SmackDown Live vi da il benvenuto per la puntata pre Elimination Chamber. Alla tastiera, Ysmsc

La puntata è dedicata alla memoria di Pedro Morales.

Rivediamo il promo di Vince McMahon a Raw: il Grande Capo ha sospeso Becky Lynch per sessanta giorni, il che significa che perderà WrestleMania per cinque giorni; al suo posto come avversaria per Ronda è stata scelta Charlotte Flair. Proprio Charlotte apre la puntata di SmackDown (tra i fischi e le proteste del pubblico): Charlotte ci dice che dal primo giorno ha affermato che questo era il suo destino; le spiace per Becky Lynch, pensava che fosse migliore di questo, ma di fatto Becky l’aveva già legittimata prima di WrestleMania, quando la scelse per affrontare Ronda a Survivor Series, perché Becky stessa sa che Charlotte è la colonna portante della WWE. Vince McMahon, a sua volta, l’ha scelta perché è il meglio per il business, ha scelto una futura Hall Of Famer al posto di una che ha semplicemente avuto qualche mese di buoni risultati; Vince McMahon non poteva rischiare e noi possiamo non essere d’accordo sulla sua decisione, ma Charlotte ci promette che a WrestleMania saremo tutti in piedi a gridare “this is awesome” per la performance che ci regalerà. Charlotte conclude il promo invitandoci a fischiarla se vogliamo, che dedicherà la sua vittoria a Becky e che, comunque, a Elimination Chamber si godrà il match tra Ronda e Ruby Riott e chissà che per WrestleMania non avrà una nuova sfidante, chi può dirlo?

Per tutto il promo, Charlotte si diverte anche a prendere in giro il pubblico, rispondendo a tono ai numerosi cori contro di lei e in favore di Becky.

Il primo match della serata è un Triple threat tag team match tra i team femminili di SmackDown: il team perdente sarà costretto a cominciare per primo nella Chamber assieme a Sasha Banks e Bayley. Intanto, la grafica ci mostra che stasera avremo un Gauntlet match tra i partecipanti maschili all’Elimination Chamber, in cui il vincitore entrerà per ultimo, inoltre un membro del New Day sostituirà Mustafa Alì

Questo report sarà un gran casino

Triple threat tag team match Glowmella vs Absolution vs Iiconics 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Naomi e Carmella oliano gli ingranaggi come team, collaborando molto bene e mettendo in difficoltà le Absolution, Mandy Rose però si rifiuta di scontrarsi con Naomi e fugge fuori ring, solo per venir colpita al volo da un Crossbody della stessa. Durante la pubblicità però le Absolution passano in vantaggio, avviene un (brutto) doppio Crossbody, Mandy Rose prova a impedire a Carmella il tag ma non ci riesce e deve affrontare ancora Naomi. Naomi fa quel che vuole di Mandy, Carmella mette fuori gioco Sonya con un Superkick e Naomi chiude il match con lo Split leg moonsault

Vincitrici: Glowmella

Le Iiconics, che in tutto ciò se ne sono state nel magico mondo dei catzy loro, attaccano Naomi e Carmella e le lanciano fuori ring, per poi posare fiere sul quadrato. In fondo, sono le Absolution che dovranno entrare per prime nella Chamber e alle Iiconics va bene così.

Promo molto triste, girato in mezzo a una tormenta di neve, di Mustafa Alì, affranto per non aver avuto l’ok dei medici a combattere nella Chamber.

Sul ring arrivano gli SmackDown Tag Team Champions (ebbene sì) Miz&Mac, per una nuova puntata di MizTV. Miz ci informa che Shane McMahon farà una comparsata ad NCIS LA, nonostante Shane non fosse molto d’accordo sul rivelare la cosa. Shane introduce poi i loro ospiti, gli Usos, che arrivano con delle magliette che ricordano tantissimo quei quadri lunari notturni che gli ambulanti ti dipingono sul lungomare di Follonica. I due team iniziano a discutere su quale sia il miglior tag team al mondo, con gli Usos che fanno notare a Shane e Miz come non siano un vero tag team perché si conoscono troppo poco. Jey mette Jimmy alla prova con alcune domande su quanto lo conosca bene, scopriamo così che gli piace il colore rosso, la “pepperoni pizza” e che è un tifoso dei San Francisco 49rs (fischi dal pubblico che ci capisce di football coglierà). Shane e Miz con lo stesso test, con Miz che suggerisce a Shane le risposte. Miz però ci mette il carico da 90 citando Mandy Rose e gli animi si scaldano, Jimmy e Jey promettono di farli entrare nel loro carcere, Miz&Mac rispondono che le cinture sono la sola cosa che conta e le alzano, gli Usos allora li colpiscono con un Superkick in combo, così i campioni rimangono a terra e gli Usos se ne vanno trionfanti.

Siamo giunti al momento del Gauntlet match che determinerà chi entrerà per ultimo nella Chamber valida per il WWE Title. Il primo a salire sul ring è Daniel Bryan, con Rowan al seguito, che decide di tenere un promo: ribatte che noi, povere menti, abbiamo bisogno di un campione come lui, la Chamber è una dura prova, ma il suo sacrificio è necessario per continuare ad essere il campione di cui tutti noi abbiamo bisogno. Il promo di Bryan viene poi interrotto dal New Day, che rivela quale componente del gruppo è stato scelto per sostituire Mustafa Alì: Kofi Kingston

Gauntlet match Daniel Bryan(with Rowan) vs Kofi Kingston(with New Day) 4 out of 5 stars (4 / 5)

Bell’inizio match, scambi veloci e tanta tecnica, con Kofi che riesce spesso a contrastare l’offensiva di Bryan, almeno fino a quando il campione non abbandona la tecnica per passare a colpi più duri e con una serie di ginocchiate lascia Kofi dolorante al suolo. Kofi si libera da una Romero special e va a segno con un Dropkick, manda Bryan fuori ring e gli vola addosso; tuttavia, al ritorno dalla pubblicità Bryan è di nuovo in vantaggio, avendo schiantato l’avversario contro i gradoni. Nonostante i numerosi colpi subiti, Kofi resiste e non si fa schienare, costringendo Bryan a provare un Flying headbutt che tuttavia non va a segno, parte la controffensiva di Kingston che mette a segno una serie di mosse, ma sbatte poi la testa contro il turnbuckle. Dopo un Back suplex dal paletto (ouch), Bryan chiude Kofi in una presa e quasi lo costringe a cedere, prova gli ex Yes kick, non vanno, scambio di roll up tra i due, Bryan chiude la LeBell lock, ma Kofi raggiunge le corde; mossa dal paletto di Bryan intercettata da un Dropkick di Kofi. Sul finale, quando Rowan fa cadere Kofi dall’angolo, Woods e Big E attaccano Rowan e vengono così cacciati dall’arbitro; poco dopo anche Rowan viene cacciato via per l’ennesima interferenza. Rimasto solo, Bryan carica la Knee plus, ma viene intercettato al volo dalla Trouble in paradise di Kofi che . . . lo schiena

Vincitore: Kofi Kingston

Mentre ci riprendiamo dallo shock, arriva il terzo contendente

Kofi Kingston vs Jeff Hardy 2 out of 5 stars (2 / 5)

Nonostante sia esausto, Kofi non si arrende e resta in partita cercando di evitare le mosse di Hardy, come la Swanton bomb e un Foot stomp all’angolo; l’azione si sposta sul paletto, Kofi va di Crossbody, Hardy lo ribalta in un roll up, Jeff evita la Trouble in paradise ma Kofi tira fuori dal cilindro una SOS

Vincitore: Kofi Kingston

Il miracolo Kofi deve però scontrarsi con la dura realtà rappresentata da Samoa Joe

Kofi Kingston vs Samoa Joe 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Kofi si becca tante di quelle mazzate ma ha comunque la forza di reagire, Joe va di Enzeguri dritto in faccia ma Kofi alza la spalla, Joe allora cambia tattica e prova a sfiancarlo con una Abdominal stretch, Kofi cerca di liberarsi e si becca una dura Clothesline e poi una seconda, poco dopo una Senton, ma non cede, anzi, prova un volo dalle corde, ma Joe lo blocca e lo fa cadere duramente al suolo, tuttavia Kofi risale sul ring in tempo. Spazientito, Joe chiude Kingston nella Coquina clutch e sembra avere la vittoria in pugno, ma Kofi, aiutandosi con l’angolo, lo ribalta e lo schiena di roll up

Vincitore: Kofi Kingston

Furioso, Joe prova a mettere definitivamente KO Kofi chiudendolo ancora nella Coquina clutch, arriva dunque AJ Styles che per prima cosa caccia via Joe. Tuttavia, c’è un match da portare avanti, AJ vorrebbe quasi suggerire a Kofi di ritirarsi, ma Kingston ribatte che non ha intenzione di arrendersi, anzi, lo provoca e lo colpisce, invitandolo a fare altrettanto, AJ lo accontenta

Kofi Kingston vs AJ Styles 3 out of 5 stars (3 / 5)

Il match quasi a senso unico, con Styles che mette a segno mosse su mosse e Kofi che si limita a sopravvivere e a provare a vincere con qualche roll up, AJ allora lo colpisce con una Backbreaker. I due finiscono all’angolo e Kofi, tentando una ginocchiata, sbatte duramente contro il paletto; nonostante riesca a evitare una Hurracanrana di Styles e quasi lo schieni con un Crossbody, il dolore alla gamba è troppo forte e quando AJ lo chiude nella Calf Crusher Kofi non può che cedere

Vincitore: AJ Styles

L’ultimo ad entrare è Randy Orton, che tuttavia non si presenta dallo stage

AJ Styles vs Randy Orton (s.v.)

Ora: Randy Orton non compare sullo stage, “Randy Orton”, quindi che cosa devi fare? Sicuramente, “non” fare come AJ Styles, che se ne rimane a fissare lo stage tutto bello carico. Ovviamente Orton gli appare alle spalle e lo colpisce con una RKO

Vincitore: Randy Orton

Ma allora sei scemo.

Anyway: abbiamo il vincitore signore e signori. Randy Orton, con una presenza sul ring di due secondi netti, conquista il diritto di entrare per ultimo nell’Elimination Chamber. E adesso deve scappare che il magico mondo dei catzy suoi non si governa da solo.

Tabella di valutazione dei match:

* = da evitare
** = mediocre/appena sufficiente
*** = sufficiente o di più per il tipo di evento in questione (se è un PPV o uno show settimanale)
**** = match da vedere
***** = match da ricordare

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
6.5
Evoluzione delle storyline
6.5
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname