudere ma risuona la Theme Song di Bray Wyatt. Reigns sembra confuso e Wyatt appare sull’apron dietro di lui, ma Roman se ne accorge e lo colpisce con il Superman Punch, poi evita il WMD di Big Show e lo colpisce con ben due Superman Punch e si prepara per la Spear, ma WYatt lo afferra alle gambe e scatta la squalifica.

Vincitore via DQ: Roman Reigns

Big Show colpisce Reigns con la Chokeslam e se ne va, Wyatt entra nel ring, compie la sua classica camminata a ragno e poi va a segno con la SIster Abigail.

Al ritorno dalla pubblicità i Prima Time Players fanno il loro ingresso nel ring, stasera Titus O’Neil sfiderà Big E, ma prima di iniziare il match una grafica ci mostra che a Battleground i PTP difenderanno i titoli dall’assalto del New Day.

Single Match: Titus O’Neil vs Big E(1/5)

Parte il match e O’Neil si fa distrarre da Xavier Woods e Big E lo colpisce con un pugno sulla schiena, seguito da degli Stomp all’angolo. L’ex campione intercontinentale si lancia alle corde e colpisce il suo avversario con una Clothesline per poi chiuderlo in una Abdominal Stretch, Titus si libera e lancia Big E sull’Apron, dove comincia a colpirlo con delle ginocchiate alla testa prima di riportarlo nel ring. Comeback da parte di Titus che prima va a segno con delle Shoulder Block, poi con una Body Slam e infine con un Leg Drop. O’Neil rialza Big E e lo lancia all’angolo, ma quest’ultimo lo intercetta con un Belly To Belly Suplex, entrambi sono a terra e Xavier Woods sale sulla terza corda per distrarre l’arbitro e Kingston si avvicina a Titus per colpirlo, ma l’arbitro si accorge e bandisce il New Day dal ring. Big E è incredulo e si lamenta con l’arbitro e viene punito da O’Neil che lo colpisce con la Clash Of The Titus che gli vale la vittoria.

Vincitore: Titus O’Neil

Al ritorno dalla pubblicità Randy Orton fa il suo ingresso sullo Stage dirigendosi verso il ring. Ci viene mostrato un recap del pestaggio subito da The Viper lo scorso mese da parte di Kane e Sheamus e ci viene mostrato anche un recap del ritorno di Orton a Raw dove si è preso la rivincita sull’irlandese. Torniamo all’arena e Randy è armato di microfono. L’Apex Predator dice che in tredici anni in WWE si è fatto tantissimi nemici ma nessuno gli è entrato sottopelle come Sheamus, va in giro facendo il gladiatore urlando al pubblico se si sta divertendo. Secondo Randy il pubblico non si diverte, ma dato che la sua è un’opinione personale ora lo chiede al pubblico, il WWE Universe, ovviamente, risponde di no. Randy dice che vuole fare un miracolo, vuole provare a rendere Sheamus divertente e sa già come fare, strapperà quell’orrenda capigliatura da Mohawk e gliela ficcherà su per il culo. Randy fa per andarsene ma risuona la Theme Song degli Ascension, Konnor si avvicina al ring e dice che se Orton rimarrà nel ring affronterà due animali inferociti, Viktor aggiunge che Randy deve credere loro quando dicono che vogliono massacrarlo per bene, Orton rimane immobile nel ring allora Konnor lo avverte dicendogli di andarsene o loro lo spediranno nelle terre desolate. I tre si guardano e Randy fa per andarsene, ma colpisce Konnor con la RKO e Viktor con la Silver Spoon DDT. The Viper is back.

Ci viene mostrato un Recap di Raw, dove Kevin Owens ha accettato la Open Challenge di John Cena allo US Title, di come Cesaro lo abbia messo KO e abbia preso il suo posto, perdendo dopo una splendida prestazione. E di come Cena abbia poi respinto l’ennesima aggressione di Owens nel post match.

Torniamo nel ring per il penultimo match della serata, un Tag Team Match tra le Divas.

Divas Tag Team Match: Brie Bella & Alicia (w/Nikki Bella) Fox vs Tamina & Naomi (2/5)

Partono Naomi da una parte e Brie Bella dall’altra, Naomi colpisce con uno schiaffone Brie che risponde con una specia di Lou Thesz Press, la Bella continua l’assalto e va a segno con una ginocchiata alla tempia. Naomi decide di dare il cambio a Tamina che manda Brie all’angolo con una testata, per poi lanciarsi su di lei, ma quest’ultima evita e colpisce la figlia di Jimmuy Snuka con dei calci all’addome e sale sulla terza corda, ma Tamina al afferra al volo e va a segno con la Spinning Side Slam. Tamina porta Brie al proprio angolo e da il cambio a Naomi che prova a lanciare la Bella verso l’angolo, ma quest’ultima riesce a evitarla e a dare il cambio alla Fox. Comeback per la Fox che colpisce Naomi con due Dropkick seguiti da un Turnbuckle Big Boot, Alicia lancia la sua avversaria alle corde, ma Tamina si prende un Blind Tag, la Fox non si accorge e manda KO Naomi con un Tilt A Whirl Backbreaker e prova lo schienamento ma viene colpita dalla samoana. Tamina prova un Samoan Drop, ma Nikki Bella sale sull’Apron per distrarre l’arbitro mentre Brie libera Alicia dal Samoan Drop e facendo impattare Tamina contro Naomi. Alicia va a segno col Fox Kick e vince il match.

Vincitrici: Alicia Fox & Brie Bella

Andiamo nel Backstage dove Ryback sta per essere intervistato da Rich Brennan, il quale chiede al Big Guy una sua opinione sul match di stasera contro Rollins. Ryback dice che poche settimane fa fece un discorso con Rollins su cosa significa essere davvero un campione, secondo il Big Guy è ovvio agli occhi di tutti che Rollins è solo un bambino senza spina dorsale, dato che è sempre scappato dalle proprie battaglie mentre un vero campione rimane e combatte. L’ultima volta Rollins è scappato, ma oggi non c’è via di fuga, capirà cosa vuol dire essere un vero campione. “It’s feeding time”. Ryback fa il suo ingresso sul ring pronto per il suo match, intanto la grafica ci ricorda che a Battleground il Big Guy difenderà il titolo dall’assalto di Big Show e The Miz. Intanto arriva anche Rollins, stasera però è da solo.

Single Champion vs Champion Match: Seth Rollins vs Ryback (3/5)

Si parte con un Clinch dove il Big Guy prende il sopravvento colpendo Rollins con una Shoulder Block, il campione WWE si prende una pausa fuori dal ring. Rollins rientra nel ring e prova un Suplex ma Ryback riesce rovesciarla in un Vertical Suplex seguito da una Clothesline che lancia di nuovo The Architect fuori dal ring, Ryback si gasa e noi andiamo in pubblicità. Al ritorno dalla pubblicità Rollins e Ryback si trovano sull’Apron e il primo getta il Big Guy fuori dal ring con un ginocchiata all’addome seguita da un Suicide Dive, Rollins non pago lancia Ryback contro le barricate e lo rigetta nel ring. Addirittura Rollins si mette ad imitare Brock Lesnar imitando il suo ingresso nel ring, The Architect prova una Headlock ma Ryback si rialza e va a segno con una Jawbreaker Buster, il Big Guy si rifugia nell’angolo, ma Rollins si getta contro di lui. Il campione intercontinentale riesce ad evitarlo e lo colpisce prima con un Back Body Drop e poi con una Running Powerslam. Ryback prova una Powerbomb, ma Rollins riesce ad evitarla e a salire sulla terza corda per poi lanciarsi sul suo avversario, ma il Big Guy lo evita di nuovo e lo rimanda al tappeto con una Spinebuster. Rollins prova un Roll-Up ma Ryback ne esce e stavolta va a segno con la Powerbomb, il Big Guy prepara il Meat Hook che va a segno, il campione intercontinentale sembra pronto a finire la contesa e solleva Rollins per la Shell Shocked, ma The Architect ne esce e colpisce il suo avversario con un Enzeguiri Kick. Rollins esce dal ring, si fa passare la cintura e se ne va, ma a pochi passi dallo Stage, Ryback lo riprende e lo riporta nel ring, il campione WWE cerca di fuggire in tutti i modi e alla fine ci riesce. Ryback vince il match per Count Out.

Vincitore: Ryback

Rollins si rifugia verso lo Stage e Big Show fa il suo ingresso. I due su dirigono verso il ring e circondano Ryback, il quale soffre lo svantaggio numerico, ma risuona la musica di Roman Reigns il quale corre ad aiutare il Big Guy. Big Show si prende una Spear da Reigns e Rollins una Shell Shocked da Ryback. E su queste immagini si chiude questa puntata di Smackdown, dal vostro Alex è tutto, appuntamento alla prossima settimana.

Voto alla puntata: 5/10

Cosa mi è piaciuto: I segmenti di Orton e il confronto Heyman- Rollins sono stati la cosa più interessante di stasera, come al solito Heyman è una garanzia al microfono e Rollins gli ha tenuto testa molto bene. Buono il Main Event e il match d’apertura riguardo il lottato.

Cosa non mi è piaciuto: Gli altri match sono stati fatti in modo molto sbrigativo regalando pochissimo spettacolo, cosa che ha risentito molto della qualità di questa puntata di Smackdown. Contento per il ritorno di Rusev, anche se qualche minuto in più con Fandango poteva regalarcelo. Sulle Divas penso che ormai non ci sia più niente da dire.

Giuseman
Un non più teenager con la passione per lo sport in generale, ma che predilige quello sul ring a noi congeniale e con il logo WWE sullo stage. Su ZonaWrestling dal marzo 2015.