SmackDown Live vi da il benvenuto dallo Stato di Washington. Alla tastiera, Ysmsc

La puntata si apre con l’arrivo di Charlotte Flair, mentre un recap ci mostra la sospensione di Becky Lynch avvenuta a Raw e il successivo attacco dell’irlandese ai danni di Stephanie McMahon. Charlotte Flair esordisce con la massima “l’unica cosa peggiore dell’ignoranza è l’arroganza”, affermando che Becky si sta rovinando con le sue mani; certo, spera che Becky si riprenda, anche perché in caso contrario c’è una wrestler in forma al 100% che non vede l’ora di affrontare Ronda Rousey. Dal pubblico compare THE MAN Becky Lynch e subito Charlotte chiama in suo soccorso la sicurezza, prendendosela con Becky non solo per aver rubato la catchphrase di suo padre e adesso pure l’entrata di Roman Reigns. Visto che la sicurezza è efficientissima, Becky arriva tranquilla fino sul ring, anche se zoppica vistosamente e Charlotte la schernisce per questo; arriva il nugolo di arbitri e per non farci mancare nulla arriva pure Triple H, che non può far altro che invitare Becky ad andarsene, assicurandole che la sospensione finirà quando si farà visitare dai medici (e già che c’è manda nel backstage pure Charlotte che stava diventando molesta), Becky, però, non si fida di Triple H, convinta che loro vogliano fregarla, ma il Triplo gli risponde che non gli importa se si fida o no: se vuole affrontare Ronda deve avere l’ok dei medici, fino a quel momento deve tornarsene a casa. Triple H fa per andarsene e THE MAN gli domanda come stia Stephanie e se “lei” ha ricevuto l’ok dei medici dopo il suo pugno in faccia, Triple H si pietrifica, poi sorride e la apostrofa come un essere votato all’autodistruzione che ha paura di fallire, lei sta cercando in tutti i modi una via d’uscita da questa situazione, perché ha paura: a Survivor Series si sarebbe trovata faccia a faccia con Ronda e ha cercato di evitarlo con una missione suicida, una scusa molto conveniente. Sta facendo la stessa cosa adesso, sta cercando di fuggire ancora, per non affrontare Ronda, è solo spaventata, non c’è altro, anzi, Triple H non pensa neanche che il ginocchio le faccia realmente male ed è spaventata che i medici le dicano che “può” lottare, che a WrestleMania Ronda la riveli per la burla che è. Per tutta risposta, Becky tira un ceffone al Triplo; segue un lungo faccia a faccia tra i due, poi Becky decide di averne avuto abbastanza e se ne va.

Il primo match della serata ci era stato annunciato settimana scorsa: Gallows&Anderson vogliono punire Shinsuke Nakamura e Rusev per l’attacco ai danni di R-Truth (nuovo campione USA, ci terrei a ricordarlo, nel caso qualcuno non avesse ancora realizzato)

Gallows&Anderson vs Shinsuke Nakamura&Rusev (with Lana) 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Iniziale dominio dei face, con gli heel che in pubblicità passano in vantaggio. Anderson è chiuso in una Headlock e il pubblico lo incita con il “Too sweet”, Anderson si libera, Nakamura prova la Kinshasa ma viene bloccato da una Spinebuster, Anderson rotola poi fino al suo angolo e da il cambio a Gallows; combo di mosse di Good Brother Gallows che si conclude con una Powerbomb su Nakamura e un double down al centro del ring. Nakamura, rotolato fuori, viene raggiunto da Lana, che lo rimette in piedi e quasi lo ributta di peso sul ring; nella confusione e sequenza di mosse che segue, alla fine sono Nakamura e Rusev a portarsi a casa il match, dopo il Machka kick di Rusev su Anderson

Vincitori: Shinsuke Nakamura&Rusev

Rusev stringe la mano al giapponese, mentre Lana li guarda soddisfatti: che Lana abbia realmente perdonato Nakamura dopo quanto successo alla Rumble? Rusev avrà lasciato perdere la questione del titolo degli Stati Uniti? Staremo a vedere.

Promo nel buiume di Mustafa Alì che si carica per Elimination Chamber, “what if”, continua a ripetere, ma non ci crede nemmeno lui.

Cambio scena: Paige promuove il suo film.

Cambio scena: promo degli Usos, carichi al massimo anche loro per Elimination Chamber.

E adesso passiamo al prossimo match

Mustafa Alì vs Randy Orton 3 out of 5 stars (3 / 5)

Alì, al grido di “No fear!” cerca di attaccare duramente Orton, che lo punisce lanciandolo prima contro le corde e poi sul tavolo di commento, Alì tenta una reazione ma viene intercettato da una Powerslam; Orton porta l’avversario all’angolo e va di Superplex, ma non basta a schienare il tenace Alì. Quando si ritorna fuori dal quadrato, Alì riesce a connettere un Dropkick su Orton, lanciandosi poi con furia contro l’avversario; sul ring Alì connette un calcio alla testa dietro l’altro, evita la Silver spoon DDT e va di Facebuster, ma è solo due per lui, prosegue allora con la Tornado DDT, ma è ancora conto di due, sale allora sul paletto per la 450, ma Orton lo intercetta al volo con la più classica delle RKO e si porta a casa il match

Vincitore: Randy Orton

Possiamo comunque considerarla un’ottima prova per Alì. I festeggiamenti di Orton vengono interrotti da Samoa Joe che lo chiude nella Coquina clutch, poi butta pure Alì fuori ring, così, perché lui è Joe; tuttavia, quando Joe fa per andarsene, incontra Daniel Bryan che si sta dirigendo verso il ring e solo la presenza di Rowan scoraggia Joe dall’attaccare pure il campione WWE. Anyway, Joe ci regala anche lui un promo nel buiume, più che soddisfatto per il massacro compiuto oggi e per quello che compirà ad EC.

Torniamo sul ring per il promo di Daniel Bryan. Siamo nello Stato di Washington e Daniel è dunque molto tifato; il campione si dice felice di essere finalmente davanti a un pubblico che lo ascolta, sfortunatamente in quanto campione deve parlare ad un pubblico globale, che tuttavia non comprende che abbiamo bisogno di cambiamenti, non gli interessa, sembra che stia combattendo una battaglia persa, ecco perché ha cambiato il titolo WWE, perché sia un simbolo del cambiamento. Ci sono persone spaventate dal cambiamento, dice Bryan, poi da il microfono a Rowan, il quale afferma che sono considerati pericolosi, perché sono dei liberi pensatori, sono pericolosi per le idee che portano, questo nuovo titolo li spaventa, perciò cercheranno in ogni modo di fermare Bryan; Daniel prosegue dicendo che vogliono fermarlo perché serve un potere superiore dell’avarizia, il denaro o la fama, lui serve il pianeta. Dopo un filmato su quanto l’Elimination Chamber match sia duro e pericoloso, ma Bryan affronterà tutto questo, perché il pubblico ha bisogno di lui, le masse ignoranti hanno bisogno di lui, il pianeta stesso ha bisogno di Daniel Bryan come campione WWE!

Nota: bello come Bryan abbia dato al suo stesso pubblico della “massa ignorante” e questi abbiano pure applaudito.

Breve intervista negli spogliatoi a Jeff Hardy, al quale viene chiesto perché non si sia confrontato con Bryan sul ring, Jeff vorrebbe rispondere che si stava fumando dell’ottimo materiale riciclabile, ma poi afferma che cercare di far cambiare idea a un pazzo come Bryan sarebbe stato inutile, perciò si limiterà a tappargli la bocca sul quadrato. Arriva AJ Styles, che sminuisce il potenziale di Gieffo, il quale ribatte che AJ non è in grado di battere Bryan e che comunque chiuderanno la questione ad EC. Tutto ciò senza alzare il tono di voce di una sola ottava, spettacolare

Assistiamo ora ad un Triple threat tag team match, che a quanto pare coinvolgerà i tre team di SmackDown che si contenderanno i titoli femminili nell’Elimination Chamber. Così, nessun match di qualificazione in quel di SmackDown (anche perché la presenza femminile scarseggia alquanto). Scopriamo inoltre, anche se era già stato spoilerato da alcune immagini, che Naomi ha trovato una partner in Carmella

Triple threat tag team match Naomi&Carmella vs Iiconics vs Absolution 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5)

Naomi vorrebbe fare il coolo a strisce alla Sgnaccamaroni, ma Mandy evita il confronto dando il tag a Billie Kay. Dopo la pubblicità troviamo Carmella che cerca di contrastare Billie Kay, ma un intervento di Mandy Rose le impedisce il tag a Naomi. Mandy fa di tutto per tenere Carmella lontana dal suo angolo, ma Carmella sguscia via e da il tag a Naomi che somministra mazzate a chiunque, poi lancia Sonya contro Mandy provocando un tag involontario, Mandy è costretta ad entrare e a subire la furia di Naomi. Tuttavia, un intervento di Peyton Royce distrae Naomi, la quale si becca la finisher di Mandy Rose (copiata da Awesome Kong, sigh!)

Vincitrici: Absolution

Che gran Sgnaccamaroni

Promo negli spogliatoi di Andrade e Zelina Vega, che promettono di non aver finito con Rey Mysterio e che Rey non può sfuggire al suo fato.

Video tributo che cerca di far sembrare pheega Asuka e soprattutto di mascherare il fatto che la giapponese attualmente non abbia un’avversaria. E passiamo al main event della serata

Jeff Hardy vs Daniel Bryan (with Rowan) 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Bel confronto iniziale, con entrambi i contendenti che danno prova di agilità e velocità, Bryan è poi il primo a connettere una serie di mosse quando esegue i Dropkick all’angolo. Bryan prova una Bow and arrow, ma Hardy ribalta la presa in un pin, lancia Bryan fuori ring e fa per buttarglisi contro, ma si trova Rowan che fa da scudo umano a Bryan, il quale ne approfitta subito per colpire Jeff. Dopo la pubblicità vediamo Hardy ancora in difficoltà, riesce però ad evitare un calcio in corsa di Bryan e a connettere una combo; scambio di pugni al centro del ring, tentativo evitato di Twist of fate, Bryan vola di nuovo fuori ring e questa volta Hardy riesce a colpirlo al volo, lo riporta sul ring per la Swanton bomb, ma Daniel si allontana rotolando e riesce poi a far sbattere Jeff contro l’angolo. Bryan va di Yes kick, ma all’ultimo viene intercettato dalla Twist of fate di Hardy che connette anche la Swanton bomb, tuttavia un intervento di Rowan gli impedisce il pin (forse) vincente

Vincitore: Jeff Hardy via DQ

Bryan chiude Hardy nell’ex Yes lock, ma alle sue spalle arriva Samoa Joe che prova ad attaccarlo, arrivano anche Randy Orton e Mustafa Alì, quest’ultimo viene poi schiantato contro il tavolo di commento da Rowan (due volte in una puntata, not bad Alì); per ultimo arriva AJ Styles, che mette il punto alla rissa quando esegue il Phenomenal forearm su Jeff Hardy, dopodiché punta il dito contro Bryan, che nel frattempo è fuggito assieme a Rowan sullo stage.

Tuttavia, il vero finale di puntata è Daniel Bryan che urla ai microfoni che quel che è successo è vergognoso, lui è il migliore, il più grande, lui merita di essere campione per sempre, perché il pianeta ha bisogno di lui e nessuno lo capisce, nessuno!

Tabella di valutazione dei match:

* = da evitare
** = mediocre/appena sufficiente
*** = sufficiente o di più per il tipo di evento in questione (se è un PPV o uno show settimanale)
**** = match da vedere
***** = match da ricordare

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
6.5
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname